Cipolline in agrodolce

Da sempre hanno la capacità di far piangere, indistintamente, donne, uomini, bambini o anziani. Che abbiano un animo gentile o un cuore di pietra, nessuno può scampare alla cipolla. Bionda, bianca o rossa, una volta tagliata ha la capacità di far lacrimare i nostri occhi. Il suo sapore lo si distingue facilmente è un po’ acidulo, poi assume più carattere in base alla tipologia scelta, e il suo profumo è fresco e pungente. Ma la cipolla nasconde un segreto: una volta cotta diventa dolce! Io utilizzo questa tecnica molto spesso per correggere, cioè addolcire il sugo di pomodoro che normalmente è acido.

Dopo questa lunga premessa va chiarita una cosa: oggi adoro la cipolla ma da piccolo non volevo nemmeno sentirne parlare. Specialmente poi se si parlava delle cipolline in agrodolce che mia madre, puntualmente, cercava di rifilarmi nel piatto come contorno. Non mi attirava per nulla questo gusto che è a metà tra dolce e acido. Eppure oggi ne vado ghiotto: sottoli, sottaceti e agrodolce, li amo indistintamente. Chiaramente, la cosa che ti gratifica di più è quando questi prodotti, che normalmente acquisti nei barattoli del supermercato, riesci a produrli da te in casa. È già da un po’ che preparo le cipolline in agrodolce e adesso sono io a rifilarle ai miei amici e parenti quando sono da me. E ora che stai leggendo, sappi che alla fine di questo post, ritroverai anche tu nel tuo piatto una bella porzione! 😀

Intanto ti ho parlato della ricetta delle cipolline in agrodolce, adesso aspetto le tue foto taggandomi su Instagram e utilizzando l’hashtag #giovannicastaldi.

A presto!

Gio’

ricetta cipolline in agrodolce, peccato di gola di giovanni
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    Dosi per 4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone

  • Cipolline (borettane) 350 g
  • Miele di acacia 80 g
  • Aceto balsamico 50 g
  • Sale fino 1 pizzico

Preparazione

  1. Per preparare le cipolline in agrodolce cominciamo scaldando il miele in un padella. Mi raccomando lascialo scaldare a temperatura media, non alta, e non appena sarà ben caldo tuffa all’interno le cipolline borettane. Lasciale caramellare per 4 – 5 minuti avendo cura di mescolare di frequente con una spatola per evitare che il composto bruci. Poi aggiungi il sale e l’aceto balsamico. Lascia cuocere ancora per 10 – 15 minuti.

    cipolline in agrodolce, peccato di gola di giovanni 1
  2. Trasferisci le tue cipolline in agrodolce in un recipiente ed eccole pronte per essere gustate!

    ricetta cipolline in agrodolce, peccato di gola di giovanni 2

I consigli di Giovanni

  • Assicurati della consistenza delle cipolline prima di cuocerle, perché se fossero già troppo mature potrebbero bastare soltanto 10 minuti di cottura, se invece fossero ancora abbastanza acerbe allora puoi cuocerle per 15 – 20 minuti;
  • Al posto del miele puoi cuocere le cipolline in agrodolce utilizzando uno sciroppo con acqua calda e zucchero bianco o di canna, con rapporto 1:3;
  • Scegli la varietà di miele che preferisci per ottenere un agrodolce aromatico come di tuo gradimento.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.