Evviva l’ossobuco con i piselli (mi spiace per Carlo)

Evviva l’ossobuco con i piselli, quanto tempo è che non lo cucinavo? Mah, non ricordo. Mi spiace per Carlo che non mangia i legumi, (e non sa cosa si perde!), stavolta non ho resistito ed ho cucinato il mio ossobuco proprio con tanta gioia e l’acquolina in bocca! L’ossobuco con i piselli è cucinato in tutta Italia, ovviamente il taglio di carne è molto usato soprattutto in Lombardia, dove si preparano vari piatti a base di stinco di vitello, come il risotto agli ossibuchi o l’ossobuco alla milanese. Nel mio ossobuco in umido con piselli ho aggiunto pomodoro, un’usanza più meridionale che settentrionale, ma che dona, a mio avviso, colore e gusto al piatto. Per me questo è un piatto unico, e così lo catalogherò in questo mio blog, orsù dunque, Evviva, evviva l’ossobuco con i piselli!

Ingredienti per 2: 2 ossobuchi di vitella alti 2-3cm , 200gr di pisellini surgelati (non sono ancora di stagione), 1 carota, 1 costa di sedano, 1 cipolla dorata, prezzemolo, 2 cucchiai di farina, 1/2 bicchiere di vino rosso secco, 1 cucchiaino di triplo concentrato e 1/2 latta di polpa finissima di pomodoro, 2 cucchiaio di olio evo, sale q.b. 1 tazza di brodo di carne

Per prima cosa incidere gli ossobuchi sui lati, in modo che non si arriccino in cottura. Infarinarli. Preparare un trito con gli odori e farlo soffriggere con olio evo in un tegame antiaderente. Aggiungere gli ossobuco e farli scottare da entrambi i lati a fiamma vivace. Tenere da parte gli ossobuchi, io li metto su un piatto coperti da carta alluminio.

Sfumare il soffritto con vino rosso, una volta evaporato, aggiungere la polpa fine di pomodoro ed il concentrato

Mettere nuovamente gli ossobuchi nella casseruola, aggiungere il brodo caldo e lasciar cuocere circa 1h a fiamma bassa e coperto.

Dopo circa 30minuti aggiungere i pisellini surgelati e portare a cottura. Salare alla fine assaggiando il sughetto.

Da servire caldissimo, come tutti gli umidi. Farete la scarpetta con il sughetto per cui servite con pane buono, meglio se fatto in casa! Buon appetito.

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Translate »

Enjoy this blog? Se vi piace il blog condividetelo!