Parigina

La Parigina è un tipo di pizza rustica tipica della cucina napoletana, realizzata con due basi, la pasta per la pizza e la pasta sfoglia. E’ farcita con pomodoro, prosciutto cotto e provola. Croccante sopra e morbida sotto, una vera delizia per il palato.
Fu ideata dalla rosticceria di Sant’Antonio ad Afragola negli anni ’70, anche se la leggenda racconta che abbia origini molto più antiche. Infatti per la prima volta venne preparata in onore della Sovrana del Regno delle due Sicilie e da qui prenderebbe il nome di Parigina, tradotto in italiano dal dialetto napoletano “pa’regina”, per la regina.

Ingredienti per una teglia rettangolare 30×25
per la base:
400 g di farina 0
290 ml di acqua
10 g di sale
2 g di lievito di birra fresco
mezzo cucchiaino di zucchero
per il ripieno:
200 g di passata di pomodoro
200 g di scamorza
100 g di prosciutto cotto
olio extravergine di oliva q.b.
sale e pepe q.b.
origano q.b.
per coprire:
un rotolo di pasta sfoglia rettangolare
1 tuorlo d’uovo
latte q.b.

Parigina

Per prima cosa preparate l’impasto per la pizza, seguendo il procedimento che troverete QUI. Ovviamente per fare la pizza ci vuole tempo e lievitazione. Se non ne avete voglia, potete comprare la pasta già lievitata al banco gastronomia di ogni supermercato.
Una volta passato il tempo necessario (vi consiglio di prepararla il giorno prima), stendete l’impasto sulla teglia unta oppure ricoperta di carta da forno. Usate i polpastrelli per stenderla bene, allargandola con le mani unte di olio.
Lasciate riposare. Ora mescolate la passata di pomodoro con l’origano, il sale, il pepe e l’olio. Versatela sulla base della pizza, poi mettete il prosciutto cotto e la scamorza a fette.
Ricoprite il tutto con la pasta sfoglia, sigillando bene i bordi.
Spennellate la superficie con il tuorlo e il latte sbattuti. Bucherellatela con una forchetta per evitare che si gonfi in cottura.
Cuocetela in forno, statico e preriscaldato, a 200° per 15 minuti nella parte bassa del forno, poi mettetela nella parte centrale e continuate la cottura per altri 20 minuti circa.
Quando la sfoglia sarà ben dorata, la vostra Parigina sarà pronta da gustare.
Lasciatela intiepidire un pochino prima di assaggiarla.

Se le ricette vi sono piaciute, seguitemi su Instagram – Dolcissima Stefy
Seguitemi anche su Pinterest –> Dolcissima Stefy
Per tornare alla pagina principale del blog e vedere altre ricette sia dolci che salate, CLICCATE QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.