Crostata veloce alla confettura

La Crostata veloce alla confettura è veramente perfetta da preparare quando ci serve una torta per la colazione, da portare ad una cena tra amici o da offrire a fine pasto.

E’ il risultato di anni e anni di esperimenti che non mi avevano soddisfatto mai completamente. Le cose semplici non sempre sono facili da realizzare e più si va avanti e più si affina il gusto. Ho confrontato non so più quante ricette, con uova e senza, con il burro o l’olio (di semi o di oliva) con lo yogurt, lo zucchero di canna o a velo, vari tipo di farina…

Insomma ognuno ha la ricetta perfetta e si finisce per restare disorientati o rinunciare… per non parlare poi della forma, lo spessore della pasta frolla come ottenere l’impasto più elastico e croccante piuttosto che friabile, l’uso o meno del lievito (non contemplato se parliamo di frolla) il riposo in frigo, infine la cottura nel forno, la temperatura, la durata, la modalità (statico o ventilato).

I metodi sono infiniti come i gusti personali, ma ciò che decreta il successo finale è la scelta della confettura che se fatta in casa ha il tocco personale unico.

La presentazione però è fondamentale. Il momento in cui i nostri occhi vedono per la prima volta la crostata è quello che ci predispone all’assaggio e se ci colpisce positivamente abbiamo superato brillantemente la prima prova.

In fondo, dopo la ricetta della crostata veloce alla confettura trovate tutte le mie versioni di crostate, partendo dalla prima, quella di mia mamma, che non ha la quantità di farina perché si usava fare a occhio.

E se volete, trovate anche tutte i link alle ricette di confetture fatte fino ad ora.

Per quanto riguarda le confetture, quest’anno sto utilizzando un sistema completamente nuovo, pratico e veloce, vista l’abbondanza di frutta le preparo e le conservo in frigo senza fare il sottovuoto così mi costringo ad utilizzarle entro breve tempo, magari per prepararci crostate e biscotti.

Infine, per dovere di cronaca, devo precisare che la scelta di unire la confettura di albicocche a quella di cotogne è nata perché quella di albicocche (come si può notare dalla foto) è risultata troppo fluida da mettere da sola sopra la pasta frolla. Ma perfetta da unire a quella di cotogne che, al contrario, mi viene piuttosto densa. Bello anche il colore finale risultante dall’unione delle due confetture, non vi sembra?

Dulcis in fundo per non sprecare proprio niente, con l’eccedenza di pasta frolla ho realizzato dei biscotti a forma di fiore

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni6-8 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

per uno stampo da 22-24 cm

  • 300 gFarina 00
  • 100 gZucchero a velo
  • 1Uovo grande
  • 1Tuorlo
  • 80 gOlio di semi di arachidi
  • 1 cucchiainoLievito in polvere per dolci
  • 1Scorza di limone
  • 1 pizzicoSale
  • 200 gConfettura

Preparazione

Crostata veloce alla confettura

  1. In una ciotola capiente versate 280 g circa di farina setacciata insieme al lievito e formate una fontana.

    Versate al centro lo zucchero, il sale, l’olio, l’uovo intero e il tuorlo. Mescolate con l’aiuto di una forchetta gli ingredienti al centro e gradatamente unite la farina intorno. Quando l’impasto avrà raggiunto una certa consistenza iniziate ad impastare con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo che non si appiccica. Se occorre aggiungete la farina lasciata da parte.

    Io ho steso 360 g di impasto per il fondo della crostata su un foglio di carta da forno del diametro adatto a coprire il fondo dello stampo e i bordi. Ho raggiunto uno spessore di circa 5 mm, quindi ho unto fondo e bordi dello stampo con un po’ di olio e disposto la pasta frolla tagliando con un coltello l’eccesso intorno.

    Ho bucherrellato la pasta frolla e poi ho mescolato alla confettura di cotogne una parte di quella di albicocche ottenendo una consistenza né troppo densa e neanche troppo liquida. Ho disposto sopra livellandola bene fino ai bordi intorno.

    Per le strisce sopra ho steso la pasta frolla rimanente e tagliato le strisce di 2 cm circa di larghezza con l’apposita rotellina a zig zag e ho messo la prima nella parte più larga della crostata. La seconda della stessa lunghezza a formare una croce, poi lateralmente altre due strisce per un totale di 6 strisce.

    Cucinate in forno statico a 180° per circa 30 minuti.

    Con l’esubero di pasta frolla ho realizzato dei biscotti a forma di fiore utilizzando gli stampini di due grandezze. Ho ricavato 6 fiori grandi e 3 di questi li ho forati con uno stampino più piccolo. Li ho cucinati insieme alla crostata per 10 minuti circa poi una volta freddi ho steso la confettura sui fiori grandi e coperto con i fiori forati.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.