Crea sito

Rotolo al grano saraceno e marmellata di mirtilli rossi

Il Rotolo al grano saraceno e marmellata di mirtilli è una deliziosa rivisitazione della classica torta di grano saraceno farcita con una golosa marmellata di mirtilli rossi.

La farina di Grano Saraceno è particolare per essere priva di glutine e per il suo sapore molto forte, l’ apporto calorico è lo stesso delle altre farine  ma  è molto più ricca di vitamine.

Ci sono cose che si fanno con questa farina e che sono il cardine della cucina italiana, tipo i pizzoccheri ad esempio o appunto questa torta.

Fare una Torta al 100% con la farina di Grano Saraceno non è rischioso visto che poi tutto va a finire in una tortiera ma l’azzardo è stato proprio farne una versione rivisitata con il rotolo di Pasta Biscuit.

Come vedete dalla foto, l’esperimento è ben riuscito e il Rotolo al grano saraceno e marmellata di mirtilli rossi è un dolce davvero goloso, leggero, senza grassi e senza lievito e perfetto sia per la colazione che per un fine pasto.

Che ne dite allora di vedere insieme a me la semplice e veloce ricettina?

Rotolo al grano saraceno e marmellata di mirtilli rossi

Rotolo al grano saraceno e marmellata di mirtilli rossi, dose per 6/8 persone.

  • 4 uova
  • 100 gr di zucchero
  • 100 gr di farina di grano saraceno
  • 125 gr di yogurt
  • 1 pizzico di sale
  • 200 gr di marmellata di mirtilli rossi

Fare il Rotolo al grano saraceno e marmellata di mirtilli rossi è molto semplice, nulla che non possa fare chiunque.

In una terrina montiamo per circa 10 minuti le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto bianco, spumoso e molto corposo.

Uniamo quindi lo yogurt, un pizzico di sale e la farina di grano saraceno.

Prendiamo la placca da forno

Foderiamola con della carta da forno bagnata e strizzata, spargiamo un po’ di zucchero e poi versiamo il nostro composto livellandolo bene con una spatola.

Passiamo la teglia in forno caldo e lasciamo cuocere la pasta biscotto per 10 minuti a 170 gradi.

Nel frattempo prepariamo un altro foglio di carta da forno bagnato e strizzato di egual misura.

Sforniamo la base per il rotolo e rovesciamola sopra il foglio preparato.

Tamponiamo con un canavaccio bagnato,stacchiamo quindi la carta da forno che ci è servita per la cottura e con l’aiuto di quella messa alla base iniziamo ad arrotolare la nostra base stringendola nella carta stessa carta.

Sembra difficile ma non lo è affatto!!!.

Passiamo il rotolo in frigo un’oretta per dargli forma.

A questo punto possiamo riprenderlo, farcirlo con abbondante marmellata e richiuderlo.

Bene, il nostro Rotolo al grano saraceno e marmellata di mirtilli rossi è pronto, non resta che farlo riposare di nuovo un pò sempre avvolto nella stessa carta e poi servirlo.

Buon dessert!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Plumcake all’acqua e cacao

 

Il Plumcake all’acqua e cacao e’ un delizioso…anzi no…e’ un ottimo plumcake che appunto non contiene ne’ latte, ne’ uova, ne’ burro e che quindi puo’ essere davvero mangiato senza tanti rimorsi.

Quando ho visto la ricetta…devo essere sincera sono rimasta perplessa ma una sera dovendo fare un dolce in un me che non si dica mi sono decisa a provarlo e…caspita che bonta’…ve lo assicuro.

Resta leggerissimo, morbido e si mantiene per giorni…ammesso e non concesso che duri dei giorni   🙂

Ormai e’ diventato un po’ il mio cavallo di battaglia quando voglio fare un dolce veloce…infatti non contenendo uova si salta tutta quella parte iniziale che comunque porta via un po’ di tempo.

E allora che ne ditedi vedere insieme a me la veloce ricettina?

Plumcake all'acqua e cacao

Plumcake all’acqua e cacao, dose per uno stampo medio. 

  • 250 gr di acqua
  • 120 gr di farina 00
  • 60 gr di fecola
  • 60 gr di cacao amaro
  • 50 gr di olio di riso
  • 120 gr di zucchero
  • aroma vaniglia
  • 1 bustina di lievito per dolci 

Fare il Plumcake all’acqua e cacao è semplice e veloce.

In una terrina versiamo l’acqua, aggiungiamo lo zucchero e giriamo fino a quando lo zucchero non si sara’ del tutto sciolto.

Uniamo quindi l’olio e la vaniglia.

In un altro recipiente  mescolare insieme la farina setacciata, lo zucchero, il cacao e il lievito.

Man mano andiamo a versare questo mix nella terrina con i liquidi aiutandoci con una frusta elettrica per evitare il formarsi di grumi.  Foderiamo uno stampo da plumcake con carta da forno,versiamoci dentro il nostro impasto  ed inforniamo a 170 gradi per circa 1/2 ora a forno ventilato.

Superata la prova  stecchino possiamo spengere il forno e lasciare raffreddare il dolce a temperatura ambiente prima di impreziosirlo con abbondante zucchero a velo.

Se non lo avete mai provato vi consiglio di farlo…pochi ingredienti…poco tempo…poche calorie…ma una montagna di gusto!!!!

Buon dolce!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

Ciambella al lime e semi di chia

La Ciambella al lime e semi di chia non è solo un dolce per la prima colazione ma grazie al lime è in grado di darci un gran senso di freschezza.

Anche se amo molto il sapore del limone, vi posso assicurare che il lime (suo fratello) pur restando leggermente più aspro, ha una marcia in più e rende molte pietanze sia  dolci che salate davvero uniche

L’aggiunta dei i semi di chia è stata azzardata ma vi posso assicurare che quella leggera croccantezza che si percepisce  appena all’interno del dolce è davvero particolare

I semi di chia tra l’altro non conferiscono sapore alla ciambella ma inserirli è un vero toccasana.

Sono infatti ricchissimi di vitamina C, omega 3 e calcio.

La Ciambella al lime e semi di chia è un dolce quindi che vale la pena di provare soprattutto perchè semplice, leggero, senza burro e appagante.

Che ne dite quindi di vedere insieme la ricettina?

Ciambella al lime e semi di chia

Ciambella al lime e semi di chia, dose per 10 persone

  • 3 uova
  • 300 gr di farina
  • 130 gr di zucchero
  • 1 yogurt bianco intero
  • 60 ml di olio di riso
  • 100 ml di succo di lime
  • 2 cucchiai di semi di chia
  • 1 bustina di lievito

Fare la Ciambella al lime e semi di chia è molto semplice.

Innanzitutto spremiamo 2 o 3 lime prelevando 100 ml di succo.

In una terrina montiamo molto bene le uova con lo zucchero fino ad ottenere uno composto bianco e spumoso.

Aggiungiamo lo yogurt, l’olio e il succo di lime.

Setacciamo la farina insieme al lievito e uniamola molto lentamente al composto cercando di non far formare grumi.

In ultimo incorporiamo i semi di chia.

Prendiamo ora uno stampo a ciambella e a meno che non usiate quello in silicone, imburriamolo ed infariniamolo.

Versiamoci dentro il composto e passiamo in forno statico a 180 gradi per 30/35 minuti.

Una volta verificata la cottura con la classica prova stecchino possiamo spengere e lasciare in forno altri 5 minuti.

Bene, la nostra deliziosa Ciambella al lime e semi di chia è pronta per essere gustata.

Fatene buon uso!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

Ciambella al succo di mirtillo

La Ciambella al succo di mirtillo è un dolce molto goloso e talmente buono che va bene sia per iniziare una lunga e faticosa giornata, sia per un fine pasto non impegnativo o meglio ancora per una merenda rilassante.

Complice l’avere un litro di succo al mirtillo a casa, ho voluto prendere spunto dalla famosa torta all’acqua sostituendo quest’ultima con il mirtillo.

Eh caspita…vuoi mettere??? Tutta un’altra cosa.

La Ciambella al succo di mirtillo è senza uova appunto e tutto ciò che serve per realizzarla è una ciotola e una frusta a mano. Resta molto leggera, soffice e per niente dolce e già solo il profumo che emana durante la cottura non potrà non conquistarvi.

L’aggiunta di nocciole e di cioccolato fondente non solo rendono la Ciambella al succo di mirtillo più golosa ma soprattutto ci permettono di dimezzare di gran lunga la quantità di zucchero e di olio…si olio…del burro neanche l’ombra.

Ammesso e non concesso che non la finiate appena assaggiata, si mantiene anche una settimana ben coperta.

E allora amici miei golosoni, vi andrebbe di vedere insieme la ricettina???

Ciambella al succo di mirtillo

Ciambella al succo di mirtillo

  • 300 ml di succo al mirtillo
  • 80 gr di zucchero
  • 50 ml di olio di riso
  • 250 gr di farina
  • 100 gr di nocciole
  • 80 gr di cioccolato fondente
  • 1 bustina di lievito per dolci.

Fare la Ciambella al succo di mirtillo è molto semplice e per il fatto stesso che non dobbiamo stare lì a montare le uova con lo zucchero, è anche veloce.

Innanzitutto tritiamo finemente le nocciole e in un pentolino facciamo sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente lasciandolo poi intiepidire.

In una terrina mettiamo lo zucchero e sciogliamolo bene aggiungendo il succo di mirtillo possibilmente tiepido .

Uniamo le nocciole, l’olio, il cioccolato fuso  e lentamente incorporiamo la farina cercando di evitare il formarsi di grumi.

Infine mettiamo il lievito e continuiamo ad amalgamare bene gli ingredienti ottenendo un composto fluido ma non liquido.

Prendiamo uno stampo a ciambella ..(22/24 cm circa).  Io ho usato quello in silicone, in alternativa dovrete ungerlo ed infarinarlo.

Versiamoci dentRo il composto livellandolo bene ed inforniamo a 170 gradi per circa 30/35 minuti in modalità statica.

Spengiamo solo dopo aver effettuato la prova stecchino tenendo il dolce qualche minuto dentro al forno spento.

Perfetto la nostra Ciambella al succo di mirtillo è pronta per essere gustata magari arricchita con dello zucchero a velo.

Buon dessert.

Ti è piaciuta la ricetta?

Allora seguimi su Facebook alla Pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

Pan di kiwi alle noci

Il Pan di kiwi alle noci è un dolce che ricorda molto il Pan di arancia.

Proprio qualche giorno fa per la prima volta infatti ,complice l’aver delle bellissime arance bio mi sono deliziata con questo ciambellone così agrumoso…Mentre ne gustavo una fetta davanti ad una fumante tazza di caffè l’occhio mi è andato sui Kiwi dentro la fruttiera…kiwi super bio visto che provengono direttamente dalla coltivazione di mio suocero…e mi sono detta…caspita..e se facessi anche il Pan di Kiwi?

E così apportando qualche variazione mi sono subito adoperata e devo dire che il risultato è stato un dolce superlativo…purtroppo già parlo al passato visto non è durato così tanto!!!!

Il  Pan di kiwi alle noci è davvero un dolce particolare, morbidissimo, povero di grassi e super vitaminico.

E’ perfetto per la prima colazione ma anche per un fine pasto  non è affatto male…anzi il suo sapore gradevole e delicato è perfetto per chiudere in bellezza un pranzo importante.

Rispetto al pan di arancia ho sperimentato altri abbinamenti aggiungendo anche un pochino di amaretto.

Insomma se non sappiamo come iniziare bene la giornata…credetemi…con questo dolce abbiamo a risposta in tasca!!!

E allora veniamo alla ricettina.

Pan di kiwi alle noci

Pan di kiwi alle noci

  • 250 gr di farina 00
  • 50 gr di noci
  • 3 uova
  • 150 gr di zucchero
  • 80 ml di olio di riso
  • 40 m di amaretto
  • 60 ml di latte di mandorla
  • 300 gr di polpa di kiwi
  • 1 bustina di lievito

Fare il Pan di kiwi alle noci è molto semplice.

Innanzitutto sbucciamo i kiwi e frulliamoli. Io ho evitato di passare il frullato ottenuto..alla fine i semini neanche si sentono.

Tritiamo finemente anche le noci.

In una terrina montiamo le uova con lo zucchero ottenendo un composto bianco e spumoso.

Aggiungiamo quindi l’olio, l’amaretto e il latte di mandorla.

Uniamo le noci e molto gradualmente anche la farina continuando a girare con la frusta per evitare il formarsi di grumi.

Setacciamo all’interno dell’impasto anche il lievito ed inìfine incorporiamo la purea di kiwi.

Foderiamo ora una tortiera da 24 /26 cm con un foglio di carta da forno bagnato e strizzato.

Rovesciamo al suo interno il composto ed inforniamo in modalità statica a 180 gradi per 35 minuti.

Una volta superata la prova stecchino, spengiamo e lasciamo in forno ancora 5 minuti.

Quindi tiriamo fuori la tortiera e una volta ben freddo sformiamo il nostro dolce arricchendo la superficie con abbondante zucchero a velo.

In alternativa possiamo fare anche dei simpatici muffins…comodissimi come merenda dei nostri bambini.

Buon dessert!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi anche su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

 

Pan di arancia al kamut con pistacchi

Il Pan di arancia al kamut con pistacchi è un dolce perfetto per la prima colazione e decisamente goloso!!!

Anche io non ho saputo resistere ad una delle torte piu “agrumate” del web e visto che avevo delle arance doc siciliane mi sono subito adoperata nell’impresa ma aggiungendo due tocchi in più…la dolcezza del latte di mandorla e la nota quasi musicale del pistacchio.

Eh si perché pur partendo da una base unica, le varianti per questo dolce che più comunemente vien chiamato Pan di Arancia sono davvero molteplici.

La scelta della farina di Kamut è stata dettata dalla necessità di utilizzare una farina con indice glicemico non alto ma il risultato è comunque sempre assicurato.

Il Pan di arancia al kamut con pistacchi a differenza di altre torte con succo di arancia ha la particolarità di avere nell’impasto un’arancia intera frullata compresa la buccia, in questo caso il sapore di arancia è assicurata al 100 %, davvero inebriante al punto da arrivare davvero alla testa.

Naturalmente stiamo ben accorti ad utilizzare un’arancia bio e a lavarla bene.

E allora per una merenda o una golosa colazione vediamo come realizzare insieme il Pan di arancia al kamut con pistacchi.

Pan di arancia al kamut con pistacchi

 

Pan di arancia al kamut con pistacchi, dose per una tortiera di 24 cm

  • 250 gr di farina di kamut
  • 50 gr di pistacchi
  • 3 uova
  • 300 gr di arance intere
  • 150 gr di zucchero (io di canna)
  • 100 ml di latte di mandorla
  • 80 ml di olio di riso
  • 1 bustina di lievito

Fare il Pan di arancia al kamut con pistacchi è molto semplice.

Innanzitutto laviamo accuratamente l’arancia e frulliamola con tutta la buccia eliminando solo gli eventuali semi interni.

Tritiamo finemente i pistacchi .

In una terrina montiamo le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto bianco e spumoso.

Aggiungiamo quindi l’olio, il latte di mandorla, i pistacchi tritati e molto gradualmente la farina facendo attenzione a non far formare grumi.

Incorpriamo ora le arance frullate ed infine il lievito setacciato.

Foderiamo una tortiera da 24 cm con un foglio di carta da forno bagnato e strizzato. Versiamoci l’impasto e inforniamo a 180 gradi (modalità statica) per 40 minuti circa facendo fede alla prova stecchino.

Già durante la cotttura la vostra cucina verrà invasa dal profumo di arancia e non mangiarla subito sarà davvero un sacrificio!!!

Ma una volta freddo possiamo allietarci in tutti i sensi!!!

Buon dessert! Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

Plumcake variegato alla zucca e amaretti

Il Plumcake variegato alla zucca e amaretti è un buonissimo dolce da colazione e questo in modo particolare è diverso per la presenza della farina di grano saraceno. A pensarci bene mi sto rendendo conto che ultimamente il mio modo di realizzare pietanze è proprio cambiato. Nel senso…se devo cimentarmi in qualcosa di veramente specifico e  mai fatto cerco di seguire alla lettera un modello. Ma a volte, come in questo caso, mi piace improvvisare. In fondo di plumcake ne ho fatti tanti quindi più o meno le dosi riesco a ponderarle bene.

L’idea di fare questo dolce è nata una sera dopo cena quando all’improvviso mi è assalita quella voglia di qualcosa di goloso che non riuscivo a controllare…e nonostante già sapessi che non avrei mangiato nulla fino al mattino successivo ho deciso comunque di darmi all’inventiva.

Fatto sta che il mio risveglio è stato davvero lieto!!!

Comunque tornando al Plumcake variegato alla zucca e amaretti, si tratta di un dolce molto leggero, reso particolare dalla presenza di questa coppia vincente…zucca e amaretti. Ho voluto però renderlo un pochino diverso dalle classiche ricette che si trovano nel web utilizzando la farina di grano saraceno e un pò di cacao per l’effetto bicolore.

Il risultato devo dire molto soddisfacente , un equilibrio perfetto tra i vari sapori, e lo stesso retrogusto della farina di grano saraceno è compensata dalla dolcezza della zucca e degli amaretti.

E allora detto ciò che ne dite di andare alla ricetta?

Plumcake variegato alla zucca e amaretti

Plumcake variegato alla zucca e amaretti, dose per 8/10 persone

  • 2 uova
  • 120 gr di zucchero
  • 200 gr di farina di grano saraceno
  • 10 gr di cacao
  • 200 gr di zucca 
  • 80 gr di mandorle
  • 50 ml di olio
  • 250 gr di yogurt naturale
  • 50 gr di amaretti 
  • 1 bustina di lievito per dolci

Fare il Plumcake variegato alla zucca e amaretti è molto semplice e veloce.

Mettiamo 200 gr di zucca fatta a dadini in un mini pimer, aggiungiamo 80 gr di mandorle e frulliamo il tutto ottenendo un composto raffinato ed omogeneo. In questo modo le mandorle resteranno a pezzettini rendendo ancora più goloso il dolce,

In una terrina montiamo molto bene le uova con lo zucchero, aggiungiamo quindi lo yogurt, l’olio e lentamente la farina insieme al lievito continuando a lavorare il tutto con la frusta per evitare il formarsi di grumi.

A questo punto possiamo incorporare il composto di zucca e mandorle e 50 gr di amaretti sbriciolati.

Prendiamo ora uno stampo da plumcake e foderiamolo con un foglio di carta da forno bagnata e strizzata.

Versiamo dentro lo stampo 3/4 dell’impasto e aggiungiamo al restante 10 gr di cacao ottenendo la parte scusa. A cucchiaiate versiamo l’impasto scuro su quello bianco senza amalgamarli insieme.

Mettiamo il dolce in forno per 40 minuti in modalità statica facendo sempre fede alla prova stecchino.

Bene, il nostro Plumcake variegato alla zucca e amaretti è pronto per essere gustato…no caldo purtroppo…ma già tiepido va benissimo!!!

Buona colazione!!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale,

 

 

Torta all’ananas con farina di grano saraceno

La Torta all’ananas con farina di grano saraceno è un dolce perfetto per la prima colazione o semplicemente per placare in poche calorie quella voglia di dolce che a volte ci assale. Questo dolce è totalmente gluten free, ho rischiato…però mi è andata bene…e ne sono felice perchè posso dare un’alternativa a tutte le persone intolleranti al glutine.

Visto che comunque la farina di grano saraceno è molto particolare soprattutto nel sapore, l’ananas (rigorosamente naturale) ho deciso di non metterla in superficie ma di incorporarla nell’impasto insieme ad una manciata di mandorle a lamelle. Questo non solo ha reso l’impasto più soffice ma ha dato un buon equilibrio al retrogusto un pochino amaro della farina.

Non è la prima volta che lavoro la farina di grano saraceno..di tanto in tanto mi piace giocarci ma sempre cercando di non aggiungere farine diverse,

Ma torniamo alla nostra ricettina, se avete voglia di qualcosa fatto in casa ecco una golosa alternativa. E poi non c’è utilizzo di burro ma di olio di riso…lo zucchero è di canna e quindi abbiamo sempre il giusto compromesso tra gusto e calorie.

Torta all'ananas con farina di grano saraceno

Torta all’ananas con farina di grano saraceno, dose per 10 persone

  • 3 uova
  • 120 gr di zucchero di canna
  • 200 gr di farina di grano saraceno
  • 250 gr di yogurt intero al naturale
  • 70 ml di olio
  • 30 gr di mandorle a lamelle
  • 2 fettine di ananas al naturale
  • 1 bustina di lievito

Fare al Torta all’ananas con farina di grano saraceno è molto semplice e richiede il tempo standard di un ciambellone.

In un recipiente battiamo le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto fermo e spumoso.

Aggiungiamo quindi lo yogurt, l’olio e amalgamiamo fino al completo assorbimento. Iniziamo ora ad unire molto lentamente la farina insieme al lievito per dolci.

Infine non resta che incorporare l’ananas fatta a tocchetti e leggermente infarinata e una parte delle mandorle.

Foderiamo una tortiera da 24/26 cm con un foglio do carta da forno bagnata e strizzata. Versiamo l’impasto, completiamo la  torta distribuendo in superficie le restanti mandorle e inforniamo a 170 gradi per 35 minuti circa affidandosi alla prova stecchino.

Una volta cotta non resta che far freddare la nostra deliziosa torta e gustarla. Si mantiene per giorni e resta sempre morbida.

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Le mie ricette sono anche su Manjoo.

 

 

 

 

 

Ciambella al semolino con yogurt e caffè

La Ciambella al semolino con yogurt e caffè è un dolce perfetto da gustare insieme ad una buona tazza di thè o un bel cappuccino schiumoso. Non c’è nulla da fare…torna un pò di aria fresca e subito le nostre cucine odorano di dolce…d’altronde cosa c’è di più confortante che avere per colazione una bella fetta di ciambellone fatta in casa? Se poi usiamo dei giusti accorgimenti non dobbiamo neanche preoccuparci più di tanto delle calorie.

Per me mangiare un dolce così è davvero tornare all’infanzia…che ciambelloni che preparava mamma…e poi tutto misurato ad occhio…un cucchiaio…un bicchiere…un pugno..che donne quelle di una volta.

Ma anche noi non siamo da meno eh!!!! Comunque torniamo nello specifico al mio dolce. Alla base c’è il semolino…si…quello che in genere si usa per gli gnocchi alla romana. Il semolino è molto conosciuto soprattutto nell’alimentazione dei bambini o degli anziani perchè è molto digeribile e assicura un buon senso di sazietà. E’ ottenuto dalla macinazione di grano duro e si usa per fare paste…farine. Attenzione…non è privo di glutine ma in compenso è ricco di sali minerali.

Comunque avendo una bustina a disposizione ho deciso di farci un dolce..e per equilibrare la secchezza del prodotto ho aggiunto lo yogurt. Il caffè mi è servito per dare un sapore in più.

Allora vediamo la ricettina?

Ciambella al semolino con yogurt e caffè

Ciambella al semolino con yogurt e caffè

  • 2 uova
  • 250 gr di semolino
  • 50 gr di farina integrale
  • 250 gr di yogurt al naturale
  • 100 gr di zucchero di canna
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 70 ml di olio di riso
  • 70 ml di caffè
  • 1 bustina

Fare la Ciambella al semolino con yogurt e caffè è molto semplice.

In una terrina montiamo bene le uova con lo zucchero fino ad ottenere un bel composto spumoso.

Quindi aggiungiamo lo yogurt, l’olio, il caffè e continuiamo a miscelare gli ingredienti tra loro. Infine uniamo il semolino, la farina e il lievito e aromatizziamo il tutto con la buccia grattugiata del limone.

Prendiamo ora uno stampo a ciambella…io uso quello in silicone perchè non c’è necessità di ungerlo. In alternativa dovrete ungere lo stampo.

Versiamo dentro il composto e inforniamo a 170 gradi in modalità statica per 35 minuti.

Superata la prova stecchino possiamo spegnere e fare freddare la nostra ottima Ciambella al semolino con yogurt e caffè prima di gustarla

Bene…il nostro dolce per la prima colazione (ma anche no!!!!) è pronto…

Volendo una buona alternativa alla merenda scolastica dei bambini.

Buon dolce!!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Le mie ricette sono anche su Manjoo!!!

Plumcake cocco e lenticchie

Il Plumcake cocco e lenticchie è un ottimo dolce perfetto per la colazione. Di certo chi ha letto “Plumcake cocco e lenticchie”,inizialmente avrà pensato al classico plumcake salato ma poi la parola “cocco” un pò vi avrà portato fuori strada. E allora vi dico proprio che stiamo parlando di un dolce…del classico plumcake che si mangia con una bella spremuta…uno cappuccino schiumoso..insomma un dolce.

Ricordo che qualche tempo fa in televisione…in un film americano se non sbaglio il protagonista mentre faceva colazione in un bar aveva ordinato la torta dolce di fagioli. “Gli americani ne sanno una più del diavolo” ho pensato!!!

Ma il mio stupore è stato scoprire che una torta del genere esiste davvero, cio’ nonostante ancora non ho avuto modo di provarla. Ora però avendo cotto parecchie lenticchie e  non sapendo come consumarle ho iniziato a cercare qualche spunto sfizioso. Ma nulla di salato mi attirava…e poi mi venne in mente il film…e così ho cercato Ricette dolci con lenticchie,

Caspita quante torte ho trovato!!!! Ed allora ho deciso di mettere insieme un pò di ingredienti e di sperimentare questo delizioso dolce.

Devo dire che il risultato ha stupito anche me… Il Plumcake cocco e lenticchie è un dolce anche proteico…quindi ben indicato anche per i sportivi…e poi c’e’ tutta l’energia del cioccolato e il gusto esotico del cocco.

Ovviamente niente burro!!!! Solo un pochino di olio…

Che altro aggiungere? Nulla…io passerei alla ricettina.

Plumcake cocco e lenticchie

Plumcake cocco e lenticchie

  • 3 uova
  • 100 gr di zucchero di canna
  • 200 gr di lenticchie cotte
  • 80 ml di olio di riso
  • 125 gr di yogurt bianco intero
  • 80 gr di cioccolato fondente
  • 150 gr di farina
  • 50 gr di cocco
  • 1 bustina di lievito per dolci

Fare il Plumcake cocco e lenticchie è molto semplice.

Innanzitutto frulliamo le lenticchie fino ad ottenere una purea e teniamo da parte. Successivamente facciamo sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria e lasciamolo intiepidire.

Veniamo ora all’impasto.

In una terrina montiamo le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto bianco e spumoso. Aggiungiamo quindi lo yogurt, l’olio, il cioccolato fuso, la purea di lenticchie ed infine molto lentamente la farina . Amalgamiamo bene per evitare la formazione di grumi. Uniamo anche il cocco e per ultimo la bustina di lievito.

Bene, prendiamo ora uno stampo da plumcake di medie dimensioni, foderiamolo con della carta da forno bagnata e strizzata e versiamoci l’impasto.

Passiamo il dolce in forno in modalità statica a 180 gradi per circa 40 minuti…farà fede la prova stecchino!!!

Una volta cotto non resta che lasciare raffreddare il nostro Plumcake cocco e lenticchie per poi giocare a “indovina l’ingrediente segreto” con i vostri ospiti!!!

Scherzi a parte…il Plumcake cocco e lenticchie è davvero un dolce completo ed alternativo.

Buon dessert.

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale,

Le mie ricette sono anche su Manjoo.