Crema pasticcera

La crema pasticcera è stata una delle prime ricette che ho imparato a fare, probabilmente perché è anche una delle mie preferite! Semplice e versatile è infatti la regina di moltissime preparazioni. Utile per farcire torte, bignè, tartellette e crostate ma anche per essere amalgamata per esempio con la panna montata o altre preparazioni. Senza contare il fatto che anche gustata al cucchiaio ha il suo perché! Se non hai mai provato preparati un bicchiere e spolverizza la superficie con un po’ di cacao amaro in polvere: sentirai che meraviglia!
Potremmo stare qui per ore a parlare di quante irresistibili varianti si possono ottenere con questa ricetta di base della crema pasticcera, ma quello che è certo è che bisogna saperla fare con i giusti ingredienti! Tanto per cominciare la scelta dell’addensate: farina, amido, fecola? Dipende dal risultato che si vuole ottenere, quello che mette d’accordo sempre tutti è l’amido di mais! Poi il latte, ci aggiungo anche la panna? Se vuoi una consistenza vellutata allora sì altrimenti lasciala così!
Sembrava una passeggiata prima che ti dicessi queste cose, vero? Potrei anche aggiungere qualcosina in più: per esempio il maestro Iginio Massari mi ha spiegato che la crema pasticcera, va portata al di sotto dei 50 gradi per fermare la cottura e mantenerla lucida e cremosa. Per questo motivo sarebbe utile versarla in una ciotola ghiacciata e mescolare fino al raffreddamento.
Adesso che sai proprio tutto quello che c’è da sapere, puoi finalmente preparare gli ingredienti e gli strumenti che ti servono perché stai per fare la migliore crema pasticcera di sempre!

 

Ingredienti per circa 700 g di crema:

500 g di latte intero, 150 g di zucchero, 4 tuorli d’uovo, 40 g di amido di mais, 1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia.

 

ricetta crema pasticcera, peccato di gola di giovanni

 

Preparazione della crema pasticcera:

  • Per cominciare metti a scaldare il latte, quindi versalo in un pentolino insieme all’estratto di vaniglia e lascia che sfiori il bollore. Nel frattempo versa lo zucchero in una bacinella e unisci i tuorli, mescola per bene con una frusta.

crema-pasticcera-peccato-di-gola-di-giovanni-1

  • Una volta amalgamati unisci anche l’amido di mais e continua a mescolare delicatamente, così da non formare grumi. A questo punto il latte sarà caldo, versane un po’ nella ciotola e stempera il tutto.

crema-pasticcera-peccato-di-gola-di-giovanni-2

  • Trasferisci il tutto nella pentola con il restante latte, abbassa un po’ la fiamma e mescola continuamente con le fruste: ci vorranno 4 – 5 minuti affinché la crema si rapprenda. Una volta cotta, versa il composto in un recipiente, copri con pellicola trasparente a contatto, così non si formerà la pellicina, e lascia raffreddare a temperatura ambiente.

crema-pasticcera-peccato-di-gola-di-giovanni-3

  • Ecco pronta la tua crema pasticcera pronta per l’uso!

 

ricetta-crema-pasticcera-peccato-di-gola-di-giovanni-1

 

 

[disclaim]

Qualche consiglio:

se preferisci una consistenza più vellutata sostituisci aggiungi 100 grammi di panna fresca liquida invece di 100 grammi di latte;
se non hai l’amido di mais puoi utilizzare la fecola di patate, è importante però che tu riduca la quantità di circa la metà, stesso discorso vale per la farina 00 mentre l’amido di riso può essere utilizzato nella stessa quantità;
l’estratto di vaniglia può essere sostituito con i semi della bacca fresca, utilizza anche quest’ultima lasciandola in infusione con il latte caldo (prima di versare il composto nel latte però togli la bacca);
la crema pasticcera può essere aromatizzata con quello che preferisci come per esempio la scorza di agrumi o di spezie come cannella o cardamomo.

[/disclaim]

 

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus ti aspetto! 🙂

4 Comments

  1. un successone nei bignè!

    • Peccato di Gola

      @ David, certamente! Ma anche per farcire una crostata, la torta della nonna, dei biscotti ed è buonissima anche da mangiare così al cucchiaio 🙂

  2. Secondo me è meglio metterci la maizenza al posto della farina. perchè la farina da un sapore troppo forte alla crema. Invece la maizena non ha nessun sapore e rende la crema molto piu’ buona e delicata.

    • Peccato di Gola

      @ Dr Splatter, certo la maizena o anche l’amido sono sostituti perfetti per la crema, ma dipende anche dall’uso che se ne deve fare. Nel caso ti servisse una crema densa, come nel caso della crema fritta, o dovresti utilizzare una farina molto glutinosa o abbondare d’uova 😉

      Questione di punti di vista e di sapori 🙂

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.