Zuppa inglese

Il dolce di oggi attraversa un po’ l’Italia e sconfina fino in Inghilterra dove pare abbia trovato la sua ispirazione con il famoso trifle. Anche se gli indizi sembrano condurre allo zuccotto toscano non è lui, ma non siamo troppo lontani se stavi pensando proprio a quello. La ricetta del giorno è la zuppa inglese, un dolce che ci manda nella vicina Emilia – Romagna dove pare abbia avuto origine. Nonostante ciò è diffuso un po’ in tutta Italia e ogni regione può vantare la propria versione con le dovute modifiche. Pan di spagna o savoiardi, solo crema classica o al cioccolato, bagna all’Alchermes o due grandi sostituti come Rum e Marsala. Insomma ognuno può raccontare la sua a riguardo della zuppa inglese ma quello che è certo è che piace a tutti. La zuppa inglese è il fine pasto per eccellenza, un dolce ai limiti della golosità. Affondare il cucchiaino in questa bontà è un vero sacrificio, ma tu mi conosci io sono uno che si immola sempre per le giuste cause.

Intanto ti ho parlato della ricetta della zuppa inglese, adesso aspetto le tue foto taggandomi su Instagram e utilizzando l’hashtag #giovannicastaldi.

A presto!

Gio’

  • Preparazione: 60 Minuti
  • Cottura: 50 Minuti
  • Difficoltà: Alta
  • Porzioni: Dosi per 4 porzioni
  • Costo: Alto

Ingredienti

Ingredienti per un pan di spagna da 18 cm

  • 30 g Farina 00
  • 30 g Fecola di patate
  • 60 g Zucchero
  • 110 g Uova (circa 2 medie)
  • 1 Scorza di limone

Ingredienti per la crema pasticcera

  • 500 g Latte intero
  • 72 g Tuorli (circa 4 di uova medie)
  • 40 g Amido di mais (maizena)
  • 140 g Zucchero
  • 50 g Cioccolato fondente

Per guarnire

  • q.b. Alchermes
  • q.b. Cacao amaro in polvere

Preparazione

Preparazione della zuppa inglese

  1. ricetta zuppa inglese peccato di gola di giovanni
  2. Per preparare la zuppa inglese partiamo dal pan di spagna. Nella planetaria, o con le fruste elettriche, inizia a montare le uova a temperatura ambiente insieme allo zucchero versato un po’ alla volta. Dopodiché aggiungi l’estratto di vaniglia e continua a montare per 15 – 20 minuti o finché non avrai ottenuto un composto sufficientemente montato. Stacca la frusta e setaccia, in due tempi, le polveri. Incorpora con moltissima delicatezza usando una frusta o una spatola, facendo movimenti dolci dal basso verso l’alto finché i composti non si saranno amalgamati a dovere. Quindi trasferisci in uno stampo da 18 cm, precedentemente rivestito con carta forno, e cuoci in forno statico, già caldo a 180°, per circa 30 minuti. Quando sarà pronto staccalo dallo stampo e lascialo raffreddare completamente.

    Zuppa inglese peccato di gola di giovanni 1
  3. Nel frattempo prepara la crema pasticcera. In un pentolino metti a scaldare il latte e nel frattempo in un recipiente versa i tuorli sullo zucchero e l’amido di mais. Mescolali finché non saranno uniformati e poi preleva un po’ di latte ormai caldo. Mescola per bene e riversa il tutto nel tegame di cottura. Mescola continuamente con la frusta finché la salsa non si sarà rassodata. Cerca di non ottenere una crema troppo soda, piuttosto lascia fluida.

  4. Sminuzza finemente il cioccolato e poi preleva una mestolata, circa 1/3 delle crema pasticcera appena ottenuta, e versala sul cioccolato sminuzzato e raccolto in una ciotola. Mescola per bene, in questo modo l’alta temperatura della crema scioglierà il cioccolato.

    Zuppa inglese peccato di gola di giovanni 3
  5. Ora che le creme sono pronte e che il pan di spagna è raffreddato sbuccialo e taglialo in 2 o 3 dischi della stessa grandezza, l’importante è non andare oltre 1 cm di spessore. Poi, con il bicchiere che utilizzerai per la composizione coppa 2 dischetti per porzione, in totale 8. Disponi il primo dischetto nel bicchiere, bagnalo con l’alchermes, non lesinare mi raccomando, e guarnisci prima con una cucchiaiata di crema al cioccolato

    Zuppa inglese peccato di gola di giovanni 4
  6. e poi, una più abbondante, di crema classica. E di nuovo dischetto di pan di spagna, alchermes, crema al cioccolato

  7. e crema classica. Ecco pronto il primo bicchiere non ti resta che comporre tutti gli altri e far riposare in frigorifero per almeno un’oretta prima di servire. Spolverizza la superficie con il cacao soltanto prima di servire.

  8. Ecco pronta la tua zuppa inglese, prepara i cucchiaini per tutti!

I consigli di Giovanni

  • Con il pan di spagna avanzato puoi realizzare ancora un po’ di questo dolce, aumentando proporzionalmente le quantità di crema oppure realizzare un piccolo zuccotto o dei cake pops per i bimbi;
  • In alternativa al pan di spagna puoi realizzare una pasta biscotto direttamente sulla leccarda, sarà ancora più facile evitare gli scarti;
  • Visto che l’alchermes ha un profumo molto spiccato di rose non ho aggiunto aromi alla crema pasticcera, ma se ti va puoi profumare con la scorza di agrumi come arancia o limone;
  • Infine la zuppa inglese non deve essere bagnata necessariamente con l’alchermes, puoi scegliere una bagna alcolica al rum oppure usare del caffè.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.