Bucce di patata in pastella

Una volta un mio amico mi ha detto: “ma le bucce di patata si danno ai maiali!”. E invece non sapete che bontà che sonole bucce di patata in pastella. Ovvio tener presente alcune accortezze, come scegliere assolutamente biologiche o acquistarle dal contadino o dal fruttivendolo di fiducia, o perché no piantarle da sè, anche sul balcone, il raccolto è garantito. Vale la pena provare.

Vedi anche:

 

Bucce di patata: pericolo solanina, un mito da sfatare

Bucce di patataLe patate contengono un alcaloide: la solanina. Ma sfatiamo il mito della tossicità.
La solanina è presente in maggior concentrazione nella buccia ed è una sostanza che, se assunta in grandi quantità, è tossica per l’organismo umano. E’ importante sottolineare che, affinché si manifesti un principio di intossicazione, è necessario ingerire una gran quantità di patate in un solo pasto: circa 2 kg per un uomo di 70 kg.

La solanina è una sostanza che la patata sviluppa per difendersi da insetti, animali e funghi e la sua concentrazione, è direttamente correlata con la sua “salute” e la sua “forza”. Questo vuol dire che le patate non ancora mature, le patate germogliate, quelle vecchie, danneggiate o esposte alla luce del sole (che diventano verdi per effetto della clorofilla), presentano una concentrazione più alta di solanina rispetto alle patate mature e consumate entro 5 mesi dalla raccolta.
Le patate coltivate con metodo biologico presentano una quantità di solanina minore del 30% rispetto a quelle coltivate con metodo convenzionale.

BUCCE DI PATATA IN PASTELLA
Ingredienti:
  • le bucce di 3 patate
  • 140 ml di latte o acqua
  • 100 g di farina
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • olio per friggere
  • sale
Procedimento:
  1. Pelate le patate per il lungo cercando di ricavarne dei bei pezzi.
  2. Mettete le bucce di patate a bagno in una bacinella con acqua fredda per almeno 1 ora, in questo modo le bucce tenderanno ad arrotolarsi formando dei riccioli.
  3. Se avete cucinato le patate il giorno prima potete conservare le bucce di patate a bagno anche tutta la notte.
  4. Preparate la pastella mescolando gli ingredienti secchi, come farina, lievito e sale in una ciotola. Aggiungete molto lentamente il latte o l’acqua. Amalgamate bene fino a formare un composto denso e cremoso. Se vi sembra troppo denso, aggiungete ulteriore liquido. L’utilizzo di acqua o latte è a vostro piacimento. Il latte rende il composto più avvolgente e cremoso.
  5. Immergete le bucce di patate ben asciugate nella pastella.
  6. Friggete le bucce di patate in olio bollente per 4 minuti e scolatele su carta assorbente.
  7. Servite subito.

Foto e ricetta di Mara Toscani, edita sul sito ambientebio.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*