Pasta frolla senza glutine con farina di riso e mais

La pasta frolla senza glutine con farina di riso e mais è perfetta sia per realizzare ottimi biscotti che come base per crostate di ogni tipo: si impasta e stende facilmente, non si sbriciola e regge bene anche ripieni umidi e pesanti (l’ho usata ad esempio per questa crostata alla ricotta). Se siete celiaci o se avete familiari intolleranti al glutine saprete per certo che la difficoltà di preparare un’ottima pasta frolla senza glutine sta proprio nel fatto che spesso questa tende a sbriciolarsi (sia da cruda che da cotta). Inoltre, se usate mix specifici per frolla gluten-free, vi sarete accorti che talvolta crostate e biscotti hanno uno strano retrogusto, oppure che a distanza di tempo la miscela di queste farine cambia e non dà più il risultato che dava in passato.

Per questo preferisco preparare la pasta frolla senza glutine usando farine naturali di mais e di riso, che so di poter usare sempre a colpo sicuro e che, per fortuna, hanno un sapore abbastanza neutro. L’unica accortezza è scegliere farine macinate finemente (alcune marche hanno proprio la dicitura “finissima”, oppure “impalpabile”; la farina di mais a volte la trovate con la scritta “fumetto”) altrimenti non assorbiranno bene uova e burro. La pasta frolla senza glutine preparata con questa ricetta da cotta avrà una consistenza friabile e un buon sapore di burro e le dosi indicate sono sufficienti per una crostata di 22 cm di diametro, oppure per circa 30 biscotti.

Se siete anche intolleranti al lattosio non sostituite il burro con l’olio, ma seguite questa ricetta specifica di frolla all’olio gluten-free.

pasta frolla senza glutine con farine naturali di mais e riso per biscotti e crostate che non si rompe il chicco di mais
  • DifficoltàFacile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo40 Minuti
  • Porzioni500 g
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 500 g di pasta frolla senza glutine

Ricordatevi che i seguenti ingredienti devono riportare in etichetta la scritta “senza glutine”: farina di riso, farina di mais, lievito e vanillina.

120 g burro (freddo)
1 uovo (medio)
90 g zucchero
150 g farina di riso (finissima)
60 g farina di mais (finissima)
1 cucchiaino scorza di limone (oppure 1 bustina di vanillina)
1 pizzico sale
1 pizzico lievito in polvere per dolci (1 g circa, facoltativo – vedi la nota a fine ricetta)
408,23 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 408,23 (Kcal)
  • Carboidrati 51,77 (g) di cui Zuccheri 19,28 (g)
  • Proteine 4,87 (g)
  • Grassi 21,50 (g) di cui saturi 13,51 (g)di cui insaturi 7,89 (g)
  • Fibre 0,74 (g)
  • Sodio 96,62 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

1 Tappetino di silicone
oppure carte da forno
1 Mattarello
Pellicole per alimenti

Come preparare la pasta frolla senza glutine con farina di riso e di mais

er preparare la pasta frolla senza glutine è importante che il burro sia freddo, appena tolto dal frigorifero. Tagliatelo a cubetti e mettetelo in un mixer insieme alla farina di riso (1).

Azionate il mixer per qualche secondo, fino a ottenere un composto granuloso (2). Aggiungetevi quindi la farina di mais, lo zucchero, l’uovo, la scorza di limone (o la vanillina), un pizzico di sale e il lievito, se decidete di usarlo (3).

pasta frolla senza glutine con farine naturali di mais e riso per biscotti e crostate che non si rompe il chicco di mais 1 sabbiatura

Azionate ancora il mixer per alcuni secondi, finché non noterete che non ce la fa più a frullare il composto, perché si sarà ammassato (4). Rovesciatelo quindi sul piano di lavoro e iniziate a impastare con le mani.

Inizialmente la pasta frolla senza glutine sarà molto “sbriciolosa” e disomogenea (5), ma basterà maneggiarla per un minuto circa e riuscirete ad amalgamarla alla perfezione.

Non dovete lavorarla troppo, perché il calore delle mani tende sciogliere il burro e a lungo andare renderà più complicato impastare il tutto; appena vedete che la pasta frolla senza glutine ha un aspetto liscio e omogeneo formate un panetto schiacciato (6), avvolgetelo nella pellicola per alimenti e fatelo riposare in frigorifero per almeno 40 minuti.

pasta frolla senza glutine con farine naturali di mais e riso per biscotti e crostate che non si rompe il chicco di mais 2 impastare

Quando andrete a stenderla, vi consiglio di utilizzare un tappetino di silicone o un foglio di carta da forno e di spolverizzare leggermente con la farina di riso sia la frolla che il tappetino di silicone, in modo che non si attacchi (7).

Appena tolta dal frigorifero la pasta frolla senza glutine sarà abbastanza dura ed è normale che, stendendola, si formino piccole crepe sulle estremità della sfoglia, ma bastano pochi secondi a temperatura ambiente e vedrete che il problema non si verificherà più. Potete poi usare delle formine per realizzare biscotti della forma che preferite (8). Con queste dosi, stendendo una frolla alta circa mezzo cm e rimpastando i ritagli otterrete circa 30 biscotti di media grandezza.

Con la stessa ricetta della pasta frolla senza glutine potete preparare ottime crostate: in tal caso stendete la pasta frolla su un foglio di carta da forno che utilizzerete poi per trasferire la frolla nella tortiera (così non dovrete neanche imburrarla e infarinarla) (9). Le dosi di questa pasta frolla senza glutine sono sufficienti per una classica crostata di 22 cm di diametro (considerando base e strisce), oppure per una crostata coperta di 20 cm di diametro.

pasta frolla senza glutine con farine naturali di mais e riso per biscotti e crostate che non si rompe il chicco di mais 3 stendere

Della pasta frolla con farina di riso è disponibile anche la videoricetta, seguimi sul mio canale YouTube!

Come conservare la pasta frolla senza glutine

Potete conservare la pasta frolla senza glutine in frigorifero, avvolta da pellicola, per un paio di giorni. Se volete potete anche congelarla, sempre avvolta nella pellicola, e poi all’occorrenza farla scongelare in frigorifero.

Pasta frolla con o senza lievito?

Come ho scritto nell’elenco ingredienti, l’uso del lievito nella pasta frolla senza glutine (ma anche in quella tradizionale) è facoltativo. Una pasta frolla con lievito sarà più morbida, una senza lievito più croccante e manterrà meglio la forma data. Nel caso della pasta frolla senza glutine, però, l’aggiunta del lievito renderà la frolla anche più soggetta a sbriciolarsi, per cui vi consiglio di usarne veramente molto poco, 1 grammo al massimo. Se state preparando biscotti senza glutine con una forma particolare – ad esempio dei biscotti di Natale da decorare – evitate il lievito, perché gonfiandosi in cottura perderanno la forma.

Consigli e varianti

Per una pasta frolla al cacao gluten-free potete utilizzare questa ricetta, mentre se volete preparare un dolce più rustico potete provare la pasta frolla senza glutine con grano saraceno. Qui inoltre trovate tantissime ricette di biscotti gluten-free!
In questo articolo sono presenti link di affiliazione.

Non perderti le nuove ricette del Chicco di Mais, seguimi su FacebookInstagram e Pinterest!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

15 Risposte a “Pasta frolla senza glutine con farina di riso e mais”

  1. Un apprezzamento particolare per la ricerca meticolosa e la dedizione riservata alla ricetta, base di tante specialità di pasticceria. Ciao

  2. è una ricetta fantastica! superfacile e il risultato è ottimo. L’ho fatta già 5 o 6 volte per fare crostate con la marmellata o crema pasticcera e viene una pasta buonissima. Io la lavoro a mano perchè non ho un mixer e viene bene lo stesso.
    E poi è ottimo che si usino solo farine naturalemente prive di glutine, niente dietoterapici pieni zeppi di conservanti, grassi, zozzerie varie e sapori un po’ artificali.
    Grande!!

    1. Grazie pf, in effetti sì, è importante cercare di dare un’alternativa dove possibile con farine naturali, anche peché alcuni mix dietoterapici non si trovano ovunque. In più penso anche a chi, non intollerante al glutine, magari deve/vuole cucinare per un celiaco, è più semplice farlo con ciò che si trova al supermercato!

      1. Ciao 🙂 Approfitto per chiederti se la farina di mais fumetto è quella superfine ( da pasticceria) gialla o quella fine ma bianca

        1. Ciao Lisa, è quella gialla superfine. Visto che l’hai nominata, quella bianca tu la trovi a vendere? Se sì di che marca? Sono mesi che la cerco!

          1. Grazie Lisa, purtroppo la Coop non ce l’ho vicino casa, ma appena ne avvisto una mi fiondo a cercarla 😉

  3. Ciao ho scoperto oggi il tuo blog…è bellissimo!! Vorrei provare la tua frolla ma non potendo usare il burro vorrei chiederti se secondo te verrà bene anke con l’olio! Grazie

    1. Secondo me Emanuela questa specifica ricetta non viene bene con l’olio, perché il burro funziona anche per tenere insieme le farine (infatti deve essere bello solido e freddo di frigo, altrimenti l’impasto non viene). Se non puoi usare il burro per problemi di intolleranza, forse è meglio ripiegare sulla margarina vegetale

      1. Ciao, volevo informare che io risolvo il problema della allergia al latte e derivati usando il burro chiarificato (uso la marca prealpi).sono davvero intollerante al latte e derivati ma grazie a dio con il burro chiarificato il problema non si pone e così posso fare tutte le torte che voglio. Sono intollerante anche al glutine. Sigh.complimenti per questo sito meraviglioso.grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.