Crea sito

Focaccia Veneta Pasquale

Per Pasqua ho deciso di preparare anche la Focaccia Veneta pasquale, chiamata anche Fugassa.
E’ un pane dolce lievitato analogo alla colomba, ma che ha una storia antichissima.
In origine era il dolce delle feste dei poveri, infatti veniva preso l’impasto classico del pane e si aggiungevano uova, zucchero, burro e veniva cotto nel forno a legna.
Successivamente, è stato riprodotto dalle pasticcerie per diventare più elaborato e raffinato, perdendo un po’ la semplicità che lo caratterizzava.
Ogni città del Veneto applica delle varianti che rendono unico questo dolce.
Lo stampo utilizzato può essere a forma di colomba o rotondo e in tal caso è caratterizzato da una croce sulla superficie.

Ingredienti per uno stampo da 750 g:
250 g di farina 00
250 g di farina manitoba
180 g di zucchero semolato
120 g di burro morbido
60 ml di latte tiepido
10 g di lievito di birra fresco
4 uova intere
scorza grattugiata di 1 limone
scorza grattugiata di 1 arancia
un pizzico di sale
per la glassa:
100 g di zucchero semolato
50 g di farina
zucchero a velo q.b.
acqua q.b.
zucchero in granella q.b.

Focaccia Veneta Pasquale o Fugassa

Focaccia Veneta Pasquale

Ore 16:30
Preparate il lievitino, scaldando leggermente il latte.
Scioglieteci dentro il lievito, 20 g di zucchero semolato e 100 g di farina ( miscelata tra le due farine ).
Lasciate lievitare fino al raddoppio, circa 1 ora e mezzo.

Ore 18:00
Aggiungete al lievitino 200 g di farina, 2 uova intere ( albumi + tuorli ) e 80 g di zucchero.
Impastate con la planetaria. Quando gli ingredienti saranno omogenei, incorporate 60 g di burro morbidissimo e fate lavorare la macchina fino ad incordatura ( circa 30 minuti ).
Coprite con la pellicola trasparente e lasciate lievitare fino al raddoppio.

Ore 22:00
All’impasto lievitato aggiungete 200 g di farina, 2 uova, 80 g di zucchero, la scorza grattugiata del limone e dell’arancia ( o l’aroma spumadoro ) ed il pizzico di sale. Fate amalgamare il tutto e poi incorporate gli altri 60 g di burro morbido.
Fate lavorare la macchine e portate l’impasto a incordatura.
Questo passaggio sarà piuttosto lungo ( quasi un’ora ).
Per avere la certezza che sia pronto, l’impasto dovrà staccarsi perfettamente dalla ciotola in un unico blocco.
Risulterà morbido, ma elastico e liscio.
Coprite con la pellicola trasparente e lasciate lievitare tutta la notte a temperatura ambiente.

Ore 8:00
Sgonfiate l’impasto, formate una palla e mettetela nello stampo rotondo.
Riponetelo su una teglia in modo che sia più stabile e per non rovinarlo quando dovrete spostarlo.
Copritelo con un canovaccio pulito e mettetelo di nuovo a lievitare.
Sarà pronto quando si sarà ben allargato e avrà raggiunto il bordo dello stampo ( come il panettone ).
A questo punto, scopritelo per fargli formare una pellicola sulla superficie.
Accendete il forno per farlo scaldare.
Passati circa 30 minuti, fate un taglio a croce sulla superficie con un coltello affilato.
Per fare la glassa croccante, mescolate in una ciotola la farina con lo zucchero semolato ed aggiungete un po’ d’acqua per creare una consistenza densa, ma spalmabile con un pennello.
Spennellate con questo composto la superficie della focaccia e poi spolveratela tutta con lo zucchero a velo.
Rifinite con lo zucchero in granella e poi infornate a 170° per circa 50 minuti.
Fate la prova stecchino per verificare la cottura.
Una volta cotto, lasciatelo raffreddare completamente.
La Focaccia Veneta Pasquale è pronta per essere gustata.

Focaccia Veneta Pasquale o Fugassa

Si può conservare per 2/3 giorni ben sigillata in un sacchetto per alimenti.
La ricetta originale prevede l’uso dell’ aroma spumadoro, a base di agrumi e curcuma, che è prodotto in Veneto.
Se riuscite a trovarlo, utilizzate quello al posto della scorza di arancia e limone.
Potete diminuire anche il lievito di birra ( 5 g ) per avere un prodotto migliore.
Ovviamente i tempi di lievitazione si allungheranno.

Per vedere altre ricette e tornare alla pagina principale del blog, cliccate qui 😀
Seguitemi anche sulla pagina FacebookDolcissima Stefy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.