Passeggiando per Firenze

Passeggiando per Firenze ..le bellezze di Firenze, Fiera del Cioccolato artigianale, Piazza della Signoria, panino col lampredotto, Mercatino di San Lorenzo, Mercatino del Porcellino, Ponte Vecchio, il Duomo di Firenze.

Firenze è tante cose.. cibo, cultura, storia, tradizione e per 15 giorni è stata anche la città che ha ospitato la Fiera del Cioccolato Artigianale, dove diversi espositori vendevano il loro cioccolato rigorosamente made in Italy e dove importanti chef toscani hanno tenuto diversi cooking show preparando ricette, ovviamente a base di cioccolato.
Un sabato pomeriggio passeggiando per Firenze, mangiando cioccolato e ammirando le bellezze di questa città, la perla della Toscana.

Passeggiando per Firenze

Resistere all’assaggio è stato davvero impossibile, il cioccolato fondente, al latte o bianco era davvero squisito.
Dopo aver preso un cake pop, un macaron, fragole e cioccolato, aver assaggiato la crema spalmabile al pistacchio e mangiato un pezzo di cioccolato bianco con le nocciole mi sono resa conto di aver mandato “in pappa” tutta la dieta della settimana, ma onestamente ne è valsa la pena 🙂

Passeggiando per Firenze

Passeggiando per Firenze, all’ora di pranzo, è impossibile non fermarsi ad uno dei più famosi Trippai della città e cioè quello che si trova accanto al mercatino del porcellino.
Qui, dopo aver fatto un po’ di fila, potrete gustarvi lo street food fiorentino per eccellenza il Panino con il Lampredotto.
Questo è proprio tipico della zona e molto diffuso in città grazie alla presenza di innumerevoli chioschi dei “lampredottai”, un piatto povero che non viene fatto in nessun’altra parte della Toscana.
Il lampredotto, in termine tecnico “abomaso“, è uno dei quattro stomaci del bovino formato da una parte magra, caratterizzata da piccole creste violacee di sapore forte e deciso e da una parte più grassa, di colore più tenue e dal gusto più delicato.
Viene cotto per molto tempo in abbondante acqua con pomodoro, prezzemolo, sedano, cipolla e servito nel panino imbevuto di brodo di cottura e salsa verde.

Passeggiando per Firenze

Mentre il mio fidanzato era in attesa di mangiarsi il panino che desiderava da un bel po’, ne ho approfittato per fare un giro all’interno di uno dei più tipici mercatini, dopo quello di San Lorenzo, questo del Porcellino prende il nome proprio dal Cinghiale che c’è nella piazzetta e a cui tutti toccano il muso perchè si dice porti fortuna.

Passeggiando per Firenze

La Loggia, situata nel cuore della città e a pochi passi da Ponte Vecchio, venne fatta costruire da Cosimo I de’ Medici nel 1547 per farne la sede del mercato dei tessuti preziosi e dell’oreficeria. Oggi vengono venduti arazzi, pelletteria, cravatte, foulard di seta, guanti etc.
Successivamente, nel 1640, venne costruita la fontana del porcellino che in realtà è un cinghiale in bronzo.
La tradizione popolare vuole che toccare il naso del porcellino, dopo aver messo una monetina nella sua bocca, porti fortuna.
Infatti se la monetina cadendo oltrepassa la grata dove cade l’acqua allora arriverà la fortuna, in caso contrario per essere fortunati dovrete aspettare ancora un po’ 🙂
Vi svelo un piccolo segreto, l’inclinazione è tale che solo le monete più pesanti cadono facilmente nelle fessure 😉
A pochi passi dal Mercato del porcellino, si trova il famoso e affascinante Ponte Vecchio dove potrete ammirare le innumerevoli oreficerie più famose della città.
Passeggiando per Firenze, è d’obbligo passare in Piazza della Signoria per ammirare il David ( ricordandovi che quello che trovate fuori dal palazzo è una copia ), il Perseo e il Ratto delle Sabine …

Passeggiando per Firenze

…e in Piazza del Duomo dove sorgono il Campanile di Giotto, il Museo dell’Opera del Duomo e il Duomo stesso.

Passeggiando per Firenze

Firenze è una città a forma d’uomo, si può tranquillamente visitare tutta a piedi ed ogni sua più piccola stradina del centro storico nasconde un edificio antico con anni e anni di storia e cultura.
Firenze è davvero una piccola perla nel panorama Italiano.

PER TORNARE ALLA HOMEPAGE DEL BLOG, CLICCATE QUI 😀

Precedente Riso venere con Pesto di Pistacchi e Mortadella Successivo Minestrone di Verdure

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.