Dolcetti alle mandorle e cannella, ricetta senza zuccheri aggiunti

Dolcetti alle mandorle

Ogni volta che vorrei scegliere alimenti senza zucchero, mi ritrovo a fare i conti con dolcificanti ed edulcoranti che sono ben peggio dello zucchero in sé, hanno solo il vantaggio di non avere calorie, ma che sono davvero poco salutari e per di più di sintesi. E allora mi chiedo, dov’è il beneficio?

Esistono in natura moltissimi alimenti che hanno un gusto dolce e una elevata percentuale di zuccheri naturali, prima fra tutte la frutta: perché non sfruttare questi cibi per placare la nostra voglia di dolcezza senza appesantire il nostro fegato e senza innalzare troppo rapidamente la glicemia? Frutta e semi oleosi sono inoltre ricche di nutrienti, al contrario dello zucchero che rappresenta un puro apporto di calorie vuote.

La ricetta di dolcetti alle mandorle che vi propongo oggi è del tutto sperimentale, non contiene zucchero, né dolcificanti di vario genere, ma solo frutta secca e a guscio e spezie. Il risultato ha stupito anche me! Un gusto ottimo e una dolcezza tutta naturale. Se siete abituati a cibi zuccherini e ad edulcoranti di sintesi, dovrete abituare un po’ il palato, ma sono certa che, uno dopo l’altro, questi dolcetti vi conquisteranno!

Con questa ricetta partecipo a Salutiamoci del mese di Aprile che ha come protagonista le mandorle, ingrediente principale di questo piatto

Mangiarbene

La raccolta delle ricette alle mandorle è a cura di Francesca del blog I Paciocchi di Francy

I dolcetti alle mandorle e cannella sono, inoltre, privi di glutine e mi offrono l’occasione di partecipare al contest Dolci Gluten-free

contest-gluten-free-1024x1024

del blog Col Kitchen & Photos di Nicole.

 

Dolcetti alle mandorle

Dolcetti alle mandorle e cannella

Ingredienti per circa 20 dolcetti:

  • Latte di soia, 2 bicchieri
  • Mandorle pelate, 3 cucchiai
  • Uvetta sultanina, 2 cucchiai
  • Agar-agar, 1/3 di cucchiaino
  • Cannella in polvere, 1 cucchiaino
  • Zenzero fresco, 1 cm
  • Cacao amaro, una spolverata (facoltativo)

Preparazione

  • Lavate l’uvetta sotto l’acqua corrente, quindi mettetela a bagno in mezzo bicchiere di acqua.
  • Tritate la mandorle fino a ridurle alla consistenza di una farina grossolana.
  • In una piccola casseruola scaldate il latte di soia in cui avrete messo lo zenzero pelato e schiacciato e lasciatelo bollire per qualche minuto. Eliminate lo zenzero e aggiungete la farina di mandorle e le uvette strizzate dall’acqua di ammollo. Mescolate il tutto e lasciate cuocere ancora qualche minuto.
  • Nell’acqua delle uvette stemperate l’agar-agar fino a che non sarà completamente sciolto, unitelo poi agli altri ingredienti sempre mescolando. Aggiungete la cannella e lasciate sobbollire per un minuto, quindi spegnete il fuoco e lasciate riposare e intiepidire il composto per un tempo brevissimo (attenzione a non raffreddarlo troppo perché si solidifica)
  • Versate quindi in stampini o formine da dolci (io ho utilizzato dei semplicissimi stampini da ghiaccio in gomma) e lasciate raffreddare prima a temperatura ambiente, poi in frigo per un totale di un paio d’ore.
  • Sformate i dolcetti e serviteli, a piacere, spolverati con cacao amaro o cannella.

 

Print Friendly, PDF & Email

2 comments

  1. squisito says:

    Ciao cara, volevo informarti della chiusura del mio contest al quale hai aderito e ringraziarti personalmente per la partecipazione!
    Vorrei inoltre ricordarti che in comune accordo con gli amici di Altracasakft, abbiamo deciso di omaggiare tutte le partecipanti al mio contest con un buono sconto da usufruire per la prenotazione della tua prossima vacanza a Budapest…non farti scappare l’occasione e viene a scoprire come ottenere il coupon di sconto…http://squisitocooking.blogspot.it/2013/05/chiusura-del-contest-viaggio-nel-gustoe.html
    Ti aspetto…e grazie ancora cara!
    Un bacio

    • Silvia -In Cucina con il Naturopata says:

      Grazie a te per il divertente contest e per la bella opportunità. Un grazie anche allo sponsor Altracasakft per la sua offerta. un abbraccio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.