Creme brulèe

Ecco come preparare una perfetta Creme Brulèe.
Significa letteralmente “crema bruciata” proprio per via della caramellizzazione a cui viene sottoposta questa crema fatta con panna fresca, uova, zucchero e vaniglia.
Di origine francese, potrebbe risalire al lontano 1691.

Ingredienti per 4 persone:
500 ml di panna fresca liquida
80 g di zucchero semolato
70 g di zucchero di canna
5 tuorli
i semini di una bacca di vaniglia
scorza grattugiata di 1 arancia biologica

Creme brulèe di Dolcissima Stefy

Creme brulèe

Mettete in una pentola la panna fresca liquida, i semini della bacca di vaniglia e la scorza grattugiata dell’arancia biologica.
Mescolate e scaldatela, portandola quasi a bollore.
Nel frattempo, montate i tuorli con lo zucchero semolato e poi versate a filo la panna calda.

Mescolate bene e poi versate il composto in 4 cocotte monoporzioni, dopo averlo filtrato attraverso un colino a maglie strette.
Mettetele in una teglia contenente dell’acqua bollente e che ricopra le cocotte fino a metà della loro altezza.
Cuocete a bagnomaria in forno, statico e preriscaldato, a 170° per circa 50 minuti.
Quando la superficie della crema sarà compatta e dorata, toglietele dal forno e lasciatele intiepidire.
Cospargete lo zucchero di canna e quindi caramellizzatelo con il cannello a gas fino a quando lo zucchero sarà ben dorato e croccante.
La Creme brulèe è pronta e vi consiglio di consumarla subito.
Se non possedete il cannello, potete utilizzare il grill del forno.
Potete conservare il dolce in frigorifero per un paio di giorni, ma aggiungete lo zucchero sulla superficie solo al momento di servirlo, altrimenti non sarà croccante.
Al posto della vaniglia e dell’arancia, potete aromatizzarla come vi piace di più, utilizzando ad esempio lo zenzero, la cannella o il limone.

Creme brulèe di Dolcissima Stefy

Se volete vedere altri dolci al cucchiaio —> CLICCATE QUI
Seguitemi anche su Facebook – Dolcissima Stefy

Per tornare alla pagina principale del blog e vedere altre ricette sia dolci che salate, CLICCATE QUI.

Precedente Ciambella Ricotta e Mandarini Successivo Pasta alla Siciliana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.