Carciofi fritti dorati (ricetta romana)

Share:
Condividi

I carciofi fritti dorati sono un antipasto tipico della cucina casalinga romana, che spesso viene servito anche durante il pranzo o la cena di Natale. I carciofi, ortaggi  protagonisti della tradizione culinaria della capitale, vengono in questa ricetta passati prima nella farina e poi nell’uovo e fritti in abbondante olio di arachide. Per preparare i carciofi fritti dorati io in genere non utilizzo la varietà più grande (qui si chiamano proprio carciofi romani), dalla testa rotonda, più tardivi e che in genere sono indicati per cuocerli alla gudia o alla romana; scelgo invece i violetti, più piccoli ma ugualmente saporiti e che si trovano già a fine Novembre. Fondamentale per la buona riuscita della ricetta è che l’olio sia bollente (se avete un termometro intorno ai 190°) e di buona qualità; servite i carciofi fritti dorati ben caldi, per un antipasto o un contorno ricco di gusto.

Carciofi  fritti dorati ricetta romana il chicco di mais

Ricetta dei carciofi fritti dorati

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 carciofi violetti
  • 2 uova intere
  • 150 g di farina (per la ricetta senza glutine ho usato la farina senza glutine Schar, ma va benissimo anche la farina di riso)
  • 1 limone
  • 1 pizzico di sale
  • Abbondante olio di arachide

Procedimento (preparazione: 20 min. cottura: 15 min.)

Per preparare i carciofi fritti dorati iniziate pulendo i carciofi: tagliate via quasi del tutto il gambo (1) e iniziate a eliminare le foglie, partendo dal basso (2). Man mano che arrivate alle foglie più interne eliminate solo la parte superiore più dura, spezzando le foglie nel punto in cui sono tenere (3).

Carciofi  fritti dorati ricetta romana il chicco di mais 1Eliminate anche le punte (4). Iniziate quindi a tagliare la parte superficiale della base, dove erano attaccate le foglie (5) e la parte più esterna del gambo (6).

Carciofi  fritti dorati ricetta romana il chicco di mais 2Tagliateli quindi a metà ed eliminate la barba (7), tagliate ogni metà in due (8) e ogni quarto ancora in due (9). Se il carciofo dovesse essere molto grande dividetelo ancora a metà.

Carciofi  fritti dorati ricetta romana il chicco di mais 3Man mano che pulite e tagliate i carciofi metteteli in una bacinella con dell’acqua fredda leggermente acidulata con del succo di limone per non farli scurire (10). Fate scaldare bene abbondante olio di arachide in una padella o in una friggitrice; preparate vicino al fuoco due ciotole, una con la farina e una con le uova sbattute assieme a un pizzico di sale (11).

Carciofi  fritti dorati ricetta romana il chicco di mais 4Quando l’olio è bollente passate ogni pezzo di carciofo prima nella farina (12) e poi nell’uovo (13). Scrollatelo leggermente per eliminare l’uovo in eccesso e tuffatelo nell’olio bollente; friggete pochi pezzi per volta per non far abbassare troppo la temperatura del fuoco (14). Cuocete i carciofi fritti dorati per 4-5 minuti, girandoli spesso e senza farli scurire troppo. Scolateli poi su un foglio di carta assorbente (15).

Carciofi  fritti dorati ricetta romana il chicco di mais 5Servite i carciofi fritti dorati subito, in occasione delle feste natalizie o quando avete voglia di un antipasto sfizioso.

Se ti è piaciuta la ricetta dei carciofi fritti dorati segui il Chicco di Mais anche su Facebook e Twitter e Google+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly
Vota questa ricetta:
Carciofi fritti dorati (ricetta romana)
  • 4.00 / 55

3 pensieri su “Carciofi fritti dorati (ricetta romana)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>