Crostata al nero di mandorle

La crostata al nero di mandorle è un delizioso dolce un po’ diverso dalle solite crostate “nere” che siamo abituati a vedere..

La farcitura infatti è particolare…non cremosa.. quasi biscottata ed è davvero ottima da gustare a colazione, come sfizio a metà mattinata oppure davanti un caffè o per un coccoloso dopo cena.

Ho preso la ricetta sbirciando tra i vari siti e sembra sia un dolce tipico di un paese romagnolo chiamato San Secondo…naturalmente la mia non è uguale…ho personalizzato la frolla ad esempio e aggiustato le dosi del ripieno.

Comunque se vogliamo iniziare bene la giornata ecco a voi la semplice ricetta.

Crostata al nero di mandorle

 

Crostata al nero di mandorle

Per la pasta frolla

  • 150 gr di farina
  • 25 ml di olio
  • 40 gr d zucchero
  • 1 uovo
  • 2 cucchiaini di acqua
  • 1/2 cucchiaino di lievito

Per la farcitura

  • 50 gr di mandorle
  • 50 gr di nocciole
  • 30 gr di cacao amaro
  • 1 uovo intero
  • 50 gr di zucchero
  • 2/3 cucchiai di latte

Fare la crostata al nero di mandorle non è affatto difficile.

La frolla è all’olio e la preferisco di gran lunga ma voi potete usare la vostra ricetta.

Mescoliamo insieme la farina con lo zucchero e il lievito, mettiamo quindi al centro l’uovo, battiamolo leggermente, uniamo l’olio e iniziamo ad impastare bene gli ingredienti ottenendo  una palla.

Se necessario utilizziamo i due cucchiaini di acqua per impastare le briciole che non si sono ben incorporate e compattiamo il tutto.

Lasciamo riposare la frolla chiusa in una bustina di per alimenti.

Nel frattempo dedichiamoci al ripieno.

Tritiamo finemente ma non a farina le mandorle e le nocciole.

Mettiamole in un recipiente e mescoliamole insieme al cacao setacciato e allo zucchero.

Aggiungiamo quindi due tuorli, il caffè ed iniziamo ad impastare.

Uniamo quindi il latte…mettendo un cucchiaio alla volta e fermandoci quando avremo ottenuto una consistenza cremosa e spalmabile ma non liquida…2 o 3 cucchiai saranno sufficienti

Stendiamo la frolla ad uno spessore di pochi mm e adagiamola all’interno di una tortiera dal diametro di 22 cm foderata con della carta da forno.

Spalmiamoci il ripieno, livelliamolo bene ed eventualmente ripieghiamo verso l’interno il bordo in eccesso quasi a formare una cornice.

Dopo aver fatto scaldare il forno inforniamo il nostro dolce a 180 gradi in modalità statica e lasciamolo cuocere per 30 minuti.

Quindi sforniamolo e….se ci riuscite…lasciamo che si freddi prima di gustarlo!!!

Buon appetito.

Ti è piaciuta la mia ricetta?

Allora seguimi anche su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.