Crea sito

Gnocchi alla barbabietola rossa e ricotta

Gli Gnocchi alla barbabietola rossa e ricotta sono un delizioso primo piatto molto particolare ed invitante soprattutto nell’aspetto.

Io adoro la barbabietola rossa o detta anche Rapa!!! E utilizzandola in cucina sfatiamo davvero il mito che le Rape non sanno di nulla.

In realtà si non hanno un sapore particolare…quelle cotte restano di certo molto più dolci ma crude sono neutre.

Nonostante ciò,le barbabietole rosse hanno una marcia in più…sono super ricche di ferro e quindi perfette per chi ha carenza .

Al di là di questo le barbabietole rosse possono essere utilizzate sia cotte che crude…nelle insalate…nei dolci…e perchè no…anche nella pasta.

Non è la prima volta che faccio gli Gnocchi di ricotta e quindi oggi vi propongo la versione colorata.

Gli Gnocchi alla barbabietola rossa e ricotta sono davvero ottimi, gustosi e non necessitano di un grande condimento…un burro e salvia può andare più che bene…o come in questo caso con fiori di zucca e pomodorini.

Ma veniamo alla ricetta.

Gnocchi alla barbabietola rossa e ricotta

Gnocchi alla barbabietola rossa e ricotta, dose per 3 persone

  • 200 gr di ricotta
  • 170 gr di barbabietola rossa cotta
  • 220 gr di farina (+ quella per la lavorazione)
  • 1 pizzico di sale
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • 15 fiori di zicca
  • 10 pomodorini ciliegina
  • 30 gr di capperi
  • 10 olive nere denocciolate
  • 2 cucchiai di olio
  • 1 scalogno

Fare gli Gnocchi alla barbabietola rossa e ricotta è molto semplice.

Mettiamo in una ciotola la ricotta e la barbabietola tagliata a tocchetti e con un frullatore ad immersione riduciamo il tutto in una crema fluida.

Aggiungiamo un pizzico di sale, il parmigiano grattugiato e la farina.

Impastiamo il tutto ottenendo una palla ben solida che andremo a far riposare 15 minuti in frigo.

Nel frattempo prepariamo il condimento.

In un tegame affettiamo finemente uno scalogno, aggiungiamo i pomodorini lavati e tagliati in 4, le olive fatte a rondelle, i capperi e due cucchiai di olio.

Facciamo saltare il tutto a fiamma molto alta per 5 minuti circa.

Laviamo accuratamente i fiori e tagliamoli a listarelle. Aggiungiamoli nel tegame insieme ad una tazzina di acqua e lasciamoli appassire per altri 5 minuti.

Aggiustiamo di sale, pepe e spengiamo.

Riprendiamo ora il nostro impasto, rovesciamolo su di un piano infarinato e andiamo a formare i nostri gnocchi prima facendo dei cordoncini e poi le chicche.

Lessiamo questa delizia in abbondante acqua salata facendoli cuocere 5 minuti dall’inizio del bollore e una volta scolati saltiamoli nel nostro condimento.

I nostri deliziosi Gnocchi alla barbabietola rossa e ricotta sono pronti per essere presentati a tavola.

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

 

Gnocchetti al cacao con diamantini e pachino

Gli Gnocchetti al cacao con diamantini e pachino è un primo piatto molto singolare. Qualcuno di sicuro leggendo gnocchetti al cacao si sorprenderà dell’impasto particolare. Eppure la pasta al cacao non solo si vende ma credetemi costa cara. Lo scorso week end all’eurochocolate ce ne era di tutti i tipi ed ero ben intenzionata a comprarla se non me ne fossi dimenticata. Così ho deciso di provare a fare questi gnocchetti tra l’altro senza uova.

Il cacao oltre a rendere l’impasto molto asciutto, sprigiona in realtà il suo profumo soltanto nella cottura…quasi sembra che si stia facendo una crema…ma poi la pasta resta di un gusto si particolare ma non alterato. Ovviamente non bisogna metterne molto…l’importante è dare colore e aroma.

Come vi accennavo questi gnocchetti sono detti anche a sassetto perchè fatti solo con acqua bollente farina cacao..senza uova e senza patate, restano quindi davvero leggeri.

Per il condimento ho voluto appositamente creare un effetto cromatico…e così ancora una volta mi è stata d’aiuto la mia amica de La Dispensa del Lago e i suoi diamantini.

I diamantini o cannellini sono fagioli piccoli piccoli…da questo il nome di diamantini . Le loro proprietà sono quelle dei fagioli in generale quindi ricchi di fibre e proteici, ma il loro gusto è molto più dolce e anche se richiedono comunque il tempo di ammollo si cuociono abbastanza velocemente…anzi…bisogna stare attenti per la loro delicatezza.

L’abbinamento comunque mi è piaciuto e visto il contenuto proteico dei fagioli gli Gnocchetti al cacao con diamantini e pachino non può che essere un piatto completo.

E allora veniamo alla ricettina.

Gnocchetti al cacao con diamantini e pachino

Gnocchetti al cacao con diamantini e pachino, dose per due persone

  • 300 gr di acqua
  • 270 gr di farina di grano duro
  • 30 gr di cacao amaro
  • 1 pizzico di sale grosso
  • 100 gr di diamantini secchi
  • 150 gr di pachino
  • rughetta q,b
  • olio

Fare gli Gnocchetti al cacao con diamantini e pachino, non è difficile…solo richiede più tempo.

Innanzitutto per i fagioli se compriamo quelli secchi mettiamoli una nottata in ammollo, dopodichè lasciamoli cuocere per circa 40 minuti in acqua fredda aggiungendo un pizzico di sale solo a fine cottura. Quindi spengiamoli e teniamoli da parte.

Passiamo alla pasta che possiamo fare benissimo di mattina e cuocerla al momento.

In un pentolino capiente mettiamo 300 gr di acqua e un pizzico di sale grosso. Quando raggiunge il bollore versiamo tutta insieme la farina setacciata unitamente al cacao, giriamo velocemente e spengiamo continuando a mischiare il tutto. Otterremo un impasto granuloso, sembra che servi altra acqua ma va bene così. Rovesciamo quindi l’impasto su di un piano infarinato e soffiando sulle mani 😀 ( perché scotta) lavoriamolo ottenendo una bella palla liscia ed omogenea.

A questo punto non resta che staccare dei pezzetti, allungarli a cilindro e poi tagliarli per formare i nostri gnocchetti al cacao simili appunto a dei sassetti.

Il più è fatto.

Prepariamo il condimento. In un tegame ben capiente tagliamo 150 gr di pomodorini pachino maturi in 4, aggiungiamo del prezzemolo, un filo di olio, un pizzico di sale e facciamo saltare il tutto a fuoco vivace, aggiungiamo quindi i nostri diamantini scolati e lasciamo ancora insaporire per qualche minuto.

Nel frattempo lessiamo gli gnocchetti al cacao in abbondante acqua salata facendoli cuocere 2/3 minuti dalla ripresa del bollore.

Quindi scoliamoli e mantechiamoli nel nostro condimento.

Bene, il nostro delizioso e cromatico primo piatto è pronto…non resta che presentarlo magari aggiungendo della rughetta alla base di ogni piatto sia per un maggiore effetto cromatico, sia per un maggior equilibrio tra i sapori.

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

.

Gnocchi di ricotta al pomodoro fresco.

Gli gnocchi di ricotta è un primo piatto molto alternativo delizioso e davvero non mi aspettavo fosse così buono. Sapete quando c’è quella ricetta che sta li ferma…la vuoi provare ma hai paura di sbagliare. Ma arriva poi quel giorno in cui dici…ok…se viene male…non la faremo più. Ovvio che se sto qui a scrivere è perché non solo li ho  provati ma sono strepitosamente buoni

Io amo gli gnocchi di patate da morire…semplici, con le verdure…anche solo lessi…ma la mia dolce metà non li adora più di tanto. E infatti quando li ha visti ha fatto uno dei suoi commenti…poi però l’ho rassicurato e devo dire che anche a lui sono piaciuti tantissimo. La mia maggior paura è che la ricotta tendesse ad ammorbidire troppo l’impasto…o che cuocendosi si riducessero a pappa. Non è successo nulla di tutto ciò, l’impasto si è attirato una giusta dose di farina, e nella cottura sono rimasti ardenti. Tra l’altro li ho fatti anche un’oretta prima di essere cotti…e non hanno subito variazioni.

Quindi sono proprio entusiasta di condividere con voi questo gustoso primo piatto.

Gnocchi di ricotta al pomodoro fresco.

 

Gnocchi di ricotta, dose per due persone.

  • 250 gr di ricotta
  • 200 gr di farina (+ 50 gr di farina per la lavorazione)
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di noce moscata

Fare gli gnocchi di ricotta è molto semlici e vi assicuro che anche chi non ha molto dimistichezza con questo tipo di preparazione ci riuscirà benissimo.

Io per farina ho usato quella di Kamut..e la ricotta una normale ricotta commerciale.

Setacciamo su di un piano 200 gr di farina, mettiamo al centro la ricotta, l’uovo, un pizzico di sale e di noce moscata e iniziamo ad impastare gli ingredienti fino a formare un bel panetto liscio. Aiutiamoci ovviamente mano a mano con altra farina per evitare che l’impasto si appiccichi alle mani e al piano di lavoro.

A questo punto lasciamo riposare il panetto per 10 minuti coperto con una tovaglietta di cotone.

Ora formiamo,  staccando dei pezzettini d’impasto , dei cordoncini e con un coltello affilato andiamo a formare i nostri gnocchi di ricotta.

Mano a mano che li facciamo possiamo disporli su un vassoio avendo però cura di infarinarli e di lasciarli larghi.

Il più è fatto. Non ci resta che lessare i nostri gnocchi in acqua salata portata a bollore  in una capiente pentola insieme ad un cucchiaio di olio. Quando i nostri gnocchi tornano tutti su, lasciamoli cuocere per un altro minuto, dopodiché scoliamoli con l’aiuto di una schiumarola e gustiamoli come meglio ci piace.

Sono davvero semplici e veloci. Il condimento…fate a vostro gusto…io ho fatto un semplice sugo con del pomodoro fresco…ma qualsiasi condimento è perfetto!!!

Di certo un bel piatto unico.

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora segui i miei aggiornamenti su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Le mie ricette sono anche su Manjoo

 

 

Gnocchetti acqua e caffè.

Gli gnocchetti acqua e caffè è un primo piatto particolare. Immagino che già qualcuno storce la bocca a sentire “caffè” come ingrediente per la pasta…eppure non è così perché se ovviamente dosato bene otteniamo un impasto leggermente aromatizzato al caffè e quindi un primo piatto diverso, delicato e molto gustoso. Io già sto pensando a ricavarne dei ravioloni..ci pensavo mentre facevo gli gnocchetti…era troppo tardi altrimenti li avrei  fatti. Ormai gli gnocchi con solo acqua e farina sono i miei preferiti, restano leggeri e veloci da fare. Comunque ho preso spunto da una ricetta ma modificandola a mio piacimento. Ho evitato di fare il classico impasto all’uovo, ho aggiunto dello zenzero e per condimento ho usato qualche cucchiaio di ricotta. Insomma…davvero unici. Ecco allora la ricettina da fare al momento.

Gnocchetti acqua e caffè 2bis

 

Gnocchetti acqua e caffè. Dose per 2/3 persone

  • 330 gr di acqua
  • 20 gr di caffè espresso
  • 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 350 gr di farina di grano duro
  • sale

Per il condimento

  • 100 gr di ricotta
  • 2 cucchiaini di pecorini
  • granella di nocciole
  • prezzemolo tritato

Innanzitutto prepariamo il caffè. Io ne ho messi 20 gr ma se volete un sapore molto più deciso potete arrivare anche a 40 gr diminuendo con l’acqua. In una pentola mettiamo quindi l’acqua, il caffè, un pizzico di sale grosso, 1/2 cucchiaino di zenzero e mettiamo sul fuoco. Quando raggiunge il bollore versiamo tutta insieme la farina, giriamo velocemente e spengiamo continuando a mischiare il tutto. Otteremo un impasto granuloso, sembra che servi altra acqua ma va bene così. Rovesciamo quindi l’impasto su di un piano infarinato e soffiando sulle mani 😀 ( perché scotta) lavoriamolo ottenendo una bella palla liscia ed omogenea. A questo punto non resta che staccare dei pezzetti, allungarli a cilindo e poi tagliare per formare i nostri gnocchetti acqua e caffè.  Il più è fatto. Possiamo ora lessarli in abbondante acqua salata, 5 minuti da bollore, Passiamo nel frattempo al condimento. In una pirofila mettiamo la ricotta, 2 cucchiaini di pecorino, 1 pizzico di pepe e amalgamiamo bene il tutto . Versiamoci i nostri gnocchetti e serviamo caldi distribuendo sopra ogni piatto un po’ di granella di nocciole e del prezzemolo. Ovviamente il condimento potete variarlo…questo vi assicuro che è davvero ottimo.

Spero mi darete soddisfazione nel provarli…se poi volete seguire i miei aggiornamenti allora non perdetemi su facebook sulla mia pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

A presto!!!

 

Gnocchetti acqua farina e pistacchio.

Gli gnocchetti acqua farina e pistacchio è di sicuro un primo piatto originale. Come già mi è capitato per altre ricette fatte non dico di mia invenzione ma di sicuro perché non riprese dal web, anche questi gnocchetti acqua farina e pistacchio li ho rubati con gli occhi in un ristorante. Li ho mangiati ed erano così delicati e buoni che non ho potuto non rifarli. Ho provato a vedere se trovavo nel web una ricetta per regolarmi con le proporzioni ma non ho trovato nulla e così ho fatto di testa mia. Devo dire davvero eccezionale, facili nel farli e gustosi.

Ecco quindi a condividere con voi la mia ricettina.

Gnocchetti acqua farina e pistacchio

Gnocchetti acqua farina e pistacchio, dose per due persone

  • 200 gr di farina
  • 50 gr di pistacchi non salati
  • 250 gr di acqua
  • 1 pizzico di sale

Fare i gnocchetti acqua farina e pistacchio è estremamente semplice, e le dosi sono precise non aggiungete altra acqua. I pistacchi si trovano anche già in farina. Comunque procediamo. Innanzitutto appunto tritiamo a farina i pistacchi e mescoliamoli a 200 gr di farina. A questo punto in un pentolino portiamo ad ebollizione 250 gr di acqua. Quando bolle aggiungiamo 1 pizzico di sale grosso, spengiamo e aggiungiamo tutta in una volta la farina girando velocemente con un cucchiaio di legno per fare si che assorba tutta l’acqua. L’acqua vi sembrerà poca perché otterrete un impasto asciutto ma va bene così. Trasferiamo ora il composto su di un piano infarinato e lavoriamolo per formare un bel panetto. Ci vorranno pochi minuti. Ora formiamo un unico salsicciotto, tagliamolo in tanti pezzi e allunghiamo ognuno dei pezzi formando dei lunghi cilindri. Una volta finito l’impasto, tagliamo i cilindri formando appunto dei gnocchetti. Naturalmente sia mentre allunghiamo la pasta che quando facciamo gli gnocchetti, spolverizziamo con della farina in modo tale che non si attacchino tra loro. Vi assicuro che più di 15 minuti non ci vogliono per farli 😛

Ora cuociamo i nostri gnocchetti in acqua bollente e salata per circa 5/6 minuti e condiamoli a nostro piacimento senza far mancare sopra ogni piatto una spolverizzata di pistacchio.

Io li ho abbinati ad un sughetto leggerissimo di solo pomodoro, neanche tanto solo per colorarli e sono stati favolosi!!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Seguimi sulla pagina Facebook Il Grembiulino Infarinato di Ale per non perdere gli aggiornamenti.

Ah dimenticavo…potete prepararli anche in anticipo!!!

 

Chicche di zucca al profumo di bosco

 

Le Chicche di zucca al profumo di bosco sono un primo piatto delicato ma allo stesso tempo gustoso che non possiamo non fare proprio ora in autunno e proprio ora sotto Halloween. Non sono difficili affatto ma dovete comunque avere un po’ di pazienza e verrete senz’altro ripagate dal loro gusto.

Tra le tante ricette che ho avuto modo di prendere in esame alla fine ho scelto quella che non prevede affatto l’uso delle patate…quindi Chicche di zucca al profumo di bosco davvero allo stato puro.

Sicuramente il loro colore le rende di grande effetto a tavola e per quel che riguarda il condimento fate pure voi. Semplici con burro e salvia oppure con un misto funghi che ben si addice al tema autunnale. Veniamo dunque alla ricetta.

Chicche di zucca al profumo di bosco

Chicche di zucca al profumo di bosco, dose per tre persone

  • 500 gr di zucca pulita
  • 250 gr di farina 0
  • 1 uovo
  • sale
  • noce moscata
  • 300 gr di misto funghi

Prendiamo la zucca, puliamola bene dai filamenti, togliamo la buccia e tagliamola a pezzi o a fettine non molto sottili.

Adagiamola su una placca ricoperta da carta da forno e inforniamo in modalità ventilata a 200 gradi per circa 20/25 minuti o comunque fino a quando non la sentiamo molto morbida.

A questo punto facciamola raffreddare.

Nel frattempo prepariamo il condimento.

In un tegame mettiamo senza far soffriggere nulla un pacchetto di misto funghi, condiamo con olio, sale , pepe, copriamo e lasciamoli cuocere.

Riprendiamo ora la zucca per le nostre Chicche di zucca al profumo di bosco, e tritiamola o in un mixer oppure con un passaverdure ottenendo quasi una purea.

Su di un piano setacciamo la farina, al centro mettiamo la zucca, l’uovo leggermente battuto, un pizzico di sale, uno di noce moscata e impastiamo con le mani ottenendo un’ impasto bello consistente.

Formiamo i tipici cilindri e tagliamoli a tocchetti trasferendoli mano a mano in un vassoio ben capiente ed infarinato

Non resta  che lessare le nostre Chicche di zucca al profumo di bosco in abbondante acqua salata per 10 minuti…scolarle e condire a nostro piacere…in questo caso con il misto funghi.

Non essendoci la patata non restano morbide ma belle sode…e sono ottime così.

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter!!!

 

 

Gnocchetti verdi agli asparagi e speck croccante.

Gnocchetti verdi con asparagi e speck croccante

 

Gnocchetti verdi agli asparagi e speck croccante,ditemi voi se gia’ dal nome non viene voglia di mangiarli. Di sicuro tra tutti i primi piatti al top del top dei miei preferiti ci sono i gnocchi di patate…li amo…li adoro…in tutte le salse…e’ quella cosa alla quale mai e poi mai saprei rinunciare…ma purtroppo mio marito non li ama…e allora non li faccio spesso pero’ ogni tanto divento egoista 😀 .Ricordo che quando li faceva mamma erano piu’ quelli che mangiavo mentre si cuocevano che quelli che andavano a finire nel mio piatto.  Questi appunto che vi presento sono gnocchi di patate nel cui impasto ho messo gli spinaci…e visto che siamo in primavera inoltrata ho deciso di condirli con degli asparagi e renderli piu’ gustosi con dello speck croccante. E’ un primo piatto molto ma molto sfizioso e gustoso…di certo un po’ ci vuole a farli pero’ ne vale la pena…Per quanto riguarda le dosi ho fatto un po’ di testa mia perche’ comunque e’ uno di quegli impasti che devi materialmente fare per regolarsi bene. Io penso di essere stata abbastanza precisa e mi sono venuti bene…ottimi…forse l’unica cosa che cambierei se volete e’ utilizzare la farina giallina di grano duro che tende a renderli piu’ sodi.

Gnocchetti verdi agli asparagi e speck croccante, dose per due persone.
  • In genere si calcolano 2 patate a persone…quindi:
  • 4 patate medie. (credo siano circa 600 gr)
  • 500 gr di spinaci crudi
  • 250 gr (circa) di farina
  • 1 uovo
Per il condimento:
  • 250 gr di asparagi
  • 2 fettine di speck tagliato sottile.
  • 5/6 ciliegine
  • 1 scalogno
  • olio
  • sale

Iniziamo col lavare bene le patate, mettiamole quindi in una pentola con acqua fredda , copriamo e portiamo a bollore facendole quindi cuocere per circa 40 minuti. Saranno pronte non appena la forchetta s’infilzera’ bene o inizieranno a spaccarsi. A questo punto quindi spengiamo , sbucciamole e passiamole nello schiacciapatate per ben due volte in modo tale che vengano piu’ raffinate. lasciamole raffreddare.

Prendiamo ora gli spinaci, puliamoli, laviamoli e mettiamoli in un tegame gocciolanti, aggiungiamo un pizzico di sale grosso, copriamo e lasciamoli cuocere per una ventina di minuti. Non c’e’ bisogno di aggiungere acqua…Quando saranno ben appassiti scoliamoli e una volta tiepidi strizziamoli bene in modo tale da non farli restare acquosi. Io mi aiuto con lo schiacciapatate. Dopodiche’ tagliuzziamoli finemente magari possiamo aiutarci con un tritatutto. Mettiamo da parte. Visto che gli gnocchi vanno fatti in prossimita’ del pranzo procediamo con il condimento.

Laviamo gli asparagi, raschiamo il fusto e tagliamoli a rondelle sottili lasciando pero’ la punta intera. Prendiamo quindi lo scalogno, tagliamolo finemente e mettiamolo in un tegame antiaderente insieme ai pomodorini tagliati in 4 e poco olio…3 cucchiai sono piu’ che sufficienti. Aggiungiamo anche 2 o 3 cucchiai di acqua e mettiamo sul gas in modo tale che lo scalogno e i pomodorini appassiscano senza soffriggere. Aggiungiamo quindi gli asparagi, saliamo, pepiamo, aggiungiamo un bicchiere di acqua e copriamo con un coperchio lasciando cuocere lentamente. Ci vorra’ all’incirca una mezz’oretta e lasciamo il condimento non asciutto in modo da poter condire i nostri Gnocchetti verdi agli asparagi e speck croccante.

Bene…cominciamo a fare gli gnocchi…che a me hanno insegnato a farli proprio in prossimita’ dell’ora di pranzo altrimenti tendono ad ammorbidirsi troppo.

Prendiamo la farina e al centro mettiamo le patate e gli spinaci e iniziamo ad amalgamare bene in modo che tutti gli ingredienti si uniscano. Aggiungiamo un uovo e continuiamo a lavorare l’impasto aiutandoci sempre con un po’ di farina. La consistenza deve essere intermedia…non morbida…non dura. Vi ripeto queste sono le dosi che mi ci sono volute ma a volte dipende da quanto avete strizzato bene gli spinaci percio’ potrebbe accadere che vi necessiti altra farina.

Ora stacchiamo piccoli pezzetti…allunghiamoli a cilindro, infariniamoli e ricaviamone gli gnocchetti. Mettiamoli in un vassoio a aggiungiamo ancora un po’ di farina per non farli attaccare tra loro. Nel frattempo mettiamo sul fuoco una pentola con abbondante acqua e quando raggiunge il bollore saliamola e versiamo gli gnocchi, giriamoli per non farli attaccare al fondo e copriamo in attesa che tornino su. A questo punto lasciamoli cuocere per altri 5/6 minuti girandoli di tanto in tanto. Scoliamoli e versiamoli nel tegame con il condimento. Lasciamoli mantecare e nel frattempo riduciamo lo speck in sottili listarelle, mettiamole in un padellino e facciamole rosolare. Non ci resta che impiattare e decorare con lo speck croccante.

Che ne dite??? Si possono fare? Certo chi si cimenta a fare gli gnocchi di patate per la prima volta potrebbe sembrare un’impresa ardua ma in realta’ non sono difficoltosi…una volta si dovra’ pur iniziare no???

Ora pero’ devo essere sincera…vi assicuro che cosi’ sono buoni ma io li amo proprio con un semplice sughetto 😛 …in ogni caso…buon appetito e aspetto i vostri commenti.

Se siete curiose di vedere altre tipologie di gnocchi cliccate pure QUI. E se passate per Facebbok…mi lasciate un LIKE???

 

 

Gnocchi con farina di castagne in salsa di besciamella.

Gnocchi con farina di castagne in salsa di besciamellaPicsArt_1428842965971

Gnocchi con farina di castagne in salsa di besciamella sono un primo piatto decisamente autunnale ma che io ho deciso di fare in primavera piena 😀 …ma vabbe’…quando hai voglia di sperimentare non c’e’ stagione che tenga!!! E’ la prima volta in assoluto che maneggio la farina di castagne anche perche’ sono dei frutti che mi lasciano indifferente,….mi piacciono ma non mi fanno impazzire. Di certo con questi Gnocchi mi sono dovuta ricredere perche’ non solo sono deliziosi ma e’ un primo alternatvo che si fa con poco tempo e che lascera’ di stucco i vostri ospiti…ammesso e non concesso che li abbiate. Ho deciso di farli anche per dare merito all’azienda che mi ha spedito un gradito campione omaggio ovvero la Molino Agostini della quale ho avuto modo di parlare in questo mio ARTICOLO ma che ancora una volta vi consiglio di vederne il SITO visto che ha tantissimi prodotti e tutti Bio. E infatti la prova della loro qualita’ gia’ l’ho certificata aprendo la busta della farina …l’odore di castagne e’ stato immenso…sembrava quasi di averle in mano fresche. Ma veniamo a questa mia ricettina…deliziosi gnocchi con farina di castagne in salsa di besciamella…ho scelto quindi un condimento leggero ma in alternativa potete farli con burro e salvia o con del gorgonzola.

Gnocchi con farina di castagne in salsa di besciamella, dose per due persone:

150 gr di farina di castagne Molino Agostini

Gnocchi con farina di castagne in salsa di besciamella

150 gr di farina 00

100 gr di acqua

100 gr di latte

1 pizzico di sale

prezzemolo

Per la besciamella:

La mia besciamella e’ una salsa molto leggera in quanto non utilizzo ne’ olio, ne’ burro e il latte e’ quello parzialmente scremato…quindi andate tranquilli..la ricetta la potete vedere nel dettaglio QUI ma di seguito vi indico le dosi necessarie per questi gnocchi:

  • 250 gr di latte
  • 1 cucchiaio di farina
  • 1 cucchiaio di parmigiano
  • 1 pizzico di noce moscata
  • 1 pizzico di sale grosso.

Procediamo: in un pentolino mettiamo la farina con il parmigiano e molto gradualmente aggiungiamo il latte mescolando e cercando di non formare grumi. Saliamo, aggiungiamo la noce moscata e mettiamo sul fuoco girando il composto con un cucchiaio di legno. Spengiamo quando la crema inizia ad addensarsi. Teniamo da parte.

Prepariamo ora gli gnocchi. Mescoliamo le due farine ed impastiamo aggiungendo latte ed acqua insieme ad un pizzico di sale. Teniamo il tavolo da lavoro sempre infarinato fino ad ottenere una bella palla liscia non dura ne morbidissima…quanto basta per essere lavorata bene…con queste dosi dovremmo esserci.

A questo punto stacchiamo piccoli pezzi…allunghiamoli a cilindro e tagliamoli ricavando appunto gli gnocchi. Mano a mano che li facciamo adagiamoli su un vassoio e mettiamoci sempre la farina 00 affinche’ non si attacchino specie se li facciamo con un po’ di anticipo.

A questo punto facciamo bollire abbondante acqua, saliamola e gettiamoci dentro gli gnocchi. Giriamoli subito altrimenti si attaccano e poi aspettiamo di vederli tornare in superficie. Facciamoli cuocere per altri 5 minuti e coliamoli. Vedrete gia’ qui che sorpresa…infatti nella cottura si rassodano molto. Ora trasferiamo la besciamella in un tegame piu’ ampio e mantechiamo i nostri gnocchi. Serviamo caldi con del prezzemolo fresco.

Spero che almeno in autunno possiate povarli e a lasciare quindi un bel commento. Nel frattempo se siete curiosi di vedere altri ricette con gli gnocchi cliccate QUI  e se poi mi volete lasciare un LIKE vi aspetto sulla mia pagina FACEBOOK!