Crea sito

Plumcake all’acqua e cacao

 

Il Plumcake all’acqua e cacao e’ un delizioso…anzi no…e’ un ottimo plumcake che appunto non contiene ne’ latte, ne’ uova, ne’ burro e che quindi puo’ essere davvero mangiato senza tanti rimorsi.

Quando ho visto la ricetta…devo essere sincera sono rimasta perplessa ma una sera dovendo fare un dolce in un me che non si dica mi sono decisa a provarlo e…caspita che bonta’…ve lo assicuro.

Resta leggerissimo, morbido e si mantiene per giorni…ammesso e non concesso che duri dei giorni ¬† ūüôā

Ormai e’ diventato un po’ il mio cavallo di battaglia quando voglio fare un dolce veloce…infatti non contenendo uova si salta tutta quella parte iniziale che comunque porta via un po’ di tempo.

E allora che ne ditedi vedere insieme a me la veloce ricettina?

Plumcake all'acqua e cacao

Plumcake all’acqua e cacao, dose per uno stampo medio.¬†

  • 250 gr di acqua
  • 120 gr di farina 00
  • 60 gr di fecola
  • 60 gr di cacao amaro
  • 50 gr di olio di riso
  • 120 gr di zucchero
  • aroma vaniglia
  • 1 bustina di lievito per dolci¬†

Fare il¬†Plumcake all’acqua e cacao¬†√® semplice e veloce.

In una terrina versiamo l’acqua, aggiungiamo lo zucchero e giriamo fino a quando lo zucchero non si sara’ del tutto sciolto.

Uniamo quindi l’olio e la vaniglia.

In un altro recipiente  mescolare insieme la farina setacciata, lo zucchero, il cacao e il lievito.

Man mano andiamo a versare questo mix nella terrina con i liquidi aiutandoci con una frusta elettrica per evitare il formarsi di grumi.  Foderiamo uno stampo da plumcake con carta da forno,versiamoci dentro il nostro impasto  ed inforniamo a 170 gradi per circa 1/2 ora a forno ventilato.

Superata la prova  stecchino possiamo spengere il forno e lasciare raffreddare il dolce a temperatura ambiente prima di impreziosirlo con abbondante zucchero a velo.

Se non lo avete mai provato vi consiglio di farlo…pochi ingredienti…poco tempo…poche calorie…ma una montagna di gusto!!!!

Buon dolce!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

Zucca al naturale al forno

La Zucca al naturale al forno è un contorno che davvero mi ha sorpreso non pensando fosse così buona.

La zucca √® tra gli ortaggi invernali che pi√Ļ preferisco e la mangio fino alla fine..da ottobre ad aprile!!!!

E poi vogliamo parlare delle sue proprietà???

Depurative, lassative, nutrienti e diuretiche.

In genere la faccio o al pomodoro oppure al forno con il pangrattato…ora per√≤ mentre la stavo preparando per cena mi sono accorta di non avere il pangrattato e non sapevo che fare…cos√¨ ¬†l’ho sperimentata in questo modo e devo dire che √® decisamente una buona alternativa veloce e gradevole.

Sembra quasi al vapore ma con un gusto in pi√Ļ dato dalla cottura in forno.

Il condimento poi di spezie , olio e qualche goccia di aceto balsamico rende il piatto un contorno eccellente.

Che ne dite allora di vedere insieme i pochi e semplici passaggi???

Zucca naturale al forno

 

Zucca naturale al forno, dose per due persone

  • 500 gr diZucca
  • sale
  • olio
  • prezzemolo
  • origano
  • aceto balsamico

Fare la  Zucca naturale al forno è semplice e richiede davvero poco tempo.

Prendiamo la zucca, tagliamole a fettine spesse 1 cm, eliminiamo la buccia esterna e laviamola tuffandola dentro una bacinella piena di acqua.

Trasferiamola su una placca foderata con carta da forno leggermente unta , condiamo con un pizzico di sale, abbondante origano e altre spezie che possono piacerci.

Inforniamo a 200 gradi modalità ventilata per circa 20 minuti, girandola da ambo le parti.

Quando sentiamo che si è ammorbidita abbastanza spengiamola e lasciamola raffreddare.

Mettiamo ora le fettine su un piatto da portata e terminiamo il condimento con un filo di olio e qualche goccia di aceto balsamico.

La nostra Zucca naturale al forno è pronta per essere gustata.

Lasciamola anzi insaporire una mezz’oretta prima di servire…sar√† ancora pi√Ļ buona.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

Panini veloci con farina di lenticchie

I¬†Panini veloci con farina di lenticchie¬†sono dei deliziosi cazzottini di pane che possiamo realizzare in 5 minuti davvero e che oltre a questa caratteristica ne hanno un’altra ancor pi√Ļ importante…sono realizzate cio√® con la farina di lenticchie.

La farina di lenticchie √® una farina che si ottiene da questo legume e pertanto non ha glutine ma rispetto ad altre farine ottenute allo stesso modo ha un indice gliecemico pi√Ļ basso.

Inoltre è ricca di vitamine e di ferro.

I Panini veloci con farina di lenticchie naturalmente non hanno la stessa morbidezza di un classico panino ma sono buoni e perfetti anche per accompagnare formaggi freschi e spalmabili.

L’impasto poi l’ho realizzato con un vasetto di yogurt greco..nella stessa maniera in cui realizzo le pizzette rustiche la cui golosa ricetta potete¬† consultare cliccando QUI. ed ho arricchito l’impasto con i semi di chia famosi peressere ricchi di calcio

E allora che ne dite di vedere insieme questa veloce ricetta che vi assicuro vi tornerà molto utile!!!!???

Panini veloci con farina di lenticchie

Panini veloci con farina di lenticchie, dose per 4 panini

  • 1 yogurt greco intero
  • 1 vasetto di farina di lenticchie
  • 1/2 bustina di lievito per torte salate
  • 1 pizzico di sale.
  • 1 cucchiaio di semi di chia

Fare i Panini veloci con farina di lenticchie è davvero super veloce.

Rovesciamo lo yogurt in una terrina, aggiungiamo un vasetto di farina, il sale, il lievito, i semi di chia e impastiamo continuando su di un piano infarinato.

Una volta ottenuta una bella palla omogenea dividiamola in quattro e diamo forma a dei piccoli panini che andremo a trasferire su una teglia ricoperta da carta da forno.

Incidiamoli in superficie formando una croce  e inforniamo a 180 gradi per circa 20 minuti.

Una volta fatta la prova stecchino i nostri panini saranno pronti per essere gustati.

Talmente poco il tempo…talmente poca la spesa…che non potete non provarli.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la ricetta?

Allora seguimi anche su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale. o sui miei profili Twitter ed Instagram.

Risotto all’amaretto e lime

Il Risotto all’amaretto e lime¬†√® un piatto decisamente innovativo.

Pur cercandolo in diversi siti di cucina non ne ho davvero trovato traccia. Come mi è venuto in mente????

Semplic√®, io e mio marito siamo stati a cena in un locale ed era nel listino…una cosa talmente insolita e diversa finalmente che √® stato impossibile non ordinarlo.

E abbiamo fatto bene…spettacolare e delicato.

Cosi’ mi sono procurata gli ingredienti ed ho deciso di rifarlo ma ovviamente senza avere parametri di confronto.

Il risultato? Un Risotto all’amaretto e lime¬†nulla da invidiare a quello del ristorante, le dosi sono state giuste e il sapore eccezionale.

Resta molto delicato, perfetto per un pranzo o una cena di una certa importanza per palati raffinati.

Il retrogusto dolce dell’amaretto viene ben equilibrato dal semi aspro del lime e vi assicuro che ancor prima di mangiarlo il profumo intenso degli ingredienti inebrier√† le vostre papille gustative.

Bene…allora pronte per provarlo????

Risotto all'amaretto e lime

Risotto all’amaretto e lime, dose per 3 persone.

  • 250 gr di riso che non scuoce
  • 2 lime
  • 50 gr di Amaretto di Saronno
  • 2 zucchine
  • 1 scalogno
  • 3 cucchiai di olio
  • brodo vegetale

Innanzitutto prepariamo il brodo vegetale che ci servir√† per la cottura del nostro Risotto all’amaretto e lime.

Laviamo le zucchine , tagliamole in 4 nel senso della lunghezza, togliamo un po’ dell’anima e grattugiamole

Laviamo quindi i lime, grattugiamone la buccia e spremiamone il succo.

In un capiente tegame affettiamo finemente lo scalogno, aggiungiamo l’olio, mezzo mestolo di brodo vegetale, copriamo e lasciamo “soffriggere” fino a quando lo scalogno non si sar√† sufficientemente appassito.

A questo punto aggiungiamo il riso, tostiamolo per un minuto e sfumiamo con l’amaretto facendolo evaporare tutto.

Uniamo ora il brodo fino a riempire il tegame, quindi le zucchine, chiudiamo con il coperchio e lasciamo cuocere a fuoco molto lento.

Quando il brodo inizia a ritirarsi aggiungiamo il succo del lime, altro brodo e continuiamo la cottura fino al termine.

Ci vorr√† all’incirca una mezz’oretta come per tutti i risotti e mano a mano allunghiamo con il brodo fin quando il riso non si sar√† cotto.

A cottura ultimana aggiungiamo il lime grattugiato, mantechiamo e spengiamo.

Lasciamo che il nostro Risotto all’amaretto e lime riposi un po’ prima di essere impiattato.

Ora non resta che sorprendere i nostri commensali con questa vera delizia!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Melanzane al trito di noci e prezzemolo

Le Melanzane al trito di noci e prezzemolo¬†sono dei strepitosi bocconcini che si preparano in un istante e che possiamo inserire in un aperitivo¬† o in un bell’antipasto.

Lo sposalizio noci-prezzemolo √® davvero¬†quel giusto equilibrio di sapori che non eccede n√© da una parte n√© dall’altra e che trova nella melanzana grigliata il nido adatto per dare vita ad una sfiziosa ricetta vegetariana.

Però visto il potere altamente saziante delle noci fatene quanti ne bastano.

Io ne ho fatti giusto 6…era una serata particolare…e volendo mangiare un po’ di tutto ad iniziare dall’antipasto mi sono messa subito all’opera per poterli sperimentare.

Se quindi ora sono qui a scrivere vuol dire che questi bocconcini di melanzane al trito di noci e prezzemolo sono davvero buoni e vale la pena di provarli, sono diversi…e si sa…le novit√† stuzzicano…sbaglio forse??? ūüėÜ

Mi sembra già di avervi detto che sono veloci vero???? Allora carta e penna e veniamo alla buona ricettina.

Melanzane al trito di noci e prezzemolo

Melanzane al trito di noci e prezzemolo, dose per 12 bocconcini

  • 1 uovo
  • 100 gr di noci
  • 12 fettine di melanzane
  • 1 bel mazzetto di prezzemolo
  • sale
  • pepe

 

Fare le Melanzane al trito di noci e prezzemolo è molto semplice.

Laviamo le melanzane e affettiamole con la buccia ricavandone 12 fettine di medio spessore che andremo a grigliare su una piastra bella calda.

Nel frattempo tritiamo non molto finemente ma quasi a granella le noci insieme al prezzemolo e aggiustiamo di sale e di pepe.

Infine battiamo in un piattino l’uovo con un pizzico di sale.

Bene tutto è pronto per andare a formare i nostri Bocconcini di Melanzane al trito di noci e prezzemolo.

Prendiamo ciascuna fettina di melanzana bagniamola nell’uovo in entrambi i lati e passiamola nel trito aromatico mettendo un po’ del composto su un lato e poi arrotolando per formare il nostro delizioso bocconcino.

Continuiamo così per tutte le fettine e trasferiamole mano a mano in una pirofila ricoperta da carta da forno senza bisogno di ungerla.

Se avanza del trito possiamo distribuirlo in superficie in modo tale da dare ai nostri bocconcini un sapore pi√Ļ deciso

Non resta che infornare a 180 gradi per pochi minuti…10 al massimo…il tempo di far asciugare ciascun bocconcino e renderlo croccante.

Sforniamo e serviamo caldi….tiepidi anche.

Questa ricetta √® tanto semplice quanto buona…spero¬† di avervi incuriosito un pochino!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

Fagioli del papa con arance e noci

I¬†Fagioli del papa con arance e noci √® molto pi√Ļ di un semplice contorno, direi che √® un piatto completo al 100% soprattutto a livello nutrizionale.

I Fagioli del papa o Lima sono particolari sia per il loro colore striato che per la loro grandezza e rispetto agli altri fratelli legumi sono molto pi√Ļ ricchi di fibre e vitamine.

La loro consistenza √® pastosa e molto gustosa e questo li rende perfetti per ogni preparazione…dalle classiche zuppe a secondi sfiziosi.

Come ne sono venuta in possesso? Ovvio…grazie alla mia amica Alessandra e al suo delizioso negozietto..¬†La dispesa del¬†Lago una piccola boutique del gusto che purtroppo per me si trova a Castiglion del Lago.

Ma la nostra amicizia va ben oltre e sono pi√Ļ che felice di provare di tanto in tanto le sue novit√†.

I¬†Fagioli del papa con arance e noci sono perfetti anche se seguiamo un regime alimentare controllato..un piatto che ha tutto…fibre, vitamine, acidi grassi buoni…ed √® decisamente saziante.

Che ne dite allora di vedere insieme  a me i pochi e semplici passaggi?

Fagioli del papa con arance e noci

Fagioli del papa con arance e noci, dose per due persone

  • 150 gr di fagioli del papa crudi
  • 1 arancia
  • 30 gr di noci
  • sale
  • pepe
  • 2 cucchiai di olio
  • aceto balsamico

Fare i¬†Fagioli del papa con arance e noci √® molto semplice…richiede solo tempo la cottura dei fagioli.

Come per tutti i legumi secchi anche i Fagioli del papa hanno necessità di un preammollo di 12 ore .

Dopodich√® possiamo lavarli, trasferirli in una pentola coperta di acqua fredda e cuocerli all’incirca per 40 minuti.

Una volta pronti aggiungiamo un pizzico di sale grosso, lasciamo bollire altri due minuti e spengiamo.

Prendiamo una buona arancia bio, peliamola e facciamola a tocchetti.

Infine spezzettiamo le noci.

Trasferiamo i fagioli ben colati in un piatto da portata, aggiungiamo l’arancia e i gherigli di noce.

Insaporiamo con un pizzico di sale, un di pepe, due cucchiaidi olio e una spruzzata di aceto balsamico.

La nostra favolosa insalata di Fagioli del papa con arance e noci è pronta per essere gustata.

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram

Millefoglie di verdure

La Millefoglie di verdure è un delizioso piatto vegetariano a base di verdure perfetto come antipasto o anche piatto unico.

Quello che la rende particolare è un mix di sapore che può variare a seconda degli ingredienti che decidiamo di usare..

Io in genere amo farla con patate, zucchine, peperoni e melanzane e il fatto di comporla senza cuocere prima le verdure la rende ancora pi√Ļ buona.

La Millefoglie di verdure √® ottima si d’estate che d’inverno e si pu√≤ partire da una semplice base per poi arricchirla come pi√Ļ vogliamo.

La preparazione della Millefoglie di verdure pu√≤ essere fatta anche prima per poi terminare con la cottura in¬† forno un’oretta prima di sederci a tavola.

Penso che sia una pietanza che accomuna molte persone e magari √® anche un buon metodo per far mangiare ai pi√Ļ piccoli le verdure.

E allora che ne dite di vedere insieme la semplice ricettina?

Millefoglie di verdure

Millefoglie di verdure, dose per quattro persone.

  • 1 zucchina bella grande
  • 1 melanzana bella grande
  • 1 patata bella grand
  • 1 peperone
  • 300 gr di mozzarella
  • parmigiano.

Fare la Millefoglie di verdure è semplice e veloce.

Laviamo e affettiamo tutte le verdure in fettine non troppo spesse e tritiamo la mozzarella.

Prendiamo ora una teglia di medie dimensioni, foderiamola con un foglio di carta da forno bagnato, strizzato e leggermente unto.

Spargiamo una manciata di pangrattato e togliamo quello in eccesso.

Iniziamo ora a fare gli strati…io preferisco mettere alla base le fettine di patate…poi le fettine di melanzane…le falde di peperone e infine ricopro con le zucchine.

Tra uno strato e l’altro aggiungiamo la mozzarella e una spolverata di parmigiano.

Io non ho aggiunto nessun tipo di condimento…n√© olio..n√® sale.

Copriamo con un foglio di carta di alluminio e inforniamo a 180 gradi modalità ventilata per circa 30/35 minuti, quindi scopriamola e continuiamo la cottura  per altri 10/15 minuti in modo tale da far formare una buona gratinatura.

La nostra deliziosa Millefoglie di verdure √® pronta per essere gustata…buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram

 

Naan o pane indiano

Il Naan o pane indiano è una tipologia di pane lievitato molto diffuso nel medio oriente e precisamente parliamo di un pane  di origine pakistana.

Quello che lo caratterizza √® la cottura in appositi forni fatti in argilla ed √® particolare per l’impasto fatto semplicemente di farina, yogurt e acqua.

Ovviamnete noi lo possiamo cuocere in una normale padella antiaderente ma è talmente buono che ne andrete entusiasti.

Non solo, ma se vi capitano giornate che per un motivo o un altro non riuscite ad  uscire e restate senza pane, il Naan o pane indiano è la soluzione adatta.

La forma tipica è quella di una pizzetta schiacciata, morbidissima e ottima da mangiare anche semplicemente così.

Che ne dite di vedere insieme i pochi e semplici passaggi?

Naan o pane indiano

Naan o pane indiano, dose per 4 naan

  • 250 gr di farina
  • 125 gr di yogurt bianco
  • 1/2 bustina di lievito di birra disidratato
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di olio
  • 60 gr di acqua ben calda

Fare il Naan o pane indiano è molto semplice e non ha bisogno di una particolare attitudine alla panificazione.

Setacciamo la farina dento una ciotola ben capiente, quindi aggiungiamo il lievito, lo zucchero, il sale, il cucchiaio di olio e lo yogurt.

Iniziamo ad impastare e versiamo mano a mano anche l’acqua ben calda.

Lavoramo l’impasto fino ad ottenere una bella palla omogenea che andremo a far riposare un paio di ore coperta da un foglio di pellicola.

Una volta raddoppiato di volume riprendiamo l’impasto e dividiamolo in quattro.

Stendiamo ciascun pezzo in una pizzetta tonda dal diametro di circa 15 cm

Scaldiamo un padellino antiaderente e cuociamo il pane Naan a fiamma bassa per circa 5 minuti per lato per permettere anche la cottura interna.

Il nostro¬†Naan o pane indiano √® pronto…un pane alternatuvo, leggero e super goloso…pu√≤ accompagnare sia il dolce che il salato e caldo √® favoloso.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram

Rapa rossa con arancia e feta greca

La Rapa rossa con arancia e feta greca è un piatto niente male da presentare sia come contorno che come piatto unico magari da portare in ufficio in sostistuzione del solito panino.

Di certo √® ricchissimo non tanto di calorie ma di altri elementi…quali ad esempio il ferro di cui la rapa rossa ne √® portavoce e di vitamica C grazie all’arancia.

Quanto alla scelta della feta si è resa necessaria grazie al suo sapore aspro e pungente che va a bilanciare tutto il piatto.

La feta greca √® un formaggio greco di certo non magrissimo ma se scegliamo quella light abbiamo l’opportunit√† di tagliare una bella fetta di calorie.

La Rapa rossa con arancia e feta greca è davvero particolare e sfiziosa, si prepara in pochissimo ed è ottima ora che siamo in pieno inverno.

Che ne dite allora di vedere i pochi e semplici passaggi?

Rapa rossa con arancia e feta greca

Rapa rossa con arancia e feta greca, dose per due persone

  • 150 gr di rapa rossa
  • 1 arancia bio
  • 80 gr di feta greca light
  • 2 cucchiai di olio
  • sale
  • pepe

Fare la Rapa rossa con arancia e feta greca è semplice e veloce.

Assicuriamoci di utilizzare una bell’arancia Bio e dopo averla lavata eliminiamo la buccia cercando anche di togliere quanto pi√Ļ possibile la pellicina bianca.

Quindi tagliamola a tocchetti e trasferiamola in un piatto da portata.

Facciamo lo stesso con la rapa rossa…passandola magari prima sotto un getto di acqua per eliminare il succo esterno che andrebbe a sporcare tutto il piatto.

Uniamola all’arancia ed infine sbricioliamo sopra ai due ingredienti la feta greca.

Aggiustiamo di sale, di pepe e condiamo con due cucchiai di olio.

La nostra Rapa rossa con arancia e feta greca è pronta per essere servita.

Davvero sfiziosa.

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram

Ceci in conserva

I Ceci in conserva è il modo migliore di gustare qusto legume così salutare avendo sempre a portata di dispensa un barattolino pronto e soprattutto privo di conservanti.

Nonostante io sia sempre stata restia a comprare i cibi belli e pronti, per i legumi ho sempre chiuso un occhio preferendo in ogni caso quelli dentro ai barattoli di vetro.

In fondo si trattava di ceci o altro cotti e conservati.

E mi piacevano!!!! Poi un giorno mi hanno riportato un sacchetto di ceci secchi…li per li quasi volevo morire…non mi andava di cuocerli ma poi mi sono fatta forza e una bella sera li ho messi in ammollo in acqua leggermente salata.

Il giorno dopo li ho cotti e solo in quel momento dopo averli assaggiati mi sono accorta della grande differenza di sapore.

Caspita…questi sapevano davvero di ceci e basta…nessun sapore alternativo…non salati…

Da allora non li compro pi√Ļ cotti…anche perch√® basta dedicarci un p√≤ di empo per farne un p√≤ e stare bene qualche tempo.

E allora che ne dite di vedere insieme a me i pochi e semplici passaggi?

Ceci in conserva

Ceci n conserva, dose per 4 barattoli da 300 gr

  • 500 gr di ceci
  • sale

Fare i Ceci in conserva è molto semplice.

Prendiamo i ceci secchi e mettiamoli 12 ore in ammollo in acqua leggermente salata.

Quindi coliamoli, ripassiamoli sotto un getto di acqua e trasferiamoli in una capiente pentola coperti totalmente di acqua.

Copriamo e lasciamoli cuocere pi√Ļ o meno 40 minuti dall’inizio del bollore.

Ho detto pi√Ļ o meno perch√® a me piacciono pi√Ļ croccanti.

Solo una volta raggiunta la vostra giusta consistenza aggiungiamo un pizzico di sale grosso e dopo un paio di minuti spengiamo.

Nel frattempo laviamo e sterilizziamo dei vasetti di vetro.

Riempiamoli di ceci coprendoli con il loro stesso liquido di cottura.

Avvitiamoli bene e trasferiamoli dentro una pentola ben alta.

Copriamo i barattoli di ceci completamente di acqua e riposizioniamo la pentola sul fuoco portandola a bollore.

Lasciamo bollire per 10 minuti e spengiamo.

Questo passaggio servirà per fare il sottovuoto e permettere ai ceci di conservarsi a lungo in un luogo fresco.

Almeno una volta provate e poi non ne farete pi√Ļ a meno.

Avere un barattolino di ceci sempre pronto è quasi una coperta di linus..risolve ogni imprevisto!!!

Buon lavoro!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram