Tagliatelle al nero con seppioline e fagiolini.

tagliatelle_al_nero_con_seppioline

  • Ingredienti: per 4 persone

600 g di farina
4 uova
2 cucchiai di nero di seppia
500 g di seppioline
300 g di pomodori
300 g di fagiolini verdi
1 spicchio di aglio
1/2 bicchiere di vino bianco secco
olio di oliva
sale, pepe

Preparazione: 90′

Cottura: 260

  • Versate la farina a fontana sulla i spianatoia e sgusciatevi al centro le uova.
  • Sbattete le uova con una forchet­ta e, man mano, incorporatevi la farina.
  • Lavorate il composto con le mani, amal­gamando la farina e le uova.
  • Continuate a impastare per quindici minuti finché otterrete una pasta liscia e omogenea; fate una palla, avvolgetela in pellicola trasparente e fatela riposare per un’ora.
  • Preparate il condimento: pulite le seppioline, lavatele e tagliatele a pezzetti.
  • Scottate per un istante i pomodori in acqua bollente, poi scolateli, pela­teli, eliminate i semi e l’acqua di vegeta­zione; tagliate la polpa a dadini.
  • In una padella fate scaldare un filo di olio e imbionditevi l’aglio; aggiunge­te le seppioline e lasciatele rosolare.
  • Bagnatele con il vino e fatelo sfumare; unite i dadini di pomodoro, salate, pepa­te, mettete il coperchio e proseguite la cottura per quaranta minuti, versando, se necessario, un po’ di acqua bollente.
  • Pulite i fagiolini, spuntateli, lavateli e lessateli al dente in abbondante acqua bollente salata; scolateli e uniteli al sugo di seppioline.
  • Raschiate con una spatola o con un coltello la spianatoia per eliminare i residui di pasta che si sono attaccati e stendetevi l’impasto con il mattarello allo spessore di 1 o 2 mm, partendo dal cen­tro verso i lati.
  • Lasciatela asciugare per trenta minuti, poi arrotolatela in modo da formare un lungo cilindro di 8 cm di larghezza; con un coltello ricavatene delle matassine e apritele allargandole e facendo poi ricadere le tagliatene a mucchietti, sulla spianatoia.
  • Cuocete le tagliatelle in abbondante acqua bollente salata (1 litro ogni 100 g di pasta) a cui va aggiunto un cucchiaio di olio.
  • Scolatele al dente e conditele con il sugo preparato; servitele.
Leggi anche:  Un viaggio alla scoperta dei sapori, dei profumi e delle dolcezze della cucina veneta.

Vino consigliato: Marzemino del Tren­tino, un rosso rubino sapido, ricco nei profumi

Quanto nutre una porzione: 481 calorie

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook, Linkedin, Instagram, Facebook o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

I miei preferiti su Pinterest

I miei preferiti su Instagram


Ti potrebbero anche interessare altre ricette simili

Leggi anche:  La Cucina di Susana di Giallo Zafferano: Le 10 ricette più popolari del mese di Marzo 2015.
 
Precedente Budini di zucca. Successivo Quando la pastiera napoletana diventa una vera e propria opera d’arte.

Lascia un commento