Ciambelle al pesto

Quando si tratta di mettere le mani in pasta sono sempre in prima fila! La magia del mondo dei lievitati è davvero qualcosa di incredibile. Dosare, mescolare, attendere. E poi il profumo che riempie la casa. Non è magia, un lievitato ha tantissimi processi, è vita. Per fortuna che esistono impasti come quello della pizza e quello della brioche che offrono la possibilità di sbizzarrirsi in cucina e preparare ciò che si vuole.

Durante le scorse feste, avendo un po’ di tempo in più per dedicarmi alla cucina, ho pensato di realizzare queste ciambelle al pesto. Li ho utilizzati come pane da tenere in mezzo alla tavola e l’idea è piaciuta davvero moltissimo ai miei ospiti. Visto che sono piaciuti così tanto allora, perché non pubblicare la ricetta? Solo che stavolta ho deciso che le mie ciambelle al pesto dovevano essere farcite. Io personalmente ho scelto la mortadella, ma puoi decidere tu se farcirle oppure lasciarle così, come ti dicevo, dei bei centro tavola.

Intanto ti ho parlato della ricetta delle ciambelle al pesto, adesso aspetto le tue foto taggandomi su Instagram e utilizzando l’hashtag #giovannicastaldi.

A presto,

Gio’

ricetta ciambelle al pesto, peccato di gola di giovanni
  • Difficoltà:
    Alta
  • Preparazione:
    60 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    Dosi per 4 pezzi
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Per la brioche

  • Farina 00 500 g
  • Latte intero 200 g
  • Burro 75 g
  • Uova (circa 1 medio) 55 g
  • Zucchero 20 g
  • Sale fino 1 pizzico
  • Lievito di birra secco (21 g se fresco) 6 g

Per formare le ciambelle al pesto

  • Pesto alla Genovese 100 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Semi di sesamo q.b.
  • Mortadella q.b.

Preparazione

  1. Per preparare le ciambelle al pesto cominciamo dalla biga per fare la pasta brioche. In un recipiente versa il latte a temperatura ambiente, insieme al lievito. Poi aggiungi 200 grammi di farina e mescola con la mano finché il composto non risulterà ben amalgamato e morbido. Copri con pellicola trasparente e fai lievitare sottocoperta, o a una temperatura di 26° – 28° per un’oretta, o finché non sarà raddoppiato di volume.

    Trascorso il tempo scegli se lavorare il tutto nella planetaria o a mano e quindi aggiungi l’uovo e inizia ad impastare.

  2. Dopodiché unisci, alternando, la restante parte di farina e il burro a pezzi lasciato a temperatura ambiente. Quando arrivi a metà ricorda di aggiungere anche il sale. Fai attenzione a non aggiungere tutta la farina, potrebbe non servirti.

    Quindi trasferisci l’impasto sul piano da lavoro e impastalo per un po’ finché non si sarà lisciato. Dai una piega di rinforzo portando i 4 lembi verso il centro e poi forma una palla. Mettila nella ciotola, copri con la pellicola e fai riposare per un’altra oretta, come prima. Non appena l’impasto risulta raddoppiato trasferiscilo sul piano da lavoro leggermente infarinato. Dividi in 8 sfere e schiacciale con la punta delle dita fino ad ottenere dei filoncini lunghi circa 30 cm.

  3. Sulla metà di ognuno di questi spalma un po’ di pesto facendo attenzione a non sporcare anche le estremità. Quindi bagna leggermente i lembi e poi congiungi le parti della prima striscia, ottieni così un rotolino. Assicurati che siano ben chiusi i lembi altrimenti in cottura si apriranno. Fai così per tutti e ottini 8 bigoli

  4. Suddividili in coppie così da ottenerne 4. Intreccia i primi due bigoli formando un cordone e tenendoli abbastanza stretti, infine congiungi le estremità formando così una ciambella.

    Ciambelle al pesto, peccato di gola di giovanni 4
  5. Fai lo stesso con gli altri pezzi e trasferisci su una leccarda con carta forno. Copri con pellicola e fai riposare una decina di minuti. Approfitta di questo tempo per scaldare il forno, statico, a 180°. Spennella la superficie con un goccio di olio e aggiungi un po’ di semi di sesamo. Cuoci le ciambelle per circa 25 – 30 minuti e poi lasciale raffreddare completamente prima di farcirle con la mortadella.

    Ciambelle al pesto, peccato di gola di giovanni 5
  6. Ecco pronte le tue ciambelle al pesto, buon appetito!

    ricetta ciambelle al pesto, peccato di gola di giovanni 2

I consigli di Giovanni

  • Se vuoi creare un effetto ancora più scenografico, prima di chiudere a mo’ di ciambella, incidi superficialmente i bigoli, in questo modo otterrai un effetto variegato simile all’angel cake;
  • Al posto dei semi di sesamo puoi utilizzare quelli di papavero oppure dei semi di zucca;
  • Per la foto ho scelto di farcire le ciambelle al pesto con della mortadella, che ci sta benissimo, ma puoi scegliere quello che preferisci, salumi o formaggi, o tenerle senza ripieno oppure come centrotavola!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.