Crea sito

Bucce di fave ripassate in padella alla calabrese

Bucce di fave ripassate in padella alla calabrese, ricetta della cucina del riciclo della serie che, in cucina, non si butta via niente. Sappiamo benissimo che nei mesi primaverili sono di stagione le fave, le consumiamo da crude e sono ottime accompagnate da pecorino, soppressate calabresi e pane di frese, pane di doppia cottura. Possiamo farle in tanti modi diversi e sono sempre buone. Oggi voglio farvi conoscere una ricetta antica e del passato, ricca di sapore che facevano le nostre nonne e mamme, nasce come sauza calabrese. Aggiungendo due cucchiai di aceto pochi minuti prima della fine della cottura e facendolo evaporare, io preferisco farle senza aceto mi piacciono di più, mi sembra che l’aceto copra il sapore, però vi do le due versioni. Quando dico alle amiche di questa ricetta restano incredule, qualcuna mi disse una volta che lei non si sarebbe mai sognata di mangiare le bucce. Questo fino a quando incuriosite non le preparano, poi mi confermano la bontà di questo piatto! Possiamo usarle come contorno, se si omette il formaggio diventa un piatto vegano e vegetariano.

Prima di andare a prepararle, vi lascio altre ricette con le fave.
Fave ricetta calabrese
Pasta e fave fresche alla calabrese
Crema di fave fresche
Insalata fave e finocchietto

Bucce di fave alla calabrese
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per le bucce di fave alla calabrese

  • 450 gscorza di fave
  • 100 gmollica
  • 2 cucchiaiparmigiano Reggiano DOP
  • 2 cucchiaipecorino
  • 3 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • Mezzo cucchiainopeperoncino
  • 1 spicchioaglio fresco
  • 10 fogliementa
  • q.b.sale

Strumenti per le bucce di fave alla calabrese

  • Coltello
  • Padella
  • Cucchiaio di legno

Preparazione delle bucce di fave

  1. Dopo aver sbucciato le fave, con un coltello tagliare i due filamenti laterali e il picciolo che si trova nella sommità, tagliarle in due metà, lavarle e metterle a scolare.

  2. Mettere dell’acqua a bollire in una pentola, salare. Quando bolle buttarci dentro le bucce, farle cuocere circa 5/15 minuti, dipende da quanto sono tenere, non devono diventare mollicce, continueranno la cottura in padella. Scolarle e metterle da parte.

  3. Nel frattempo versate l’olio nella padella, tagliate a pezzetti l’aglio fresco e fate appassire, a questo punto aggiungete le bucce delle fave ed il peperoncino secco tritato, “u pipazzu” – la ricetta se volete farlo da voi Peperoncino macinato piccante

  4. Nel frattempo che cuociono, preparate la mollica, aggiungendo il formaggio grattugiato e le foglie di menta spezzettate mescolare.

  5. Quando sono ben dorate, aggiungere le mollica con la menta, controllare se sono abbastanza sapide, altrimenti aggiuste di sale, se dovessero asciugarsi troppo aggiungete un goccino d’acqua. Mescolare qualche minuto e sono pronte.

  6. Se volete fare la sauza calabrese pochi minuti prima che finiscono di cuocere aggiungete due cucchiai di aceto e fatelo evaporare. Daranno quel gusto “sprizzantino” dell’aceto, personalmente le preferisco senza.

Consigli

Usare l’aglio fresco perché si ottiene un gusto più delicato e fresco.

“In questo contenuto sono presenti uno o più link di affiliazione“

Se vi piacciono le mie ricette e volete rimanere aggiornati seguitemi sulla mia pagina In cucina con Mire  mi trovate anche su Twitter.  Pinterest. Instagram

Scoprite le mie ricette cliccando Qui Per le foto cliccate Qui

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da incucinaconmire

Mi chiamo Mirella, sono una mamma/nonna, calabrese di fatto e nel cuore. Amo la mia terra e mi piace preparare i piatti della tradizione, piatti che mi hanno accompagnato fin dall'infanzia, rivisitati alla mia maniera con gusto e originalità, mi piace condividerli e farli conoscere, sono ricette semplici e facili da rifare, troverete anche ricette attuali, mi piacciono anche le novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.