Pasta brioche

La prima volta che preparai la pasta brioche fu come amore puro! La magia di questo impasto lievitato, il suo profumo ma anche la sua spettacolare duttilità nel modificare ogni volta le sue vesti, passando abilmente dal dolce al salato, mi hanno stregato al punto da renderla una delle mie ricette preferite. Infatti, grazie alla pasta brioche, potrai sbizzarrirti anche tu a preparare le ricette più svariate. Tra i dolci sicuramente i cornetti per la colazione, classici o integrali, e persino fatti con il lievito madre per gli amanti delle preparazioni naturali. Mentre per gli indecisi basterà proporre le brioche bicolore così da chiarire ogni dubbio! E se da un lato abbiamo dato uno sguardo, soltanto ad alcune, delle preparazioni dolci ce n’è anche per quelle salate. Come la girella di brioche salata con lievito madre e l’irrinunciabile e scenografico panettone gastronomico!

Hai visto quante idee con un semplice impasto? La pasta brioche è magica, come ti dicevo. Per fortuna anche la sua preparazione non è di quelle impossibili. Certo, per come tutte le cose buone, ci vorrà un po’ di pazienza a causa della doppia lievitazione che è indispensabile per ottenere un prodotto di altissima qualità! Grazie a questi passaggi potrai ottenere un risultato incredibilmente soffice, perfetto per una pasta brioche che si rispetti.
Non vedo l’ora di mettere le mani in pasta per cominciare, e tu?

pasta brioche, peccato di gola di giovanni
  • Preparazione: 50 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni:
  • Costo: Basso

Ingredienti

Ingredienti per circa 925 g di impasto:

  • 500 g Farina 00
  • 200 g Latte intero
  • 75 g Burro
  • 55 g Uova ((circa 1 medio))
  • 20 g Tuorli ((circa di 1 medio))
  • 65 g Zucchero
  • 1 pizzico Sale fino
  • 7 g Lievito di birra secco ((25 g se fresco))

Preparazione

Preparazione della pasta brioche

  1. Per cominciare metti fuori dal frigorifero gli ingredienti freschi, lasciali per ameno 1 ora così diventeranno a temperatura ambiente. Realizziamo adesso la biga: in una ciotola capiente versa il latte e il lievito, poi lo zucchero e mescola. Dopodiché aggiungi 200 grammi presi dalla quantità di farina e impasta qualche minuto.

    pasta brioche, peccato di gola di giovanni 1
  2. Dovrai ottenere un impasto molle ma unito. Copri con pellicola la biga e lasciala lievitare ad una temperatura tra i 26° – 28° per un’oretta. Alla fine l’impasto sarà raddoppiato di volume.

    pasta brioche, peccato di gola di giovanni 2
  3. Aggiungi l’uovo e il tuorlo e impasta fino a farlo assorbire completamente, a questo punto dovrai iniziare a sbattere l’impasto. Quindi con la mano raccogli la pasta e sbattila contro la parete opposta, continua così per una decina di minuti.

    pasta brioche, peccato di gola di giovanni 3
  4. Ancora una volta la pasta sembrerà compatta e appiccicosa, quindi inizia ad aggiungere la farina un po’ alla volta, mescolando di continuo. Quando l’impasto avrà preso corda aggiungi il sale e continua ad impastare aggiungendo ancora un po’ di farina. Trasferisci il panetto sulla spianatoia e comincia ad inglobare il burro: un pezzetto alla volta mentre impasti.

    pasta brioche, peccato di gola di giovanni 4
  5. Come noterai potrebbe non essere necessaria tutta la farina indicata, perciò non aggiungerla mai tutta in un colpo ma un po’ alla volta, finché non avrai ottenuto una pallina morbida e compatta. Dai una piega di rinforzo, quindi piega i 4 lembi verso il centro: prima destra e sinistra, poi sopra e sotto. Infine forma una sfera e riponila nella ciotola. Copri con pellicola trasparente e lascia lievitare, come prima tra i 26° – 28° per un’oretta.

    pasta brioche, peccato di gola di giovanni 5
  6. Ecco pronta la tua pasta brioche non ti resta che utilizzarla per le tue creazioni.

I consigli di Giovanni

  • se per motivi di tempo preferisci far lievitare l’impasto per tutta la notte, basterà ridurre di 1/3 la quantità di lievito e arrivare fino alla seconda lievitazione poi la ciotola va riposta in frigorifero e il giorno dopo bisogna lasciarla acclimatare per un’oretta prima di ultimare la ricetta;
  • se preferisci puoi aromatizzare l’impasto con della vaniglia, della scorza di agrumi e persino delle spezie;
    ricorda che la pasta brioche è un impasto piuttosto neutro perciò, anche se prepari un salato, potrai lasciare invariata la quantità di zucchero al massimo ridurla a metà.

94 Comments

  1. CuciniAmo con Chicca

    wow!!! qunte belle e buone bontà!!! 😀
    ciao gio!!! buona giornata 😀 Chicca

  2. Ma per una che non è una mamma, tutte queste bontà non sono consentite? 🙁 Scherzo, tanto se qualcuno dice no, io me le prendo lo stesso, ahahahahahahha. Bacioni

    • Peccato di Gola

      @ Rossana, ha ha ha ma ovviamente quando me li sono preparati non stavo festeggiando la festa della mamma 😛 e ci mancherebbe! 😀 ha ha ha prendi prendi! Un bacione!

  3. tu mi prendi sempre x la gola!!^_^

  4. La Banda delle Forchette

    Ne è rimasta una per me? Complimentissimi!! Come sempre… ciao ciao e buona giornata!

  5. Giovanni solo passando dal tuo blog…si ingrassa…forse lo devo frequentare di meno? ah ah scherzo…ecco questa è una ricetta che voglio provare, per la verità ne conoscevo tante ma la tua mi convice al massimo !!! ti farò sapere !!!

    • Peccato di Gola

      @ Adele, ha ha ha ha ha ha ha carissima ma ingrassare solo con gli occhi non fa male 😀 ha ha ha! Fammi sapere, aspetto sempre la foto! :-***

  6. Buondì carissimo festeggi in anticipo la festa della mamma? ma quante buone golosità baci!

  7. Ma che meraviglia1!! beata la tua mamma, che stupenda colazione l’aspettava stamattina!!! spero che fra una decina d’anni anche il mio mi faccia questa sorpresa al mattino… bè, dato che porta il tuo stesso nome direi che siamo già a buon punto!!!

    • Peccato di Gola

      @ Sere, ha ha ha ha ha ha dai mandalo da me che gli spiego io come deve viziare una mamma! 😀 bacioni carissima!

  8. sabrinalivia

    voglio proprio provare la tua ricetta x consolarmi dall’esperimento negativo che ho fatto l’altro giorno provando la ricetta dei maritozzi che ho trovato sul giornale di Alice…non sono cresciuti x niente!!!!!!

    • Peccato di Gola

      @ Sabrina, mi spiace 🙁 a volte scrivono le ricette e non danno peso a quello che mettono dentro -.- può darsi ci sia un errore! Prova questa, ti garantisco che a me la pasta mi faceva dannare, la stendevi e lievitava di nuovo due minuti dopo 😀 ha ha ha!

  9. Io sono una mamma, ti avanza qualcosa? Grande Gio!

  10. Ciao Giovanni! Ma che idea carina hai avuto per la tua mamma! Piacerebbe anche a me una colazione così per questa festa – che per me quest’anno è la prima! Un abbraccio!

    • Peccato di Gola

      @ Kiarina, ce ne saranno tante 😀 non disperare! Nel frattempo approfitta, passa da me ne farò un po’ per te :-*

  11. ma sono una meraviglia!certo che trovare questi cornetti a colazione e’ come avere una marcia in piu’ per affrontare la giornata!

  12. Le ricette di Marina

    ma che buone!!!
    complimenti!!

  13. Buoni!!meglio di quelli del bar seconda me!:D

  14. Mamma mia….ma quante dolcezze! Innanzitutto complimenti alla mamma, io sono mamma a mia volta…e ho un mio “personale” pensiero…insomma i figli crescono e formano in famiglia la loro personalità…insomma le basi sono importanti…ma certo il discorso andrebbe allargato…ad ogni modo, è un grazioso pensiero, cosa c’è di più importante se non la famiglia?…e che buone queste brioche…devo riuscire a farle anche io così morbidose :-))

    • Peccato di Gola

      @ Tina, ma certo! Le basi sono importanti e i figli sono il “sunto” dei genitori! E io ogni tanto cerco di coccolarli con qualcosina in cucina 🙂 grazie! Un bacione! ps provala questa ricetta, mi farai sapere 😉

  15. ipasticcidicaty

    Mamma mia!!! Vorrei diventare la tua mamma 🙂 quella colazione a letto il top!!! Complimenti come sempre…un’aspetto fantastico ed immagino il sapore..li proverei con tutte le creme!!

  16. Ma che amore di figlio seiiiiiiiiiiiii…..ma una colazione ad un’amica non puoi prepararla…..Ciao bacioniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

  17. Giò, sei meraviglioso, di persone genuine come te ne ho incontrate (se incontrate si può dire) poche…invitanti questi cornetti, ne ho provati diversi tipi ma credo che questi abbiano una consistenza diversa…beata la mamma!Non è che vuoi trasferirti un pò da me? 😀
    Un bacione :*

    • Peccato di Gola

      @ Paola, ma grazie Paola, che belle parole 🙂 🙂 🙂 cmq ha ha ha ha se me ne vado mamma prende il terno al lotto! Sembro caro, ma sono l’opposto 😀 ha ha ha un bacissimo!

  18. ma sono favolosi! salvati…da fare subito (o meglio tra un pò che sono tornata dall’umbria alquanto incicciata 🙁 )

    • Peccato di Gola

      @ Paola, 😀 ma dai c’è tempo 😀 fammi sapere appena ti sei liberata! Un bacissimo cara

  19. si lo so non sono tua mamma e non sono nemmeno una mamma ma…..me ne offriresti una con crema chantilly?????sublimeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!! un bacione

    • Peccato di Gola

      @ Pam, amica mia ma certo! Sono anche per la mamma, mica solo per lei 😀 un bacione amica mia :-*

  20. Buon pomeriggio Giovanni :* vedo qui siamo tutta una banda di appassionati di Brioches! (ma che buoneeeee) le tue sono davvero favolose! bellissima anche la presentazione molto elegante e raffinata:) buona serata:*

    • Peccato di Gola

      @ Simona, 😀 ma si! Come resistere alla morbidezza delle brioche? 😀 grazie carissima sei gentile! Buona serata!

  21. vickyart

    che idea per la mamma! la colazione al letto mi piace 🙂 devo fare anche io dei cornetti sofficiosi da riempire!! bravissimo!! meno male che è andata bene l’impasto 🙂 ciaooooo

    • Peccato di Gola

      @ Vicky, e come poteva andare male con la tua ricetta? 😀 grazie ancora! Un bacione amica mia :-*

  22. Maddalena & Manuela

    We love pasta brioche!!!!!! Stupendi questi cornetti!

  23. *___________________________________________________*

  24. Ilaria&Chiara

    E per due sorelle non va bene?!!?!?!? Solo per la mamma?!?!?! ahahahahah….buonissimi questi cornetti….bravooo!!! bacioni grandi grandi!

    • Peccato di Gola

      @ Ilaria & Chiara, ha ha ha ma certo che vanno bene anche per voi 😀 un bacione carissime grazie! :-*

  25. Domattina sono prenotata per una colazione da te!!! 😛

    2 cornetti per me!!! 😛

  26. Bravissimo come sempre, presentazione molto professionale, baci da Rimini, Giancarla

  27. Belissimi e buonissimi questi cornetti, appena posso rubo la ricetta, mi ha incuriosita, semplice facile esecuzione ma di ottimo effetto ciaoooo

  28. Mi hanno consegnato un premio , da ridare 🙂 E ovviamente ho pensato a te, sei specialissimo :* vai nel mio blog e c’è un premio per te 😉

  29. Valentina

    Con una colazione così la mamma mi sviene Gio 😉 Una delizia, iniziare la giornata così è il massimo..complimenti perchè ti son venuti benissimo..e ovviamente lo sai che dopo questa aspetto che m’inviti per fare colazione insieme :DDDD
    Tanti bacioni, buona serata carissimoooo!! :DDD SMACKKK!!

    • Peccato di Gola

      @ Vale, ha ha ha carissima ma sai che piacere sarebbe averti a colazione? Anche se secondo me ci vuole proprio una bella cena, in quelle tavolate da 10 – 15 persone che ogni tanto organizzo 😀 ci si diverte e si mangia tantissimo! Ciao tesoro :-***

  30. Le Ricette di Tina

    che precisione!!son perfetti bravissimo!!!!!devo provarlo anch’io quest’impasto!!ciaooo

  31. woooow Gio che bei cornettoni gigantiii!! 😀 secondo me sono talmente buoni che non sopravviverebbero al tragitto cucina – letto della mamma!! 😀 😀 un bacione, notte! 🙂

    • Peccato di Gola

      @ Caro, ha ha ha ha ha in effetti… le conviene fare una corsa in cucina altrimenti come sono fatto io, me li pappo tutti 😛 ciao carissima :-*

  32. Spettacoloooooo!!!! Passo la ricetta a marito e figlia e pretendo questi cornetti il giorno della festa della mamma!!!!
    Seeeeeeee, magariiiiiii!!!!!! ^__________^
    Un bacione grrrrrrandeeeeeeee!!!!!!!

    • Peccato di Gola

      @ Lory, ha ha ha poverina! Beh stampagliela, schiaffaci su qualche smile e dici che li vorresti 😀 sono sicuro che te li preparano 😀 ciao carissima!

  33. la cucina di Vane

    bravo Giovanni!!! che golosità questi cornetti e soffici soffici!!!ciaoooo!!

  34. miracucina

    Queste briochine piacerebbero anche a me per colazione! Bravissimo Giovanni, come sempre 😛

  35. Marylu Creazioni

    Che fame mi fai venire Giovanni, è l’ora del te e una ci starebbe proprio bene. Passo a prenderne una così ci facciamo una bella chiacchierata! Un abbraccio:-)

  36. Te lo concedo… sono spettacolari! Dovrò decidermi a postare anche i mieiiiii!!!! Bacione!

  37. GIOVAAAAAAAAAA!!! HO BISOGNO DI TE! Ho prelevato il contest dal tuo sito ma non riesco a metterlo nella homa page del mio, come si fa???? Scusa sono troppo scarsa!!!! Un bacino buona giornata. Vera

  38. a me le briosches non sono mai piaciute… ma conoscevo solo quelle dei bar e delle pasticcerie! ho cambiato idea! vedendo le tue morbidose briosches mi viene voglia non solo di mangiarle ma di provare a farle io stessa! grazie anche per la tua spiegazione minuziosa e chiara del procedimento! foto perfette!

    complimenti !!!!
    ciao

    • Peccato di Gola

      @ Maria Elena, ti ringrazio 🙂 mi trovi d’accordo. Quelle da bar spesso sono anche crude in corpo, perchè l’alta temperatura le fa arricciare subito e non le cuoce dentro. Questa sono morbidissime e ti vien voglia di mangiarne almeno un paio 😀 ciao e grazie!

  39. Queste nino le avevo viste!!!! Dio che meraviglia

  40. sono fantastici Giovanni…beata la tua mamma ^_^

  41. buoni buoni buonissimi!!! bravo carissimo ^^

  42. Giovanni come sono buoni ho salvato la ricetta li farò sicuramente bravo
    margherita

  43. I sognatori di Cucina e nuvole

    Giovanni, mi vuoi davvero male…stai facendo dei dolci tentatori che mi fanno andare in visibilio!

  44. Che delizia queste brioches le mangerei anche adesso! Un bacione

  45. Ciao 🙂 quanti cornetti ti sono usciti con queste dosi di impasto? 🙂

    • Peccato di Gola

      @ Alice, ciao sai dipende molto dalla grandezza. All’incirca 20, calcola poi che più piccoli li fai più aumentano, e viceversa 😉

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.