Crea sito

Medaglioni di ceci e spinaci

I Medaglioni di ceci e spinaci sono delle morbidissime polpette schiacciate a mo’ di medaglione vegetariane e vegane al 100%.
Di solito infatti quando parliamo di polpette pensiamo comunque ad un composto che prevede oltre all’ingrediente principale anche l’aggiunta del latte, delle uova e del pane.
Stavolta pero’ non stavo cercando  una cosa del genere…ma volevo semplicemente fare gli spinaci come contorno ma in maniera diversa e cosi’ mi sono messa in cerca e attingendo qua e la’ ho improvvisato questi medaglioni.
Sono davvero buoni e leggeri…praticamente un contorno…forse l’unico difetto e’ il fatto di restare internamente un po’ asciutti…(non avendo messo dentro nulla)…ma credo si possa ovviare a questo piccolo difetto magari accompagnandoli o con un secondo ben condito…magari uno spezzatino, un arrosto….o meglio ancora con una leggerissima salsa…che ne so’…allo yogurt ad esempio. Comunque a me sono piaciuti tantissimo anche cosi’ percio’ soprattutto se avete amici vegetariani e vegani non esitate a provarli.
Intanto che ne dite di vedere insieme la veloce ricettina?
Medaglioni di ceci e spinaci

Medaglioni di ceci e spinaci, dose per circa 10 medaglioni.

  • 250 gr di spinaci (peso da cotti, crudi dovrebbero essere all’incirca 500 gr)
  • 200 gr di ceci lessi (quelli nei barattolini vanno benissimo…anzi!!!)
  • sale 
  • pepe
  • pangrattato

Fare i Medaglioni di ceci e spinaci è semplice  e veloce

Puliamo e laviamo accuratamente gli spinaci, mettiamoli in una pentola, aggiungiamo un pizzico di sale grosso, copriamo con un coperchio e lasciamoli cuocere fino a quando non li vediamo ben appassiti.

Quindi coliamoli e una volta freddi strizzimaoli affinchè perdano la maggior parte della loro acqua di cottura.

Prendiamo ora i ceci e con un robot sminuzziamoli senza farli diventare una poltiglia, aggiungiamo gli spinaci  e diamo un altro colpo di lama per amalgamare bene il tutto.

Trasferiamo il composto in un piatto, regoliamo di sale e di pepe,  e lasciamo che il composto per i nostri Medaglioni di ceci e spinaci riposi in frigo per una mezz’oretta.

A me non e’ successo ma se doveste notare che l’impasto risulti troppo acquoso possiamo aggiungere un cucchiaio di pangrattato…ma non dovrebbe accadere.

Dopo il riposo riprendiamo l’impasto e formiamo i nostri medaglioni partendo da una polpetta per poi schiacciarla.

Passiamoli ora  nel pangrattato e trasferiamoli su una teglia coperta da carta forno leggermente unta.

Mettiamo in forno anche a 200 gradi, ventilato o statico per circa 15 minuti…il tempo di assumere un colorito dorato.

Bene, i nostri Medaglioni di ceci e spinaci sono pronti per essere gustati caldi.

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

 

 

 

 

 

 

Polpette di finocchi

Le polpette di finocchi sono dei deliziosi bocconcini dove, avete ben capito, l’ingrediente principale sono proprio i finocchi.

Le ho improvvisate a modo mio e devo dire che quando le abbiamo assaggiate io e mio marito siamo rimasti entusiasti dal loro sapore dolce e delicato.

Le polpette di finocchi possono essere messe in un antipasto ma sono anche un secondo perfetto….leggere, facili, con la cottura rigorosamente fatta al forno ed è un altro modo per far mangiare la verdura ai bambini.

Non dimentichiamoci poi le proprietà depurative di questi ortaggi…e allora che ne dite di vedere insieme questa deliziosa ricettina?

 

Polpette di finocchi, dose per due persone

  • 3 finocchi
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di parmigiano
  • 50 gr di prosciutto cotto
  • 50 gr di pane
  • 2 cucchiai di pangrattato ( + quello per l’impanatura)
  • sale

Fare le Polpette di finocchi è molto semplice e veloce

Iniziamo a pulire i finocchi togliendo il primo strato più duro, quindi tagliamoli a spicchi, laviamoli e mettiamoli in un tegame, aggiungiamo un pizzico di sale grosso, chiudiamo con il coperchio e lasciamoli cuocere a fuoco lento fin quando non saranno abbastanza morbidi, non scotti, se necessita aggiungere un pochino di acqua ma io non la metto mai…basta avere l’accortezza di non aprirli durante la cottura e si cuoceranno bene.

Quindi spengiamoli e lasciamoli raffreddare.

Nel frattempo mettiamo il pane in ammollo.

Prendiamo ora un tritatutto.

Mettiamoci dentro i finocchi ben strizzati (altrimenti le polpette risulteranno troppo acquose) e tritiamoli grossolanamente. Trasferiamoli in una terrina. Tritiamo anche il prosciutto cotto insieme al pane e uniamo il tutto ai finocchi. A questo punto amalgamiamo bene insieme ad un uovo, due cucchiai di parmigiano e due di pangrattato. Non serve aggiungere altro sale!!!!

Ora non ci resta che formare le polpette di finocchi, passarle nel pangrattato e adagiarle su una placca foderata con carta da forno leggermente unta.

Inforniamo a 180 gradi per circa 20 minuti…saranno pronte una volta che si sarà formata una colorata crosticina esterna.

Sforniamo le nostre polpette di finocchi e gustiamole calde o tiepide.

Oltre che buone sono anche molto profumate…insomma non si possono non provare.

Se la mia ricetta vi è piaciuta allora potete seguirmi anche su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

Burger di rapa rossa e feta greca

Burger di rapa rossa e feta greca rappresentano  un modo particolare ma decisamente sfizioso di portare a tavola un secondo piatto inusuale e che conquisterà molti…anche i più scettici.

Devo dire che durante la settimana cerco il più possibile di portare in tavola alimenti diversi…alternando uova, pesce, carne…formaggi…ma almeno una di queste volte mi piace presentare una cena come dire…coccolosa e disimpegnata magari con creazioni che un pò esulano dalla normalità.

E stavolta ho preso di mira la rapa rossa .

Già più di una volta l’ho presentata come un alimento molto salutare in quanto la rapa rossa è ricchissima di ferro e soprattutto cruda rappresenta un toccasana.

Magari in questo caso possiamo aggiungerla alle insalate oppure fare dei centrifugati.

Cotta la rapa perde un pò delle sue proprietà ma resta comunque un alimento ricchissimo ed è per questo che ho voluto fare questi burger.

Ho bilanciato il suo sapore dolce mettendo la feta greca,ho limitato l’uso delle uova mettendone solo uno e invece della farina ho utilizzato i fiocchi di avena.

In questo modo non dico di aver fatto qualcosa di molto dietetico ma di certo ho cercato di dare un certo equilibrio.

Burger di rapa rossa e feta greca sono perfetti anche all’interno del classico panino da hamburger oppure accompagnati da una semplice insalata.

Che ne dite allora di vedere insieme la semplice ricetta??

Burger di rapa rossa e feta greca

Burger di rapa rossa e feta greca, dose per due persone

  • 500 gr di rapa rossa cotta
  • 100 gr di feta greca
  • 2 cucchiai di fiocchi di avena
  • 1 uovo
  • pepe

Fare i Burger di rapa rossa e feta greca è molto semplice.

E’ però fondamentale strizzare bene la rapa dopo averla frullata per eliminare il suo succo.

Frulliamo la rapa e poi lasciamola in un colapasta a maglie strette per una mezz’oretta con un peso sopra.

Quindi trasferiamola in un recipiente e aggiungiamo due cucchiai di fiocchi di avena, un uovo leggermente battuto, la feta sbriciolata e un pizzico di pepe.

Vista la presenza della feta eviterei l’aggiunta di sale.

Dopo aver amalgamato gli ingredienti tra loro lasciamo riposare l’impasto una mezz’ora.

Andiamo ora a formare i nostri burger trasferendoli mano a mano su una teglia ricoperta da un foglio di carta da forno leggermente unta.

Facciamo cuocere i nostri burger in forno a 180 gradi per circa 20 minuti.

I nostri deliziosi burger sono pronti per essere mangiati.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter ed Instagram

 

Hamburger di zucca

Gli Hamburger di zucca sono delle deliziose alternative ai classici Hamburger e solo perchè non sono fatti nè con la carne nè con il pesce non sta ad indicare che siano meno nutrienti.

Certo, la zucca è un ortaggio molto povero di calorie ma unita all’uovo, al pane raffermo e al parmigiano si trasforma in un alimento completo.

Gli Hamburger di zucca sono molto semplici da fare e li ho realizzati con lo stesso procedimento delle polpette di zucchine…vale a dire con la zucca cruda.

In questo modo manteniamo inalterate molte delle sue proprietà e abbiamo il vantaggio di preparare un secondo piatto super veloce e super goloso.

Gli  Hamburger di zucca sono perfetti come antipasto ma anche per una cena non impegnativa…che ne dite allora di vedere insieme la semplice ricettina?

Hamburger di zucca

 

Hamburger di zucca, dose per 6 hamburger

  • 500 gr di zucca
  • 50 gr di pane raffermo
  • 40 gr di parmigiano
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • rosmario
  • sale

Fare gli Hamburger di zucca è molto semplice.

Mettiamo il pane raffermo in ammollo.

Puliamo la zucca, eliminiamo la buccia esterna e frulliamola finemente.

Mettiamola all’inteno di un canavaccio e strizziamola in  modo da eliminare tutta l’acqua in eccesso.

Trasferiamola quindi in un recipiente, aggiugiamo il pane ben colato e sbriciolato, il pangratttao, l’uovo ed infine il parmigiano grattugiato.

Aggiustiamo di sale e di pepe e amalgamiamo tutti gli ingredienti tra loro.

Lasciamo riposare il composto una mezz’oretta in frigo..(se non abbiamo tempo questo passaggio possiamo saltarlo).

Andiamo a formare i  nostri hamburger trasferendoli mano a mano su una teglia coperta da carta da forno leggermente unta.

Non resta che passare la teglia in forno a 180 gradi e lasciare cuocere i nostri Hamburger di zucca per circa 20 minuti girandoli a metà tempo.

Una volat dorati possiamo tirarli fuori e gustare caldi.

Buon appetito.!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o sul mio profilo Twitter e Instagram

Bocconcini di avena con fiori di zucca e alici

Bocconcini di avena con fiori di zucca e alici sono delle delle deliziose polpettine che ci fanno gustare in maniera molto alternativa questo prodotto della natura così goloso.

A proposito, sapete cosa ho scoperto sbirciando qua e là? Che i Fiori di zucca oltre ad essere ricchi di vitamine come tutte le verdure sono anche proteici…ma vi rendete conto?

Questa cosa è strepitosa…

Comunque i Fiori di zucca rendono speciale ogni piatto..e di certo fritti sono il top.

Eppure io vi consiglio di provare questa variante non meno golosa ma di certo più salutare fatta con i fiocchi di avena .

I fiocchi di avena infatti non servono solo ad arricchire le nostre colazioni ma a volte sono la base perfetta per preparazioni salati e ci evitano di utilizzare ad esempio il pane o altre tipologie di farine che hanno un indice glicemico più alto.

E allora che ne dite di vedere insieme la ricettina?

Bocconcini di avena con fiori di zucca e alici

Bocconcini di avena con fiori di zucca e alici, dose per 10/12 bocconcini

  • 100 gr di fiocchi di avena
  • 100 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di yogurt bianco
  • 10 fiori di zucca
  • 4 alici sotto sale

 

Fare i Bocconcini di avena con fiori di zucca e alici è molto semplice e veloce.

Iniziamo col versare 100 ml di acqua calda su 100 gr di fiocchi di avena e con un cucchiaio impastiamo il tutto.

Laviamo accuratamente e molto delicatamente i fiori di zucca quindi scoliamoli bene e tagliamoli a pezzetti.

Prendiamo 4 filetti di alici e sminuzziamole con un coltello.

Incorporiamo sia i fiori che le alici nell’avena, aggiungiamo un cucchiaio di yogurt bianco  e mischiamo il tutto amalgamando bene gli ingredienti tra loro.

Vi consiglio di non aggiungere sale.

Con le mani umide formiamo le nostre polpettine e adagiamole su una placca ricoperta da carta da forno leggermente unta.

Bene, ora non ci resta che passare i nostri Bocconcini di avena con fiori di zucca e alici in forno a 180 gradi per 15/20 minuti circa.

Una volta dorati possiamo lasciarli intiepidire e gustare.

Questa alternativa di gustare i fiori di zucca credetemi è davvero sfiziosa…il sapore c’è tutto e andranno via come il pane!!!

Buon appetito. Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Polpette di melanzane con pecorino e basilico

Le Polpette di melanzane con pecorino e basilico sono dei deliziosi bocconcini vegetariani perfetti per una cena alternativa o per un finger food veloce da inserire in un aperitivo serale.

Di certo sono un gran classsico della cucina soprattutto quella calabrese ma ne esistono diverse versione, più o meno leggere …io vi lascio la mia…senza uova e con una cottura al forno.

Quello che rende particolari le Polpette di melanzane con pecorino e basilico è la presenza del pecorino e del basilico, questi due ingredienti aromatizzano in maniera davvero singolare le melanzane rendendole molto più sfiziose rispetto alla versione con il parmigiano e soprattutto profumate!!!.

Fare le Polpette di melanzane con pecorino e basilico è davvero semplice e veloce ed ora che siamo in piena stagione non possiamo non deliziarci con queste palline una tira l’altra.

Calde sono buone ma fredde…sono eccezionali e allora poche chiacchiere e vediamo la veloce ricettina.

Polpette di melanzane con pecorino e basilico

 

Polpette di melanzane e pecorino, dose per 10/12 polpette

  • 400 gr di melanzane
  • 60 gr di pecorino
  • 60 gr di pane sciapo raffermo
  • 10 foglie di basilico fresco
  • 1 cucchiao di olio
  • pepe q.b

Fare le Polpette di melanzane con pecorino e basilico è molto semplice e veloce.

Laviamo e spuntiamo le melanzane, tagliamole a dadini e trasferiamole in un ampio tegame.

Aggiungiamo un cucchiaio di olio, un pizzico di pepe e una tazzina di acqua.

Copriamo e lasciamole cuocere fino a quando non sono diventate molto tenere, quindi spengiamole e lasciamole raffreddare.

Nel frattempo in un mini pimer mettiamo il pane sciapo, il pecorino, il basilico e tritiamo bene il tutto ottenendo un mix raffinato.

Con la forchetta schiacciamo le melanzane, aggiungiamo il trito preparato e amalgamiamo bene il tutto ottenendo un impasto lavorabile.

Ora non resta che formare le nostre polpettine e disporle su una placca foderata con un foglio di carta da forno leggermente unto.

Facciamo cuocere le nostre deliziose Polpette di melanzane con pecorino e basilico in forno per circa 20 minute e gustiamole a piacimento.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

 

Polpette di pane e rughetta

Le Polpette di pane e rughetta sono dei deliziosi bocconcini forse un pò ricchi a livello di carboidrati ma decisamente meritevoli.

Sono perfette per un un antipasto o per un aperitivo e non contenendo uova sono adatte anche a chi è intollerante.

Oltre a portare in tavola una novità, con le Polpette di pane e rughetta abbiamo anche la possibilità di consumare del pane raffermo o anche della rughetta rimasta da troppo tempo in frigo.

Quello che le caratterizza,soprattutto se usate una rucola di campo,è il loro sapore pungente tendente all’amaro…ma proprio questo sapore le rende peccaminose e credetemi una tira l’altra.

D’altronde la rughetta fa parte di quelle erbette un pò amare ma è altamente benefica per la sua azione  purificante oltre ad essere ricchissima di vitamica C.

E allora che ne dite di vedere insieme la ricetta? Ah dimenticavo…ottime anche fredde!!!

Polpette di pane e rughetta

Polpette di pane e rughetta, dose per 15 polpette circa

  • 200 gr di pane raffermo
  • 80 gr di rucola
  • 30 gr di parmigiano
  • 1 cucchiaio di olio
  • sale q.b

Fare le Polpette di pane e rughetta è molto semplice e super veloce.

Mettiamo il pane in ammollo in acqua calda per una mezz’oretta fino a quando non lo vediamo ben bagnato.

Quindi strizziamolo e sbricioliamolo bene all’interno di una ciotola.

Nel frattempo laviamo la rucola, tamponiamola per eliminare l’acqua in eccesso e frulliamola insieme a 30 gr di parmigiano e un cucchiaio di olio.

Trasferiamola ora nel pane, aggiustiamo di sale  e impastiamo i due ingredienti ottenendo un composto bello omogeneo.

Se dovesse risultare troppo ,morbido aggiungiamo un cucchiaio di pan grattato.

A questo punto andiamo a formare le nostre polpette posizionandole mano a mano su una placca ricoperta da carta da forno leggermente unta.

Passiamo in forno a 180 gradi in modalità ventilata per circa 20 minuti.

Le nostre deliziose e alternative Polpette di pane e rughetta sono pronte per essere gustate…

Buon appetito!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Crocchette di verza e fagioli cannellini

Le Crocchette di verza e fagioli cannellini sono dei deliziosi bocconcini facili da realizzare e perfetti sia per una cena alternativa sia che si voglia arricchire un buon antipasto o un aperitivo.

Sono buone sia calde che fredde e partendo da una base semplice come quella che sto per presentare, le Crocchette di verza e fagioli cannellini si prestano a moltissime varianti.

Possiamo arricchirle con del parmigiano, inserire un cuore filante di scamorza, renderle più saporite con tocchetti di prosciutto.

Una cosa di certo è sicura…non è necessario nè l’aggiunta di farina nè dell’uovo.

I fagioli cannellini infatti compattano molto bene l’impasto rendendolo semplice nella lavorazione,.

Anche se vegetariane le Crocchette di verza e fagioli cannellini sono un secondo di vera eccellenza…insomma sappiamo benissimo che un tempo i fagioli venivano chiamati le bistecche dei poveri proprio per indicare il loro contenuto proteico.

Quindi con questi bocconcini possiamo presentare a tavola una pietanza sfiziosa ma allo stesso tempo nutriente facendo contenti molti…vegani inclusi!!!

Che ne dite se passassimo alla ricetta?

Crocchette di verza e fagioli cannellini

Crocchette di verza e fagioli cannellini,dose per 10/15 polpette

  • 350 gr di verza
  • 250 gr di fagioli cannellini
  • sale 
  • pepe
  • pangrattato

Fare le Crocchette di verza e fagioli cannellini è molto semplice.

Prendiamo la verza e dopo aver eliminato la parte centrale più dura dividiamola in foglie che andremo a lavare accuratamente.

Lessiamole in abbondante acqua salata lasciandole però ardenti.

Quindi scoliamole e passiamole sotto l’acqua fredda.

Scoliamo i fagioli dal loro liquido di cottura e passiamoli nel mixer ottenendo una purea

Strizziamo le foglie di verza per eliminare l’acqua in eccesso e tritiamo anche queste grossolanamente.

Uniamo insieme i due ingredienti e insaporiamo il tutto con un pizzico di sale e di pepe.

Formiamo ora dei bocconcini grandi quanto una noce, schiacciamoli leggermente e passiamoli nel pangrattato.

Trasferiamoli su una placca ricoperta da carta da forno leggermente unta e lasciamoli cuocere in forno a 180 gradi in modalità ventilata per circa 20 minuti.

Una volta dorati possiamo sfornarli e gustarli caldi.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

Pepite vegetariane in chips di riso venere

Le Pepite vegetariane in chips di riso venere sono dei deliziosi bocconcini che io personalmente ho realizzato con i diffusissimi ed ottimi broccoletti siciliani ma che possiamo fare con qualsiasi verdura.

Ora a prescindere dalla chips di riso venere che le esalta anche nel sapore, le Pepite vegetariane in chips di riso venere sono un finger food molto goloso da presentare come apericena, aperitivo ma anche come secondo piatto leggero, sfizioso.

Le chips di riso venere invece le ho fatte prendendo spunto da una cena in un ristorante…ma le mie sono semplici…riso venere…farina e stop…niente grassi..niente sali…eppure sono deliziose.

Questo modo di esaltare il riso nero mi mancava.

In effetti insieme fanno davvero un bell’effetto…oltre ad essere ottime!!!!

Ancora una volta la semplicità premia il gusto…e allora che ne dite se andassimo a vedere insieme i pochi e semplici passaggi?

Pepite vegetariane in chips di riso venere

Pepite vegetariane in chips di riso venere, dose per 16 pepite.

  • 200 gr di broccoletti siciliani cotti
  • 100 gr di ricotta
  • 30 gr di noci
  • 150 gr di riso venere cotto
  • salmone qb
  • 1 cucchiaio di farina

Fare le Pepite vegetariane in chips di riso venere è semplice e veloce.

Innazitutto laviamo i broccoletti, dividiamoli in cimette più piccole, laviamoli e lessiamoli in abbondante acqua salata fino a quando non diventano ben morbidi.

Quindi coliamoli, lasciamoli raffreddare, prendiamone 200 gr e frulliamoli mettendoli in un mini pimer.

Aggiungiamo ora la ricotta, le noci tritate finemente, aggiustiamo di sale e amalgamiamo bene il tutto.

Andiamo a formare tante piccole polpettine…ne dovrebbero venire circa 16 e mettiamole su una teglia ricoperta da carta da forno.

Trasferiamole  in forno e lasciamole cuocere per circa 15 minuti.

Nel frattempo pensiamo alle chips.

Mettiamo  il riso venere già cotto nel mini pimer e tritiamolo finemente, trasferiamolo in una ciotola, aggiungiamo un cucchiaio di farina e impastiamo il tutto ottenendo una palletta uniforme.

Per fare le chips ora non resta che mettere l’impasto tra due fogli di carta forno e stenderlo sottile.

Con uno stampino piccolo e tondo andiamo a creare tanti cerchietti che possiamo cuocere su una piastra ben calda senza olio da ambo i lati per qualche minuto.

Bene…tutto è pronto…non resta che adagiare su ogni chips una pepita vegetariana, decorare con un riccciolo di salmone e presentare a tavola.

Davvero sfiziosi!!!

Buon appetito.

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Medaglioni di farina di ceci e verdure

I Medaglioni di farina di ceci e verdure sono degli sfiziosi hamburger che ben si prestano a tantissimi usi.

Intanto parliamo un pò della farina di ceci e delle sue molteplici qualità a livello nutrizionale. E’ un ingrediente molto versatile e particolare in quanto oltre ad essere ricchissima di sali minerali è molto proteica.

Proprio per questo motivo trova largo uso nella cucina soprattutto vegana in quanto è un ottimo sostituto delle proteine animali.

Con la farina di ceci infatti possiamo realizzare delle ottime frittate e delle croccanti impanature…senza parlare della classica farinata di ceci.

In questa ricetta l’ho utilizzata insieme a delle verdurine di stagione per ottenere degli squisiti medaglioni simili a degli hamburger.

Ero sinceramente un pochino titubante in quanto comunque resta pur sempre una farina secca…ma forse l’impasto di per sè morbido e l’aggiunta di pane messo precedentemete in ammollo nel latte hanno dato vita a degli sfiziosi e gustosi bocconcini.

Avete presente il classico hamburger del Mc Donald? Proviamo a prendere un panino e a sostituire la carne con questo medaglione, aggiungiamo pomodoro ed insalata fresca e darete ai vostri bambini qualcosa di davvero più salutare.

La cottura è fatta rigorosamente in forno senza aggiunta di olio ed io le ho mangiate scaldate anche il giorno dopo…restano tali.

I Medaglioni di farina di ceci e verdure sono quindi una valida alternativa alla carne specie se abbiamo ospiti un pò contrari a questo alimento…oppure se fatti a polpettine possiamo inserirle in un buon antipasto o in un apericena.

Fatto sta che mi hanno davvero conquistato!!!

Che ne dite allora di vedere insieme la ricettina?

Medaglioni di farina di ceci e verdure

Medaglioni di farina di ceci e verdure. dose per circa 10 medaglioni

  • 200 gr di farina di ceci
  • 250 gr di acqua
  • 50 gr di pane integrale raffermo
  • latte q.b
  • 300 gr di verdure miste di stagione (fagiolini, broccoli, zucchine…)
  • sale q.b

Realizzare i Medaglioni di farina di ceci e verdure è molto semplice e veloce.

Mettiamo il pane in ammollo in poco latte.

Laviamo le verdure scelte, tagliamole a dadini piccoli e lessiamole in acqua salata o in alternativa possiamo cuocerle in padella o al vapore.

In una ciotola versiamo la farina di ceci, aggiungiamo un pizzico di sale e versiamo a filo l’acqua girando con una frusta a mano per evitare la formazione di grumi.

Uniamo a questo punto il pane ben strizzato e sbriciolato e le verdurine tritate grossolanamente.

Amalgamiamo il tutto fino ad ottenere un composto che (niente paura) resterà abbastanza morbido

Con le mani umide o leggermente unte di olio formiamo delle palline, adagiamole su una teglia ricoperta da carta da forno e appiattiamole formando il medaglione.

Passiamo i Medaglioni di farina di ceci e verdure in forno impostando una temperatura di 180 gradi per circa 20 minuti quanto basta per renderli croccanti fuori e morbidi dentro.

Bene il nostro secondo alternativo è pronto.

Non resta che gustarlo tiepido…deliziosi ed unici.

Buon appetito!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.