Pollo in putacchio all’anconetana

Il pollo in putacchio all’anconetana è una ricetta tipica dal sapore deciso e particolare, a me molto gradito, dovuto alla presenza di semplici ingredienti come l’aglio, il rosmarino, il vino bianco e l’aggiunta di pomodori maturi, abbinato al metodo di cottura.

Io l’ho riscoperta qualche anno fa, perché era caduta in disuso nella mia famiglia, chissà perché, ma poi l’avevo mangiata in una trattoria e sono rimasta sbalordita dalla bontà e assalita dai piacevoli ricordi di un tempo, di polli ruspanti e genuini e mi sono ripromessa di chiedere la ricetta a mia madre che me la preparava.

Occorre rosolare ben bene il pollo in una padella con l’aglio schiacciato e il rosmarino, prima di aggiungere poco pomodoro maturo (che può essere sostituito da brodo) per completare la cottura con il coperchio.

Il pollo in putacchio all’anconetana è diverso dal pollo in umido perché non risulta brodoso ma piuttosto ben rosolato, a fine cottura si può inserire nel forno, e il pomodoro quando si utilizza è in piccola quantità.

Io questa volta ho utilizzato una confezione di sovracosce di pollo, la mia parte preferita, perché la carne è tenera e saporita, ma so bene che non è per tutti così. C’è chi adora le cosce, chi le ali, chi il petto quindi decidete tranquillamente secondo i vostri gusti.

pollo in putacchio all'anconetana
  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: 40 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 3 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • sovracosce di pollo 750 g
  • Rosmarino 1 rametto
  • Aglio (in camicia) 2 spicchi
  • Vino bianco secco 1/2 bicchiere
  • Olio extravergine d'oliva 4 cucchiai
  • Pomodori piccadilly 4-5
  • Peperoncino (facoltativo) q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

  1. Scaldate l’olio in una padella antiaderente, unite il rosmarino, l’aglio in camicia (schiacciato con la buccia per evitare che si bruci e diventi amaro) e il peperoncino se lo gradite.

    Sciacquate le sovracosce di pollo e controllate che non ci siano residui di piume. Praticate alcuni tagli dalla parte interna vicino all’osso.

    Mettetele a rosolare girando da entrambi i lati. Dopo alcuni minuti salate e pepate e poi, poco dopo versate il vino bianco secco e fate sfumare sempre a fuoco vivace.

    A questo punto unite i pomodori tagliati a cubetti o in alternativa un po’ di brodo, per non far attaccare le sovracosce, coprite e continuate la cottura per circa 30 minuti.

    A fine cottura potete servire o mettere al forno a 180° per 15 minuti se desiderate far asciugare e rosolare meglio il pollo.

Note

Oltre al pollo in putacchio (o potacchio) all’anconetana con gli stessi ingredienti e procedura si prepara anche il coniglio. Ho trovato che esiste anche lo stoccafisso in potacchio, l’agnello, i carciofi, le patate, le melanzane e il pesce… quanti piatti ancora da provare!

Per non perdere nessuna ricetta iscriviti alla newsletter: clicca qui

Visita la pagina Facebook Ricette di Campagna e segui le mie ricette cliccando “mi piace” !

Puoi seguirmi anche su TwitterPinterest, Instagram e Google+ !

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.