Crea sito

Margherite di Stresa

by

Le Margherite di Stresa sono dei biscotti tipici appunto di Stresa, un piccolo borgo in Piemonte e sono stati creati nel 1857 dal pasticcere Pietro Antonio Bolongaro.
Il loro nome deriva da quello della principessa Margherita, proprio perché le furono offerti in occasione della sua prima comunione.
Le piacquero talmente tanto che, quando diventò regina, stabilì che quei biscotti diventassero i dolci tradizionali da offrire ogni anno durante il ricevimento di Ferragosto della Casa Reale.
Pochi sono gli ingredienti di questi buonissimi dolcetti: tuorli d’uovo, burro, farina, fecola e scorza di limone.
Questi biscotti sono molto simili alla ricetta dell’Ovis Mollis, ma hanno un aspetto molto più delicato proprio perché dovevano omaggiare una regina.
Hanno diverse forme, ma io ho voluto riprendere quelle originali del Caffè Bolongaro di Stresa.
Sono molto friabili perché hanno una pasta frolla estremamente sabbiosa grazie all’utilizzo dei tuorli d’uovo sodi.
Si conservano per diversi giorni e risultano ancora più buoni.
Ho deciso di proporli per il progetto dell’Associazione Italiana Food Blogger che riguarda il giro d’Italia.
Il 20 maggio i ciclisti passano dal Piemonte e questa mi sembra la proposta più adeguata.

Ingredienti per 30 biscotti:
125 g di burro
100 g di farina 00
100 g di fecola di patate
60 g di zucchero a velo
2 tuorli
la scorza grattugiata di 1 limone biologico
un pizzico di sale

Margherite di Stresa

Margherite di Stresa

Il burro deve rimanere a temperatura ambiente per almeno mezz’ora, ma non deve essere troppo morbido.
Rompete le uova, eliminate gli albumi ( che potete utilizzarli in tantissime altre ricette ) e mettete i tuorli in una ciotola, molto delicatamente e SENZA ROMPERLI.
Versateli, uno alla volta, in una pentola piena di acqua fredda con estrema delicatezza e portate ad ebollizione.
Quando saranno sodi, spegnete il fuoco e lasciateli raffreddare all’interno dell’acqua.
In una ciotola mettete il burro a temperatura ambiente, tagliato a piccoli pezzi, insieme allo zucchero a velo e la scorza grattugiata di 1 limone biologico.
Impastate brevemente e poi aggiungete i tuorli che avrete passato al setaccio.
Aggiungeteli poco alla volta, continuando ad impastare.
Unite la farina e la fecola setacciate ed amalgamate tutti gli ingredienti velocemente fino ad ottenere una palla omogenea e liscia.
Avvolgetela nella pellicola trasparente e riponetela in frigorifero per almeno un’ora.
Passato il tempo necessario, stendete la frolla con un mattarello infarinato, il suo spessore deve essere circa 1 cm e poi con un tagliapasta del diametro di 4/5 cm, iniziate a formare i vostri biscotti.
Con un dito, premete leggermente al centro delle vostre margherite in modo da creare una sorta di avvallatura.
Procedete in questo modo per tutta la frolla che avete e poi riponete i biscotti su una teglia ricoperta di carta da forno che metterete in frigorifero per almeno 30 minuti.
Cuocete in forno, statico e preriscaldato, a 180° per 12 minuti circa.
I biscotti devono rimanere chiari sulla superficie, mentre la base deve essere leggermente dorata.
Lasciateli raffreddare completamente prima di toccarli.
Spolverate con zucchero a velo e gustatevi le vostre Margherite di Stresa
Si conservano in una scatola di latta per almeno una settimana.
Seguitemi anche sulla pagina Facebook —> Dolcissima Stefy

Margherite di Stresa

Per vedere altre ricette e tornare alla pagina principale del blog, cliccate qui 😀

 

2 Comments on Margherite di Stresa

  1. Carla
    4 novembre 2016 at 15:20 (8 mesi ago)

    Ciao Stefania, grazie mille per il tuo contributo, hai dato un tocco in più a questa dolce giornata.
    Le tue margheritine sembrano davvero buone 😛

    Grazie ancora e complimenti per il tuo blog!

    Rispondi
    • Dolcissima Stefy
      4 novembre 2016 at 15:53 (8 mesi ago)

      grazie mille 🙂

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *