Beccacce ginepro e timo

beccacce_pronte_1

Le beccacce ginepro e timo sono un secondo inusuale che ho avuto la fortuna di cucinare, ma soprattutto di assaporare per la prima volta. Temevo di non essere all’altezza e invece ho superato brillantemente la prova famiglia, unica critica: mancava un pizzico di sale e il petto risultava leggermente insipido.

Come grandezza le beccacce assomigliano ai piccioni, ma il sapore è più delicato e la carne tenera.

Specifico che ne avrei anche fatto a meno, ma sono un dono di un cacciatore, per di più già pulite e pronte da cucinare, perciò ho cercato di fare del mio meglio per non “sciuparle”.

E poi mio marito continuava a ripetere come un mantra: “le beccacce sono considerate le regine del bosco… le beccacce sono considerate le regine del bosco…” Così mi sono decisa, ho preso coraggio, fatto un bel respiro e via…

Devo anche dire che per me la parte più lunga e fastidiosa è ripulire bene le piume rimaste. Fortunatamente ho trovato delle pinzette perfette (erano in un set per pronto soccorso).

Quindi mi sono messa all’opera e ho fiammeggiate le beccacce, le ho lavate bene, fatte asciugare e poi cucinate come vi spiego sotto.

beccacce_crude

 

Ricetta Beccacce ginepro e timo

Ingredienti:

  • 2 beccacce,
  • 12 bacche di ginepro,
  • due rametti di timo,
  • 100 g di burro (io però non l’avevo e ho messo la parte con un po di grasso di alcune fette di speck e prosciutto),
  • olio evo q.b.,
  • un bicchiere di vino,
  • sale e pepe q.b.

 Preparazione:

pestate le bacche di ginepro nel mortaio o in un robot da cucina riducendole in poltiglia. Amalgamatene un terzo con 40 g di burro o un trito di speck e prosciutto, formate due palline e mettetene una dentro ogni beccaccia insieme ad un rametto di timo. Rosolate a fuoco vivo le beccacce in un tegame dopo aver fatto scaldare il burro restante. Quando saranno colorite, salate, pepate e spolverizzate con il resto delle bacche pestate e dopo un po’ il vino bianco che lascerete evaporare. Coprite e continuate la cottura a fuoco medio.

beccacce_piatto

Per non perdere nessuna ricetta iscriviti alla newsletter: clicca qui
Visita la pagina Facebook Ricette di Campagna e segui le mie ricette cliccando “mi piace” !
Puoi seguirmi anche su PinterestInstagram e Twitter!

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

2 Risposte a “Beccacce ginepro e timo”

  1. Ricetta indubbiamente valida, io come tocco finale ci aggiungo una buona spruzzata di aceto che lascio evaporare durante l’ultimo 1/4 d’ora.

    1. Grazie per il complimento e soprattutto per il consiglio prezioso, anche se dubito che mi capiterà ancora di cucinare le beccacce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.