Torta agli amaretti

Morbidi o croccanti? Gli amaretti sono dei dolcetti, una sorta di biscottini se vogliamo, molto diffusi in Italia e in Francia. Impreziosiscono diverse ricette dolci o salate, a partire dal famoso bonet piemontese ai buonissimi tortelli di zucca mantovani. E poi si sa, gli amaretti rendono speciali le coppe di yogurt e frutta fresca. E tra tutti i frutti le pesche sono indubbiamente le migliori amiche degli amaretti.

Te ne ho parlato così bene eppure devi sapere che a me gli amaretti non fanno proprio impazzire… eh già! Ma quando ho deciso di sperimentare la ricetta della torta agli amaretti è stato un po’, non posso dire amore, ma un buon inizio. La consistenza soffice e spugnosa, il dolce che non è stucchevole e il profumo di buono mi hanno convinto nonostante tutto! Per la colazione o la merenda, questo dolce sarà sempre una gustosa alleata. Provala anche tu 😉

 

Intanto ti ho parlato della ricetta della torta agli amaretti, adesso aspetto le tue foto taggandomi su Instagram e utilizzando l’hashtag #giovannicastaldi.

A presto!

Gio’

ricetta torta agli amaretti, peccato di gola di giovanni
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    35 minuti
  • Porzioni:
    Dosi per uno stampo da 24 cm
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Ingredienti per uno stampo da 24 cm

  • Farina 00 200 g
  • Fecola di patate 50 g
  • Uova (circa 5 medie) 275 g
  • Burro 100 g
  • Zucchero 150 g
  • Latte di mandorle (crude) 200 g
  • Amaretti 80 g
  • Cioccolato fondente 50 g
  • Lievito in polvere per dolci 8 g

Preparazione

Preparazione della torta agli amaretti

  1. Per preparare la torta agli amaretti comincia ricordando di lasciare per un’oretta tutti gli ingredienti del frigorifero fuori, così diventeranno a temperatura ambiente e sarà più facile lavorare. Prosegui imburrando e infarinando uno stampo da 24 cm, poi preriscalda il forno e passiamo a setacciare le polveri. In un recipiente sistema un colino e versa la farina, la fecola e il lievito per dolci. Setaccia accuratamente e poi mescola con delicatezza.

  2. Poi sbriciola grossolanamente a mano gli amaretti e in ultimo sminuzza il cioccolato, non troppo finemente. Adesso passiamo alla realizzazione del dolce. Separa i tuorli dagli albumi, questi ultimi montali con uno sbattitore a neve ben ferma in una ciotola.

    torta agli amaretti, peccato di gola di giovanni 2
  3. In un altro recipiente più grande lavora il burro e lo zucchero, sbatti finché il composto non diventa leggermente più voluminoso. Quindi aggiungi i tuorli un po’ alla volta. Ora, come prima, aggiungi le polveri,

  4. e poi il latte, un po’ per volta, alternandoli. A questo punto potrai spegnere le fruste e aggiungere gli amaretti sbriciolati e un parte del cioccolato sminuzzato. Incorpora e,

    torta agli amaretti, peccato di gola di giovanni 4
  5. per finire, ingloba gli albumi con molta delicatezza, facendo movimenti dal basso verso l’alto. Versa il composto nello stampo da 24 cm che hai imburrato e infarinato all’inizio. Io ho utilizzato quello un po’ stondato.

    torta agli amaretti, peccato di gola di giovanni 5
  6. Ricopri la superficie con la restante parte di cioccolato e a questo punto inforna il dolce. La torta cuoce, in modalità statica, a 200° per circa 35 – 40 minuti.

    torta agli amaretti, peccato di gola di giovanni 6
  7. Una volta intepidita sformala e posizionala su una gratella. Lasciala raffreddare completamente prima di spolverizzarla e di guarnirla con abbondante zucchero a velo e 8 amaretti disposti a raggiera.

    torta agli amaretti, peccato di gola di giovanni 7
  8. Ecco pronta la tua torta agli amaretti, non ti resta che gustarla!

I consigli di Giovanni

  • I pezzi di cioccolata renderanno l’impasto ancora più gustoso, ma puoi ometterli se preferisci;
  • Io non ho aromatizzato la mia torta agli amaretti, ma se vuoi ti consiglio di usare della vaniglia oppure della scorza grattugiata di limone.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.