Crostata sbriciolata alle pesche e mandorle

sbriciolata alle pesche

Siete già in villeggiatura? Oppure come me state facendo il conto alla rovescia? Il tempo, almeno qui al nord, non ci aiuta a sentirci in vacanza, ne ci fa venire voglia di gelato o fresche cheesecake. Mai prima d’ora ero riuscita ad utilizzare così tanto il forno in questa stagione e ne sto approfittando per fare tutti gli esperimenti possibili di ricette estive che ne prevedano l’utilizzo.

La crostata sbriciolata alle pesche ne è un esempio. Le pesche sono il classico frutto di stagione che si presta ad essere utilizzato nei dolci, al cucchiaio e non.

 

Personalmente sono una grande fan delle crostate (non si era capito?), quindi, mi piace sperimentarne diverse versioni, variando tipi di farina, ingredienti e finiture.

La sbriciolata è una delle mie preferite perchè la doratura leggermente croccante in superficie la rende davvero speciale e golosissima. Alla versione classica con le pesche ho aggiunto le mandorle sia nell’impasto della frolla, sia nella farcia. E’ un modo come un altro per arricchire la nostra dieta con un po’ di frutta a guscio che non dovrebbe mai mancare per le sua qualità di nutrizionali. Oltretutto mandorle e pesche si sposano a meraviglia e rendono questa torta un vera delizia. Utilizzate delle belle pesche mature e saporite, anzi, l’ideale sarebbero frutti che sono già oltre il grado di maturazione. E’ un modo per “farli fuori” oltre che per utilizzare la naturale dolcezza della frutta aggiungendo così meno zucchero, con tutti i benefici che ne derivano.

sbriciolata alle pescheCrostata sbriciolata alle pesche e mandorle

Ingredienti per una tortiera diam. 28-30 cm

  • Farina integrale bio, 150 gr
  • Farina tipo 1, 150 gr
  • Farina di mandorle, 50 gr
  • Zucchero di canna integrale, 125 gr
  • Pesche gialle, 6 medie
  • Mandorle, 7/8
  • Olio di mais, 120 gr
  • Acqua fredda, 40 ml
  • Bicarbonato di sodio, la punta di un cucchiaino
  • Cannella, un pizzico
  • Limone, mezzo
  • Sciroppo di agave o zucchero di canna, 3 cucchiai

Preparazione

  • Miscelate in una terrina le tre farine, la cannella e il bicarabonato di sodio, aggiungete lo zucchero, l’olio di mais e lavorateli. Aggiungete l’acqua fredda, impastate brevemente e ricavate una palla di pasta  che avvolgerete nella pellicola e riporrete in frigorifero per almeno 30 minuti.
  • Sbucciate le pesche e tagliatele a tocchetti, mettetele in una padella antiaderente e cuocetele a fuoco dolcissimo aggiungendo lo sciroppo d’agave o lo zucchero. Fate attenzione a che le pesche non si attacchino alla padella, aggiungete eventualmente pochissima acqua. Quando i frutti saranno ben morbidi, quasi ridotti ad una composta, fate evaporare l’eccesso di liquido alzando la fiamma, quindi spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.
  • Portate il forno a 180°. Tostate brevemente le mandorle sul piatto del forno, quindi spezzettatele ed unitele alle pesche.
  • Estraete la frolla alle mandorle dal frigorifero, prelevatene poco più di ¼ e stendete la  restante in una tortiera oleata o foderata con carta da forno avendo l’accoretezza di creare dei bordi che possano contenere la farcia. Se avete lavorato troppo a lungo la frolla con le mani, fate mettete ancora in frigo la tortiera per qualche minuto.
  • Adagiate le pesche sulla frolla, con un cucchiaio distribuitele uniformemente , quindi, sbriciolate il quarto di frolla che avrete tenuto da parte in modo da coprire parzialmente le pesche.
  • Infornate la sbriciolata alle pesche e cuocetela a 180° per 30-35 minuti

Print Friendly, PDF & Email

4 comments

  1. Erica Di Paolo says:

    Mi piace ^_^ Da amante delle crostate apprezzo l’assenza di burro e di uova, l’utilizzo di una farina integrale e l’arricchimento delle mandorle e della cannella (che con le pesche trovo stia benissimo). L’insieme? Strepitoso. Grande Silvia, come sempre non ne sbagli una ; ))

  2. Alice says:

    Anche io amo le crostate e sto cercando di inserire più frutta secca nella mia dieta…direi che questa tua proposta è un’ottimo suggerimento al proposito 🙂 Complimenti per la ricetta, un abbraccio!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.