Crea sito

Torta della nonna con crema e pinoli (ricetta classica)

La torta della nonna è un dolce classico della nostra pasticceria, costituito da un guscio di pasta frolla che racchiude un ripieno di crema pasticcera. A completare il tutto, la torta della nonna viene cosparsa di pinoli e, una volta fredda, di zucchero a velo. La torta della nonna risulta così un dolce semplice e genuino, perfetto da gustare a fine pasto o anche a merenda, con una tazza di tè. La torta della nonna non è difficile da preparare, ma richiede una serie di accorgimenti che, se non osservati a dovere, ne pregiudicano il risultato. Innanzitutto i tempi di riposo: è fondamentale far raffreddare bene la crema pasticcera prima di versarla nel guscio di pasta frolla, altrimenti il calore potrebbe sciogliere il burro in essa contenuto; anche la pasta frolla richiede di riposare almeno 40 minuti in frigorifero prima di essere stesa. Infine, è importantissimo, una volta fredda, far riposare la torta della nonna in frigorifero per almeno 6 ore, meglio ancora tutta la notte: in questo modo la crema si compatterà bene all’interno del guscio e, una volta tagliata, rimarrà in forma e non si spanderà per tutto il piatto. Il consiglio è quindi quello di preparare la torta della nonna il giorno prima di quello in cui intendete servirla: in questo modo potrete fare tutto con calma e farla riposare una notte intera. La torta della nonna si può realizzare tranquillamente anche senza glutine, seguendo le dosi e le modalità di preparazione che ho indicato nella ricetta; se non siete celiaci, potete usare una pasta frolla già pronta oppure prepararla secondo la vostra ricetta preferita, ricordando che, rispetto a una normale crostata, le dosi vanno raddoppiate per poter avere sufficiente pasta frolla anche per la copertura. Servite la torta della nonna spolverizzata di zucchero a velo.

Torta della nonna con crema e pinoli ricetta classica il chicco di mais

Ricetta della torta della nonna con crema e pinoli

Ingredienti per una torta della nonna di 20-22 cm di diametro

Per la base:

  • 900 g circa di pasta frolla (qui trovate la versione senza glutine; le dosi indicate sono da raddoppiare) oppure 2 rotoli di pasta frolla pronta

Per il ripieno:

  • 3 tuorli
  • 750 ml di latte intero
  • 1 baccello vaniglia
  • 70 g di zucchero
  • 40 g di farina (per la versione senza glutine io ho usato la maizena)

Per completare:

  • 50 g di pinoli
  • 1 albume
  • Zucchero a velo qb (se siete celiaci, controllate le marche consentite)

Procedimento (preparazione: 45 min. + riposo cottura: 50 min.)

Per preparare la torta della nonna con crema e pinoli, per prima cosa preparate la crema pasticcera (1-2-3), che come detto deve avere il tempo di raffreddarsi per bene. Per prepararla al meglio e senza grumi, seguite la ricetta che trovate qui. Una volta pronta, fatela raffreddare prima a temperatura ambiente, e poi in frigorifero per una mezz’ora.

Torta della nonna con crema e pinoli ricetta classica il chicco di mais 1

Nel frattempo preparate la pasta frolla (4). Lavoratela brevemente con le mani per ottenere un composto liscio e omogeneo (5), quindi dividetela in due parti: una più grande e una più piccola (circa 1/3 e 2/3) e formate due panetti bassi (6). Avvolgete i singoli panetti nella pellicola e fateli riposare in frigorifero per almeno 40 minuti.

Torta della nonna con crema e pinoli ricetta classica il chicco di mais 2

Trascorso il tempo di riposo, prendete il panetto più grande e posizionatelo su un foglio di carta da forno; stendetelo con un mattarello leggermente infarinato (7); per la versione senza glutine ho usato della farina di riso. Formate un disco di circa 32 cm di diametro (8). Trasferitelo con tutta la carta da forno in una teglia di 20 o 22 cm di diametro (nel primo caso otterrete una torta della nonna più alta, come quella che si vede in foto, nel secondo caso un pochino più bassa). Premete delicatamente per far aderire la base su tutta la superficie e sui bordi. Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta (9).

Torta della nonna con crema e pinoli ricetta classica il chicco di mais 3

Versatevi la crema pasticcera (10), cercando di distribuirla più al centro che ai bordi: cuocendo infatti tenderà a distribuirsi verso i bordi. Prendete l’altro panetto di pasta frolla e stendetelo formando un disco di circa mezzo centimetro di spessore (11). Rovesciatelo con tutta la carta da forno sopra la torta (12).

Torta della nonna con crema e pinoli ricetta classica il chicco di mais 4

Eliminate delicatamente la carta da forno e fatelo aderire sui bordi della torta, quindi con un coltellino ritagliate la pasta in eccesso (13). Potete usarla per farci dei biscotti. Ripiegate i bordi verso l’interno, formando un cordoncino (14). Sigillate bene tutti i bordi premendo con i rebbi di una forchetta e con la stessa bucherellate anche la superficie della torta della nonna (15).

Torta della nonna con crema e pinoli ricetta classica il chicco di mais 5

Spennellatela infine con l’albume d’uovo (16) e distribuitevi i pinoli (17). Cuocete la torta della nonna nel forno già caldo a 180° (statico) per 45-50 minuti. Se dopo 35-40 minuti notate che la superficie della torta della nonna si sta eccessivamente scurendo, copritela con un foglio di stagola, oppure impostate la funzione del forno in modo che eroghi calore solo sotto. Quindi sfornatela (18) e fatela raffreddare. Quando è fredda, copritela con un foglio di pellicola o di stagnola e riponetela con tutta la teglia nel frigorifero per almeno 6 ore, meglio ancora per una notte. Trascorso il tempo di riposo, sformate la torta della nonna e cospargetela di zucchero a velo.

Torta della nonna con crema e pinoli ricetta classica il chicco di mais 6

Servite la torta della nonna a fine pasto o per merenda.

Se ti è piaciuta la ricetta della torta della nonna segui il Chicco di Mais anche su Facebook, Twitter e Google+!

14 Risposte a “Torta della nonna con crema e pinoli (ricetta classica)”

  1. E’ una torta bellissima nell’ aspetto che promette un sapore avvolgente! Come sempre un’ esposizione chiara e completa!

        1. No no va fatta tutta, l’indicazione 1-2-3 si riferisce alle foto di questo articolo, ma forse è ambigua. La sposto, grazie!

          1. Allora se ce l’hai, la lama di plastica è meglio, perché scalda meno il burro. Ma io uso spesso anche quella di acciaio, basta fare il tutto velocemente e poi far riposare bene l’impasto in frigorifero 😉

  2. ciao fra,
    ricetta spettacolo! Fatta ieri e’ venuta buonissima. La crema con le tue dosi ha una consistenza perfetta. Hai ragione, fatta raffreddare bene (fatta ieri, mangiata oggi) non solo e’ buona ma sta insieme alla grande, la pastra frolla resta bella compatta.
    un abbraccio
    pf

    1. Grazie pf, in effetti come avrai visto l’ho scritto e ribadito più volte che va fatta riposare e non a caso… la prima volta che l’ho fatta ahimé l’ho trasformata in un frullato 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.