Uova strapazzate con peperoni cruschi

Un tempo le massaie erano delle cuoche esperte, forse anche più brave di tutti quanti noi ci cimentiamo oggi in cucina. Con pochissimi ingredienti, e per lo più i soliti – quindi nulla che arrivasse più lontano di dove il mulo non riuscisse – erano capaci di fare tantissime ricette differenti. Si partiva dal principale bisogno, nutrire. Poi la fantasia e un minimo di disponibilità rendevano ogni giorno speciale.

Immaginiamo quindi di trovarci in Lucania dove ad aspettarci è un buon piatto di uova strapazzate con peperoni cruschi. Due ingredienti così semplici e umili. Le uova, per fortuna quelle, non mancano quasi mai. Una preziosa fonte di nutrimento che ci mette poco a trasformarsi. E poi i peperoni cruschi. Questi particolarissimi peperoni, essiccati e che vanno fatti rinvenire in olio caldo, sono già protagonisti di altre ricette a base di pasta o baccalà, e ora accompagnano le uova. Nulla di più semplice, nulla di più buono: garantisco!

Questo facile e secondo piatto è davvero molto gustoso, te ne innamorerai subito e farai felici tutti a casa con questa bontà della tradizione lucana. Le uova strappazzate con peperoni cruschi richiedono pochi ed essenziali ingredienti. Ma come una volta è indispensabile che siano di qualità e che ci sia tanto, tantissimo amore. Vedrai, sarà magia pura.

Intanto ti ho parlato della ricetta delle uova strapazzate con peperoni cruschi, adesso aspetto le tue foto taggandomi su Instagram e utilizzando l’hashtag #giovannicastaldi.

A presto!

Gio’

ricetta uova strapazzate con peperoni cruschi peccato di gola di giovanni
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: Dosi per 4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

Ingredienti per le uova strapazzate con peperoni cruschi

  • 440 g Uova (circa 8 medie)
  • 60 g Peperoni cruschi
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • q.b. Sale fino

Preparazione

Preparazione delle uova strapazzate con peperoni cruschi

  1. Per preparare le uova strapazzate con peperoni cruschi la prima cosa da fare è occuparsi proprio della pulizia di questi ultimi. Bagna una pezza o un fazzoletto e pulisci bene, anche nelle cavità, per eliminare polvere e residui di terreno. Dopodiché sminuzza col coltello alla grandezza che preferisci, fai attenzione a non raccogliere tutti i semi ma soltanto una piccola parte; scarta il picciolo con tutti i semi.

    uova strapazzate con peperoni cruschi peccato di gola di giovanni 1
  2. Scalda una padella con abbondante olio e non appena il fondo è abbastanza caldo tuffa i peperoni. Lasciali dorare un paio di minuti mescolando spesso e facendo moltissima attenzione a non bruciarli. A fine cottura mettili da parte in una ciotola. Ora prepariamo le uova strapazzate. In una ciotola versa le uova e aggiungi il latte,

    uova strapazzate con peperoni cruschi peccato di gola di giovanni 2
  3. il sale, il pepe e sbatti qualche minuto con la forchetta per ottenere un composto appena gonfio.

  4. Torna a scaldare la padella dove hai cotto i peperoni, se credi puoi scartare parte dell’olio di cottura, e poi puoi tuffare il composto di uova. Lascia rassodare dolcemente il composto mentre con un cucchiaio di legno inizi a mescolare. Dopo pochi istanti aggiungi anche i peperoni cruschi e continua a mescolare.

  5. Quando si saranno asciugate abbastanza spostati dal fornello e aggiungi sulle uova la restante parte di peperoni cotti. Mescola ancora dolcemente, quasi a massaggiare, per un minuto e poi puoi impiattare.

    uova strapazzate con peperoni cruschi peccato di gola di giovanni 5
  6. Ecco pronte le tue uova strapazzate con peperoni cruschi, buon appetito!

I consigli di Giovanni

  • Per venire incontro anche alla cucina francese puoi arricchire la ricetta cuocendo le uova con una noce di burro, sarà sicuramente tutto più saporito;
  • Se vuoi insaporire ulteriormente il piatto basterà soffriggere i peperoni con uno spicchio d’aglio;
  • Infine se gradisci puoi spolverizzare sulle tue uova strapazzate con peperoni cruschi un po’ di erbe aromatiche a piacere, io per esempio ci vedo molto bene il timo!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.