Risotto alla parmigiana

Ricordi qual è il piatto che ti cucinava la mamma quando avevi febbre e dolori annessi? Io si, me lo ricordo benissimo! Lo mangiavo un po’ a fatica a dire il vero, perché non lo potrei definire certo il mio piatto preferito. Ma se avevo mal di pancia e poco appetito era l’unica cosa che riuscivo a mandare giù. Chissà mamma come faceva a saperlo!? Sto parlando del risotto alla parmigiana che, molto più banalmente, a casa mia si chiama risotto con burro e parmigiano. E ancora oggi, chiamarlo alla parmigiana, mi fa proprio strano, sai? 🙂

Si tratta di un primo facile e veloce, perfetto quando hai veramente pochissimi ingredienti in casa e fuori fa troppo freddo per uscire a far la spesa, o perché più semplicemente sei tornato dal lavoro e ti va un po’ di risutin, come dicono i miei amici milanesi, che ti coccola con la sua golosa cremosità! Inoltre il risotto alla parmigiana è pur sempre la soluzione più povera, se vuoi, rispetto al suo parente più prossimo quello allo zafferano, che appunto ha la preziosa spezia dorata. Prepararlo è davvero molto semplice, perciò che ne dici se a questo punto ci mettiamo ai fornelli? Stavolta niente febbre, siamo tutti in salute e non vediamo l’ora di gustare la ricetta!

Intanto ti ho parlato della mia ricetta del risotto alla parmigiana, adesso aspetto le tue foto taggandomi su Instagram e utilizzando l’hashtag #giovannicastaldi.

A presto!

Gio’

ricetta risotto alla parmigiana, peccato di gola di giovanni 1
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    Dosi per 4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone

  • Riso vialone nano 350 g
  • Parmigiano reggiano 100 g
  • Vino bianco 80 g
  • Brodo vegetale q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Parmigiano reggiano (in scaglie) q.b.

Preparazione

Preparazione del risotto alla parmigiana

  1. Per preparare il risotto alla parmigiana cominciamo dal protagonista della ricetta: grattugiamo il formaggio. Mettilo in una ciotola e spostalo in frigorifero. Spostiamoci ai fornelli: metti in caldo del brodo vegetale e nel frattempo tosta il riso in una pentola a fiamma alta. Dovrai mescolare molto spesso, eviterai così che i chicchi brucino. Ci vorrà circa 1 minuto o comunque fin quando il riso non risulterà molto caldo al tatto. Sfuma con il vino bianco freddo e lascia che l’alcol evapori completamente,

    risotto alla parmigiana, peccato di gola di giovanni 1
  2. dopodiché aggiungi il brodo caldo: versane un po’ alla volta al bisogno, te ne accorgerai perché il riso l’assorbirà in fretta. Di tanto in tanto mescolalo, ma ricorda di non girarlo troppo per non spaccare i chicchi. Portalo a cottura, quindi attieniti pure ai tempi indicati sulla confezione, orientativamente ci vorranno dai 15 ai 20 minuti. Una volta pronto spegni la fiamma e manteca aggiungendo, da freddi, burro  acido e parmigiano.

  3. Poi profuma con un pizzico di pepe nero, mescola bene e copri con il coperchio. In questo modo gli amidi si assesteranno rendendo il risotto ancora più cremoso. Impiatta e servi con qualche scaglia di parmigiano.

    risotto alla parmigiana, peccato di gola di giovanni 3
  4. Ecco pronto il tuo risotto alla parmigiana, non ti resta che gustarlo ancora caldo!

I consigli di Giovanni

  • Se non hai voglia di preparare il burro acido basterà brasare della cipolla in un tegame con un goccio d’olio e aggiungerla quasi a fine cottura del riso, chiaramente poi, dovrai mantecare con del burro classico;
  • Nella mia versione del risotto alla parmigiana ho preferito utilizzare il brodo vegetale, più semplice da preparare e perfetto per tutti, ma originariamente il riso viene cotto con il brodo di carne, perciò a te la scelta!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.