Crea sito

Crostata morbida allo yogurt con marmellata di mirtilli

La Crostata morbida allo yogurt con marmellata di mirtilli e’ una torta ibrida tra un ciambellone e una crostata .

Nasce come una crostata ma avendo nell’impasto solo yogurt senza uova, ed olio al posto del burro non e’ friabile come una crostata ma rimane molto simile ad una mega brioscina farcita con una golosa marmellata di mirtilli.

A sua volta la farcitura non essendo messa in un impasto fluido come quello di un ciambellone rimane intatta in un unico strato senza affondare. Insomma e’ davvero un dolce leggero e squisito…adattissimo per la colazione o per la merenda e soprattutto concepito per tutti coloro che non tollerano le uova.

La Crostata morbida allo yogurt con marmlellata di mirtilli nasce dalla necessita’ di consumare dello yogurt naturale che stava li li per scadere e devo dire che il risultato mi ha molto soddisfatto.

La particolarità di questo dolce è quello di diventare più morbido mano a mano che i giorno passano..quindi un dolce da dispensa a tuttigli effetti.

Detto ciò che ne dite di vedere insieme la golosa ricettina?

Crostata morbida allo yogurt con marmellata di mirtilli

 

 

Crostata morbida allo yogurt con marmellata di mirtilli.

  • 375 gr di farina ( altri 25 gr per lavorare l’impasto)
  • 100 gr di zucchero
  • 200 gr di yogurt bianco naturale
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 2 aroma vaniglia
  • 80 gr di olio di riso
  • 1 vasetto di marmellata di mirtilli

Fare la Crostata morbida allo yogurt con marmellata di mirtilli è semplice.

Su di un piano setacciamo la farina e mescoliamola allo zucchero e al lievito, aggiungiamo quindi l’olio, l’aroma vaniglia, lo yogurt ed iniziamo ad impastare tutti insieme gli ingredienti.

Visto che l’impasto resta molto morbido per lavorarlo aiutiamoci con gli altri 25/30 gr di farina fino a formare una palla che metteremo a riposare in frigo per una mezz’oretta.ù

Passato questo tempo, mentre facciamo scaldare il forno, riprendiamo l’impasto e dividiamolo in due parti, una piu’ grande e una un po’ piu’ piccola. Stendiamo l’impasto piu’ grande su un foglio di carta da forno raggiungendo uno spessore di 4/5 mm (dopo ricresce) e trasferiamolo in una tortiera per crostate da 23/25 cm.

Tagliamo i bordi in eccesso pareggiandoli alla teglia.

Spalmiamo tutta la superficie con abbondnate marmellata livellandola bene.

Prendiamo ora l’altra parte dell’impasto e stendiamo anche questo formando il disco per la copertura.

Lavoriamolo sempre su un foglio di carta da forno in modo tale che una volta steso lo rovesciamo direttamente nella tortiera.

A questo punto sigilliamo bene i bordi e bucherelliamo il tutto con una forchetta.

Inforniamo quindi a 170 gradi per circa 25 minuti…e una volta dorata non resta che sfornarla, farla raffreddare e decorarla con abbondante zucchero a velo

E’ davvero un buon dolce, morbido e molto molto leggero…ovviamente la marmellata puo’ essere sostituita con qualsiasi altra cosa…nutella, crema…insomma fate voi e magari fatemi sapere.

A presto!!!!

Vi ricordo che potete seguirmi anche su FACEBOOK …grazie!!!!!

Strudel di ricotta con marmellata e frutta secca

Lo Strudel di ricotta con marmellata e frutta secca è dolce molto particolare e che ho avuto modo di fare e assaporare sotto le feste.

Vero che in giro ho ancora i panettoni…ma se vi dico che non ne ho assaggiato neanche un pezzetto?

Sono più per i dessert questi semplici e goduriosi allo stesso modoche attirano purtroppo la mia gola!!!

L’ ho chiamato “strudel” per la forma arrotatolata e farcita ma dello strudel alla fine non ha niente in quanto l’involucro e una pastafrolla realizzata con la ricotta senza uova e il ripieno e un mix di marmellata di arance, frutta secca e candidi.

Il risultato è sorprendente…un dolce davvero peccaminoso e una fetta tira l’altra.

Lo Strudel di ricotta con marmellata e frutta secca è bello anche da presentare a tavola e se vogliamo possiamo aggiungere un ciuffetto di panna per completare un fine pasto.

Che ne dite allora di vedere insieme la semplkice ricettina?

Strudel di ricotta con marmellata e frutta secca

Strudel di ricotta con marmellata e frutta secca,dose per 8/10 persone.

  • 250 gr di farina
  • 120 gr di ricotta
  • 60 gr di zucchero
  • 30 ml di latte
  • 1/2 bustina di lievito
  • la buccia grattugiata di un limone

Per il ripieno

  • 140 gr di mix tra noci, mandorle e pistacchi
  • 60 gr di uvetta
  • 70 gr di candidi
  • 2 cucchiai di amaretto
  • 2 cucchiai + 2 di marmellata di arance
  • mandorle a lamelle
  • zucchero a velo

Fare lo Strudel di ricotta con marmellata e frutta secca nonostante la lunga lista di ingredienti non è affatto difficile.

Innanzitutto mettiamo l’uvetta in ammollo in acqua calda.

Setacciamo la farina su di un piano, aggiungiamo lo zucchero, la buccia del limone grattugiata, il lievito ed infine la ricotta e l’olio.

Iniziamo a lavorare tutti gli ingredienti tra loro fino ad ottenere una bella pasta liscia ed omogenea che lasceremo riposare una mezz’oretta dentro una bustina,

Nel frattempo pensiamo alla farcitura.

Frulliamo la frutta secca e trasferiamola in un recipiente.

Aggiungiamo l’uvetta strizzata, i candidi, 2 cucchiai di amaretto e 2 di marmellata di arance.

Amalgamiamo bene tutti gli ingredienti ottenendo un impasto umido.

Stendiamo ora la frolla in un rettangolo di circa 35x 40.

Spalmiamo sulla superficie altri due cucchiai di marmellata di arance e andiamo ora a distribuirvi tutta la farcitura lasiando libero il perimetro.

Arrotoliamo iniziando dalla parte piu lunga facendo bene attenzione a sigillare i lati..

Trasferiamo lo Strudel di ricotta con marmellata e frutta secca su di una placca ricoperta da carta da forno e lasciamolo cuocere per circa 40 minuti in modalità statica.

Una volta ben dorato e superata la prova stecchino possiamo tirralo fuori.

Il nostro Strudel di ricotta con marmellata e frutta secca è pronto. Non resta che decorarlo spennellando la superficie con un velo di marmellata di arance e coprirlo di mandorle a lamelle e zucchero a velo.

Vi assisuro…un gran bel figurone.

Buon dessert. Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale oppure sul mio profilo Twitter ed Instagram

Torta della nonna con frolla allo yogurt

La Torta della nonna con frolla allo yogurt è una rivisitazione non meno gustosa della classica Torta della nonna….quel dolce di origine toscano fatto di frolla, farcito con crema al limone e ricoperta da pinoli.

Nonostante quando mi capita di essere al ristorante se è tra i dolci del locale la prenda sempre, io non l’ho mai fatta.

Ora l’altra sera mio marito è tornato dal lavoro dicendo di averla mangiata e che era strepitosamente buona ma a suo parere non  era fatta con la classica frolla ma con un impasto più morbido.

Ora capite bene che cercare di far spiegare a tuo marito la consistenza di un dolce è un’impresa molto più che ardua…così ho deciso di farla ma scegliendo una frolla allo yogurt che di sicuro mi avrebbe dato la consistenza simile ad un pan di spagna farcito ma molto più buono.

In effetti ho fatto un’ottima scelta ottenendo non solo una Torta della nonna  buonissima e leggera ma  un dolce che col passare dei giorni diventa sempre più buona, sempre più morbida.

Non avendo usato né olio né burro,  il risultato è stato un dolce non dico proprio  light ma di certo non  esageratamente calorico,  perfetto sia per iniziare bene la giornata ma anche per un fine pasto.

Visto che siamo vicini al natale  quasi la prenderei in considerazione la Torta della nonna con frolla allo yogurt come dolce alternativo e meno pesante…magari presentandola con un filo di ribes affinchè  assuma anche un aspetto festivo.

E allora pronti a seguire la ricettina?,

Torta della nonna con frolla allo yogurt

Torta della nonna con frolla allo yogurt, dose per 8/10 persone

Per la frolla

  • 300 gr di farina
  • 150 gr di yogurt
  • 120 gr di zucchero
  • 1/2 bustina di lievito
  • 1 uovo

Per la crema

  • 2 tuorli
  • 500 ml di latte
  • 70 gr di farina
  • 100 gr di zucchero
  • 3 scorza di limone

Per la copertura

  • 30 gr di pinoli
  • zucchero a velo

Fare la Torta della nonna con frolla allo yogurt è molto semplice ma partite dal presupposto che la frolla anche nel lavorarla avrà una consistenza molto più morbida.

Facciamo innanzitutto la crema.

Quindi in una terrina lavoriamo due tuorli con lo zucchero, aggiungiamo la farina e mano a mano il latte girando il tutto con una frusta a mano per evitare che si formino grumi.

Laviamo accuratamente un limone possibilmente bio, ricaviamone tre scorze e aggiungiamole al composto.

Trasferiamo tutto in un pentolino , mettiamo sul fuoco e lentamente lasciamo cuocere la nostra crema fino a quando non si sarà addensata avendo cura di continuare a girare, quindi spengiamola e lasciamola raffreddare coperta da un foglio di pellicola per evitare che la superficie si secchi.

Passiamo alla frolla.

Su di un piano setacciamo la farina e mischiamola al lievito e allo zucchero. Facciamo ora una fontana al centro della quale andremo a lavorare 1 uovo insieme allo yogurt.

Quindi impastiamo fino ad ottenere una bella palla morbida ed omogenea che andremo a far riposare una mezz’oretta.

Trascorso il tempo prendiamo una tortiera di medie dimensioni (io ne ho usata una rettangolare 25×30) e foderiamola con un foglio di carta da forno.

Riprendiamo la frolla, rilavoriamola per pochi istanti e stacchiamone 2/3.

Stendiamo la parte più grande in una sfoglia abbastanza sottile, trasferiamola nella teglia e tagliamo i lembi in eccesso aggiungendoli alla restante pasta.

Versiamo sopra la frolla la crema eliminando le scorze e copriamo con la restante frolla anch’essa stesa allo stesso spessore.

Vi consiglio di stenderla sempre su un foglio di carta da forno, sarà più facile rovesciarla a coperchio.

Sigilliamo ora bene i bordi, bucherelliamo la superficie con i lembi di una forchetta e spargiamo i pinoli facendo una leggera pressione per farli attaccare,

Inforniamo il nostro dolce a 180 gradi in modalità statica per circa 30 minuti e quando avrà assunto un colore dorato spengiamo e tiriamolo fuori.

Una volta freddo spolverizziamo la superficie con abbondante zucchero a velo e gustiamo!!

Così è spaventosamente buona, ma il giorno dopo credetemi è meglio.

Buon dessert!!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

Sbriciolata di marmellata, mele e nocciole

La Sbriciolata di marmellata, mele e nocciole è un dolce molto goloso e perfetto non solo per la prima colazione ma anche per un dessert da fine pasto. Quando fuori è brutto tempo…non c’è nulla da fare…la miglior coccola è cucinare e creare. Quel senso di soddisfazione riempe la giornata. In questo caso non solo il tempo ma anche l’avere in casa una marmellata non casalinga, una mela troppo matura ha giocato a favore di questo dolce.

Inizialmente volevo andare sul classico…vale a dire o una sbriciolata di marmellata o una torta di mele. E poi l’idea di associare le due cose.

Almeno una volta ogni tanto un dolce diverso ci sta!!! Questa sbriciolata tra l’altro non prevede la presenza di burro ma solo pochissimo olio, quindi la frolla ottenuta è molto leggera…e la marmellata mischiata ai tocchetti di mela e alla granella di nocciole le dona un sapore particolare…sembra quasi di mangiare uno strudel…ma soffice e corposo allo stesso tempo.

Vorrei trovare le parole adatte per descriverne la bontà ma solo assaggiandola si può capire.

Inutile dirvi che è molto semplice da fare..la pasta non deve riposare e in poco tempo abbiamo un bel dolce per la serata.

Ottima anche come sostituta della classica merenda scolastica…io vi consiglio di provarla.

Veniamo allora alla ricettina.

Sbriciolata di marmellata, mele e nocciole

Sbriciolata di marmellata, mele e nocciole, dose per 8/10 persone

  • 300 gr di farina
  • 80 gr di zucchero
  • 50 ml di olio di riso (o altro)
  • 2 uova piccole
  • 1/2 bustina di lievito
  • 1 limone grattugiato
  • 1 mela rossa e dolce
  • 2 cucchiai di marmellata di ciliege
  • 30 gr di nocciole.

Fare la Sbriciolata di marmellata, mele e nocciole è molto semplice.

Disponiamo la farina su di un piano e mischiamola allo zucchero ,al lievito e alla buccia grattugiata del limone. Formiamo una fontana centrale nella quale andremo a rompere due uova piccole. Aggiungiamo l’olio e battiamole velocemente senza lavorarle troppo.

A questo punto mischiamo gli ingredienti tra loro ma non come se volessimo compattare la pasta…ma sfregando il tutto tra le mani per ottenere così tante briciole.

Nel frattempo laviamo la mela, sbucciamola e dividiamoli in piccoli dadini, mischiamola a due cucchiai ben colmi di marmellata di ciliege e alle nocciole tritate grossolanamente.

Prendiamo ora uno stampo da crostata di medie dimensioni, io ho usato una teglia rettangolare 30×25

Foderiamolo con un foglio di carta forno e mettiamo i 2/3 delle briciole alla base.

Con le mani schiacciamole per formare la base e i lati di perimetro.

Versiamo a questo punto il composto di confettura e mele. Distribuiamolo bene per tutta la teglia e copriamo con le briciole restanti facendole cadere a pioggia per tutto lo stampo.

Passiamo la tortiera in forno a 180 gradi in modalità statica per 30 minuti circa.

Una volta fredda possiamo gustare la nostra Sbriciolata di marmellata, mele e nocciole e assaporarne la bontà.

Buon dessert!!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

 

 

Crostata con farina di quinoa

La Crostata con farina di quinoa è un delizioso dessert nulla da invidiare alla classica  crostata…anzi…una bontà unica ma senza glutine.

Eh si, perchè per realizzarla non ho utilizzato la classica farina di frumento ma quella di quinoa. Avendo già fatto molte ricette a base di questo alimento, più volte ne ho decantato le qualità. Ma anche qui voglio spendere due parole su un prodotto che forse non tutti conoscono.

La farina di quinoa si ricava dalla lavorazione dei semi di quinoa…di conseguenza è altamente proteica , vitamica e contiene carboidrati a basso indice glicemico. Quindi non solo è indicata a tutti coloro intolleranti al glutine, ma anche a coloro che hanno problemi con il diabete proprio perchè non innalza il tasso di insulina nel sangue.

Questi sono aspetti non trascurabili perchè abbiamo a che fare con un prodotto davvero completo.

Dolci a base di quinoa già ne ho fatti…vi ricordo i miei BISCOTTI ALLA QUINOA E ALL’ARANCIA, oppure la Quinoa dolce con frutta fresca e nocciole. In entrambi i casi però ho utilizzato i semi.

Ora avendo ricevuto in regalo un pacchetto di farina ho ben pensato di farci subito una bella crostata. La mia paura era di non riuscire a lavorare l’impasto essendo senza glutine…ma ho voluto tentare. Nessuna delle ricette del web mi entusiasmava…e così ho preso la mia più che collaudata ricetta della Crostata senza burro e l’ho adattata.

Devo dire che il risultato è stato più che soddisfacente…è piaciuta a tutti…e nonostante un retrogusto un pò amaro, è sparita in pochissimo. La marmellata di prugne che ho utilizzato per farcitura ha dato il giusto equilibrio al dolce.

E allora…che ne dite di venire alla ricettina????

Crostata con farina di quinoa

Crostata con farina di quinoa, dose per 10 persone

  • 300 gr di farina di quinoa
  • 80 gr di zucchero di canna (anche 100)
  • 80 ml di olio di riso
  • 2 uova
  • 1 limone grattugiato
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • marmellata quanto basta.

Fare la Crostata con Farina di quinoa è molto semplice.

Su di un piano setacciamo la farina di quinoa e uniamola allo zucchero, al limone grattugiato e al lievito.

Aggiungiamo l’olio mischiandolo alla farina con le mani. Sgusciamo al centro della farina due uova e lavoriamole velocemente con una forchetta. A questo punto amalgamiamo tutti gli ingredienti tra loro fino ad ottenere un bel panetto liscio e profumato che andremo a far riposare un’oretta dentro una bustina da surgelatore.

Una volta ripreso l’impasto, teniamone una piccola parte per le decorazioni in superficie e stendiamo il resto tra due fogli di carta da forno ottenendo una forma tonda dallo spessore di 7/8 mm.

Trasferiamo la base in uno stampo di medie dimensioni, bucherelliamo la superficie, eliminiamo la pasta in eccesso e copriamo con la marmellata.

Utilizziamo ora l’impasto messo in disparte per formare le classiche striscioline di copertura.

A lavoro terminato passiamo la nostra Crostata alla farina di Quinoa in forno per 30 minuti a 180 gradi in modalità statica.

Una volta fredda possiamo finalmente gustare il nostro dolce…

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi anche su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Le mie ricette sono anche su Manjoo.

 

Crostatine di grano saraceno alla crema di yogurt

Le Crostatine di grano saraceno alla crema di yogurt, sono dei deliziosi dolcetti fatti a monoporzione non solo  belle esteticamente ma perfette per il dessert di fine pranzo. Dai ammettiamolo…chi di noi andando a comprare il classico vassoio di pastarelle domenicale non si fa mettere almeno un paio di crostatine alla frutta per gli ospiti che vogliono controllare le calorie??? Questi dolcetti che ho voluto sperimentare seguendo una mia intuizione sono davvero buone ma hanno di particolare due cose. Innanzitutto sono fatte con la farina di grano saraceno. Quindi vuol dire che se da un lato sono perfette per coloro che hanno un’intolleranza al glutine, dall’altro hanno quel retrogusto particolare che non tutti amano. Il ripieno poi non è una crema classica…ma una farcitura che si fa molto velocemente perchè è semplicemente yogurt greco amalgamato a della marmellata.

Devo dire che sono davvero sorprendenti, molto leggere, fragranti, fresche ed ora che siamo in primavera sono lo sponsor ufficiale della bella stagione.

Io scommetto che conquisteranno un pò tutti, grandi e piccini…e allora pronti per la ricettina???

Andiamo.

Crostatine di grano saraceno alla crema di yogurt

Crostatine di grano saraceno alla crema di yogurt, dose per 6 monoporzioni

  • 100 gr di mandorle
  • 120 gr di farina di grano saraceno
  • 50 gr di zucchero
  • 30 ml di olio di riso
  • 1 uovo
  • 200 gr di yogurt greco intero
  • 6 cucchiaini di marmellata di arance
  • fragole q.b
  • granella di pistacchi q.b

Fare le Crostatine di grano saraceno alla crema di yogurt, non è affatto difficile, non ci sono scuse.

Tritiamo le mandorle riducendole a farina, quindi mischiamole alla farina di grano saraceno e allo zucchero.

Trasferiamo il tutto su di un piano, aggiungiamo un uovo, l’olio, e lavoriamo gli ingredienti formando una palla liscia ed omogenea. Se dovesse risultare appiccicosa potete aiutarvi con altra farina.

Facciamo riposare l’impasto per una mezz’oretta dentro una bustina di plastica.

Nel frattempo accendiamo il forno e in una ciotola amalgamiamo lo yogurt insieme alla marmellata.

Laviamo e tagliamo a fettine le fragole e teniamole da parte.

Riprendiamo ora la pasta, mettiamola tra due fogli di carta da forno e stendiamola in una sfoglia facendo attenzione a non farla molto sottile perchè non c’è lievito.

Con un tagliapasta tondo ricaviamo i classici cerchi e mettiamoli negli stampini appositi per le crostatine, facendoli aderire bene alle pareti. Io usando quelli antiaderenti non ho bisogno di ungerli…nel caso vanno imburrati e infarinati.

Al termine dell’operazione non resta che infornare le nostre crostatine e farle cuocere per circa 15 minuti a 180 gradi gradi.

Una volta fredde possiamo farcirle con la crema di yogurt e arance, decorarle con le fragole e impreziosirle con granella di pistacchi.

Il nostro alternativo dessert è pronto. Non resta che metterlo in frigo e servirlo al momento giusto.

Farete un figurone!!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi anche su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Le mie ricette sono anche su Manjoo e Oreegano!!!

Crostata al nero di mandorle

La crostata al nero di mandorle è un delizioso dolce un po’ diverso dalle solite crostate “nere” che siamo abituati a vedere…la farcitura infatti è particolare…non cremosa…anch’essa quasi biscottata ed è davvero ottima da gustare a colazione oppure come sfizio a metà mattinata oppure davanti un caffè o per un coccoloso dopo cena. Ho preso la ricetta sbirciando tra i vari siti e sembra sia un dolce tipico di un paese romagnolo chiamato San Secondo…naturalmente la mia non è uguale…ho personalizzato la frolla ad esempio e aggiustato le dosi del ripieno.

Comunque se vogliamo iniziare bene la giornata ecco a voi la semplice ricetta.

Crostata al nero di mandorle

Crostata al nero di mandorle.

Per la pasta frolla

  • 150 gr di farina
  • 25 ml di olio
  • 40 gr d zucchero
  • 1 uovo
  • 2 cucchiaini di acqua
  • 1/2 cucchiaino di lievito

Per la farcitura

  • 50 gr di mandorle
  • 50 gr di nocciole
  • 50 gr di cacao amaro
  • 2 tuorli
  • 100 gr di zucchero
  • 2/3 cucchiai di latte
  • 1 tazzina di caffè

Fare la crostata al nero di mandorle non è affatto difficile. La frolla è all’olio…la preferisco ma potete usare la vostra ricetta.

Mescoliamo insieme la farina con lo zucchero e il lievito, mettiamo quindi al centro l’uovo, battiamolo leggermente, uniamo l’olio e iniziamo ad impastare bene gli ingredienti ottenendo  una palla, utilizziamo i due cucchiaini di acqua per impastare le briciole che non si sono ben incorporate e compattiamo il tutto.

Lasciamo riposare la frolla un pochino in frigo.

Nel frattempo dedichiamoci al ripieno. Quindi tritiamo finemente man non a farina le mandorle e le nocciole, mettiamole in un recipiente e mescoliamole insieme al cacao setacciato e allo zucchero. Aggiungiamo quindi due tuorli, il caffè ed iniziamo ad impastare. Ovviamente essendo la parte solida maggiore della liquida inizialmente otteniamo un composto semi impastato, uniamo quindi il latte…mettendo un cucchiaio alla volta e fermandoci quando avremo ottenuto una consistenza cremosa e spalmabile ma non liquida.

Riprendiamo ora la frolla, stendiamola ad uno spessore di pochi mm e adagiamola all’interno di una tortiera dal diametro di 22 cm foderata con della carta da forno.

Spalmiamoci il ripieno, livelliamolo bene ed eventualmente ripieghiamo verso l’interno il bordo in eccesso quasi a formare una cornice.

Bene, dopo aver fatto scaldare il forno inforniamo il nostro dolce a 180 gradi in modalità statica e lasciamolo cuocere per 30 minuti.

Quindi sforniamolo e….se ci riuscite…lasciamo che si freddi per essere gustato!!

Buon appetito.

Ti è piaciuta la mia ricetta?

Allora seguimi anche su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

 

 

Crostata di farro pere e cioccolato.

La crostata di farro pere e cioccolato è un dolce ottimo per iniziare la giornata per poi accompagnarci in ogni momento. La crostata di farro pere e cioccolato è infatti un dolce così delicato e leggero che va bene per un fine pasto…per una dolce merenda o per una coccola prima di andare al letto. La base è una delicata frolla fatta con farina di farro senza burro…e la farina di farro rispetto a gli altri cereali ha la particolarità di essere molto meno calorica della farina normale…poi abbiamo eliminato il burro a favore dell’olio di riso e ho fatto un ripieno di pera pura e cioccolato fondente. Il risultato??? Eh…già è finita!!!…ecco il risultato. E allora ecco a voi la ricetta.

Crostata di farro pere e cioccolato

Crostata di farro pere e cioccolato

Per la base

  • 150 gr di farina di farro
  • 1 uovo
  • 25 ml di olio di riso ( o qualsiaisi)
  • 40 gr di zucchero
  • 1 limone bio
  • 1 pizzico di sale
  • la punta di un cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 cucchiaio non colmo di acqua

Per il ripieno

  • 1 pera matura grande
  • 50 gr di cioccolato fondente
  • 5o gr di mandorle

Grattugiamo il limone. Setacciamo la farina di farro su di un piano, mischiamola allo zucchero, al sale, al lievito e alla buccia del limone.  Aggiungiamo poi l’olio e con le mani distribuiamolo nel composto. Ora al centro battiamo leggermente l’uovo con il cucchiaio di acqua e impastiamo il tutto ottenendo un panetto compatto e liscio. Mettiamolo in una bustina e facciamolo riposare una mezz’oretta in frigo. Nel frattempo riduciamo il cioccolato a scaglie e tritiamo grossolanamente le mandorle. Laviamo e sbucciamo la pera, tagliamola a dadini piccoli e mischiamola al cioccolato e alle mandorle. Riprendiamo ora la pasta. Stacchiamone un pezzetto…circa 1/4 necessaria per la copertura e mettiamola nel freezer. Stendiamo la restante frolla. Ora io ho fatto 4 crostatine dal diametro di 10 cm ciascuna ma va bene anche un’unica tortiera di 22 cm. In entrambi i casi foderiamo gli stampi con della carta da forno bagnata e strizzata e trasferiamoci la frolla facendola aderire bene ai bordi. Bucherelliamo il fondo e versiamo il ripieno distribuendolo bene su tutta la superficie della frolla. Ora riprendiamo il pezzetto dal freezer, grattugiamolo con una grattugia a fori larghi e ripartiamo le briciole sul ripieno.

Bene…ora possiamo infornare la nostra crostata di farro pere e cioccolato a 180 gradi. Se abbiamo fatto delle crostatine 15 minuti e sono pronte…altrimenti lasciamo cuocere per circa 30 minuti.

Quindi sforniamo il nostro dolce, lasciamolo raffreddare e infine spolverizziamo di zucchero a velo.

Finalmente possiamo gustarci questa pura coccola di piacere.

Se la mia ricetta vi è piaciuta potete seguirmi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

 

 

Crostata biscottosa cioko caffè. Ricetta senza uova e burro.

E’ proprio vero…necessita’ fa virtu’ 🙂 …eh si perche’ anche questo dolce e’ un insieme di necessita’…consumare del caffe’ e consumare della nutella che con questo caldo non mi sembra il caso di tenere in frigo…oltretutto essendo l’impasto un po’ troppo per una crostata ma non avendo voglia di stare troppo con il forno acceso…ho fatto una copertura alternativa ottenendo cosi’ la Crostata biscottossa cioko caffe’. Ah dimenticavo…praticamente e’ una frolla ma ricordate quando ho postato la ricetta della crostata all’acqua? In caso la trovate cliccando QUI. Ecco…ho piu’ o meno usato la stessa ricetta ma nell’impasto per sostituire le uova non ho messo l’acqua ma il caffe’. Guardate…e’ buonissima…molto piu’ leggera della classica crostata anche grazie alla presenza dell’olio e resta croccantissima in superficie e morbida alla base…il tutto legato dal ripeno alla nutella. Insomma un tripudio di bonta’. Ottima per la colazione o per accompagnare il caffe’ del pomeriggio e si mantiene a lungo. Bene…veniamo ora alla ricetta della mia Crostata biscottosa cioko caffè.

crostata biscottosa cioko caffè

 

Crostata biscottosa cioko caffè.

  • 350 gr di farina
  • 40 gr di nocciole tritate
  • 100 gr di caffe’ espresso non zuccherato
  • 120 gr di zucchero
  • 60 gr di olio
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • nutella q.b

Su di un piano setacciamo  la farina e mischiamola allo zucchero, alle nocciole e al lievito. Aggiungiamo l’olio, il caffe’ e impastiamo tutti gli ingredienti formando una palla bella omogenea. Se dovesse risultare troppo appiccicosa possiamo aiutarci con dell’altra farina. Bene…ora se potete fatela riposare un po’ altrimenti possiamo subito iniziare con la composizione. Lasciando da parte 1/3 dell’impasto per la copertura stendiamo il resto su un foglio di carta da forno allo spessore di pochi mm.. Mettiamolo in una tortiera di circa 25 cm e ricopriamo la base con alcune cucchiaiate di nutella. Bene ora per la copertura ci vuole un po’ di pazienza. Infatti con il resto della pasta ricaviamo dei cilindri che andremo a tagliare ottenendo dei piccoli gnocchi..simili a sassetti con i quali andremo a coprire tutta la superficie della crostata.

crostata cio caffe 1

 

Naturalmente in alternativa possiamo fare le classiche strisce…ma vi assicuro che in questo modo otteniamo un dolce croccante e morbido allo stesso tempo. Provate. Bene…ora inforniamo a 170 gradi per mezz’ora…dopodiche’ sforniamo, lasciamo raffreddare e poi gustiamo la nostra Crostata biscottosa cioko caffe’!!!

Ci sono tanti motivi per provare questo dolce…innanzitutto appunto consumare magari del caffe’ o della nutella in eccesso…e poi la sua leggerezza…percio’ aspetto magari qualche commentino…e visto che ci siete se vi va vi aspetto anche sulla mia pagina Facebook                   Il Grembiulino Infarinato di Ale  dove potete seguire tutti i miei aggiornamenti.

A presto!!

Sbriciolata nutella e cocco. Ricetta golosa.

sbriciolata2

 

Credo che cosi’ come la crostata anche la Sbriciolata nutella e cocco sia un po’ il dolce per eccellenza…e vi assicuro che la potete fare senza avere il timore che non sia adatta…anzi!!! Non solo vi fara’ fare un figurone ma verra’ divorata. Resta poi particolarmente croccante e questo la rende ancora piu’ golosa. In genere quando faccio le sbriciolate uso lo stesso impasto della crostata le cui ricette le trovate QUI  ..ma stavolta avendo aggiungo il cocco ho ridotto di molto la quantita’ di burro ottenendo un risultato superlativo…mamma che buona!!! Non vi ho incuriosito??? Va bene…allora subito la ricetta.

Sbriciolata nutella e cocco, dose per una tortiera da 23 cm.
  • 300 gr di farina
  • 120 gr di zucchero
  • 50 gr di cocco
  • 50 gr di burro
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • nutella quanto basta 

Su di un piano mettere la farina setacciata ed aggiungere la farina di cocco, lo zucchero e il lievito. Questo e’ il metodo che utilizzo per fare anche la frolla, ricordo infatti di aver sentito in un programma televisivo che per una buona riuscita della frolla vanno mescolati insieme prima gli ingredienti secchi (quindi farine, zucchero, lievito), poi il burro a pezzettini amalgamandolo bene agli ingredienti secchi ed infine le uova. Quindi dicevamo …dopo aver mischiato le farine, lo zucchero e il lievito aggiungiamo il burro a pezzettini e a temperatura ambiente , mischiamolo bene agli ingredienti prendendoli insieme e sfregandoli con le mani. A questo punto facciamo un po’ di spazio, rompiamo e battiamo leggermente le uova. Ora con lo stesso metodo con il quale abbiamo mischiato il burro facciamo altrettanto con l’uovo…non dobbiamo impastare ma sfregare…in modo che non si formi una palla ma tante briciole di impasto…comodo no??? Almeno siamo certi che la frolla non impazzisce. 🙂

Ora prendiamo una tortiera da crostata, foderiamola con carta da forno e distribuiamo circa 2/3 del nostro impasto schiacciandolo leggermente…non c’e’ bisogno di fare i bordi. Ora prendiamo la nutella. Attenzione ..siccome non la mettiamo su una superficie compatta c’e’ il rischio che mentre la spalmiamo portiamo via l’impasto stesso…quindi vi consiglio vivamente di scaldarla e renderla liquida..in questo modo distribuirla sara’ uno scherzo.

sbriciolata1

 

Perfetto…ora mettiamo un’altra bella manciata di cocco e copriamo con il restante impasto sbriciolato. Non ci resta che infornare e lasciare cuocere per 35 minuti circa a 170 gradi.

Sforniamo…lasciamo raffreddare e gustiamo…ammesso e non concesso ce vi avanzi…si mantiene per giorno mantenendo la stessa croccantezza.

Non vi resta che provarla!!!