Crea sito

Carciofi alla romana

I carciofi alla romana, o carciofi al tegame, sono un contorno tradizionale della cucina di Roma, uno dei modi più diffusi di cucinare questo ortaggio protagonista dell’inverno. I carciofi alla romana sono infatti un contorno molto semplice e genuino, che si presta ad accompagnare molti secondi piatti e in particolare quelli a base di carne e di uova.
In questa ricetta tradizionale romana si usano generalmente le mammole (anche detti carcofi romaneschi o cimaroli) che vengono insaporiti con aglio e mentuccia e stufati a fuoco lento, in modo che rimangano morbidi e succulenti. La particolarità dei carciofi alla romana è infatti il metodo di cottura, che deve avvenire in un ambiente umido e ricco di vapore, cosicché non si secchino durante la cottura. Per ottenere questo ogni famiglia ha i suoi metodi, io cuocio i carciofi alla romana in un tegame coperto da una sorta di cupola formata con carta da forno e chiusa a sua volta da un coperchio.

carciofi alla romana ricetta originale con trucchi di cottura per farli morbidi il chicco di mais
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 8Carciofi mammole
  • 8 spicchiAglio
  • q.b.Mentuccia
  • q.b.Pepe
  • q.b.Sale
  • 6 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • 100 mlAcqua
  • 1limone (per pulilre i carciofi)

Strumenti

  • 1 Tegame dal fondo spesso e dotato di coperchio
  • Carta forno
  • 1 Coltello
  • 1 Tagliere

Come preparare i carciofi alla romana

  1. carciofi alla romana ricetta originale con trucchi di cottura per farli morbidi il chicco di mais 1 pulilre e condire i carciofi

    Per preparare i carciofi alla romana iniziate pulendo i carciofi, come mostrato in questo video tutorial. Dovete lasciare intera la testa e pulirla all’interno con uno scavino. Man mano che li pulilte, mettete gambi e teste dei carciofi in acqua e limone per non farli annerire (1). Condite quindi le teste con sale, pepe e mentuccia tritata, facendo penetrare bene il condimento all’interno (2). Sistemate quindi al centro uno spicchio di aglio (3). Vi consiglio di lasciare l’aglio intero, in modo che il suo aroma rimanga delicato e che, una volta cotto, si possa eliminare.

  2. carciofi alla romana ricetta originale con trucchi di cottura per farli morbidi il chicco di mais 2 creare una camera di vapore in pentola

    Prendete un tegame dal fondo spesso, grande quel che basta per poter contenere i carciofi senza lasciare troppo spazio libero, e versatevi tanto olio quanto basta a coprirne bene il fondo (4). Sistemate i carciofi a testa in giù nel tegame, riempiendo gli spazi liberi con i gambi (5). Versate sul fondo del tegame circa 100 ml di acqua e condite anche i gambi e la base dei carciofi con un pizzico di sale e di pepe (6).

  3. carciofi alla romana ricetta originale con trucchi di cottura per farli morbidi il chicco di mais 3 cuocere i carciofi al tegame

    Prendete un foglio di carta da forno, inumiditelo leggermente con l’acqua e accartocciatelo, quindi sistematelo sopra i carciofi, calcando bene sui lati in modo che rimanga fermo (7). Coprite infine il tegame con il suo coperchio (8) e mettetelo sul fuoco a fiamma dolce. Cuocete i carciofi alla romana per circa 20 minuti a fuoco dolce senza aprire il tegame. Trascorso il tempo controllate la cottura punzecchiandoli con una forchetta (9); se sono teneri spegnete il fuoco, altrimenti proseguite la cottura per altri 5 minuti. I tempi di cottura possono variare in base alla qualità dei carciofi, per cui la cosa migliore è testarne la consistenza.

  4. Una volta cotti, eliminate lo spicchio di aglio e servite i carciofi alla romana caldi oppure tiepidi.

Note

Conservazione

Potete conservare i carciofi alla romana in frigorifero, chiusi in un contenitore ermetico, per 2 giorni al massimo.

Consigli e varianti

Per i carciofi alla romana si utilizza generalmente la mentuccia, un’erba aromatica simile alla menta, ma dalle foglie più piccole e dal sapore meno forte e più aromatico. Se non ne avete a disposizione, potete usare la menta. Per quanto riguarda l’aglio, come detto io preferisco metterne uno spicchio intero all’interno di ogni carciofo. In questo modo il cuore dell’aglio – che è la parte generalmente più indigesta e dal sapore più forte – rimane all’interno dello spicchio, con il risultato che l’aroma di aglio si sente ma non è predominante. Se preferite tritarlo, ne basteranno un paio di spicchi: ricordatevi però di eliminare la parte centrale.

Qui trovate altre idee per cucinare i carciofi, mentre se vi interessa la cucina romana qui trovate tutte le mie ricette!

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

3 Risposte a “Carciofi alla romana”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.