Crea sito

La crema pasticcera

La crema pasticcera e’ forse un po’ il dolce per eccellenza e la base di tanti altri peccati di gola…la possiamo mangiare cosi’…utilizzarla per farcire torte, bigne’, cornetti…per decorare un piatto di  frutta…insomma dove la metti sta bene…e poi non dimentichiamoci le sue varianti…

Per renderla più “leggera” in termini di corposità ovviamente possiamo aggiungere la panna oppure amalgamarla con del cioccolato fuso per qualcosa di più goloso.

Di sicuro e’ uno di quei dolci che non ho dovuto imparare a fare leggendo qua e la’…perche’ ricordo ancora quando la faceva la mia mamma per farcire le torte tipo zuppa inglese…a pensarci bene non so’ se era piu’ quella che finiva nella torta o nella mia bocca…e uso sempre la stessa ricetta.

La crema pasticcera è una di quelle preparazioni che si realizzano molto facilmente ma ha anche tante insidie…

Che ne dite allora di vedere la mia versione?

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è crema-720x720.jpg

 

Crema pasticcera, dose di 2 uova 

Fare la Crema pasticcera è molto semplice e questa dose e’ sufficiente per farcire una base per la crostata di frutta (23/26 cm)

  • 2 tuorli 
  • 250 gr di latte
  • 35 gr di farina
  • 50 gr di zucchero
  • 3 scorze di limone

La preparazione della crema pasticcera e’ fondamentale per evitare che poi durante la cottura si formino dei grumi.  Molti scaldano il latte…io la faccio cosi’:

Sgusciamo le uova e separiamo gli albumi dai tuorli.

Mettiamo questi in un recipiente, aggiungiamo lo zucchero, la farina setacciandola con un piccolo setaccio e battiamo il tutto con una frusta elettrica o anche a mano ma facendo attenzione a sciogliere bene tutti gli ingredienti.

A questo punto allunghiamo lentamente il latte e mescoliamo bene per fare assorbire tutto il liquido al composto di uova.

Quando abbiamo terminato trasferiamo la nostra crema pasticcera in un pentolino, aggiungiamo le scorza del limone e accendiamo il gas mantenendo la fiamma bassa.

Cominciamo a girare con un cucchiaio di legno senza smettere per evitare che la crema si attacchi e per evitare la separazione dalla parte piu’ solida da quella liquida.

Continuiamo fino a quando non si sara’ addensata…ma mamma mi faceva comunque continuare fino a quando non raggiungeva il bollore…a questo punto la crema è pronta e possiamo spegnerla proseguendo a girarla per un minuto lontano dalla fiamma

Per evitare che si formi una patina superficiale mentre si fredda possiamo coprire il recipiente con della pellicola o spolverizzare con dello zucchero a velo…ma forse la prima soluzione e’ la piu’ comoda.

La nostra deliziosa crema pasticcera è pronta

Buon dessert!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sui miei profili Twitter ed Instagram

 

Semifreddo di ricotta pralinato ai pistacchi

Il Semifreddo di ricotta pralinato ai pistacchi è un dolce molto goloso perfetto per un fin pasto.

Quello che rende speciale e particolare questo dolce è la presenza dei pistacchi pralinati..vale a dire saltati in padella con dello zucchero di canna.. e che danno quella croccantezza al dessert che lo rende particolare.

Di certo poi la presenza della pera e la leggerezza della ricotta di vaccina completano questa delizia.

Ancora una volta ho preso spunto da una ricetta ma l’idea di utilizzare il mascarpone non mi andava a genio semplicemente perchè volevo qualcosa di molto più leggero in grado di concludere un pranzo già impegnativo in maniera soft.

I miei ospiti non devono mai sentirsi appesantiti e devo alzarsi da tavola con la pancia piena..soddisfatta ma non con quel senso di gonfiore!!!

E così ho optato per la ricotta di vaccina..tra l’altro molto più leggera di quella di pecora…risultato eccellente e visto che ne è avanzato l’ho riposto nel surgelatore in monodose.

Allora che ne dite di vedere insieme questa semplice e veloce ricettina???

Semifreddo di ricotta pralinato ai pistacchi

Semifreddo di ricotta pralinato ai pistacchi, dose per 4 persone

  • 200 gr di ricotta di vaccina
  • 150 ml di panna
  • 30 gr di pistacchi
  • 30 gr di zucchero
  • 1 pera
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 limone
  • 4 gr di colla di pesce

Fare il Semifreddo di ricotta pralinato ai pistacchi è molto semplice.

Innanzitutto mettiamo i pistacchi in un padellino antiaderente, aggiungiamo lo zucchero e mettiamo sul fuoco a fiamma lenta.

Giriamo fino a quando lo zucchero non si sarà del tutto sciolto e avrà avvolto i pistacchi rendendoli pralinati.

Trasferiamoli su un foglio da carta da forno e lasciamoli raffreddare.

Nel frattempo laviamo e sbucciamo una pera, tagliamola a tocchetti e facciamola cuocere con un cucchiaio di zucchero e il succo di un limone fino a quando non riusciamo a schiacciarla con una forchetta.

Mettiamo la colla di pesce nell’acqua fredda per farla ammorbidire.

Montiamo la panna e spezzettiamo grossolanamente i pistacchi

Lavoriamo ora la ricotta insieme alla purea di pere possibilmemte con una frusta per evitare che la ricotta lasci grumi, aggiungiamo ora i nostri pistacchi ed infine incorporiamo la panna.

In un piccolo pentolino facciamo scaldare 1 cucchiaio di panna o di latte e andiamo a sciogliere la colla di pesce.

Uniamola al nostro composto e amalgamiamo bene il tutto.

Prendiamo ora 4 stampini monodose, riempiamoli del nostro dessert e trasferiamoli in frigo per almeno 4 ore.

Al momento di servirli non resta che trasferirli nei singoli piattini e poi aggiungere altra granella di pistacchi.

Buon dessert!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram

Digestive con camy cream

Le Digestive con camy cream ….ecco la vera novità tra i dessert super veloci!!!

Diciamo che in un certo senso le Digestive con camy cream sono una rivisitazione in chiave diversa del classico cheescake…in fondo la base del cheescake è fatta di digestive ma mischiate al burro.

In queste momoporzioni quindi ,se vogliamo, andiamo a tagliare una buona fetta di calorie.

Ma a parte questo, quello che più mi ha stupito è che esistesse una crema che si ottiene con soli tre ingredienti ..la famosa Camy cream...che poi per me famosa non lo era affatto visto che fino ad ora ne ignoravo l’esistenza.

Poi invece grazie ad Instagram e alle innumerevoli e svariate pubblicazioni mi sono imbattuta in questa delizia…e anche se non poco calorica (almeno nel versione originale) ho deciso di provarla.

Caspita…ogni tanto svegliamolo pure questo metabolismo no???

E poi fate come me…sabato e domenica bocca mia quel che vuoi …ma dal lunedi al venerdi santa come una suora!!!!

Comunque scherzi a parte la Camy cream è favolosa ed è talmente compatta che ben si presta alla farcitura di torte oppure di crostatine.

Tempo necessario??? Mezz’ora al massimo!!! Parole de Il Grembiulino!!!

Che ne dite allora di vedere insieme i pochi e semplici passaggi???

Digestive con camy cream

Digestive con camy cream, dose per  10/12 porzioni

  • 250 gr di mascarpone
  • 150 panna
  • 85 gr di latte condensato
  • 10/12 digestive
  • mirtillio o decorazioni a piacere

Fare le Digestive con camy cream è semplice e veloce…l’unica accortezza sta nell’usare ciotole, fruste ed ingredienti stessi ben freddi riponendoli magari un dieci minuti nel freezer.

Innanzitutto montiamo a neve ferma la panna e riponiamola nell’attesa in frigo.

Poi mettiamo il mascarpone in una ciotola e lavoriamolo con una frusta elettrica a velocità media versando a filo il latte condensanto.

Mano a mano che lavoriamo entrambi noteremo la trasformazione del composto che da liquido diventerà compatto…sodo!!!

A questo punto andiamo ad incorporare anche la panna aiutandoci con una spatola.

Finito!!! La nostra Camy cream è pronta per essere usata.

Trasferiamola in una sach a poche e ancdiamo a farcire le varie digestive…quasi a formare mini tortine.

Bene ora non resta che sbizarrirci con la decorazione e riporre in frigo fino al momento di servirla.

Non è un’idea fantastica!!!!

Buon dessert allora…e se ti è piaciuta la ricetta seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o su !Twitter!!

Crema al caffè e yogurt

La Crema al caffè e yogurt è un delizioso dessert di fine pasto molto veloce da realizzare e che davvero in pochi minuti ci aiuta ad offrire ai nostri ospiti un dolce goloso ma allo stesso tempo leggero.

D’altronde a chi non piace il caffè? Certo…forse penserete che è poco indicato per i bambini…ma se andiamo ad utilizzare quello decaffeinato ecco che il problema non si pone.

La Crema al caffè e yogurt si può realizzare anche senza l’uso della frusta elettrica, basta mettere gli ingredienti all’interno di una bottiglia e agitare il tutto per 5 minuti.

Io ho preferito la strada comoda e mi sono aiutata con la mia vecchia frusta elettrica.

Non avendo uova , la Crema al caffè e yogurt è perfetta anche per chi è intollerante e allora poche chiacchiere e vediamo insieme la veloce ricettina.

Crema al caffè e yogurt

Crema al caffè e yogurt, dose per 3 persone

  • 150 gr panna
  • 60 gr zucchero a velo
  • 125 gr di yogurt intero
  • 10 gr di caffè solubile
  • cacao amaro

Fare la Crema al caffè e yogurt è semplice e veloce.

Innanzitutto in una ciotola andiamo ad amalgamare insime lo yougurt bianco ed intero con lo zucchero a velo e il caffè solubile.

In una terrina a parte invece andiamo a montare bene la panna e mischiamola alla crema di yogurt.

Praticamente abbiamo finito…ditemi voi se esiste dessert più veloce!!!

Trasferiamo la nostra deliziosa Crema al caffè e yogurt all’interno di tre coppe, aggiungiamo del cacao amaro in superficie e lasciamola riposare in frigo fino al momento del suo utilizzo.

La Crema al caffè e yogurt è davvero ottima e se proprio ne facciamo molta possiamo riporre le singole porzioni nel surgelatore e poi tirarle fuori al momento del bisogno.

Buon dessert!!! Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Fichi con cuore di ricotta e noci

Fichi con cuore di ricotta e noci sono un piccolo peccato di gola che possiamo concederci in ogni momento della giornata.

Innanzitutto sfatiamo un falso mito!!!

I Fichi vengono un pochino messi al bando per il loro forte sapore dolce e per le calorie.

Allora vi posso con certezza dire che ad esempio il loro apporto calorico è anche inferiore a quello di molti altra frutta come ad esempio la banana, infatti danno 50 Kcal per 100 gr!!!

Ma quello che invece non dobbiamo sottovalutare sono le loro proprietà nutritive.

I Fichi infatti sono ricchissimi di fibre e non a caso se mangiati a digiuno hanno un potente potere lassativo.

Ma oltre a questo sono una buona fonte di calcio e di antiossidanti naturale.

Quindi visto che non li abbiamo per tutto l’anno almeno ora cerchiamo di farne uso!!!

In cucina i Fichi si prestano a svariate preparazioni…sia dolci che salate….crostate …torte rustiche…stuzzichini ed antipasti.

Fichi con cuore di ricotta e noci li possiamo presentare come più vogliamo..la ricotta alla fine è un formaggio neutro…quindi volendo anche come antipasto…oppure come un piccolo dessert..o una coccola mattutina.

E allora vediamo insieme la ricettina.

Fichi con cuore di ricotta e noci

Fichi con cuore di ricotta e noci, dose per 4 fichi

  • 4 fichi maturi ma sodi
  • 100 gr di ricotta
  • 4 gherigli di noci
  • 1 cucchiaino di miele

Fare i Fichi con cuore di ricotta e noci è molto semplice e veloce.

Lavoriamo la ricotta ottenendo una crem omogenea e vi consiglio una ricotta non commerciale.

Laviamo ora i fichi e dividiamoli in quattro senza però tagliarli del tutto.

Disponiamoli su un piatto da portata.

Con l’aiuto di una sac a poche mettiamo in ciascuno un ciuffetto di ricotta e un gheriglio di noce.

Terminiamo con una colata di miele.

Bene i nostri Fichi con cuore di ricotta e noci sono pronti per essere gustati…davvero eccezionali!!!

Buon appetito!! Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

Gallette con crema di ricotta e cocco

Le Gallette con crema di ricotta e cocco è un dolce non dolce perfetto sia per un fine pasto di quelli non impegnativi, che per una sana e gustosa merenda.

Il fatto è questo…che purtroppo non so voi…ma io combatto ogni giorno con le calorie e allora a volte pur sentendo la necessità di dolce cerco di raggiungere sempre un compromesso.

Ora in realtà complice è stato di sicuro il fatto di avere delle gallette di riso a casa già da un pò…e allora ho deciso di improvvisare questo dolce che vi dirò …usando i giusti accorgimenti è anche buono.

In fondo le gallette sono solo da involucro mentre il ripieno è una gustosa e leggera crema di ricotta e cocco insieme.

Le Gallette con crema di ricotta e cocco sono adorabili…e secondo me meglio di una base fatta di pasta sfoglia dove si sente solo il sapore di burro.

Anche per una colazione le Gallette con crema di ricotta e cocco ci danno la giusta carica per affrontare la giornata.

Che ne dite allora di vedere insieme la ricetta?

 

Gallette con crema di ricotta e cocco

 

Gallette con crema di ricotta e cocco, dose per 2 persone

  • 4 gallette di riso
  • 100 gr di ricotta
  • 25 gr di zucchero
  • 30 gr di cocco
  • latte di mandorla q,b
  • zucchero a velo
  • frutta fresca

Fare le Gallette con crema di ricotta e cocco è molto semplice.

In una ciotolina lavoriamo la ricotta insieme alla zucchero ottenendo una crema ben raffinata, aggiungiamo quindi il cocco ed amalgamiamo bene il tutto.

Prendiamo ora 4 gallette e bagnamole in entrambi i lati nel latte di mandorla.

Su due di queste con l’aiuto di un tappo di bottiglia magari non troppo piccolo formiamo un foro centrale quasi ad ottenere l’effetto occhio di bue.

Bene, ora sulle due gallette intere andiamo a dividere il composto di ricotta e cocco e copriamo con la galletta bucata.

Prendiamo della frutta a piacere, tagliamola in piccoli pezzettini e mettiamola nel buco per arricchire i nostri medaglioni.

Il nostro dolce non dolce è pronto…passiamolo in frigo un oretta e al momento di servire copriamo con abbondante zucchero a velo.

Squisite!!! Buon dolce!!! Ti è piciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

Delizia al limone

La Delizia al limone è un delizioso dessert da gustare a fine pasto o anche per allietare i nostri pomeriggi decisamente caldi.

Dopo aver valutato moltissime ricette del  web ho fatto ancora una volta di testa mia.

Eh si, perchè in fondo io sono quella delle ricette semplici, veloci e alla portata di tutti.

Visto e considerato poi che andiamo sempre di fretta e che con due ore  a disposizione che abbiamo dobbiamo fare tutto…figuriamoci se ho voglia di impegnarmi nelle creazioni.

Cio’ nonostante però amo il gusto e la leggerezza e quindi la mia semplicità è sempre ben studiata.

Questo dessert ad esempio richiede poco tempo ma il risultato è strepitoso.

Se vi piace il limone, la Delizia al limone è allora il dessert perfetto.

Che ne dite allora di vedere insieme la veloce ricettina?

Delizia al limone

Delizia al limone, dose per 4/5 mezzi limoni

  • 1 tuorlo
  • 80 gr di zucchero
  • 100 ml di succo di limone
  • 30 gr di maizena o farina
  • 70 ml di panna

Fare la Delizia al limone è molto semplice.

Innanzitutto da un buon limone bio ricaviamo 100 ml di succo e mischiamolo a 150 ml di latte.

In una ciotola amalgamiamo insieme il tuorlo di un uovo con lo zucchero, quindi aggiungiamo la farina e mano a mano anche il succo del limone con il latte girando con una frusta a mano per evitare il formarsi di grumi.

Trasferiamo il tutto in un pentolino, mettiamolo sul fuoco fino a quando non avremo ottenuto una crema fluida ed omogenea.

Allontaniamola quindi dal fuoco e lasciamola raffreddare bene.

Nel frattempo montiamo la panna .

Se vogliamo ora l’effetto scenico svuotiamo 4/5 mezzi limoni.

Uniamo la panna alla crema con movimenti che vanno dal basso verso alto fino ad avere come risultato un composto ben vellutato.

Ora non resta che riempire i nostri mezzi limoni , decorarli con dei ciuffetti di panna e a piacere dei frutti rossi.

Trasferiamo la Delizia al limone in frigo per un paio di ore per poi gustarla in tutta la sua bontà.

Buon dolce!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

Fiori di zucca dolci con ricotta e amaretti

Fiori di zucca dolci con ricotta e amaretti sono degli insoliti ma aggiungerei super deliziosi bocconcini realizzati con i Fiori di zucca ma in veste dolce.

Amo i fiori di zucca tranne che nella versione fritta e soprattutto mi piace farli al forno farciti semplicemente con ricotta.

E allora mi sono chiesta…e se facessi l’alternativa dolce? In fondo in se per se il fiore di zucca non ha un sapore così particolare…anzi direi piuttosto che resta abbastanza neutro.

Ho scelto così tre ingredienti vincenti tra loro e ho realizzato la versione dolce!!!

Direi particolari ma davvero deliziosi…unici nel loro genere, perfetti per un fine pasto da gustare insieme ad un buon caffè o ad un bicchierino di vino liquoroso.

Credetemi…davanti ad una iniziale scetticità, tutti poi saranno tentati ad assaggiarli.

E allora che ne dite di vedere insieme la ricettina?

Fiori di zucca dolci con ricotta e amaretti

Fiori di zucca dolci con ricotta e amaretti, dose per 6 fiori

  • 6 fiori di zucchina
  • 100 gr di ricotta
  • 3 cucchiaini di cocco
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • 3 amaretti
  • 20 gr di cioccolato fondente
  • zucchero a velo

Fare i Fiori di zucca dolci con ricotta e amaretti è molto semplice e veloce.

Laviamo accuratamente i fiori facendo attenzione a non romperli, eliminiamo il picciolo, apriamoli e lasciamoli scolare bene.

In una terrina mettiamo la ricotta e amalgamiamola al cocco, allo zucchero e agli amaretti sbriciolati.

Mettiamo un cucchiaino abbondante di farcia in ciascun fiore e richiudiamolo formando un fagottino.

Disponiamo i fiori su una placca emettiamo 10  minuti in forno a 180 gradi.

Nel frattempo facciamo sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria.

Una volta freddi coliamo il cioccolato sopra i fiori, aggiungiamo una spolverata di zucchero a velo e gustiamoli!!!

Non è un’idea strepitosa???

Buon dessert!!! Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

Tiramisù ai mirtilli

Il Tiramisù ai mirtilli è solo una delle tantissime varianti cui si presta questo dolce.

Di certo è il dessert più amato in assoluto, a chi non piace…grandi e piccini non possono davvero tirarsi indietro ad un dolce così cremoso, goloso.

Inutile dirvi che ovviamente non bisogna fare il conto con le calorie…ma vabbè questo in realtà è solo un piccolissimo dettaglio…in fondo non dobbiamo mica mangiarlo tutti i giorni!!!

Il tiramisù classico è certamente il più diffuso ma le sfumature sono tantissime… basta sostituire la bagna al caffè con un’altra preferenza e il gioco è fatto!!!

Ed ecco che anche io quindi sono passata dal tiramisù in quanto tale…a quello all’ananas, al cocco…agli agrumi…ed ora mi sono cimentata a quello ai mirtilli neri freschi….non senza prima il suggerimento della mia dolce metà che ama il tiramisù in quanto uomo…ahahahah 😉

Sta di fatto che ancora una volta il risultato è stato davvero entusiasmante…un dolce la cui cremosità va a contrastare con la parte leggermente croccante dei mirtilli…una variante da provare credetemi!!!

Che ne dite di vedere insieme i pochi e semplici passaggi???

Tiramisù ai mirtilli

 

Tiramisù ai mirtilli, dose per tre monoporzioni

  • 2 uova fresche
  • 40 gr di zucchero
  • 150 gr di mascarpone
  • 80  gr di mirtilli
  • 150 ml di succodi mirtillo
  • 6 savoiardi

Il Tiramisù ai mirtilli è un dolce banale ma che nasconde molte insidie…è d’obbligo che gli ingredienti siano freschi,,le uova specialmente visto che devono essere consumate crude…ma anche il mascarpone è bene sceglierlo di ottima qualità e i mirtilli ben sodi.

Con questa dose vengono fuori tre monoporzioni, ma nulla ci vieta di farlo interno.

Laviamo accuratamente i mirtilli e poi tamponiamoli con un panno ben pulito per asciugarli.

Separiamo gli albumi dai tuorli e montiamo quest’ultimi con lo zucchero fino ad ottenere un composto bianco e spumoso.

Infine montiamo gli albumi con un pizzico di sale a neve ferma.

Uniamo il mascarpone alle uova cercando di scioglierlo bene per evitare il formarsi di grumi, infine incorporiamo lentamente gli albumi con un movimento dal basso verso l’alto per non far smontare gli albumi stessi.

Perfetto…tutto è pronto.

Prendiamo ora tre coppe da dessert ed iniziamo a comporre il nostro dolce,

Quindi bagniamo i savoiardi nel succo e mettiamoli alla base, versiamo un pò di crema, aggiungiamo i mirtilli e facciamo un altro strato identico.

Perfetto il nostro Tiramisù ai mirtilli è pronto…non resta che porlo in frigo almeno un paio di ore prima di gustarlo…

Attenzione…dopo il primo assaggio andrà via in un baleno.

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

Zeppole al forno senza burro

Le Zeppole al forno senza burro sono una versione differente dei classici dolci che invadono ogni casa in questo periodo per festeggiare la festa del papà.

Ma diciamo la verità…la festa del papà è solo una scusa in più per avere l’occasione di provare, sperimemtare e mangiare soprattutto!!!

Partiamo da un dato di fatto… la classica zeppola è rigorosamente fritta e con l’impasto al burro…ma io non ce la faccio proprio!!! Perché devo privarmi allora di qualcosa di buono se posso avere l’alternativa sostituendo il burro con l’olio di riso e la frittura con la cottura al forno?

Sono buonissime!!! E poi la farcitura con crema pasticcera mischiata alla panna rende un involucro di per se sciapo una vera e propria delizia.

Ovviamente la ricetta l’ho ripresa pari pari dal web dal sito Uccia 3000 con l’unica differenza che ho utilizzato olio di riso e nonostante la mia prima volta le Zeppole al forno senza burro sono venute perfette,,,gonfie e vuote dentro….una vera e propria bomba

E anche se manca un solo giorno alla festa del papà sono talmente veloci che vi assicuro vale la pena di provarle.

Zeppole al forno senza burro

Zeppole al forno senza burro, dose per 10 zeppole

  • 280 ml di acqua
  • 180 gr di farina bianca
  • 50 ml di olio di riso
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 340 gr di uova pesate con tutto il guscio (sono circa 5)
  • Crema pasticcera (QUI la ricetta) (doppia dose)
  • 250 gr di panna da montare

Fare le Zeppole al forno senza burro è molto semplice…unico accorgimento il riposo prima di cuocerle.

In un pentolino versiamo l’acqua, uniamo l’olio, aggiungiamo il sale e lo zucchero e mettiamo sul fuoco.

Quando raggiunge il bollore versiamo tutta insieme la farina e con un cucchiaio di legno giriamo fino ad ottenere una palla bella omogenea e compatta.

A questo punto possiamo spengere e trasferire il composto in una ciotola in vetro per farlo intiepidire.

Una volta freddo possiamo iniziare ad incorporare le uova.

Io mi sono avvalsa di una frusta elettrica, ma se avete una planetaria meglio ancora.

In assenza di entrambe basta un cucchiaio.

L’importante è incorporare l’uovo successivo solo una volta che il primo è stato ben assorbito.

Alla fine dobbiamo ottenere un composto omogeneo e non liquido,,denso.

Foderiamo ora una placca con un foglio di carta da forno.

Versiamo l’impasto in una saca a poche con beccuccio a stella e formiamo le nostre zeppole  facendo due giri uno soprapposto all’altro.

In basso un esempio…

Zeppole al forno senza burro

Ne dovrebbero venire circa 10.

Passiamo la teglia in frigo e lasciamo riposare le zeppole per circa 30 minuti.

Nel frattempo scaldiamo il forno impostando la modalità statica ad una temperatura di 200 gradi.

Dopo mezz’ora inforniamo le nostre zeppole , dopo 10 minuti abbassiamo la temperatura a 180 gradi , Lasciamo cuocere per 20 minuti duranti i quali le zeppole inizieranno a lievitare , quindi spengiamo e senza aprire mi raccomando lasciamole dentro per altri 10 minuti.

Bene le nostre Zeppole al forno senza burro sono pronte,,,una volta fredde non resta che farcirle con una deliziosa crema pasticcera mischiata con la panna montata

Buona Festa del papà, Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi si Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.