Vellutata di zucca e carote con chips di bucce

vellutata zucca bucce
Le giornate si accorciano e cominciano a diventare più fredde. La sera non si vede l’ora di rintanarsi al calduccio. Cosa ne dite di una coccola in più? Una zuppa è quello che ci vuole per scaldare anima e corpo. Oggi prepariamo una vellutata di zucca e carote con chips di bucce. Un delizioso primo piatto tipico di stagione, in versione gluten free e vegan. Ideale per una cena da sole e perché no con le amiche. Proposta leggerissima, dolce, piccante, croccante, con poche calorie. Cosa chiedere di più?

Vedi anche:


Ingredienti per 4 persone:

  • 3 cipolle piccole
  • 3 carote con la buccia
  • ½ zucca già pulita
  • 1 patata (facoltativa)
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaio di pangrattato senza glutine
  • semi di sesamo
  • foglie di sedano
  • 1 cucchiaio di panna di soia (facoltativa)
  • sale
  • pepe

Prepazione:

  1. Tagliate le verdure a pezzetti, ricordandovi di non gettare le bucce delle carote; al contrario conservatele in una ciotola con acqua e una spruzzata di succo di limone.
  2. Fate rosolare le cipolle nell’olio con il pizzico di sale.
  3. Unite a strati le carote e la zucca. A questo punto aggiungete 100 ml di acqua d’acqua e cuocete, a fuoco medio e pentola coperta, per 25-30 minuti, aggiungendo, eventualmente altra acqua.
  4. Prendete le bucce di carote, cuocetele al microonde per qualche minuto. Asciugatele e passatele nel pangrattato e nel sesamo. Arrostitele sotto il grill del forno per 10 minuti circa, rigirandole. Sfornate.
  5. Terminata la cottura, passate il tutto con un minipilmer fino a raggiungere la consistenza desiderata.
  6. Regolate di sale, di pepe e aggiungete un cucchiaio di panna di soia per un gusto più avvolgente.
  7. Impiattate e decorate con le chips di bucce e foglie di sedano tritate.

Mara Toscani

Precedente Mangiate senza glutine, ma non mangiate prodotti "senza glutine" Successivo Marmellata di pere e camomilla

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.