Mele cotogne: marmellata e poi crostata… una lunga storia…

Questa crostata di mele cotogne nasce da una lunga storia.

Intanto per questo dolce ho usato metà della dose che fa mia madre, con un po’ meno burro e zucchero, come da consulenza con la mia sorella più grande o anziana… Nicoletta. Premetto che non mi viene mai come vorrei e mi sto appunto specializzando per migliorarla. L’ho fatta per mangiarla a colazione, ma poi se ci arriva mio marito, lei non arriva al giorno successivo. E poi per utilizzare un barattolo di marmellata fatto da me, in collaborazione con mio marito, utilizzando esclusivamente le mele cotogne, di cui andiamo fieri, prodotte dall’albero del nostro giardino (la foto è di un barattolo del 2010). E’ una produzione limitata, dipende dagli anni… sono ormai tre o quattro che ne facciamo e, dopo aver messo l’etichetta, naturalmente progettata e realizzata da me, le regaliamo agli amici per Natale.

fiori di mele cotogne

cesto di mele cotogneconfettura mele cotogne

Ingredienti per 6 persone:

  • 2 uova,
  • 110 g di burro,
  • 100 g di zucchero,
  • buccia grattugiata di limone,
  • 1 pizzico di sale,
  • farina 00 q.b.,
  • mezza bustina di lievito per dolci,
  • marmellata di mele cotogne.

Preparazione:

Mescolare alla farina lo zucchero, il limone, il sale e il burro ridotto a fiocchetti, con la punte delle dita o nel robot da cucina. Aggiungere le uova e alla fine il lievito. Mescolare fino ad ottenere un impasto da poter stendere con il mattarello. Lasciare un po’ di pasta per le decorazioni. Dargli uno spessore di 3 4 mm e la forma della teglia che avete a disposizione. Creare un bordo intorno punzecchiando con le dita, versate la marmellata e decorate a piacere o formando le classiche losanghe. Non seguire il mio esempio e dedicate un po’ di tempo a fare le decorazioni che conferiscono un aspetto più appetitoso alla crostata… questa volta mi è venuta orrenda! Forse inconsciamente avrei voluto che mio marito non la gradisse per mangiarne di più io.

Infornare a 180° per 30 minuti circa.

dolci ,

Informazioni su Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

Precedente Riccioli con asparagi, zenzero e zafferano Successivo Melagrana e anteprima ricette.

5 commenti su “Mele cotogne: marmellata e poi crostata… una lunga storia…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.