Crea sito

Spaghettoni con acciughe, fiori di zucca e briciole

Spaghettoni con acciughe, fiori di zucca e briciole. La mia personale rivisitazione di un famoso piatto siciliano, un piatto povero e squisito allo stesso tempo. La tradizione di unire alla pasta la mollica di pane tostata in padella è un’antica usanza del Sud Italia , mollica al posto del formaggio, cucina estrosa, povera e casalinga. La prima volta che ne sentii parlare ero alla scrivania e all’altra postazione c’era Patrizia, i suoceri erano siciliani e cucinavano la pasta con acciughe e mollica di pane. Lei mi disse che era un piatto semplice, “povero” e buonissimo, e mi spiegò come prepararlo. Non navigavo nell’oro nonostante lavorassi metà giornata in ufficio e la sera in gelateria, due mezzi lavori che non ne facevano uno, ma la fortuna di aver conosciuto e lavorato con Patrizia resterà per sempre, assieme alla ricetta degli spaghettoni con acciughe e mollica.

Per gli spaghettoni ho usato i quadrati de La Molisana, soffritto di aglio e prezzemolo tritati con peperoncino, olio evo.

Aggiungere tre filetti di acciughe sott’olio (peccato la foto sfuocata…mannaggia) e farli sciogliere .

4 Fiori di Zucca ai quali ho eliminato i pistilli sciacquandoli. In un’altra padella far rosolare i fiori di zucca con poco olio evo.

Spolverare i fiori con pan grattato e far saltare in modo che restino croccanti

Lessare gli spaghetti in acqua salata, scolateli al dente mantenendo un pò di acqua di cottura (due cucchiai) a parte, aggiungeteli in padella e fate saltare gli spaghetti dopo averli scolati. Di solito sono abbastanza sapidi senza l’aggiunta del sale.

Serviteli ben caldi spolverati con i fiori di zucca croccanti e le briciole.

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...