Crea sito

Rosolio al caffè.

Rosolio al caffèIl Rosolio al caffè è un delizioso liquore che si prepara in pochissime mosse e con pochi ingredienti. In realtà a meno che non si fanno delle creme diciamo che fare i liquori casalinghi è abbastanza semplice ma questo in modo particolare lo è ancor di più perché non si tratta né di reperire erbe particolari né tantomeno di sbucciare accuratamente dei frutti. Penso che possa davvero essere un’ottima idea per avere a casa un buon digestivo o semplicemente un gustoso liquore da gustare in un dopocena con gli amici. In realtà il termine “Rosolio” indica un liquore a base di petali di rose…però poi è stato esteso come in questi casi. Dicevamo comunque che è molto semplice e forse l’unica accortezza che dobbiamo avere è il riposo…non possiamo farlo e consumarlo subito…non avrebbe il sapore aromatico che invece acquista con il tempo. Veniamo allora alla ricettina.

Rosolio al caffè, dose per una bottiglia da 750 ml.
  • 400 ml di caffè espresso
  • 100 gr di caffè macinato (dell’ottimo caffè)
  • 400 ml di alcool puro
  • 200 gr di zucchero
  • 1 stecca di vaniglia
  • 1 stecca di cannella

Prima fase.

Prendiamo una ciotola, mettiamoci il caffè macinato, versiamo sopra l’alcool, mescoliamo e chiudiamo bene con un coperchio. Foderiamo ora il recipiente con della carta stagnola per evitare che prenda luce e lasciamo il composto a riposare in un luogo fresco per almeno 5 giorni…se passa più tempo…meglio!!!

Seconda fase.

Passati i 5 giorni riprendiamo il composto di alcool e caffè e filtriamolo in modo da avere il liquido pulito. Prepariamo quindi il caffè, zuccheriamolo, versiamolo in una bottiglia, aggiungiamo l’alcool filtrato e infine anche la stecca di cannella e di vaniglia. Bene…chiudiamo ora bene la bottiglia e lasciamo il nostro Rosolio al caffè a riposo per almeno una settimana prima di essere gustato.

Io dopo tre giorni non ho resistito e con la scusa di aver mangiato troppo una sera l’ho assaggiato…ottimo…mentre lo sorseggi l’odore soprattutto della cannella già inebria il palato…eh si…è proprio uno di quei peccati di gola che vale la pena di fare…magari accompagnandolo con degli ottimi Cantucci o con un tocchetto di cioccolata fondente.

Comunque è sempre una buona idea regalo…provateci!!!

Se volete anche la ricetta di un altro liquore altrettanto buono vi inviti a cliccare Qui…e poi a voi la scelta!!!

Se vi piacciono le mie proposte mi farebbe piacere avervi fan della mia pagina https://www.facebook.com/Il-Grembiulino-Infarinato-di-Ale-Blog-Personale-791043794295966/?ref=bookmarks

Tisana allo zenzero fresco e cannella.

Tisana allo zenzero fresco e cannella

La Tisana allo zenzero fresco e cannella non è solo una gustosa bevanda che ci scalda in queste fredde serate ma è un ottimo digestivo e visto che ci avviciniamo al periodo delle grandi abbuffate forse è meglio tenerla ben presente. Perché proprio lo zenzero? Forse non tutti ne conoscono le proprietà ma lo zenzero è una radice dal sapore piccante e pungente che oltre ad essere molto utilizzata in cucina per speziare soprattutto portate di carne trova veri e propri usi terapeutici. Infatti oltre ad essere utile in caso di nausea e vomito ha anche proprietà anti infiammatorie aiutando ad alleviare dolori articolari,  aiuta a combattere stati influenzali quali raffreddori  e mal di gola oltre a rafforzare il sistema immunitario e nel nostro caso specifico migliora la digestione. Addirittura si consiglia dopo un pasto abbondante di mangiare un piccolo pezzettino di zenzero fresco. Ma una tisana a base di zenzero è comunque un ottimo modo per  alleviare il senso di pesantezza che si avverte dopo un pasto abbondante…soprattutto se come coadiuvante utilizziamo il limone e la cannella. La cannella infatti è un’altra importantissima spezia dalle molteplici proprietà tra cui anche quella digestiva oltre ad altre quali combattere l’ipertensione e il colesterolo.

Vediamo quindi come preparare una buona tisana digestiva.

Tisana allo zenzero fresco e cannella

  • 400 ml di acqua
  • 1 piccolo limone
  • 2 cm di radice di zenzero
  • 1 stecca di cannella
  • miele

tisana1

In un pentolino mettiamo  l’acqua, il limone tagliato a fettine, lo zenzero pulito della corteccia esterna e fatto a tocchetti e la stecca di cannella. Passiamo  quindi sul fuoco e quando raggiunge il bollore lasciamo bollire la nostra Tisana allo zenzero fresco e cannella per 5 minuti. Quindi eliminiamo tutto e gustiamo la nostra tisana ben calda possibilmente amara…(vi assicuro che è buona) ma se proprio non ci riuscite la possiamo dolcificare con un cucchiaino di miele.

Questa tisana è molto veloce e semplice quindi perché non provarla?

Aspetto un commentino e se vi fa piacere vi aspetto anche sulla mia pagina Facebook!

Il rucolino

Il rucolino di cui non ne avevo mai sentito parlare sembra essere uno dei liquori piu’ famosi e particolari dell’Isola di Ischia…ora io ad Ischia ci sono stata ma proprio non me lo ricordo…forse un po’ perche’ sono intollerante all’alcool…forse un po’ perche’ quando vai nei paesi o zone campane…che ti danno??? Il limoncello o crema…vero? Comunque una mia carissima collega che invece si diletta a fare creme di ogni genere mi ha fatto avvicinare all’argomento e allora mi sono detta…ma si perche’ non provare? Anzi visto che siamo ormai a ridosso di Natale potrebbe rivelarsi un’ottima idea per poi metterlo in piccole bottigliette e regalarlo. Con una breve documentazione ho letto che ha forti proprieta’ digestive…ma d’altronde la rucola stessa sappiamo bene che ha un po’ delle proprieta’ purificanti e allora mi sono fatta coraggio. Ora vi mostro solo la prima fase…perche’ come tutti i liquori hanno bisogno di tempo.

INGREDIENTI:

50 Foglie di Rucola

1 Limone non trattato

1 Arancia non trattata

1 Mandarino

1/2 stecca di Cannella

1/2 stecca di vaniglia

1 Lt di Alcool etilico

1 Lt di Acqua

800 Gr di zucchero di Canna.

1 recipiente a chiusura ermetica

!’ FASE:

Lavare accuratamente la rucola, il limone, l’arancio, il mandarino e prelevare dagli agrumi tutta la buccia in listarelle stando ovviamente attenti a non prendere la parte bianca. Mettere tutto nel recipiente e versare l’alcool, chiuderlo e posizionarlo per 10 giorni in un posto privo di luce, in alternativa (almeno io cosi’ ho fatto) potete avvolgerlo con della carta di alluminio che non fara’ penetrare i raggi. Questo tempo servira’ a fare in modo che tutti gli ingredienti rilascino le sostanze.

2′ FASE

Passati i 10 giorni noterete che l’alcool ha assunto il colore verdino…bene ora prendete l’acqua, sciogliervi a freddo 800 gr di zucchero di canna, portare ad ebollizione, lasciare freddare , versarlo nell’alcool filtrato e mischiare…a posto…il rucolino e’ pronto…assaggiatelo…ma solo per curiosita’ perche’ per un buon risultato dovremmo attendere almeno due mesi….poi fatemi sapere!!!!rucolino 2 rucolino1

..Il caffe’ d’orzo.

Oggi parliamo del caffe’ d’orzo…mi e’ sempre piaciuto ma non e’ andato mai a sostituire il classico caffe’…quello che prendi la mattina per la giusta carica..purtroppo pero’ ultimamente per problemi gastrointestinali l’ho dovuto eliminare e cosi’ l’ho sostituito con il caffe’ d’orzo . A parte che e’ una bevanda comunque molto buona, la puoi dolcificare con lo zucchero o con il miele ma ha delle proprieta’ non trascurabili. Per chi soffre infatti di dolori all’apparato addominale il caffe’ d’orzo agisce come antinfiammatorio ed emolliente, in grado di alleviare il fastidio gastrico e rilassare le pareti intestinali. A me fa molto effetto. Io lo preparo con la classica moka, mettendone solo un cucchiaino colmo cossicche’ venga leggero. Per ulteriori approfondimenti andate su questo sito…nel frattempo…Buon Caffe’.http://www.my-personaltrainer.it/benessere/orzo-proprieta.html.

caffe