Crea sito

SCIROPPO DI CEDRO

Lo sciroppo di cedro è ottimo per praparare una gustosa bibita dissetante; la cedrata è una famosa bevanda che troviamo già pronta in commercio, ma possiamo anche prepararla in casa con pochi e semplici gesti.

La cedrata fatta in casa può essere preparata diluendo lo sciroppo di cedro con acqua naturale oppure, se amiamo le bibite gasate, possiamo anche diluirla con dell’acqua frizzante.

Aggiungete una fogliolina di menta fresca se volete dare un tocco chic ed una nota di freschezza in più al vostro drink analcolico!

Provate anche le scorzette di arancia candite! Una vera golosità 😉

sciroppo di cedro
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzionicirca 600 ml di sciroppo
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 600 gCedri
  • 300 gZucchero
  • 300 gAcqua

Strumenti

  • Colino per filtrare
  • Frullatore / Mixer

Preparazione

  1. Con il pelapatate asportate la parte gialla della scorza dei cedri e mettetela nella ciotola di un frullatore.

  2. Incidete la parte bianca della buccia del cedro e asportatela ottenendo dei grossi spicchi.

    Pelate gli spicchi del cedro a vivo e metteteli nel mixer assieme alle scorze.

  3. Unite anche lo zucchero e frullate. Trasferite la polpa ottenuta in un a pentola, diluitela con l’acqua e scaldatela a fuoco medio per far sciogliere lo zucchero.

    Non è necessario arrivare a bollore.

    Quando lo zucchero sarà completamente sciolto spegnete il fuoco, coprite con un coperchio e lasciate riposare 24 ore.

  4. Ora potete filtrare lo sciroppo di cedro utilizzando un colino; raccoglietelo in una bottiglia e utilizzatelo per preparare delle ottime bibite diluendolo con acqua naturale o frizzante, secondo i vostri gusti.

Come conservare lo sciroppo di cedro

In una bottiglia di vetro chiusa con un tappo a chiusura ermetica si conserva per oltre un mese.

Come utilizzare la parte bianca del cedro?

Molti la consumano da sola, come snack leggero e rinfrescante.

Può anche essere tagliata a fette sottili e aggiunta alle insalatone estive.

A me non piace personalmente consumata da sola quindi se avete altre idee vi prego di suggerirmele nei commenti! Per ora ho provato a farla essiccare; vorrei provare ad utilizzarla per aromatizzare tisane (mescolata ad altre erbe o al the) oppure per profumare dolci e biscotti….vi farò sapere l’esito dell’esperimento!

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.