Crea sito

Burro fatto in casa

Oggi, nel Calendario del Cibo Italiano dell’Associazione Italiana Food Blogger è la giornata nazionale del Burro, la cui ambasciatrice è la bravissima Silvia ed io ho deciso di partecipare con la ricetta del burro fatto in casa.
Sin dall’antichità il burro era conosciuto non solo come alimento, ma anche come cosmetico e medicinale dato che si pensava potesse essere un rimedio per il mal d’occhi e per le malattie della pelle. I Romani lo utilizzavano anche per le acconciature dei capelli e i popoli del nord lo usavano per il bagno.
Gli egizi, ad esempio, lo ricavavano dal latte degli animali da allevamento e alcune tracce di questo alimento sono state ritrovate anche nelle tombe.
Nel Medioevo, l’uso del burro si diffuse gradualmente in tutta l’Europa e nel XVIII la produzione del burro era ancora di tipo familiare e solo nella seconda metà del 1800 inizia a diffondersi a livello industriale.
Nell’epoca tardomedievale il burro era molto più diffuso nel Sud Italia piuttosto che nel Nord, nonostante le svariate difficoltà per reperirlo e proprio per questo motivo era molto popolare tra le élite meridionali che ne facevano un motivo di distinzione con le popolazioni più povere.
Dopo esser stato profondamente demonizzato negli ultimi decenni del XX secolo, soprattutto nell’Europa Meridionale, oggi il burro sta lentamente riacquistando consenso e molti specialisti ne consigliano il consumo, non eccessivo, alternandolo all’olio extravergine di oliva, dato che risulta meno calorico degli oli e non è ottenuto chimicamente come la margarina. Inoltre è ricco di calcio, proteine del latte e vitamina A.

Ingredienti:
250 ml di panna fresca liquida

Burro fatto in casa

Burro fatto in casa

Mettete la panna fresca liquida in una ciotola ben fredda.
Il mio consiglio è quella di metterla nel frigorifero per almeno mezz’ora prima di utilizzarla.
Montatela alla massimo velocità con le fruste elettriche.
Quando sarà bella gonfia, continuate a lavorarla sempre con le fruste.
Gradualmente assumerà un colore giallognolo e poi finalmente la parte solida si separerà da quella liquida.
Continuate a montare con le fruste per qualche minuto, finchè i due elementi non saranno ben distinti.
Mettete il tutto in un colino e filtrate, schiacciando con il dorso di un cucchiaio.
La parta liquida che ne uscirà non buttatela via, ma raccoglietela in una contenitore e conservatela perchè si tratta del Latticello che viene usato in diverse preparazioni per dolci come la Red Velvet Cake.
Raccogliete il burro, dategli una forma a cilindro e avvolgetelo nella pellicola trasparente.
Riponetelo in frigorifero a rassodare.
Con queste dosi vengono circa 90 g di burro e 120 ml di latticello.
La cosa migliore sarebbe prepararlo nella planetaria per evitare di stare anche 20 minuti con le fruste elettriche in mano, ma il risultato non cambia 🙂
Sia il Burro fatto in casa che in il latticello possono essere conservati in frigorifero per 4/5 giorni.
Seguitemi anche sulla pagina facebook per tutte le novità —> Dolcissima Stefy

burro fatto in casa

Per tornare alla pagina principale del blog e vedere altre ricette, cliccate qui 😀

2 Risposte a “Burro fatto in casa”

  1. Ciao a tutti volevo chiedervi una cosa il burro abbiamo capito come farlo e se io volessi fare la margarina oppure una cosa meno grassa..avete la ricetta? Grazie

    1. Dolcissima Stefy ha detto:

      Buongiorno, per la margarina devo ancora provare.
      Perchè con la panna vegetale non viene, non rapprende come dovrebbe.
      Quindi devo ancora trovare gli ingredienti giusti, ma ci sto lavorando 🙂
      Seguimi sulla pagina facebook, per avere tutte le novità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.