Crea sito

Polpette di finocchi

Le polpette di finocchi sono dei deliziosi bocconcini dove, avete ben capito, l’ingrediente principale sono proprio i finocchi.

Le ho improvvisate a modo mio e devo dire che quando le abbiamo assaggiate io e mio marito siamo rimasti entusiasti dal loro sapore dolce e delicato.

Le polpette di finocchi possono essere messe in un antipasto ma sono anche un secondo perfetto….leggere, facili, con la cottura rigorosamente fatta al forno ed è un altro modo per far mangiare la verdura ai bambini.

Non dimentichiamoci poi le proprietà depurative di questi ortaggi…e allora che ne dite di vedere insieme questa deliziosa ricettina?

 

Polpette di finocchi, dose per due persone

  • 3 finocchi
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di parmigiano
  • 50 gr di prosciutto cotto
  • 50 gr di pane
  • 2 cucchiai di pangrattato ( + quello per l’impanatura)
  • sale

Fare le Polpette di finocchi è molto semplice e veloce

Iniziamo a pulire i finocchi togliendo il primo strato più duro, quindi tagliamoli a spicchi, laviamoli e mettiamoli in un tegame, aggiungiamo un pizzico di sale grosso, chiudiamo con il coperchio e lasciamoli cuocere a fuoco lento fin quando non saranno abbastanza morbidi, non scotti, se necessita aggiungere un pochino di acqua ma io non la metto mai…basta avere l’accortezza di non aprirli durante la cottura e si cuoceranno bene.

Quindi spengiamoli e lasciamoli raffreddare.

Nel frattempo mettiamo il pane in ammollo.

Prendiamo ora un tritatutto.

Mettiamoci dentro i finocchi ben strizzati (altrimenti le polpette risulteranno troppo acquose) e tritiamoli grossolanamente. Trasferiamoli in una terrina. Tritiamo anche il prosciutto cotto insieme al pane e uniamo il tutto ai finocchi. A questo punto amalgamiamo bene insieme ad un uovo, due cucchiai di parmigiano e due di pangrattato. Non serve aggiungere altro sale!!!!

Ora non ci resta che formare le polpette di finocchi, passarle nel pangrattato e adagiarle su una placca foderata con carta da forno leggermente unta.

Inforniamo a 180 gradi per circa 20 minuti…saranno pronte una volta che si sarà formata una colorata crosticina esterna.

Sforniamo le nostre polpette di finocchi e gustiamole calde o tiepide.

Oltre che buone sono anche molto profumate…insomma non si possono non provare.

Se la mia ricetta vi è piaciuta allora potete seguirmi anche su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

Fagioli del papa con arance e noci

Fagioli del papa con arance e noci è molto più di un semplice contorno, direi che è un piatto completo al 100% soprattutto a livello nutrizionale.

I Fagioli del papa o Lima sono particolari sia per il loro colore striato che per la loro grandezza e rispetto agli altri fratelli legumi sono molto più ricchi di fibre e vitamine.

La loro consistenza è pastosa e molto gustosa e questo li rende perfetti per ogni preparazione…dalle classiche zuppe a secondi sfiziosi.

Come ne sono venuta in possesso? Ovvio…grazie alla mia amica Alessandra e al suo delizioso negozietto.. La dispesa del Lago una piccola boutique del gusto che purtroppo per me si trova a Castiglion del Lago.

Ma la nostra amicizia va ben oltre e sono più che felice di provare di tanto in tanto le sue novità.

Fagioli del papa con arance e noci sono perfetti anche se seguiamo un regime alimentare controllato..un piatto che ha tutto…fibre, vitamine, acidi grassi buoni…ed è decisamente saziante.

Che ne dite allora di vedere insieme  a me i pochi e semplici passaggi?

Fagioli del papa con arance e noci

Fagioli del papa con arance e noci, dose per due persone

  • 150 gr di fagioli del papa crudi
  • 1 arancia
  • 30 gr di noci
  • sale
  • pepe
  • 2 cucchiai di olio
  • aceto balsamico

Fare i Fagioli del papa con arance e noci è molto semplice…richiede solo tempo la cottura dei fagioli.

Come per tutti i legumi secchi anche i Fagioli del papa hanno necessità di un preammollo di 12 ore .

Dopodichè possiamo lavarli, trasferirli in una pentola coperta di acqua fredda e cuocerli all’incirca per 40 minuti.

Una volta pronti aggiungiamo un pizzico di sale grosso, lasciamo bollire altri due minuti e spengiamo.

Prendiamo una buona arancia bio, peliamola e facciamola a tocchetti.

Infine spezzettiamo le noci.

Trasferiamo i fagioli ben colati in un piatto da portata, aggiungiamo l’arancia e i gherigli di noce.

Insaporiamo con un pizzico di sale, un di pepe, due cucchiaidi olio e una spruzzata di aceto balsamico.

La nostra favolosa insalata di Fagioli del papa con arance e noci è pronta per essere gustata.

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram

Millefoglie di verdure

La Millefoglie di verdure è un delizioso piatto vegetariano a base di verdure perfetto come antipasto o anche piatto unico.

Quello che la rende particolare è un mix di sapore che può variare a seconda degli ingredienti che decidiamo di usare..

Io in genere amo farla con patate, zucchine, peperoni e melanzane e il fatto di comporla senza cuocere prima le verdure la rende ancora più buona.

La Millefoglie di verdure è ottima si d’estate che d’inverno e si può partire da una semplice base per poi arricchirla come più vogliamo.

La preparazione della Millefoglie di verdure può essere fatta anche prima per poi terminare con la cottura in  forno un’oretta prima di sederci a tavola.

Penso che sia una pietanza che accomuna molte persone e magari è anche un buon metodo per far mangiare ai più piccoli le verdure.

E allora che ne dite di vedere insieme la semplice ricettina?

Millefoglie di verdure

Millefoglie di verdure, dose per quattro persone.

  • 1 zucchina bella grande
  • 1 melanzana bella grande
  • 1 patata bella grand
  • 1 peperone
  • 300 gr di mozzarella
  • parmigiano.

Fare la Millefoglie di verdure è semplice e veloce.

Laviamo e affettiamo tutte le verdure in fettine non troppo spesse e tritiamo la mozzarella.

Prendiamo ora una teglia di medie dimensioni, foderiamola con un foglio di carta da forno bagnato, strizzato e leggermente unto.

Spargiamo una manciata di pangrattato e togliamo quello in eccesso.

Iniziamo ora a fare gli strati…io preferisco mettere alla base le fettine di patate…poi le fettine di melanzane…le falde di peperone e infine ricopro con le zucchine.

Tra uno strato e l’altro aggiungiamo la mozzarella e una spolverata di parmigiano.

Io non ho aggiunto nessun tipo di condimento…né olio..nè sale.

Copriamo con un foglio di carta di alluminio e inforniamo a 180 gradi modalità ventilata per circa 30/35 minuti, quindi scopriamola e continuiamo la cottura  per altri 10/15 minuti in modo tale da far formare una buona gratinatura.

La nostra deliziosa Millefoglie di verdure è pronta per essere gustata…buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram

 

Arista in crosta di pistacchi

L’Arista in crosta di pistacchi è un delizioso secondo piatto facile da preparare e che rende questa tipologia di carne particolarmente gustosa.

L’arista anche se è carne suina è molto magra e per questo spesso viene inserita nelle diete.

Io la faccio semplicemente alla griglia ma ho scoperto un modo ancora più golosa per mangiarla….vale a dire impanata in una deliziosa mix di albumi e pistacchi.

Questo involucro va a creare intorno alla fettina un involucro facendo in modo che durante la cottura fatta rigorosamente al forno resti morbidissima dentro e super croccant fuori.

E poi l’aggiunta dei pistacchi è davvero un tocco in più e l’utilizzo del solo albume rende la ricetta molto ma molto più leggera.

E allora che ne dite di vedere insieme la veloce ricettina?

Arista in crosta di pistacchi

Arista in crosta di pistacchi, dose per 2/3 persone

  • 6 fettine di Arista
  • 50 gr di pistacchi
  • 50 gr di pangratttao
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 2 albumi
  • farina
  • sale
  • pepe

Fare l’Arista in crosta di pistacchi è molto veloce.

Prendiamo le fettine di arista non molto sottili…quanto basta e insaporiamoli con pochissimi sale e pepe.

Tritiamo i pistacchi in maniera semi grossolana..ottenendo una granella e mischiamoli al pangrattato e al prezzemolo tagliuzzato finemente.

Battiamo ora due albumi.

Andiamo ad impanare la nostra arista passando le fettine prima nella farina, poi nell’albume ed infine nel mix di pangrattato e pistacchi.

Trasferiamole in una teglia ricoperta da carta da forno.

Irroriamo la superficie con un filo di olio e passiamo in forno a 180 per 20 minuti.

In questo modo porteremo a tavola qualcosa di davvero goloso!!!

Lo stesso mix lo possiamo utilizzare anche per verdure o pesce!!!

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la rietta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram

Fagottini di scarola con zucca e scamorza

Fagottini di scarola con zucca e scamorza sono dei deliziosi bocconcini perfetti per deliziare il nostro palato magari arricchendo un buon antipasto o per rendere più leggero un pranzo offrendoli in alternativa ad un secondo piatto elaborato.

In ogni caso i Fagottini di scarola con zucca e scamorza sono davvero semplici da fare e soprattutto super golosi.

La scarola è una delle mie verdure invernali preferite…la possiamo fare a listarelle sottili e mangiarla come insalata oppure cuocerla con olive nere e pinoli.

Ma quante volte dobbiamo scartare le foglie più esterne?

Io difficilmente le butto…quasi sempre le utilizzo per fare degli involtini farciti o con della carne o magari con della buona ricotta fresca oppure come in questo caso con del buon formaggio saporito e altri ortaggi.

Fagottini di scarola con zucca e scamorza metteranno d’accordo tutti…anche i bambini!!!

E allora che ne dite di vedere insieme la semplice ricettina??

Fagottini di scarola con zucca e scamorza

Fagottini di scarola con zucca e scamorza, dose per 6 fagotini

  • 6 foglie di scarola
  • 150 gr di zucca
  • 50 gr di scamorza
  • sale
  • olio

Fare i Fagottini di scarola con zucca e scamorza è semplice e veloce.

Iniziamo con il lavare accuratamente le foglie di scarola, quindi lessiamole in abbondante acqua salata per circa 5 minuti…il tempo di renderle morbide.

Scoliamole e lasciamole asciugare mettendole larghe su di un panno da cucina.

Tagliamo la zucca a dadini e facciamola appassire in un tegame antiaderente insieme ad un pizzico di sale.

Non resta che tagliare anche la scamorza

Ora su ciascuna foglia di scarola andiamo a mettere la zucca e la scamorza dividendole in parti uguali.

Chiudiamo la scarola a fagottino e trasferiamo i bocconcini realizzati in una teglia ricoperta da carta da forno.

Irroriamo la superficie dei nostri Fagottini di scarola con zucca e scamorza con un filo di olio e passiamoli in forno a 180 gradi per circa 15 minuti.

I nostri Fagottini di scarola con zucca e scamorza sono ora pronti per essere gustati rigorosamente caldi.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la ricetta??? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram.

Rotolo di albumi con scarola e pinoli

Il Rotolo di albumi con scarola e pinoli non è solo un delizioso secondo piatto ma è anche un modo molto comodo per consumare gli albumi in esubero soprattutto ora che siamo sotto le feste e di dolci che richiedono l’utilizzo di soli tuorli se ne fanno molti.

Gli albumi  è l’alimento preferito degli sportivi perchè rispetto al tuorlo è privo di grassi e colesterolo oltre ad essere ricchissimo di proteine.

Anche se sottovalutati gli albumi in realtà ricoprono un ruolo importante in cucina…possiamo utilizzarli per farci delle panature croccanti e leggere o per sostituire ad esempio la colla di pesce nelle preparazioni che ne richiedono.

In questo caso io, in previsioni di capodanno, ho voluto realizzare una frittata e farcirla con della scarola ripassata con pinoli e uvetta.

In questo modo ho potuto ottenere tante rondelle dal sapore davvero unico e che possiamo presentare in un bell’antipasto o anche come finger food da consumare in piedi tra un aperitivo e una chiacchierata.

Il tocco particolare in questo rotolo sta nella curcuma che oltre al sapore dona a questo sfizio un colorito rosato.

E allora che ne dite di vedere insieme a me la semplice ricettina?

Rotolo di albumi con scarola e pinoli

 

Rotolo di albumi con scarola e pinoli, dose per 2 persone

  • 4 albumi
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 cucchiaio di parmigiano
  • 150 gr di scarola
  • 2 acciughe
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 1 cucchiaio di uvetta
  • 1 cucchiaino di pinoli
  • 5 olive nere
  • 1 cucchiaio di olio

Fare il Rotolo di albumi con scarola e pinoli è molto semplice.

Versiamo gli albumi in una ciotola, aggiungiamo un pizzico di sale, un cucchiaio di parmigiano e un pizzico di curcuma.

Con una forchetta montiamo il composto senza però trasformarlo a neve ferma.

Versiamo gli albumi in una teglia tonda di medie dimensioni (intorno ai 24 cm) ricoperta con un foglio di carta da forno bagnata, strizzata e leggermente unta.

Passiamo in forno a 180 gradi per 10 minuti circa…

A questo punto sforniamo la teglia e rovesciamo la frittata su un altro foglio di carta da forno bagnata.

Togliamo il foglio di cottura tamponandolo con un panno umido e arrotoliamo la frittata aiutandoci con la carta da forno alla base.

Facciamolo riposare.

Nel frattempo laviamo la scarola e mettiamo l’uvetta in ammollo

In un tegame versiamo un cucchiaio di olio, due acciughe, i capperi, le olive tagliate a rondelle, l’uvetta strizzata e i pinoli.

A fuoco lento facciamo insaporire tutti gli ingredienti tra di loro ed infine uniamo la scarola tagliata grossolanamente.

Copriami e portiamola a cottura fino a quando non la sentiamo ben tenera.

Riprendiamo ora il nostro rotolo, apriamolo e andiamo a distribuire sopra la nostra scarola.

Riavvolgiamo di nuovo il tutto sempre con la carta da forno e lasciamo il rotolo riposare un oretta.

Ora non resta che farlo a fettine ottenendo i nostri deliziosi rotolini.

No è una deliziosa idea???

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram

Mini polpettoni di lenticchie e avocado

Mini polpettoni di lenticchie e avocado sono un delizioso modo di gustare questo legume così benefico sotto forma di secondo piatto.

Se d’altronde le lenticchie un tempo erano denominate le bistecche dei poveri…trattiamole come tali per realizzare questi mini polpettoncini.

Quello che tra l’altro rende particolare la pietanza è la presenza dell’avocado.

Ormai più di qualche volta ho parlato di questo frutto miracoloso che spesso uso sia per ricette dolci che salate.

Diciamo che da solo non mi fa impazzire…ma mischiato ad altri ingredienti lo trovo favoloso senza poi dimenticare le sue virtù miracolose.

Oltre ad essere altamente energetico, l’avocado è ricchissimo di vitamine e di acidi grassi buoni è in giuste dosi è bene inserirlo nella nostra dieta alimentare.

Nella  ricetta che vi sto per presentare l’avocado dona ai polpettoncini una morbidezza non indifferente rendendone il gusto ancora più gradevole.

Mini polpettoni di lenticchie e avocado è il secondo perfetto se abbiamo a cena degli amici vegani o anche una buona alternativa ad un classico secondo piatto.

L’aggiunta delle noci è stata una mossa dell’ultimo momento…

Il fatto è che io adoro cucinare con la frutta secca-…sia per le sue proprietà nutritive sia perche rende qualsiasi piatto speciale.

Insomma vogliamo vedere insieme i pochi e semplici passaggi???

Mini polpettoni di lenticchie e avocado

Mini polpettoni di lenticchie e avocado, dose per 4 persone

  • 400 gr di lenticchie cotte
  • 40 gr di pane raffermo
  • 1/2 avocado
  • 30 gr di noci
  • sale
  • curry

Fare i Mini polpettoni di lenticchie e avocado è molto semplice e veloce.

Spezzettiamo il pane raffermo all’interno di un mini pimer e tritiamolo fino a renderlo fino…trasferiamolo quindi in un piccolo contenitore.

Sbucciamo mezzo avocado e facciamolo a tocchetti.

Frulliamo metà lenticche insieme all’avocado e alle noci.

Trasferiamo il composto così ottenuto in una ciotola, aggiungiamo le restanti lenticchie intere, il pane e infine aggiustiamo con un pizzico di sale e di curry.

Prendiamo ora dei pirottini ovali.

Dopo averli leggermente unti riempiamoli del nostro composto livellando bene la superficie.

Trasferiamo i nostri Mini polpettoni di lenticchie e avocado in forno e lasciamoli cuocere per circa 20 mnuti fino a quando non avranno una bella crstocina.

Bene, il nostro delizioso secondo piatto a base di Mini polpettoni di lenticchie e avocado è pronto per essere portato a tavola e gustato caldo.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook sulla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter e Instagram

Cordon bleu di zucca

Cordon bleu di zucca sono una rivisitazione in chiave semi vegetariana dei classici cordon blue fatti con carne di pollo e farciti di prosciutto cotto e scamorza.

Già tempo fa li ho fatti utilizzando le melanzane ed ora che siamo in pieno autunno  li ho sperimentati così.

In realtà mi è venuto incontro una mia collega che gentilmente mi ha omaggiato di una zucca del suo orto fatta a tromba.

La particolarità di questa tipologia è di avere una parte sottile ma completamente piena che si presta a molte composizioni sfiziose

E così ho deciso di dilettarmi con  i Cordon bleu di zucca.

Inutile dirvi quanto sono buoni perchè il prosciutto cotto e la scamorza si sposano alla perfezione con il delicato della zucca e la cottura fatta rigorosamente al forno li rende leggerissimi.

Cordon bleu di zucca sono perfetti per portare a tavola un secondo piatto diverso dal solito molto sfizioso e che non può non mettere d’accordo tutti!!!

Nessuno poi ci vieta invece di inserirli all’interno di un antipasto.

E allora che ne dite di vedere insieme la veloce ricettina???

Cordon bleu di zucca

 

Cordon bleu di zucca, dose per due persone

  • 400 gr di zucca
  • 50 gr di prosciutto corro
  • 50 gr di provola affumicata
  • 1 uovo
  • farina
  • pangrattato

Fare i Cordon bleu di zucca è molto semplice.

Togliamo la buccia dalla zucca e facciamola e fettine spesse mezzo cm in modo tale però da formare delle coppie..

Per questo vi consiglio una zucca comunque grande.

Su metà delle fette mettiamo prosciutto e scamorza quanto basta per una golosa farcitura e copriamo con l’altra mtà.

Battiamo bene un uovo con un pizzico di sale e in due piattini mettiamo il pangrattato e la farina.

Con un pochino di pazienza passiamo i nostri Cordon bleu di zucca prima nella farina, poi nell’uovo ed infine nel pangrattato.

Trasferiamo i nostri Cordon bleu di zucca pronti su una placca ricoperta da un foglio di carta da forno leggermente unta e passiamo in forno a 180 gradi per circa 20 minuti fino alla loro completa doratura.

Perfetto, i Cordon bleu di zucca sono pronti per essere gustati rigorosamente caldi.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la ricetta?? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram

Burger di rapa rossa e feta greca

Burger di rapa rossa e feta greca rappresentano  un modo particolare ma decisamente sfizioso di portare a tavola un secondo piatto inusuale e che conquisterà molti…anche i più scettici.

Devo dire che durante la settimana cerco il più possibile di portare in tavola alimenti diversi…alternando uova, pesce, carne…formaggi…ma almeno una di queste volte mi piace presentare una cena come dire…coccolosa e disimpegnata magari con creazioni che un pò esulano dalla normalità.

E stavolta ho preso di mira la rapa rossa .

Già più di una volta l’ho presentata come un alimento molto salutare in quanto la rapa rossa è ricchissima di ferro e soprattutto cruda rappresenta un toccasana.

Magari in questo caso possiamo aggiungerla alle insalate oppure fare dei centrifugati.

Cotta la rapa perde un pò delle sue proprietà ma resta comunque un alimento ricchissimo ed è per questo che ho voluto fare questi burger.

Ho bilanciato il suo sapore dolce mettendo la feta greca,ho limitato l’uso delle uova mettendone solo uno e invece della farina ho utilizzato i fiocchi di avena.

In questo modo non dico di aver fatto qualcosa di molto dietetico ma di certo ho cercato di dare un certo equilibrio.

Burger di rapa rossa e feta greca sono perfetti anche all’interno del classico panino da hamburger oppure accompagnati da una semplice insalata.

Che ne dite allora di vedere insieme la semplice ricetta??

Burger di rapa rossa e feta greca

Burger di rapa rossa e feta greca, dose per due persone

  • 500 gr di rapa rossa cotta
  • 100 gr di feta greca
  • 2 cucchiai di fiocchi di avena
  • 1 uovo
  • pepe

Fare i Burger di rapa rossa e feta greca è molto semplice.

E’ però fondamentale strizzare bene la rapa dopo averla frullata per eliminare il suo succo.

Frulliamo la rapa e poi lasciamola in un colapasta a maglie strette per una mezz’oretta con un peso sopra.

Quindi trasferiamola in un recipiente e aggiungiamo due cucchiai di fiocchi di avena, un uovo leggermente battuto, la feta sbriciolata e un pizzico di pepe.

Vista la presenza della feta eviterei l’aggiunta di sale.

Dopo aver amalgamato gli ingredienti tra loro lasciamo riposare l’impasto una mezz’ora.

Andiamo ora a formare i nostri burger trasferendoli mano a mano su una teglia ricoperta da un foglio di carta da forno leggermente unta.

Facciamo cuocere i nostri burger in forno a 180 gradi per circa 20 minuti.

I nostri deliziosi burger sono pronti per essere mangiati.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram

 

Cavolini con feta greca e melograno

Cavolini con feta greca e melograno sono uno sfizioso piatto a base i due ingredienti tipicamente invernali ed antrambi molto ricchi a livello nutrizionale, vale a dire i cavolini di bruxelles e il melograno.

I cavolini sono dei veri e propri cavoli in miniatura e forse è proprio la loro dimensione che li rende buoni!!!

Ma a parte questo sono ricchissimi di vitamine e sali minerali e cosa da non sottovalutare in cucina sono molto versatili sia come semplice contorno sia per arricchire primi piatti o stufati di carni.

Il loro sapore è delicato ecco perchè ho voluto abbinarli alla feta ..l’aggiunta del melograno è stato un azzardo ma molto ben riuscito in quanto dona al piatto una nota tendente al dolce che non può non conquistarvi!!!

I Cavolini con feta greca e melograno sono perfetti anche come piatto unico oppure sono deliziosi da presentare come antipasto o all’interno di un bel buffet.

Non so dirvi se incontreranno i gusti di tutti ma vi posso assicurare che in molti saranno incuriositi di assaggiarli…e allora che ne dite di vedere insieme la semplice ricettina?

Cavolini con feta greca e melograno

Cavolini con feta greca e melograno, dose per 2 persone

  • 500 gr di cavolini
  • 150 gr di feta geca
  • 1/4 di melograno
  • sale
  • olio
  • limone

Fare i Cavolini con feta greca e melograno è molto semplice.

Puliamo i cavolini eliminando qualche fogliolina esterna più dura, quindi lessiamoli per 5 minuti in abbondante acqua salata.

Scoliamoli, tuffiamoli in una bacinella con acqua fredda e lasciamoli raffreddare su di un panno da cucina

Dividiamoli ora a metà o se troppro grandi in tre parti.

Mettiamoli  in una tegame antiaderente e saltiamoli pochi minuti a fiamma vivace insieme ad un cucchiaio di olio facendo ben attenzione a non romperli.

Calcolate che io li ho adagiati in un unico piano e li ho girati uno per volta.

Una volta assunta una colorazione dorata trasferiamoli in un piatto da portata e aggiungiamo la feta a tocchetti e il melograno sgranato.

Facciamo una leggera emulsione con il succo di un limone un cucchiaio di olio e un pizzico di sale e distribuiamola sopra i nostri cavolini.

Bene…non resta che gustare questo piatto tipicamente invernale che permettetemi di dire…ha l’oro in bocca!!!

Buon appetito..

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram.