Pastiera cheesecake

Anche quest’anno sono stato eretico, blasfemo addirittura! Perché la pastiera è un dolce sacro per noi napoletani. Ma io non sono capace di resistere, mi piace troppo pasticciare e rivisitare la tradizione. E così ho unito la mia tradizione con uno dei miei dolci preferiti la cheesecake.

La pastiera cheesecake è accattivante con la sua fresca bontà che sa di tradizione. Io stesso ho sofferto di un grandissimo conflitto interiore, ma quando ho assaggiato la prima fettina, non ho saputo resistere dal fare il bis. La crema della pastiera cheesecake è morbida e gustosa, un’esplosione di delicatezza in bocca con i sapori e i profumi che caratterizzano questo famosissimo dolce apprezzato in tutta Italia.

La pasqua sa di nuovo con la pastiera cheesecake e scoprirai presto che insieme a quella al cioccolato e alla versione con la crema pasticcera anche questa merita un posto speciale nel tuo cuore… non sto esagerando, scommettiamo?

Intanto ti ho parlato della ricetta della pastiera cheesecake, adesso aspetto le tue foto taggandomi su Instagram e utilizzando l’hashtag #giovannicastaldi.

A presto!

Gio’

ricetta pastiera cheesecake, peccato di gola di giovanni
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    50 minuti
  • Cottura:
    25 minuti
  • Porzioni:
    Dosi per uno stampo da 24 cm
  • Costo:
    Alto

Ingredienti

Per la base di uno stampo da 24 cm

  • Biscotti Digestive 180 g
  • Burro 110 g

Per la crema di grano

  • Grano per pastiera 250 g
  • Latte intero 100 g
  • Burro 25 g
  • Scorza d’arancia 1
  • Scorza di limone 1

Per la crema di ricotta

  • Ricotta di pecora 300 g
  • Formaggio fresco spalmabile 100 g
  • Zucchero 100 g
  • Latte intero 125 g
  • Cedro candito 25 g
  • Arancia candita 25 g
  • Cannella in polvere 1 cucchiaino
  • Acqua di fiori d’arancio (fialetta) 1
  • Gelatina in fogli 12 g

Per decorare

  • Cacao amaro in polvere q.b.

Preparazione

  1. Per preparare la pastiera cheesecake cominciamo dalla base. Metti i biscotti in un frullatore e aziona il robot per ridurli in briciole. Trasferisci in una ciotola e aggiungi il burro fuso. Mescola con un cucchiaio e poi trasferisci il composto in uno stampo a cerniera da 24 cm, imburrato e foderato di carta forno, livellando accuratamente con il dorso di un cucchiaio.

  2. Dimentichiamoci dello stampo, mettilo pure in frigorifero, e passiamo alla crema di grano. Sbuccia arancia e limone e versa le scorze in un pentolino con il latte e il burro. Lascia scaldare a fuoco dolce per qualche minuto prima di aggiungere il grano. Prosegui la cottura per 15 – 20 minuti avendo cura di mescolare spesso e di rimuovere le scorze a metà cottura. A fine cottura unisci i tuorli e prosegui la cottura per un minuto ancora mescolando di continuo; fai raffreddare completamente il composto.

    Nel frattempo occupiamoci della crema di ricotta. Metti in ammollo la gelatina in fogli in acqua fresca.

    Pastiera cheesecake, peccato di gola di giovanni 2
  3. Non appena si è ammorbidita scioglila nel latte caldo, mescola bene e assicurati che non ci siano grumi. Versa quest’ultima in una ciotola insieme al formaggio spalmabile, lo zucchero, la crema di grano.

    Pastiera cheesecake, peccato di gola di giovanni 3
  4. Poi aggiungi il latte intiepidito e frulla il tutto fino ad ottenere una crema liscia. Insaporisci con l’arancia e il cedro canditi e tagliati a cubetti, l’acqua di arancia, la cannella in polvere e mescola.

  5. Trasferisci il composto nello stampo con i biscotti e fai rassodare in frigorifero per almeno 5 ore. Per ricreare l’effetto delle losanghe taglia 7 strisce da 1 cm di carta forno e disponile sulla superficie della torta sformata su un piatto da portata e spolverizza con del cacao amaro in polvere. Rimuovi delicatamente le strisce facendo attenzione a non far cadere il cacao amaro in polvere.

  6. Ecco pronta la tua pastiera cheesecake, non ti resta che tagliarla ancora freddissima!

    ricetta pastiera cheesecake, peccato di gola di giovanni 2

I consigli di Giovanni

  • Se non ti piacciono i canditi puoi ometterli oppure puoi deciderli di frullarli per mantenerne il gusto ma non la consistenza;
  • Il grano frullato perderà la sua consistenza, ma se la pellicina esterna ti disturba puoi passarlo nel passaverdure prima di aggiungerlo alla crema;
  • Se l’idea di spolverizzare la tua pastiera cheesecake con il cacao non ti aggrada puoi omettere il passaggio.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.