Crea sito

Passatelli in brodo

I passatelli in brodo sono un primo piatto tipico della Romagna e della parte alta delle Marche, che si mangia tradizionalmente nei giorni di festa (spesso durante il pranzo di Natale). Per chi non li conoscesse, i passatelli sono una sorta di pasta fresca a base di parmigiano, pangrattato e uova; la classica forma allungata dei passatelli viene data facendoli passare attraverso il tradizionale ferro, oppure usando uno schiacciapatate a fori larghi (3-4 mm di diametro).
La ricetta tradizionale dei passatelli romagnoli prevede che vengano serviti nel brodo – di manzo, di pollo o di gallina – ma più recentemente sono entrati a far parte della tradizione romagnola e marchigiana anche tanti piatti di passatelli asciutti, ad esempio quelli al tartufo o al pecorino di Fossa. Saporiti e profumati, i passatelli in brodo sono un classico comfort food per scaldarsi durante le giornate invernali, così come la stracciatella in brodo o la zuppa imperiale abruzzese: piatti che all’aspetto sono diversi ma che condividono con i passatelli in brodo gran parte degli ingredienti.

passatelli in brodo ricetta tradizionale marchigiana e romagnola anche senza glutine il chicco di mais
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo15 Minuti
  • Tempo di cottura2 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti per preparare i passatelli in brodo

Per preparare i passatelli in brodo senza glutine ho sostituito il pangrattato normale con pari quantità di pangrattato senza glutine.
  • 4uova (medie)
  • 180 gpangrattato
  • 180 gparmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
  • 30 gburro (o di midollo di bue, se volete seguire la tradizione più antica)
  • 1 cucchiainoscorza di limone (grattugiata)
  • q.b.noce moscata

Strumenti

  • 1 Ciotola
  • 1 schiacciapassatelli
  • 1 Pentola
  • 1 Cucchiaio
  • Carta forno

Come preprare i passatelli in brodo

  1. Per preparare i passatelli in brodo, per prima cosa preparate il brodo di carne, cosa che potete fare anche uno o due giorni prima. Io prediligo brodo di manzo, ma se preferite potete usare un altro tipo di carne, il pollo ad esempio, la gallina o il cappone.

  2. Se volete velocizzare la preparazione del brodo potete usare la pentola a pressione, come illustrato qui. Una volta che il brodo è pronto, dedicatevi alla preparazione dei passatelli: fate fondere il burro a fuoco basso in un pentolino. Mescolate in una ciotola il pangrattato con il parmigiano (1), aggiungetevi la noce moscata e la scorza di limone, stando attenti a non grattugiare anche la parte bianca.

  3. Passatelli senza glutine senza farina 1 fare l'impastol chicco di mais 1

    Sgusciatevi dentro le uova e iniziate a impastare con un cucchiaio di legno (2). Unite il burro fuso e, quando inizierà a formarsi un vero e proprio impasto (3), continuate a lavorarlo con le mani per un paio di minuti.

  4. Fatelo poi riposare a temperatura ambiente per un quarto d’ora circa. Mettete quindi l’impasto dei passatelli nello schiacciapassatelli (4): io ne uso uno che sfrutta il meccanismo a manovella, simile a questo.

  5. Passatelli senza glutine senza farina 2 fare i passatelli

    In alternativa potete usare quello simile allo schiacciapatate. Formate i vostri passatelli e fateli ricadere su un vassoio rivestito di carta da forno (5). Tagliate con un coltello l’estremità dei passatelli per staccarli dallo schiacciapassatelli (6).

  6. Con lo schiacciapassatelli che ho io, è più facile ottenere passatelli piuttosto lunghi (7), che comunque inevitabilmente in cottura tenderanno a rompersi, ma non è un problema. Portate il brodo a ebollizione (8) e versatevi dentro i passatelli, facendoli ricadere con un unico gesto direttamente dalla carta da forno alla pentola.

  7. Passatelli in brodo ricetta emiliana il chicco di mais 3

    Quando vengono a galla (9) contate un minuto e mezzo e spegnete il fuoco. Servite i passatelli in brodo subito, spolverizzati se volete con del parmigiano grattugiato.

Note

Conservazione

Una volta formati, i passatelli si possono conservare in frigorifero fino al giorno successivo, spolverizzandoli leggermente con un po’ di farina. Se volete congelare i passatelli metteteli in un unico strato su un vassoio in freezer e, una volta congelati, potete trasferirli in un sacchetto per la congelazione.

Consigli e varianti

I passatelli in brodo un tempo si preparavano con midollo di bue. Se volete provare, potete sostituirlo al burro nell’impasto, dopo averlo lavorato a crema per qualche minuto. I passatelli più tempo cuociono più tendono a indurirsi: quelli in brodo, in particolare, essendo immersi in un liquido bollente proseguiranno la loro cottura anche una volta serviti nei piatti. Non fateli quindi cuocere più di un minuto e mezzo.

Se cercate altre ricette tipiche romagnole o emiliane potete trovarle qui.

In questo articolo sono presenti link di affiliazione

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Passatelli in brodo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.