Fagiano alla cacciatora

Il fagiano alla cacciatora è un secondo piatto di selvaggina che ho preparato seguendo i consigli trovati dopo un’accurata ricerca su web e sui miei preziosi ricettari, dall’Artusi ai tantissimi altri che ho collezionato negli anni.

Come sempre il mio metodo di studio parte dalla mia esperienza e quindi mi consulto costantemente con mia madre che si è sempre distinta in cucina, incitata dalla buona forchetta che era mio padre.
Lui, intendo il mio babbo, di origini umbre, fattore si trasferì per lavoro nella campagna di Ancona, in un’azienda agricola ed è stato anche un convinto cacciatore. Sempre attento a seguire tutte le norme del caso. Mia madre di Fano è cresciuta in campagna ed io quindi sono stata allevata in mezzo alla natura a 180°.

Tornando al nostro fagiano alla cacciatora vi assicuro che è riuscito benissimo!
Ci tengo a precisare alcune cose:
– il fagiano congelato era già pulito ed eviscerato;
– ho preferito spezzare il fagiano per marinarlo, ma potete anche lasciarlo intero;
– ho usato il vino rosso, ma potete optare per quello bianco.

Quindi senza esitazioni vi propongo subito la ricetta che ho realizzato.

Se siete curiosi di approfondire l’argomento caccia/cacciagione potete leggere il cinghiale stufato dove oltre alla ricetta, scrivo della mia esperienza come figlia di un babbo cacciatore.

Fagiano alla cacciatora - particolare piatto
  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni4-5 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Ingredienti per la marinata

  • 1Fagiano (circa 1 kg)
  • 1 bicchiereVino rosso
  • 3 foglieSalvia
  • 1 fogliaAlloro
  • 1 ramettoTimo
  • 1 ramettoRosmarino
  • baccheGinepro
  • 1limone (succo e spicchi)
  • 2 spicchiAglio
  • 1 cucchiainoPepe nero (in grani)

Ingredienti

  • 500 gPomodori
  • 1 bicchiereVino bianco
  • Scorza di limone
  • 20Olive nere
  • 4 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • q.b.Brodo
  • q.b.Sale

Preparazione


Scongelate il fagiano, lavate ed eliminate gli eventuali pallini e piume residue, spezzatelo, iniziando dalle ali e le cosce, cercando le giunture per non frantumare le ossa che poi potrebbero pungere.
Inseritelo in una ciotola con la salvia, l’alloro spezzettato, il timo, il rosmarino, le bacche di ginepro schiacciate leggermente in un mortaio, il pepe nero in grani, il succo di mezzo limone e l’altra metà tagliata a piccoli spicchi. Unite un giro d’olio, il vino rosso e coprite bene con una pellicola prima di lasciare riposare in frigo per circa 12 ore.
  1. fagiano alla cacciatora - marinatura

    Scolate i pezzi di fagiano e fate rosolare in un tegame con olio extra vergine d’oliva, insieme alla salvia, al rosmarino, al timo, all’aglio in camicia, al pepe nero e alle bacche di ginepro, (eliminate il limone a spicchi e l’alloro). Rivoltate i pezzi e quando si saranno dorati da tutti i lati sfumate con un bicchiere di vino bianco.

    Lasciate evaporare alcuni minuti e aggiungete i pomodorini lavati e tagliati a pezzi, salate, coprite la pentola e portate a cottura per circa 40 minuti aggiungendo qualche cucchiaiata di brodo.

    Alla fine aggiungete le olive nere e la scorza di limone tagliata a listarelle sottili o grattugiata, aggiustate di sale e pepe e lasciate sul fuoco ancora alcuni minuti prima di servire.

  2. Fagiano alla cacciatora
4,4 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

4 Risposte a “Fagiano alla cacciatora”

  1. Molto interessante, io ieri ho comprato un fagiano e una pernice surgelati (ovviamente cacciati).
    Io penso che del fagiano farò un patè, magari poi metto la ricetta :).

    1. Scusa, ma ho visualizzato solo ora il tuo commento. Ti ringrazio e aspetto la tua ricetta del patè… fammi sapere!

  2. Buonasera
    Un dubbio :
    Dopo la marinatura, il fagiano va rosolato con gli ingredienti della marinatura oppure bisogna metterli nuovi?
    Grazie
    Gabriele

  3. Gabriele, meglio tardi che mai… nella ricetta è spiegato, lascio tutti gli ingredienti e tolgo l’alloro e gli spicchi di limone. Fammi sapere se è venuto bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.