Bocconotti calabresi “buccunotti” tipici di Amantea

I bocconotti calabresi “buccunotti” questo è il vero nome, sono dei dolci tipici calabresi, sono usati in tutte le feste, Natale, battesimi, cresime, compleanni, matrimoni compresi e altro ogni occasione è buona per consumare questi dolci dal sapore unico. Il sapore del cioccolato legato alle mandorle e alla cannella rende veramente invitanti i bocconotti calabresi. La frolla è fatta rigorosamente con lo strutto e le mandorle, possibilmente, bisogna usare quelle calabresi. Ci sono tanti tipi di bocconotti, anche in altre regioni italiane, ripieni con marmellata o creme varie, ma questi bocconotti calabresi sono tipici di Amantea un paese della Calabria Tirrenica che tra le sue bellezze naturalistiche e paesaggistiche annovera, anche, diverse ricette tipiche tra cui la Frittata di pasta. I bocconotti sono dei dolci di forma ovale che viene data dalle formine di metallo ondulate

Bocconotti calabresi

I Bocconotti “buccunotti” dolci di pasta frolla con il cuore di cioccolato e mandorle

Ingredienti per la pasta esterna (Con questa dose vengono 45/50 bocconotti)

  • 750 gr farina 0
  • 1 uovo intero e 5 tuorli
  • 200 gr strutto
  • 250 gr di zucchero
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1/2 bicchiere di latte

Ingredienti per il ripieno

  • 300 gr zucchero
  • 125 ml d’ acqua
  • 125 ml latte
  • 300 gr di mandorle leggermente abbrustolite e macinate
  • 100 gr cioccolato fondente
  • 1/2 busta di cacao amaro (circa 40 gr)
  • 1/2 bustina di cannella ( 1 cucchiaio raso)
  • 5 chiare d’uovo
  • Formine per bocconotti di metallo a forma ovale ondulati
  • 50 gr zucchero a velo per guarnire

Procedimento

Per prima cosa preparate il ripieno
Macinare grossolanamente le mandorle abbrustolite.
Montare le chiare d’uovo a neve lasciandole morbide
Versare l’acqua, il latte e lo zucchero in una pentola e fare sciogliere a fuoco basso, ma mano aggiungere tutti gli altri ingredienti, quando sono tutti ben sciolti (attenzione non devono bollire) spegnere il fuoco e piano, piano aggiungere i bianchi d’uovo montati a neve morbidi, otterrete una crema un pò granulosa per via delle mandorle tritate.
Preparare la frolla per l’esterno
Setacciare la farina su una spianatoia mescolarvi lo zucchero, fare la fontanella al centro aggiungere lo strutto, le uova, il lievito sciolto in ½ bicchiere di latte, impastare velocemente e mettere a riposare in u tovagliolo umido o nella pellicola.
Nel frattempo che il ripieno diventa freddo, con un pennello imburrare e infarinare le formine.
Stendere la pasta con il mattarello abbastanza spessa circa 3 mm, si può usare la nonna papera al n°1.
Tagliare dei rettangoli, coprire le formine togliendo la pasta in eccesso sui bordi, riempire le formine con un cucchiaio di ripieno , ricoprire la parte superiore con altri pezzetti di sfoglia , chiuderli bene con le dita togliendo, sempre, la pasta in eccesso sui bordi, utilizzare i ritagli impastandoli velocemente per altri bocchinotti.
Cuocere a forno preriscaldato a 170° per 25/30 minuti, devono essere appena dorati, non devono diventare scuri, aspettare che siano tiepidi e togliere dalle formine, sistemarli su dei vassoi e spolverare con zucchero a velo.

Bocconotti calabresi "buccunotti" file_5519bc8521deb

Scoprite le mie ricette cliccando Qui 

Per le foto cliccate Qui

Se vi piacciono le mie ricette venite a trovarmi nella mia pagina facebook  mettete mi piace e spuntate ricevi le notifiche, mi trovate anche su Twitter. Pinterest  Google + Linkedin

 

 
Precedente Crema pasticcera al limone Successivo Treccia Pasquale

28 thoughts on “Bocconotti calabresi “buccunotti” tipici di Amantea

    • incucinaconmire il said:

      Magari si assomigliano siamo sempre nel Sud e molte ricette pur con le varianti sono simili .. grazie per essere passata a trovarmi.

  1. Arianna il said:

    Ciao! La tua ricetta mi ha incuriosito tantissimo perchè ho sempre adorato questi dolcetti quando da piccola andavo ad Amantea. Vorrei provare a seguire la tua ricetta per riprodurli solo che volevo chiederti a quanti grammi si riferiscono le dosi del cacao amaro e della cannella perchè al supermercato trovo varie misure…. grazie mille e complimenti per i tuoi dolci! 🙂

    • incucinaconmire il said:

      Ciao, Arianna grazie perché apprezzi le mie ricette e il solo sapere che ti ho fatto ricordare Amantea è una cosa bella. Hai ragione in commercio ci sono varie misure e pesi e cosi ho modificato le dosi e ho messo la quantità giusta, comunque per il cacao intendo 1/2 busta da 75 gr e per la cannella intendo una bustina di quelle piccole, ma basta che ne metti un cucchiaio raso e 35/40 gr di cacao e ti verranno bene. Grazie e spero di esserti d’aiuto 😀

      • Arianna il said:

        Ciao e grazie mille per le dosi esatte! Ieri ho sfornato i bocconotti seguendo passo passo la tua ricetta e sono venuti squisiti, il loro sapore mi ha davvero riportato indietro a quando ero piccola, era tantissimo che non li mangiavo e ti ringrazio tanto per aver pubblicato questa ricetta sicuramente azzeccata. Continuo a seguirti perchè ci sono tantissime ricette che voglio provare e grazie ancora per la tua gentilezza! 🙂

        • incucinaconmire il said:

          Ciao Arianna e grazie, sono contenta della riuscita dei bocchinotti di averti portato alla mente tempi passati,e grazie per i tuoi apprezzamenti, che non possono farmi che felice!!! 😀 Torna quando vuoi 😉

  2. Ultima domanda ,dopo che si aggiungono gli albumi montati a neve ,il composto si deve rimettere sul fuoco per addensarsi ?
    . Grazie mile per le delucidazioni

  3. Annunziato il said:

    A proposito di buccunotti, ci terrei a precisare che il vero nome di quel dolce è Bocconotto di Amantea e non calabresi. Se vi capita di fare un giro per la Calabria potete constatare che in tutte le località calabresi i bocconotti sono fatti con le varie marmellate e da qualche posto anche con la mostarda. La ricetta con cioccolato , cacao, cannella, chiodi di garofano e mandorle tostate e tritate è prettamente di Amantea. Quindi, se non vi dispiace , vi chiedo di cambiare il vostro titolo da buccunotti calabresi a Bocconotto di Amantea. Tanto sia al fine di dare la giusta paternità ad un prodotto, e sia per dare una corretta informazione al vostro pubblico. Grazie.

    • Grazie del suggerimento, comunque. anche. se non l’avevo scritto nel titolo l’ho spiegato chiaramente nell’articolo che questi “buccunotti” sono tipici di Amantea, diversi dai soliti ripieni di marmellata. Forse le è sfuggito, ha letto l’articolo o si è fermato al titolo? Ho accolto il suo suggerimento e ho aggiunto, anche, nel titolo che sono di Amantea, spero di averla accontentata. A proposito io sono calabrese e abito in Calabria, conosco bene Amantea le sue caratteristiche e anche molti suoi abitanti.

Lascia un commento