Crea sito

Ricette con i moscioli

Le ricette con i moscioli di Portonovo una raccolta delle ricette pubblicate nel blog.

ricette con i moscioli - raccolta

Sotto il link ai post originali con le presentazione dei piatti e le foto delle preparazioni. Poi di seguito gli ingredienti e il procedimento per la realizzazione di ciascuna ricetta.

1 – Moscioli in porchetta

2 – Moscioli di Portonovo fritti

3 – Moscioli di Portonovo alla marinara

4 – Scialatielli coi moscioli

5 – Moscioli di Portonovo arrosto

6 – Spaghetti con i moscioli di Portonovo

7 – Paella mista di campagna

8 – Fideuà di Candia con salsa aioli

9 – Spaghetti alla chitarra coi moscioli

Per non perdere nessuna ricetta iscriviti alla newsletter: clicca qui
Visita la pagina Facebook Ricette di Campagna e segui le mie ricette cliccando “mi piace” !

Puoi seguirmi anche su PinterestInstagram e Twitter!

Ricette con i moscioli

1 – Moscioli in porchetta

Ingredienti:

  • 1,2 kg di moscioli o cozze,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 1 rametto di rosmarino,
  • 1 mazzetto di finocchio selvatico,
  • 3 pomodori maturi,
  • 1/2 bicchiere di vino bianco,
  • olio e.v.o.,
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

lavate e spazzolate i moscioli e fateli aprire in un tegame coperto a fuoco vivace. Eliminate i gusci vuoti e filtrate l’acqua di cottura avendo cura di lasciare sul fondo i residui.

In un’ampia padella mettete a soffriggere in poco olio l’aglio tritato con il rosmarino e il finocchio selvatico spezzato grossolanamente. Unite i moscioli e lasciate insaporire. Aggiungete quindi i pomodori tagliati a cubetti e bagnate con il vino bianco.

Lasciate evaporare e poi aggiungete il liquido di cottura dei moscioli.

Coprite e cucinate per circa 10 minuti.

Servite i moscioli in porchetta ben caldi.


moscioli di Portonovo fritti

2 – Moscioli di Portonovo fritti

Ingredienti:

  • 1 kg di moscioli (o cozze)
  • 100 g di farina 00
  • 1 uovo
  • acqua q.b.
  • olio per friggere

Preparazione:

Preparate subito la pastella: mettete in una ciotola la farina, aggiungete l’uovo sbattuto e l’acqua a poco a poco fino ad ottenere la consistenza né troppo solida né troppo liquida. Lasciate riposare coperta in frigo.

Lavate bene i moscioli sotto l’acqua corrente, strofinandoli fra di loro. Metteteli in un tegame capiente di acciaio o alluminio, coprite e fate aprire a fiamma vivace. Eliminate i gusci e l’eventuale bisso.

Mettete a scaldare l’olio per friggere in una padella, passate i moscioli nella pastella e versarli nell’olio bollente. Girate e scolate su carta assorbente da cucina.


3 – Moscioli di Portonovo alla marinara

Ingredienti:

  • 1,5 kg di moscioli,
  • 1 limone,
  • uno spicchio d’aglio,
  • 3 cucchiai di olio evo,
  • un ciuffo di prezzemolo,
  • pepe q.b.

Preparazione:

lavare i moscioli strofinandoli energicamente fra loro poi farli aprire a fiamma media in una pentola coperta con pochissima acqua sul fondo. Quindi togliere il bisso (lo stoppino) e mezzo guscio.

Filtrare l’acqua di cottura con un colino e una garza. Spremere il succo di mezzo limone e tagliare l’altra metà a pezzettini. Tagliare finemente l’aglio e il prezzemolo.

Disporre i moscioli in un piatto, irrorarle con l’acqua di cottura filtrata e condirli con il succo di limone, l’olio, il prezzemolo, l’aglio, i pezzettini di limone e una spolverata di pepe.


4 – Scialatielli coi moscioli

Ingredienti per gli scialatielli per 5-6 persone:

  • 250 g di farina di semola di grano duro
  • 250 g di farina 00
  • 1 uovo
  • un pizzico di sale
  • uno spicchio d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 cucchiaino di olio evo
  • 120 ml circa di latte

Preparazione:

dopo aver disposto la farina sulla spianatoia, versare l’uovo, l’olio, il sale, l’aglio e il prezzemolo tritato finissimo ed iniziare a mescolare con una forchetta versando un poco alla volta il latte.

Quindi impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Lasciare riposare almeno per un’ora in frigo avvolta con la pellicola trasparente.

Stendere la sfoglia con un mattarello dopo averla infarinata bene, fino a renderla dello spessore adeguato cercando di dargli una forma rettangolare e una larghezza di 15-18 cm. Lasciare seccare una decina di minuti prima di arrotolarla su se stessa e tagliare gli scialatielli più stretti di una tagliatella, circa 3 mm.


5 – Moscioli di Portonovo arrosto

Ingredienti per 4 persone:

  • 3 kg di moscioli,
  • pangrattato q.b.,
  • aglio e prezzemolo tritato,
  • sale,
  • pepe,
  • olio extravergine d’oliva.

Preparazione:

lavare i moscioli strofinandoli energicamente fra loro poi aprirli in una pentola con pochissima acqua. Togliere il bisso (lo stoppino) e mezzo guscio.

Mescolare il pangrattato con l’aglio e il prezzemolo tritati, salare e pepare.

Dopo aver sistemato i moscioli in una teglia da forno, ricoprirli riempendo il guscio con il pangrattato.

Regolare il forno a 180° e cucinare per circa 10 minuti.

Servire i moscioli caldi con un filo d’olio.


spaghetti con moscioli di Portonovo

6 – Spaghetti con i moscioli di Portonovo

Ingredienti per 3/4 persone:

  • 1 kg di moscioli di Portonovo (o cozze)
  • 300 g di spaghetti n. 12
  • 150 g di pomodorini
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 peperoncino
  • un ciuffo di prezzemolo
  • sale q.b.
  • olio evo q.b.

Preparazione:

per prima cosa occorre pulire i moscioli strofinandoli energicamente tra loro, poi per farli aprire porli in una pentola capiente con appena un po’ di acqua per coprire il fondo. Chiudere con un coperchio e far andare a fuoco vivace.

Dopo cinque minuti, o appena si sono aperte spegnere e togliere i gusci e il bisso (lo stoppino). Tritare grossolanamente i moscioli.

Far soffriggere in una padella con l’olio, l’aglio e il peperoncino.

Sbollentare in acqua calda i pomodorini per spellarli, poi tagliarli a pezzettini e aggiungerli al soffritto. Salare leggermente e, dopo aver cucinato per cinque o dieci minuti, aggiungere i moscioli e far restringere il sugo a fiamma bassa.

Nel frattempo cuocere gli spaghetti e scolare al dente. Passarli in padella con il sugo per pochi minuti e aggiungere il prezzemolo tritato prima di servire a tavola.


7 – Paella mista di campagna

Ingredienti per 10 persone:

  • 800 g di riso
  • 450 g petto di pollo
  • 1 kg di cozze
  • 400 g di calamari
  • 500 g di gamberoni
  • 1 cipolla grande di tropea
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 peperone rosso grande
  • 300 g di piselli
  • 600 g di pomodori maturi
  • 240 ml circa di brodo
  • acqua delle cozze
  • 2 foglie di alloro
  • mezzo cucchiaino circa di zafferano
  • 60 g di bottarga in polvere
  • 2 limoni a spicchi
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • olio q.b.
  • sale q.b.

Preparazione:

far soffriggere l’aglio tritato, la cipolla, i pomodori e il peperone tagliati a pezzetti in poco olio.

Aggiungere i piselli, salare e coprire facendo andare a fuoco medio. Controllare costantemente e dopo alcuni minuti inserire i calamari tagliati a rotelle e le foglie di alloro.

Nel frattempo far aprire le cozze in un tegame e filtrare l’acqua lasciandola da parte per la cottura del riso. Eliminare la valva vuota.

Preparare anche il brodo vegetale diluendo il dado o il preparato granulare nell’acqua. Versarci lo zafferano. Aggiungere il petto di pollo tagliato a cubetti e continuare la cottura a tegame coperto.

A questo punto inserire i liquidi caldi, brodo e acqua delle cozze e il riso mescolando con un cucchiaio di legno e controllando il sapore per decidere se aggiungere o meno altro sale, tenendo conto che da questo momento non si dovrebbe più toccare se non per verificare il grado di cottura.

Versare il riso e pochi minuti dopo i gamberetti. Aggiungere il vino e pochi istanti prima del termine della cottura del riso spolverare con la bottarga e inserire le cozze.

A fornello spento appoggiare 10 spicchi di limone che potranno poi essere spremuti a seconda del gradimento, sopra la paella… e buon appetito!


8 – Fideuà di Candia con salsa aioli

Ingredienti per 12 persone:

  • 1 kg di pasta mista n° 120 De Cecco
  • 1 kg di cozze
  • 1 kg di vongole veraci
  • 500 g circa rana pescatrice (o coda di rospo)
  • 500 g di calamari
  • 500 g di gamberi
  • 2 foglie di alloro
  • 200 ml di vino bianco
  • 160 ml circa di olio evo
  • 2 spicchi d’aglio
  • 300 g di pomodori
  • 200 g di piselli
  • 1 peperone rosso e 1 peperone giallo
  • 3 zucchine
  • 3 cipolle rosse
  • 1/2 cucchiaino di zafferano
  • 1/2 cucchiaino di paprika dolce
  • peperoncino e bottarga per condire a tavola (per chi gradisce)
  • sale e pepe q.b.

Ingredienti salsa aioli:

  • 2 uova intere
  • 70 g circa di olio di semi di girasole
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

• pulire e far aprire le cozze e le vongole separatamente in un tegame coperto. Sgusciarle avendo cura di lasciarne alcune intere per la decorazione finale del piatto. Filtrare il liquido di cottura di cozze e vongole.

Eviscerare la rana pescatrice, sgusciare i gamberi lasciando la testa e il guscio per preparare il fumetto di pesce.

In una pentola far bollire per circa 30 minuti la rana pescatrice con gli scarti dei gamberi, una cipolla, l’alloro, lo zafferano e la paprika dolce. Nel frattempo preparare le verdure per il soffritto tagliando la cipolla, le zucchine e i peperoni.

• Far soffriggere tutte le verdure in una padella con un po’ di olio sul fondo per circa 15 minuti, condite con il sale e avendo cura di coprire con un coperchio.

• Tostare la pasta in una padella antiaderente, dopo aver fatto scaldare l’olio evo sul fondo, rigirando spesso fino a quando inizia a colorirsi.

• Estrarre la rana pescatrice ed eliminare la lisca. Filtrare bene il fumetto di pesce con un colino su cui avrete poggiato un telo di cotone.

• Unire al soffritto di verdure i calamari tagliati a pezzetti e dopo pochi minuti sfumare con il vino bianco. Aggiungere quindi le cozze e le vongole, poi i pomodori a cui avrete eliminato la buccia e tagliato a pezzetti (Manuela li taglia a metà e li passa sulla grattugia per jullienne, così elimina la buccia e li riduce in salsa). Salare leggermente.

• Dividere il soffritto in due padelle (in mancanza di una capiente paellera) inserire i liquidi delle cozze, delle vongole, il fumetto di pesce e la pasta tostata.

• Unire i gamberi interi o a pezzetti a seconda della grandezza. Portare a cottura la pasta coprendo con un coperchio e se occorre aggiustare di sale.

• Lasciare riposare e prima di servire decorare con le vongole e cozze lasciate intere.

• Servire con la salsa aioli, peperoncino e bottarga per chi gradisce i sapori.

Preparazione della salsa aioli: in un contenitore per minimixer versare due uova intere, l’aglio, il sale e il pepe e iniziare a montare utilizzando una velocità bassa. Continuare versando l’olio a filo… Guardate il video di come ha fatto Manuela:

9 – Spaghetti alla chitarra coi moscioli

Ingredienti

  • 750 g di moscioli (o cozze)
  • 300 g di spaghetti alla chitarra all’uovo
  • 150 g di pomodori maturi
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro (abbondante)
  • 15 g di cipolla
  • 40 g di Olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaio prezzemolo tritato (o finocchietto selvatico)
  • Peperoncino q.b.

Preparazione

Lavate bene i moscioli strofinando i gusci tra di loro e se occorre con una spugna d’acciaio. Togliete lo stoppino tirandolo verso il basso (dalla punta verso la parte più larga del guscio) quindi inserite in una pentola capiente con mezzo bicchiere d’acqua, chiudete con un coperchio e fate aprire a fuoco vivace girandoli un paio di volte. Saranno sufficienti 5 minuti circa.

Estraete i moscioli dai loro gusci lasciandone alcuni interi per guarnire poi i piatti. Tritateli grossolanamente. Filtrate il liquido di cottura evitando il fondo.

Tritate la cipolla e fatela appassire nell’olio insieme al peperoncino quindi aggiungete i pomodori privati della buccia e tagliati a cubetti. Lasciate cucinare per circa dieci minuti quindi aggiungete i moscioli tritati e dopo pochi minuti il concentrato di pomodoro diluito in mezzo bicchiere circa del liquido di cottura dei moscioli.

Cucinate gli spaghetti alla chitarra e nel frattempo tritate il prezzemolo fresco o il finocchietto selvatico e aggiungetelo al sugo.

Scolate la pasta e condite aggiungendo i moscioli lasciati interi, quindi servite subito.