Crea sito

Funghi farciti di zucca, salsiccia e noci

Funghi farciti di zucca, salsiccia e noci è molto più di un semplice contorno…è un secondo piatto leggero e nutriente che possiamo mangiare in ottima compagnia di amici.

Ormai siamo ad ottobre inoltrato e anche se durante il giorno le temperature sono ancora calde…sui banchi del mercato troviamo tutti prodotti tipicamente autunnali.

Zucca…funghi e noci…un tris vincente reso completo dal sapore unico che può dare una salsiccetta di pollo…saporita ma allo stesso tempo meno grassa.

In effetti sia i funghi che la zucca non è che abbiano un gran sapore ma in questo modo credetemi danno vita ad  un piatto davvero superlativo.

La cottura è fatta rigorasamente al forno il che rende la pietanza ancora più gustosa.

I Funghi farciti di zucca, salsiccia e noci sono perfetti per una cena, per arricchire un antipasto oppure per completare un pranzo già bello impegnativo.

Non è una pietanza vegetariana…ma vale la pena al 100% di provarla.

Che ne dite allora di vedere insieme la semplice ricettina?

Funghi farciti di zucca, salsiccia e noci

Funghi farciti di zucca, salsiccia e noci, dose per 7 cappelle di funghi

 

  • 7 funghi champignon grandi
  • 200 gr di zucca
  • 2 salsicce di pollo
  • 30 gr di noci
  • 50 gr di taleggio
  • olio q.b
  • prezzemolo per decorazione

Fare i Funghi farciti di zucca, salsiccia e noci è molto semplice.

Anche se utilizziamo la salsiccia di pollo, vi consiglio comunque di farla “cuocere” un pochino nell’acqua bucandola spesso per eliminare eventuale grasso inutile.

Una volta fredde togliamo la pelle esterna e sbricioliamole finemente.

Laviamo i fungi, eliminiamo del tutto il gambo e con un cucchiaino svuotiamoli leggermente per renderli più capienti.

Mettiamo la zucca, le noci e i gambi dei funghi in un minipimer e tritiamo il tutto finemente.

Aggiungiamo quindi la salsissia sbriciolata e amalgamiamo bene il tutto.

Vista la presenza della salsiccia ho evitato di mettere altro sale.

Saliamo leggermente l’interno dei funghi e andiamo a riempire ciascuno con una buona quantità del mix pronto.

Trasferiamo i funghi farciti in una teglia da forno, irroriamo con un filo di olio e copriamo con un foglio di alluminio.

Inforniamo a 180 gradi in modalità ventilata per 40 minuti ma a metà tempo facciamo continuare la cottura a teglia scoperta.

Quando il liquido di cottura si sarà assorbito e i funghi avranno assunto un bel colre dorato mettiamo su ciascuno una listarella di taleggio,

Spengiamo il forno e lasciamo che il formaggio si sciolga naturalmente.

I nostri Funghi farciti di zucca, salsiccia e noci sono pronti per essere gustati magari tiepidi.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinao di Ale.

 

Merluzzo con finocchi, ananas e mela verde

Il Merluzzo con finocchi, ananas e mela verde è un secondo piatto molto leggero ma altrettanto gustoso.

E’ un insieme di ingredienti che vanno dal sapore neutro dei finocchi, passando per l’aspro della mela verde,  terminare con la dolcezza dell’ananas.

A me è piaciuto moltissimo mangiarlo come secondo piatto ma volendo è una veloce e alternativa idea per un antipasto di pesce un pò fuori dal comune.

D’altronde il merluzzo resta pur sempre un pesce molto proteico ma allo stesso tempo privo di grassi e quindi si presta a ricette semplici ma allo stesso tempo gustose.

Nel caso del Merluzzo con finocchi, ananas e mela verde la cottura del pesce deve essere o al vapore o lesso, i sapori non devono essere contrastanti tra loro ma molto armoniosi.

Se tipo lo cuocessimo in forno o in padella, l’accostamento poi con ingredienti più delicati non sarebbe il massimo.

E allora se avete voglia di qualcosa di alternativo che ne dite di vedere la ricetta insieme a me?

Merluzzo con finocchi, ananas e mela verde

Merluzzo con finocchi, ananas e mela verde, dose per 2 per due persone

  • 300 gr di cuori di merluzzo
  • 1 fettina di ananas al naturale
  • 1/2 mela verde
  • 1/2 finocchio
  • finocchietto fresco
  • sale
  • 2 cucchiai di olio
  • 1/2 limone

Fare il Merluzzo con finocchi, ananas e mela verde è molto semplice e veloce.

Innanzitutto cuociamo il merluzzo con il metodo di cottura prescelto, quindi dicevo o al vapore o lesso e lasciamolo raffreddare.

Laviamo e tagliamo a fettine sottili il finocchio, facciamo lo stesso con la mela verde senza togliere la buccia, e riduciamo a tocchetti una bella fettina di ananas al naturale.

In un barattolino facciamo una salsina battendo energicamente dopo averlo chiuso il succo di mezzo limone, con due cucchiai di olio e un pizzico di sale

Bene, ora non resta che riunire tutti gli ingredienti in un piatto da portata, aggiungere il merluzzo spezzettato e irrorare con l’emulsione fatta.

Terminiamo con del finocchietto fresco.

La nostra favolosa insalata a base di Merluzzo con finocchi, ananas e mela verde è pronta per essere gustata.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

Tonno fresco in insalata con olive e pomodorini

Il Tonno fresco in insalata con olive e pomodorini è un secondo piatto molto gustoso e leggero perfetto ora che le giornate iniziano a farsi calde.

Nonostante io non ami il tonno in scatola, impazzisco per quello fresco

Da non sottovalutare poi  le sue grandi qualità visto che il tonno fresco apporta grosse quantità di proteine ed è molto magro quindi è perfetto per chi segue un regime alimentare controllato.

L’aspetto più interessante di un trancio di tonno fresco è che si presta a numerose varianti e nella sua semplicità si accosta a svariati condimenti,,,dalle verdure alla frutta secca

Possiamo farlo alla griglia o al forno…la sua delicatezza non subisce variazioni.

Diciamo che forse al forno fatto al cartoccio resta un pochino più morbido..ma il trucco sta comunque nel non farlo cuocere troppo altrimenti diventa insipido e vanno a perdersi tutte le sue proprietà.

Dopo averlo fatto con zucchine e cipolle caramellate e accompagnato su una vellutata di cicerchie…nella ricetta che sto per presentarvi ve lo propongo come piatto freddo…perfetto quindi per un pic nic ma anche per il pranzo in ufficio…

Che ne dite allora di vedere insieme i pochi e semplici passaggi?

Tonno fresco in insalata con olive e pomodorini

 

Tonno fresco in insalata con olive e pomodorini, dose per due persone

  • 2 tranci di tonno da 200 gr circa ciascuno
  • 200 gr di pomodorini ciliegina
  • 30 gr di olive nere
  • 25 gr di capperi
  • sale
  • olio
  • origano

Fare il Tonno fresco in insalata con olive e pomodorini è molto semplice e veloce.

Laviamo i pomodorini e dividiamoli in quattro, tagliamo le olive a rondelle e togliamo i capperi dal loro liquido.

Facciamo scaldare bene una piastra e andiamo a cuocere i nostri tranci di tonno facendo attenzione  a non farli cuocere troppo altrimenti diventano secchi e stoppacciosi…5 minuti per lato sono più che sufficienti.

Trasferiamoli quindi su di un tagliere e con un coltello molto affilato dividiamoli in tocchetti che mano a mano andremo a mettere in un piatto da portata.

Aggiungiamo quindi i pomodorini, le olive e i capperi.

Aggiustiamo con sale, pepe, una mancita di origiano e un filo di olio.

Perfetto, il nostro Tonno fresco in insalata con olive e pomodorini è pronto per essere gustato…vi consiglio però di tenerlo un’oretta prima di mangiarlo…il sapore sarà ancor più deciso.

Buon appetito!! Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

Gallette con alici, germogli e fragole

Le Gallette con alici, germogli e fragole sono un fantasioso finger food che può benissimo essere messo all’interno di un antipasto, un apericena…ma che possiamo non escludere come idea per una cena sfiziosa.

Si tratta di una composizione vera e propria e completa…con appunto una base leggerissima di gallette…le alici…pesce azzurro magrissimo e qui fatto in forno e il tutto arricchito con songino, germogli e si…le fragole.

L’idea di aggiungere le fragole in realtà è nata dalla necessità di dare colore al piatto e allora pensando anche un po’ al sapore leggermente salato delle gallette ho pensato ad un frutto.

Quale migliore scelta allora in questo periodo che non le fragole???

Un piatto nato così…improvvisato…sapete di quelli che si creano quando guardi ciò che hai di fronte e pensi…no…devo per forza trovare un accostamento.

E così è andata.

Inutile dirvi che se sono qui a postare la ricetta è perché tutto è andato secondo i miei piani.

Le Gallette con alici, germogli e fragole sono davvero deliziose…al primo morso vi conquisteranno.

Vediamo insieme allora come realizzare questa semplice ricettina

Gallette con alici, germogli e fragole

Gallette con alici, germogli e fragole, dose per 2 persone

  • 8 gallette di riso
  • 16 alici fresche
  • 1 limone
  • songino q.b.
  • germogli q,b
  • 8 fragole
  • olio q.b
  • pangrattato q.b

Fare le Gallette con alici, germogli e fragole è molto semplice.

Quello che rende particolare questo piatto è anche la cottura delle gallette.

Spremiamo il succo di un limone e trasferiamolo in un piattino.

Facciamo scaldare bene una padella antiaderente.

Bagniamo le gallette nel succo e andiamole a “tostare” nella padella.

La galletta si sgonfierà e inizialmente diventerà morbida.

Facciamola cuocere un paio di minuti per lato dopodiché trasferiamole in un piatto da portata.

Una volta fredde saranno di nuovo croccanti con con un gusto in più.

Laviamo le alici, puliamole e togliamo la spina centrale.

Passiamole nel pangrattato e disponiamole su una teglia ricoperta da carta da forno.

Irroriamole con pochissimo olio e passiamo in forno per una veloce cotture…nel momento in cui iniziano a dorarsi possiamo toglierle.

Infine laviamo il songino, i germogli e le fragole.

Andiamo alla composizione del piatto.

Su ciascuna galletta mettiamo del songino, due alici sovrapposte, un pochino di germogli ed infine una fragola tagliata a dadini.

Irroriamo con un filo di olio e portiamo a tavola.

Credetemi vale la pena di provarle.

Le Gallette con alici, germogli e fragole sono davvero particolari e sfiziose.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

Bocconcini di alici alle patate

Bocconcini di alici alle patate è un delizioso secondo e anche un modo per gustare questo magrissimo pesce azzurro. Nonostante io ami alla follia il pesce , non sono molto brava a cucinarlo e quindi scelgo sempre ricette molto semplici e facili da preparare.

Di certo viene in aiuto il fatto che comunque il pesce ha una cottura in genere molto veloce e quindi non servono particolari condimenti per renderlo squsito.

Le alici le adoro soprattutto perchè sono ricchissime di proteine e povere di grassi e nonostante la loro dimensione si adattano a molte ricette…compresi i primi piatti.

E visto che patate e pesce è in genere il binomio perfetto in questa ricetta le ho trasformate in bocconcini farciti e messi al forno…davvero sfiziosi e particolari.

Per una cena sono perfetti e presentati in singole cocotte fanno la loro figura

Che ne dite se vedessimo insieme i pochi e semplici passaggi?

Bocconcini di alici alle patate

Bocconcini di alici alle patate, dose per due persone

  • 250 gr di alici
  • 150 gr di patate sbucciate
  • 10 pomodorini ciliegina
  • sale 
  • olio
  • pepe
  • prezzemolo.

Fare i Bocconcini di alici alle patate è molto semplice

Prendiamo le alici e se già non ce le siamo fatte pulire in pescheria provvediamo a togliere la testa, le interiora e la lisca centrale.

Laviamole bene in acqua molto delicatamente e mettiamole a colare.

Nel frattempo peliamo le patate, facciamole a tocchetti e lessiamole fino a quando non saranno bene cotte.

Con uno schiacciapatate trasformiamole in purea e condiamole con un pizzico di sale, pepe e del prezzemolo tritato finemente.

Prendiamo le alici, tamponiamole bene per asciugarle e insaporiamole con un pizzico di sale.

Su ciascuna mettiamo un cucchiaino di purea di patate e chiudiamole a rotolino.

Una volta terminate prendiamo una teglia appena unta con un filo di olio a andiamo a disporci i nostri Bocconcini di alici alle patate.

In superficie andiamo a mettere i pomodorini lavati e tagliati in quattro.

Terminiamo con un filo di olio e altro prezzemolo tritato.

Passiamo ora la teglia in forno per circa 20 minuti  in modalità ventilata.

Quando vediamo i Bocconcini di alici alle patate dorati possiamo spengere e portarli in tavola.

Buon appetito.

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

Tortino di gallinella di mare e peperoni

Il Tortino di gallinella di mare e peperoni è un secondo piatto particolare ma semplice allo stesso tempo…nutriente e light

Già sono un paio di volte che mi trovo affezionata a questo pesce dopo che i miei acquisti sono stati sempre mirati verso quello surgelato.

La gallinella è un pesce molto magro quasi  del tutto privo di grassi ed è ricchissimio di proteine, fosforo, calcio e vitamina D.

La sua carne è particolarmente  delicata e gustosa e si presta a tante ricette fermo restando che bisogna sempre trovare abbinamenti che non vadano troppo a coprire il suo sapore.

La volta scorsa la feci alla piastra per poi adagiarla su una salsa al melograno…squisita…cliccate QUI per la ricetta.

Oggi mi sono tenuta sul semplice e ho preso uno degli accostamenti più classici…ovvero le patate per trasformare il tutto in un mini sformato da presentare a tavola in monoporzioni. Oltre ad essere buono sarà di sicuro effetto credetemi!!!

I sapori si sposano molto bene tra loro dando armonia ad ogni singolo componente.

Vediamo insieme come realizzare questa semplice ricettina

 

Tortino di gallinella di mare e peperoni

Tortino di gallinella di mare e peperoni, dose per due persone

  • 150 gr di patate
  • 1/2 peperone rosso
  • 200 gr di gallinella
  • sale
  • olio
  • limone
  • prezzemolo

Fare il Tortino di gallinella di mare e peperoni è molto semplice e si può tranquillamente preparare in anticipo

Innanzitutto mettiamo il peperone intero in forno a 200 gradi  e lasciamolo cuocere fino a quando non si sarà abbrustolito del tutto.

Quindi chiudiamolo dentro una busta di carta, lasciamolo raffreddare e poi peliamolo.

Laviamolo sotto l’acqua corrente ed infine dividiamone la metà in filetti sottilissimi che andremo a condire con un pizzico di sale, una spruzzata di limone e un pizzico di prezzemolo.

Peliamo le patate, tagliamole a tocchetti e facciamole cuocere in acqua fredda, quindi coliamole e lasciamole raffreddare.

Lessiamo anche il filetto di gallinella per circa 10 minuti .

Con l’aiuto di un coltello tritiamo grossolanamente le patate e condiamole con sale, olio, e prezzemolo.

Spezzettiamo anche la gallinella e aggiustiamola di condimenti allo stesso modo.

Ora con l’aiuto di un coppapasta formiamo il nostro Tortino di gallinella di mare e peperoni.

Mettiamo alla base le patate, quindi la gallinella ed infine i peperoni.

Lasciamo il tortino in posa per qualche minuto, quindi sfiliamo il coppa pasta e terminiamo il piatto con altro prezzemolo tritato..

Ecco il nostro gustoso secondo piatto, leggero e nutriente è pronto per essere gustato.

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

 

Tortino di alici al radicchio e noci

Il Tortino di alici al radicchio e noci è un delizioso e goloso modo di portare a tavola un pesce semplice e povero come le alici per assaporarne tutta la bontà.

Non dimentichiamo che le alici sono molto proteiche, leggere e quasi prive di grassi e sono talmente delicate nel gusto che le possiamo fare in mille modi, dai più semplici ai più particolari.

A volte le metto semplicemente in forno con una manciata di pangrattato..ma stavolta avevo voglia di qualcosa di diverso…complice l’avere degli amici a cena.

Non volevo presentare il solito secondo…è così ho messo in atto questa idea che mi girava nella mente già da un pò.

La scelta del ripieno è stata difficile, chi mette la ricotta, chi la scarola…io ho optato per il binomio radicchio e noci..e caspita che sapore.

Si parte da una croccante crosticina esterna per passare al cuore morbido del radicchio miisto alle noci…un boccone dalle mille consistenze e sfumature.

Il Tortino di alici al radicchio e noci presentato rovesciato nei singoli piatti catturerà i vostri ospiti in tutti i sensi.

Secondo piatto ma anche antipasto, questo modo di presentare le alici si abbina a diverse e svariate esigenze.

E allora che ne dite di vedere insieme la ricettina?

Tortino di alici al radicchio e noci

Tortino di alici al radicchio e noci, dose per 5 tortiini

  • 250 gr di alici 
  • 150 gr di radicchio
  • 30 gr di noci
  • pangrattato q,b
  • sale q,b
  • 1 cucchiaio di olio 
  • 2 cucchiai di aceto balsamico

Fare il Tortino di alici al radicchio e noci è molto semplice.

Innanzitutto se abbiamo comprato le alici intere provvediamo a togliere testa, interiora e lisca centrale.

Quindi laviamole accuratamente e tenimaola da parte.

Laviamo il radicchio, tagliamolo a listarelle sottili e mettiamolo in un tegame antiaderente insieme ad un cucchiaio di olio, un pizzico di sale grosso e due cucchiai di aceto balsamico.

Lasciamolo stufare per qualche minuto fino a quando non sarà ben appassito.

Aggiungaimo ora le noci tritate, mescoliamo e spengiamo.

Passiamo le alici nel pangratttao..

Prendiamo 5 pirottini di alluminio, ungiamoli leggermente con pochissimo olio e andiamo a foderarli con le alici posizionlìandole verticalmente e lasciando che le code escano fuori.

Riempiamo ciascun tortino con un cucchiaio di radicchio e noci e richiudiamo con la parte delle alici lasciate fuori dallo stampino.

Passiamo in forno a 180 gradi per 15 minuti fino a quando iltortino non inizia ad assumenre una leggera gradinatura.

Spengiamoli, lasciamoli intiepidire e poi sformiamoli.

Il nostro Tortino di alici al radicchio e noci è pronto per essere gustato.

Buon appetito!!! Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

 

 

 

 

Gamberoni su medaglioni di polenta bianco perla

Gamberoni su medaglioni di polenta bianco perla è un piatto molto particolare e ben completo….abbiamo infatti una dose di carboidrati  derivanti dalla polenta, vitamine per la presenza della verdura ed infine le proteine del pesce.

Ma a parte questo la particolarità sta proprio nell’ accostamento di questi crostacei alla polenta bianco perla.

La Polenta bianco perla deriva da una tipologia di pannocchie i cui chicchi sono di colore bianco brillante e proprio per questa sua caratteristica molto più pregiata.

E’ molto diffusa nelle zone trevigiane e quanto alle proprietà nutrizionali sono le stesse della classica polenta…quindi priva di glutine, povera di calorie e perfetta per chi segue un regime alimentare controllato visto che comunque ha un alto potere saziante.

Se in un precedente articolo l’ho usata per fare degli squisiti involtini al radicchio…oggi ho voluto valorizzarla con l’accostamento più indicato…vale a dire con i crostacei….ed ho scelto i gamberoni…ricchi di omega 3, proteici e ipocalorici

Ma ancora una volta non mi sono limitata a fare la polenta per poi mangiarla insieme al pesce…ho voluto realizzare dei medaglioni da far poi abbrustolire sulla griglia e farcirli con verdura e gamberoni.

Ecco che con poco otteniamo una pietanza raffinata, gluten free e sfiziosa, da presentare anche come antipasto o secondo piatto.

Che ne dite allora di seguirmi in questa nuova avventura?

Gamberoni su medaglioni di polenta bianco perla

Gamberoni su medaglioni di polenta bianco perla, dose per 4 medaglioni

  • 100 gr di polenta bianco perla
  • 500 ml di acqua
  • 150 gr di verdura cotta
  • 8 gamberoni
  • vino bianco q.b
  • sale grosso
  • olio q,b

Fare i Gamberoni su medaglioni di polenta bianco perla è semplice…richiede solo un pò di pazienza per  fare la polenta.

A questo proposito vi consiglio di farla tipo il giorno prima..

Versiamo 500 ml di acqua in un recipiente, aggiungiamo un pizzico di sale grosso e quando bolle versiamo lentamente la farina di polenta girando velocemente per evitare il formarsi di grumi.

A questo punto abbassiamo la fiamma e continuando a girare lasciamola cuocere per circa 30 minuti.

Trasferiamola quindi in un recipiente regolare nella forma ricoperto con un foglio di carta da forno.. Posso consigliarvi per ottenere dei medaglioni tondi una teglia quadrata 20×20..l’importante è comunque mantenere uno spessore medio di 1,5 cm.

Livelliamola con il dorso di un cucchiaio e lasciamola raffreddare bene.

Una volta fredda rovesciamola su di un piano e con l’aiuto di un coppapasta di circa 6/8 cm ricaviamo 4 medaglioni….in alternativa possiamo anche dividerla in 4

Grigliamo i medaglioni di polenta su una piastra ben calda e una volta dorati trasferiamoli su di un piatto da portata.

In un padellino mettiamo due cucchiai di olio e una volta caldo disponiamo i gamberoni.

Facciamoli insaporire prima da un lato e poi da un altro ed infine sfumiamo con una spruzzata di vino bianco.

Alziamo la fiamma e lasciamoli cuocere per un paio di minuti per parte, quindi spengiamoli e una volta tiepidi sgusciamoli.

Infine aggiustiamo la verdura con un pizzico di sale

Ora non resta che comporre il piatto mettendo su ciascun medaglione un pò di verdura e due gamberoni.

Terminiamo con un filo di olio.

Bene, i nostri  sono Gamberoni su medaglioni di polenta bianco perla sono pronti per essere gustati…un piatti favoloso e gustoso….ogni boccone è un attimo di estasi…

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale,

 

 

 

Merluzzo al forno con pomodorini e patate

Il Merluzzo al forno con pomodorini e patate di certo non è un secondo piatto inusuale ma a volte siamo talmente abituate a dare le cose per scontate che finché non le provi non ti rendi conto di quanto la semplicità renda speciale un piatto.

Eppure qui stiamo parlando di merluzzo…un pesce semplice e cucinato in maniera non laboriosa…ma credetemi è di una bontà unica.

Partiamo già dal fatto che il merluzzo è tra i pesci più magri e proteici che esista. La sua carne molto polposa, è particolarmente magra ma molto ricca di proteine.

Per questo possiamo mangiarne a volontà senza sensi di colpa…anzi un’altra particolarità è quella di non contenere elementi ipoallergenici.

A me piace tantissimo anche semplicemente lessato con olio e limone…ma se abbiamo ospiti e se vogliamo preparare qualcosa di veloce e gustoso, la ricetta che sto per presentarvi si presta tantissimo.

Tra l’altro la cottura è al forno..dopo la preparazione non c’è da pensare ad altro.

Allora veniamo insieme alla semplice ricettina.

Merluzzo al forno con pomodorini e patate

Merluzzo al forno con pomodorini e patate, dose per 4 persone.

  • 4 filetti di merluzzo da 100 gr l’uno
  • 4 patate
  • 300 gr di pomodorini
  • 1 limone
  • 50 gr di olive nere denocciolate
  • olio
  • sale

Fare i Merluzzo al forno con pomodorini e patate è semplice e veloce.

Mettiamo i filetti in un recipiente e lasciamoli marinare per una mezz’oretta con il succo di un limone, un filo di olio e un pizzico di sale.

Laviamo e peliamo le patate, tagliamole a tocchetti, mettiamole in un recipiente con dell’acqua fredda e poniamole sul fuoco,

Dall’inizio del bollore lasciamole cuocere giusto 5 minuti quindi coliamole e teniamole da parte.

Nel frattempo laviamo e tagliamo a metà i pomodorini.

Trasferiamo i filetti di merluzzo in una teglia foderata con della carta da forno. Aggiungiamo le patate, i pomodorini, le olive nere fatte a rondelle e il succo della marinatura.

Mettiamo ora in forno a 180 gradi per circa 20 minuti.

Il merluzzo è molto tenero..non ci vorrà molto a cuocere.

Il nostro secondo piatto light è pronto!!! Al massimo possiamo aggiungere un filo di olio dopo la cottura.

Buon appetito.

Ti è piaciuta la ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

Merluzzo con julienne di cavolo rosso e arancia

Il Merluzzo con julienne di cavolo rosso e arancia è un piatto unico davvero detox ma allo stesso tempo nutriente.

Nell’ indecisione di come cucinare il filetto di pesce alla fine si era fatto talmente tardi che l’ho semplicemente lessato.

Ma mangiare il merluzzo lesso è qualcosa di davvero frustrante non trovate??

Ora ve bene che siamo usciti appena dalle feste ma addirittura farsi del male no!!!!

E così ho pensato di dare quantomeno colore al piatto…e vi dirò…ne è uscita una preparazione leggera ma molto buona e anche appagante.

Il mix di verdura e frutta è ancora una volta vincente…l’arancia in questo caso va molto a bilanciare sia la rughetta che il cavolo cappuccio rosso.

Il cavolo cappuccio rosso o anche detto viola oltre ad essere un ortaggio ricchissimo di vitamine è molto versatile in cucina sia cotto che come crudo.

A me piace tantissimo tagliuzzato sottile sottile e condito con l’aceto balsamico con l’aggiunta di ceci.

Ma anche in questo modo devo dire che è davvero gustoso….

E allora se volete un piatto unico da portare in ufficio e restare allo stesso tempo leggeri non resta che seguire la ricettina.

Merluzzo con julienne di cavolo rosso e arancia

Merluzzo con julienne di cavolo rosso e arancia, dose per due persone

  • 200 gr di filetti di merluzzo
  • 300 gr di cavolo cappuccio viola
  • 50 gr di rucola
  • 1 arancia
  • 10 olive nere 
  • sale
  • olio
  • succo di limone

Fare il Merluzzo con julienne di cavolo rosso e arancia è molto semplice.

Lessiamo i filetti di merluzzo in un pentolino con dell’acqua leggermente salata, quindi scoliamoli e tamponiamoli con della carta assorbente.

Prendiamo il cavolo cappuccio viola e tagliamolo a listarelle sottili…io mi aiuto con un robot da cucina.

Quindi mettiamolo in un recipiente pieno di acqua e laviamolo accuratamente.

Laviamo  e sgoccioliamo bene la rucola.

Tagliamo a rondelle le olive ed infine peliamo una bella arancia bio tagliandola poi a cubetti.

Ora non resta che riunire tutti gli ingredienti in un capiente piatto da portata e mettere alla fine il merluzzo spezzettato.

Aggiustiamo con sale olio e succo di limone

Bene, la nostra “insalatona ” è pronta per essere gustata..buon appetito!!!

Volendo il Merluzzo con julienne di cavolo rosso e arancia è anche un idea da presentare all’interno di un antipasto, basta servirlo dentro delle coppette mono porzioni.

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale