Cotolette di melanzane

Quando vengono a trovarmi degli amici “nu poco scassa ambrelle” (per meglio dire, un po’ esigenti…) devo sempre scegliere una ricetta che possa accontentare tutti. Una di quelle che non lascia nessuno a bocca asciutta è sicuramente quella delle cotolette di melanzane. Perciò mi piace preparare una pastella vegan per i miei amici che non amano i derivati animali, una al pecorino e senza glutine che fa venire l’acquolina a tutti per il suo profumo, e per finire quella classica, uovo e pangrattato, per accontentare gli amanti della tradizione. Risultato? Puntualmente devo sempre raddoppiare le dosi di queste cotolette di melanzane, perché tutti vogliono fare il bis!
Provatele anche voi!

 

Ingredienti per 12 pezzi:

500 g di melanzane tonde e grosse (circa 1), abbondante sale grosso; olio di arachidi per friggere.

 

Per la versione vegan:

50 g di farina di ceci, 75 g di acqua, 25 g di pangrattato, 25 g di farina di mais fioretto, una presa di sale, un pizzico di pepe nero macinato.

 

Per la versione al pecorino e senza glutine:

1 uovo, 25 g di farina di mais fioretto, 25 g di pecorino grattugiato, un pizzico di paprika dolce, un pizzico di pepe nero.

 

Per la versione classica:

1 uovo, una presa di sale, un pizzico di pepe nero macinato, pangrattato q.b.

 

ricetta cotolette di melanzane, peccato di gola di giovanni

 

Preparazione delle cotolette di melanzane:

  • Per prima cosa mettete a spurgare le melanzane della loro acqua di vegetazione. Quindi spuntatele e poi affettatele a rondelle spesse circa 1 centimetro l’uno, l’importante è ottenere 12 dischetti. Trasferite su una gratella e cospargete con il sale grosso e lasciate spurgare per un’oretta. Dopodiché sciacquate una a una le fette di melanzane e poi asciugatele per bene e procedete con le pastelle.

cotolette di melanzane, peccato di gola di giovanni 1

  • Cominciate dalla pastella vegan. In una ciotola versate la farina di ceci e poi l’acqua poco alla volta, mentre stemperate aiutandovi con una forchetta, così da non formare grumi e ottenere una pastella liscia. In un’altra ciotola unite il pangrattato e la farina di mais

cotolette di melanzane, peccato di gola di giovanni 2

  • e mescolate per bene. Siete pronti per passare la prime 4 fette di melanzana nella pastella e poi nel mix di polveri, schiacciate con le punte delle dita per far attaccare per bene la mistura e, man mano, disponete su un piatto.

cotolette di melanzane, peccato di gola di giovanni 3

  • È il turno di quella al pecorino e senza glutine. In una ciotola versate la farina di mais ed il pecorino grattugiato, poi la paprika ed il pepe nero macinato e mescolate il tutto.

cotolette di melanzane, peccato di gola di giovanni 4

  • In un’altra ciotola rompete un uovo (non c’è bisogno di salare per via del pecorino). A questo punto dovrete ripetere le operazioni, quindi passate i 4 dischi di melanzane prima nell’uovo e poi nel mix di polveri e procedete con una seconda impanatura, quindi di nuovo nell’uovo e poi nel mix, così da ottenere un risultato più croccante. Mano a mano disponete le cotolette di melanzane in un altro piatto.

cotolette di melanzane, peccato di gola di giovanni 5

  • Per finire la versione classica. In una ciotola rompete l’uovo e battete leggermente con un pizzico di sale e di pepe nero, in un’altra ciotola invece versate il pangrattato. Quindi ripetete come prima passando gli ultimi 4 dischi prima nell’uovo e poi nel pangrattato e fate anche una doppia panatura.

cotolette di melanzane, peccato di gola di giovanni 07

  • Eccole tutte pronte.

 

Cottura delle cotolette di melanzane:

  • Versate abbondante olio di semi in un pentolino e lasciatelo scaldare fino a 170° poi immergete pochi dischi alla volta, ricordando di cuocere per prime le cotolette vegan, così da non farle entrare in contatto con i derivati animali; scolatele in un piatto con carta assorbente. Poi procedete con le altre tenendo sempre separate le veg dalle altre.

cotolette di melanzane, peccato di gola di giovanni 8

 

  • Ecco pronte le vostre cotolette di melanzane, gustatele ancora caldissime!

 

 

 

 

[disclaim]

Qualche consiglio:

se volete friggere provate a cuocere in forno caldo a 180° per circa 15 minuti e cospargendo con un goccio d’olio la superficie;
se invece non volete far spurgare le melanzane potrebbero avere un retrogusto leggermente amarognolo;
se preferite soltanto una delle 3 proposte, basterà triplicare le dosi di quella che avete scelto.

[/disclaim]

 

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus ti aspetto! 🙂

One Comment

  1. grandissimi gli amici scassoni ahahahahah
    e queste melanzane non possono non piacere

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.