Crea sito

Torta allo yogurt con rose di mele e noci

La torta allo yogurt è una preparazione base che, solitamente, s’impara a cucinare da bambini.
Quella della ricetta con i vasetti, penso sia stata la prima torta che ho provato a fare, la ricetta, ricordo ancora era della zia Bruna che l’aveva appuntata su un foglio di quaderno. Questa è semplice allo stesso modo, infallibile direi. Una torta allo yogurt impreziosita dalle mele, senza burro nè zucchero raffinato. Una torta buona.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni8 porzioni
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2Mele Golden
  • 200 gFarina 00 (bio)
  • 120 gZucchero di canna
  • 125 mlYogurt magro (bianco)
  • 100 mlOlio di semi
  • 2Uova (bio)
  • 40 gFecola di patate
  • 50 gGherigli di noci
  • Scorza di limone (bio grattugiata)
  • 8 gLievito in polvere per dolci (bio)
  • 20 gZucchero di canna (per spolverare la superficie)
  • cucchiaiZucchero a velo vanigliato

Preparazione

  1. Sgusciate le uova in una terrina e lavoratele con le fruste inglobando lo zucchero di canna (120g). Incorporate lo yogurt e l’olio continuando a mescolare ed unite la farina setacciata assieme alla fecola.

  2. Lavate e sbucciate una mela tagliatela a fette sottili e sbollentatela in acqua per circa 30 secondi, scolatela e lasciatela intiepidire

  3. Sbucciate la seconda mela eliminate il torsolo e tagliatela a cubetti.Aggiungetela all’impasto, unite la scorza grattugiata del limone, le noci tritate ed il lievito. Amalgamate bene il composto aiutandovi con un mestolo od un cucchiaio.

  4. Foderate una teglia da 20 cm di diametro con carta da forno e versate l’impasto livellandolo.

  5. Riprendete le fettine di mela che avevate precedentemente sbollentato e formate delle piccole rose sovrapponendo 4-5 fettine di mela. Spolverizzate con zucchero di canna ed infornate a 180° in forno statico per 40-45 minuti.

  6. Sfornate la torta e spolverizzatela di zucchero a velo, fatela raffreddare, toglietela dallo stampo e servitela.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *