Catalogna in padella

Una delle verdure invernali che amo di più è la catalogna, chiamata anche cicoria asparago o cicoria catalogna. Ha un cespo fatto di molte di coste, lunghe e resistenti, mentre le foglie possono essere frastagliate, lunghe e strette o larghe, a seconda della varietà. Ma quello che davvero la caratterizza è la sua amarezza. Ma forse è proprio questa peculiarità che mi fa adorare la catalogna in padella! Un contorno molto semplice e sfizioso, perfetto per accompagnare secondi piatti leggeri e poco elaborati. Qualche esempio? Beh io in genere la servo insieme a del pesce bollito o fatto al forno oppure quando preparo il bollito. Così da incoraggiare il sapore leggero della portata principale 😉
Se invece a tavola ci sono degli amici a cui il sapore amarognolo non fa impazzire non mi preoccupo affatto! Basta sbollentare la cicoria per qualche minuto e poi cucinarla come spiegato più giù e la catalogna in padella è ugualmente buona.
L’hai mai preparata così?

 

Ingredienti per 4 persone:

1 cespo di catalogna grande e pieno (altrimenti 2 piccoli), 1 spicchio d’aglio, 1 peperoncino, una presa di sale, un filo d’olio extravergine d’oliva.

 

ricetta-catalogna-in-padella-peccato-di-gola-di-giovanni

 

Preparazione della catalogna in padella:

  • Per cominciare dovrai occuparti della pulizia della catalogna. Sistema il cespo su un tagliare e taglia i gambi, dovrai riconoscere con le dita la parte più coriacea, che è quella che va eliminata, da quella più tenera che invece puoi conservare. Dopodiché assicurati che tutte le foglie siano integre e non marce, ingiallite o bucate. Poi procedi col tagliare a tocchetti i gambi più teneri, oppure lasciali pure interi, a te la scelta: io per comodità li taglio. Sciacqua accuratamente la catalogna pulita e tienila da parte.

catalogna-in-padella-peccato-di-gola-di-giovanni-1

  • Intanto in una padella larga metti a scaldare l’olio extravergine d’oliva insieme ad uno spicchio d’aglio ed un peperoncino tagliato sottilmente. Quando il fondo sarà ben caldo, aggiungi la catalogna ancora grondante d’acqua, mettila in padella tutta d’un colpo e lasciala sfrigolare per qualche istante rimestando continuamente.

catalogna-in-padella-peccato-di-gola-di-giovanni-2

  • Dopo 1 – 2 minuti aggiungi una presa di sale, servirà a far uscire il liquido di vegetazione, così potrai continuare la cottura per altri 15 – 20 minuti, a seconda di quanto siano tenere foglie e gambi. Perciò copri con un coperchio, abbassa un po’ la fiamma e lascia andare così.

catalogna-in-padella-peccato-di-gola-di-giovanni-3

  • A fine cottura la catalogna in padella è pronta per essere servita ancora caldissima!

 

[disclaim]

Qualche consiglio:

la catalogna è decisamente amara, per smorzare questo sapore così intenso (che però è suggerito a chi ha problemi di stitichezza) puoi sbollentare le coste per 2 minuti, dopodiché passale in acqua ghiacciata per non perdere il colore e infine prosegui come da ricetta;
preferisco le verdure un po’ croccanti, perciò prima di spegnere la fiamma ne assaggio sempre un po’, così posso anche regolare di sale, e quando le ritengo cotte il giusto le spengo, quindi se preferisci che la catalogna in padella sia croccante spegni prima la fiamma oppure prosegui fino ad avere la consistenza preferita.

[/disclaim]

 

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus ti aspetto! 🙂

Be Sociable, Share!
 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.