Crea sito

Marmellata di castagne

La marmellata di castagne, o crema di marroni, è tipica del periodo annuale ed ha un sapore eccezionale.
Il colore poco attraente così come il sapore delle castagne, che è piuttosto deciso, mi hanno sempre spinto a non fidarmi ma quando mi sono deciso a provarla ho capito che stavo perdendo l’occasione di gustare una confettura superlativa.

Riducendo poco la quantità di zucchero potreste ottenere una golosissima crema da adattare anche a piatti salati e formaggi, per non parlare delle golosissime creme per dolci.

 

Ingredienti per 850 grammi circa:

1,5g di castagne o marroni, zucchero pari ad 1/3 del peso delle castagne quando saranno sbucciate, acqua meno della metà del peso dello zucchero, una bacca di vaniglia.

 

 

la ricetta della marmellata di castagne o marroni, peccato di gola

 

 

Preparazione della marmellata di castagne:

  • Per cominciare incidete le castagne con un coltello e mettete in una pentola coprendole d’acqua.
  • Non appena raggiungerà il bollore contate una mezzora abbondante, spegnete il fuoco e lasciate in ammollo per una decina di minuti, dopodiché scolatele, armatevi di una buona dose di pazienza e pelatele una ad una, togliendo anche la pellicina.
  • Con il passa verdure ottenete una crema della consistenza che preferite, poiché preferisco la marmellata di castagne molto cremosa l’ho ripassata anche nel frullatore.
  • Pesate il composto ottenuto e regolatevi come scritto sopra con acqua e zucchero facciamo un pratico esempio: 1kg di crema di castagne, 300 – 350gr di zucchero, 200- 250ml di acqua.
  • Unite acqua e zucchero e lasciate caramellare, se l’acqua risultasse ancora troppa lasciate evaporare un po’.
  • Aggiungete la crema di castagne allo sciroppo mescolando di tanto in tanto, questo è il momento per insaporire la marmellata di castagne con la vaniglia (aggiungete la bacca tagliata a metà, senza togliere i semini, se non li gradite).
  • Ora la confettura sarà pronta, quindi sterilizzate i vasetti, qui vi spiego come se non sapete come si fa e poi conservate.

 

la ricetta della marmellata di castagne o marroni, peccato di gola 1

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e sulla mia Fan Page di Facebook, ti aspetto!

Be Sociable, Share!

37 comments on Marmellata di castagne

  1. La banda delle forchette
    29 ottobre 2013 at 11:18 (3 anni ago)

    Ti confesso che non l’ho mai assaggiata, perchè come dici tu, non m’ispirava proprio, ma dopo aver letto la tua ricetta, sono sicura che fino ad ora mi sono persa un bel sapore! Grazie Gio!

    Rispondi
  2. Babe
    29 ottobre 2013 at 12:11 (3 anni ago)

    All’omone questa piacerebbe proprio tanto!

    Rispondi
  3. sabrina
    29 ottobre 2013 at 12:39 (3 anni ago)

    Giova ti leggo sempre su facebook ma non ciò tempo per venire nel blog…accidenti! Ma a questa non ho resistito…

    Rispondi
  4. segreti casalinghi
    29 ottobre 2013 at 15:44 (3 anni ago)

    adoro le castagne e la marmellata e’ il massimo che si po’ avere da questo frutto autunnale!!
    bellissima ricetta, ciao buona giornata 🙂

    Rispondi
  5. Annalisa
    29 ottobre 2013 at 16:53 (3 anni ago)

    buonissimaaaaa!

    Rispondi
  6. Leonardo
    29 ottobre 2013 at 17:14 (3 anni ago)

    Questa me la segno sicuro, ma io ci aggiungerò anche un po’ di vaniglia per renderla ancora più golosa.
    Non pensavo fosse così semplice.
    Ciao Leo

    Rispondi
  7. EdenStyle - Ricette, Dolci e Decorazioni
    29 ottobre 2013 at 19:44 (3 anni ago)

    Altro che colore poco attraente, è sublime! Adoro la marmellata di castagne… è perfetta per i dolci anche se spesso la finisco tutta a cucchiaiate! Ahahaha! 😀

    Rispondi
  8. Evelin
    30 ottobre 2013 at 08:37 (3 anni ago)

    Adoro questa marmellata!!! Ha il sapore dei marron glacè, fantastica. La uso spesso per preparare dei golosi bicchierini: nutella con amaretti sbriciolati, meringa italiana (che ho sempre in freezer), marmellata di castagne e panna montata. Gnam!
    Tanti baci 😀

    Rispondi
    • pier franco
      4 novembre 2013 at 18:23 (3 anni ago)

      presumo sia sublime ed anche vergognosamente adorabile…

      Rispondi
      • Peccato di Gola
        4 novembre 2013 at 23:34 (3 anni ago)

        @ Piero, hahaha mi piace molto questo aggettivo 😀 ti ringrazio! Provala!

        Rispondi
  9. Sabry in cucina
    30 ottobre 2013 at 19:17 (3 anni ago)

    la marmellata di castagne è sublime, ti è venuta bellissima! *_* quel cucchiaino mo te lo rubo!! 😀 che bontà! bisogna solo armarsi di tanta tanta tanta tanta pazienza per sbucciare le castagne, ma che soddisfazione! bravissimo!! 🙂

    Rispondi
  10. Giulia
    3 dicembre 2013 at 23:29 (3 anni ago)

    Ciao, una domanda : con le quantità indicate nella ricetta, quanti vasetti da marmellata escono fuori alla fine? Questa ricetta m’ispira moltissimo, non vedo l’ora di farla!

    Rispondi
    • Peccato di Gola
      4 dicembre 2013 at 00:06 (3 anni ago)

      @ Giulia, dipende da quanto grande sono i barattoli 🙂 io ho quello di ikea con la guarnizione, a memoria mi sembra di ricordare che si fosse riempito quasi tutto! appena la rifaccio indicherò le dosi per tutte le confetture, errore mio 🙂 grazie

      Rispondi
  11. Giulia
    4 dicembre 2013 at 14:47 (3 anni ago)

    Giusto ahah, ok ho visto che l’Ikea vende dei barattoli con guarnizione da 1/2 L e da 1L, mi sapresti dire quale hai usato? Così so se comperarne in più o meno, grazie mille :)!

    Rispondi
    • Giulia
      4 dicembre 2013 at 14:48 (3 anni ago)

      Perché io uso quelli da 250 ml

      Rispondi
    • Peccato di Gola
      4 dicembre 2013 at 18:08 (3 anni ago)

      @ Giulia, è circa 800 grammi 🙂 comunque non comprarne altri, al massimo fai metà dose. Calcola che comunque le dosi del risultato finale non saranno mai esatte. Al massimo se ti avanza la puoi tenere in frigo per qualche giorno quella eccedente 🙂 ciao fammi sapere!

      Rispondi
  12. Elena
    19 dicembre 2013 at 06:32 (3 anni ago)

    Ciao!
    Ho provato a fare questa ricetta ma ho avuto un po’ di impedimenti. Innanzitutto, come fai a ottenere una crema dalle castagne? Aggiungi acqua al composto? Perché usando il frullatore senz’acqua ho ottenuto solo una polvere abbastanza fine.
    Inoltre, lo zucchero va fatto caramellare completamente, cioè finché non arriva ad una colorazione marrone, oppure la “crema” va aggiunta solo dopo poco che il composto di acqua e zucchero è sul fuoco?
    Grazie mille.

    Rispondi
    • Peccato di Gola
      19 dicembre 2013 at 09:54 (3 anni ago)

      Ciao, le castagne una volta cotte in acqua si ammorbidiscono, se non si sono sufficientemente ammorbidite le rituffi in acqua bollente fin quando al tatto non risultano più morbide, dopo averle frullate le metti nello sciroppo che in precedenza hai messo sul fuoco (se le castagne saranno troppo asciutte allora potrai lasciare lo sciroppo liquido, viceversa farai evaporare di più l’acqua) e ci versi le castagne frullate 🙂 forse non mi sono espresso bene nella stesura della ricetta. mi dispiace! la correggerò quanto prima.

      Rispondi
  13. maria
    27 ottobre 2014 at 18:10 (2 anni ago)

    ottima ricetta, ma non ho capito se debbo incidere solo la prima pelle o entrambe. Grazie

    Rispondi
    • Peccato di Gola
      27 ottobre 2014 at 18:57 (2 anni ago)

      Ciao, allora prima fai un’incisione sulla buccia e le lasci in ammollo, come da ricetta, poi una volta cotte le sbucci e togli anche la pellicina 🙂 tutto chiaro? Fammi sapere che sono qui 🙂

      Rispondi
      • maria
        29 ottobre 2014 at 23:57 (2 anni ago)

        Tutto ok però anzichè usare il passaverdure ho usato lo schiacciapatate con il composto ancora caldo. Ciao

        Rispondi
        • Peccato di Gola
          30 ottobre 2014 at 00:26 (2 anni ago)

          Buona idea 🙂

          Rispondi
  14. Federica
    14 novembre 2014 at 01:03 (2 anni ago)

    Sono tentata di provare la ricetta, ma mi chiedevo una cosa: quanto tempo deve cuocere la marmellata? un’oretta? Grazie mille

    Rispondi
    • Peccato di Gola
      14 novembre 2014 at 10:16 (2 anni ago)

      Ciao, dipende molto da quale consistenza preferisci, più liquida meno tempo di cottura, più densa più tempo 🙂 ad ogni modo è importante fare la prova sul piattino. Versi un po’ di marmellata e poi lo inclini un po’, così a occhio ti renderai conto 😉 fammi sapere

      Rispondi
  15. Donatella
    12 dicembre 2014 at 12:08 (2 anni ago)

    La marmellata di castagne è tra le mie preferite!!!! Ma se dovessi usare le castagne secche, il risultato sarebbe lo stesso?

    Rispondi
    • Peccato di Gola
      12 dicembre 2014 at 20:53 (2 anni ago)

      Ciao, credo che prima dovresti tenerle in ammollo, ma ti consiglio di usare quelle fresche che sono più indicate per la preparazione 🙂

      Rispondi
  16. cristiano
    15 ottobre 2015 at 17:22 (12 mesi ago)

    ciao ho eseguito alla lettera la ricetta sapore buonissimo pero la crema e rimasta un po farinosa alla fine mi sono usciti 800 gr di castagne pulite alche ho messo 230 gr di zucchero di canna e poco piu di 100ml di acqua non avevo la vaniglia in stecca ho messo quella in polvere non so cosa ho sbagliato . o magari erano le castagne inadatte.ciao

    Rispondi
    • Peccato di Gola
      15 ottobre 2015 at 17:44 (12 mesi ago)

      Ciao Cristiano, esistono moltissime varietà di castagne, probabilmente avevano bisogno di un po’ di cottura in più. Sono sicuro che la prossima volta riuscirà perfettamente 🙂

      Rispondi
      • cristiano
        15 ottobre 2015 at 17:56 (12 mesi ago)

        grazie sara’ fatto

        Rispondi
  17. Tina
    18 ottobre 2015 at 17:40 (12 mesi ago)

    Mi dispiace dirtelo ma la ricetta che hai dato per la marmellata di castagne non è esatta! L’ho fatta alla lettera ma mi è venuta una poltiglia farinosa !non hai dato neanche i tempi di cottura mi chiedo se l’hai fatta per davvero, ti prego la prossima volta che pubblichi qualche ricetta sii più precisa.

    Rispondi
    • Peccato di Gola
      18 ottobre 2015 at 23:55 (12 mesi ago)

      Ciao Tina, mi dispiace per il tuo risultato. Nel mio blog TUTTE le ricette sono state provate e poi pubblicate, sempre e solo se queste “funzionano”, se è la prima volta che arrivi da me, è giusto che io ti metta a conoscenza di questa cosa. Per quanto riguarda i tempi di cottura sarebbe impossibile darli, la grandezza del frutto varia così come varia la sua consistenza e la sua “età” in base alla quale occorre più o meno tempo. Sicuramente però rifarò la ricetta per assicurarmi, ancora una volta, che il risultato sia pertinente, cercando però di essere ancora più preciso. Un saluto

      Rispondi
  18. Lisa
    20 ottobre 2015 at 14:03 (12 mesi ago)

    Ha una consistenza molto bella la tua marmellata, io sono una grande amante delle castagne e a differenza tua io non trovo il suo colore poco attraente anzi ti dirò mi ricorda la seta! ;-D
    Ciao! 😉

    Rispondi
  19. giovanna
    20 ottobre 2015 at 14:53 (12 mesi ago)

    mi sembra una buona ricetta, ma non ho capito bene la sterilizzazione. dopo avere riempito e chiuso i vasetti per le marmellate io le faccio bollire 20 minuti, per le castagne è la stessa cosa?
    Ciao Giovanna

    Rispondi
    • Peccato di Gola
      24 ottobre 2015 at 09:16 (11 mesi ago)

      Ciao Giovanna, per la cottura dei vasetti di marmellata di castagne segui pure questa spiegazione 🙂

      Rispondi
  20. Alfonsina
    22 ottobre 2015 at 12:13 (11 mesi ago)

    Ciao! Sto facendo la marmellata. Ammesso che rimanga… quando tempo si conserva? Grazie

    Rispondi
    • Peccato di Gola
      23 ottobre 2015 at 14:17 (11 mesi ago)

      Ciao Alfonsina, se la conservi sterilizzando per bene i barattoli puoi conservarla per diversi mesi 🙂 onestamente non saprei dirti preciso quanto perché, come dici anche tu, finisce subito! Se noti che l’impasto resta troppo denso puoi allungare con un po’ d’acqua in più rispetto a quella indicata, ogni frutto cambia consistenza e umidità 🙂

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *