Passatelli in brodo (ricetta romagnola)

I passatelli in brodo sono un primo piatto tipico della Romagna e della parte alta delle Marche, che si mangia tradizionalmente nei giorni di festa (spesso durante il pranzo di Natale). Per chi non li conoscesse, i passatelli sono una pasta fresca a base di parmigiano, pangrattato e uova; la classica forma dei passatelli viene data facendoli passare attraverso un apposito attrezzo, oppure usando uno schiacciapatate a fori larghi (3-4 mm di diametro). Spesso i passatelli si mangiano asciutti (in questa ricetta ad esempio, oppure in questa), ma quando fuori la temperatura si abbassa decisamente e si ha voglia di qualcosa di caldo e corroborante i passatelli in brodo sono senz’altro la scelta giusta. I passatelli richiedono un buon brodo di carne, se non sapete come prepararlo qui trovate la ricetta tradizionale e qui con la pentola a pressione.

Passatelli in brodo ricetta emiliana il chicco di mais

Ricetta dei passatelli in brodo

Ingredienti per 4-5 persone:

  • 2 litri di brodo di carne (qui trovate la ricetta tradizionale, qui con pentola a pressione)
  • 4 uova intere
  • 180 g di pangrattato (per la versione senza glutine ho usato Pangratì Schar)
  • 180 g di parmigiano grattugiato
  • 30 g di burro
  • La scorza grattugiata di mezzo limone
  • Noce moscata qb

Procedimento (preparazione: 15 min. riposo: 15 min. cottura: 2 min.)

Per preparare i passatelli in brodo, per prima cosa preparate il brodo di carne (qui trovate la ricetta tradizionale o con la pentola a pressione); poi dedicatevi alla preparazione dei passatelli: mescolate in una ciotola il pangrattato con il parmigiano (1), aggiungetevi la noce moscata e la scorza di limone, stando attenti a non grattugiare anche la parte bianca. Sgusciatevi dentro le uova e iniziate a impastare con un cucchiaio di legno (2). Quando inizierà a formarsi un vero e proprio impasto (3) continuate a lavorarlo con le mani per 4-5 minuti.

Passatelli in brodo ricetta emiliana il chicco di mais 1Fatelo poi riposare a temperatura ambiente per un quarto d’ora circa. Mettetelo quindi nel bicchiere dello schiacciapassatelli o nello schiacciapatate (4) e schiacciatelo facendo ricadere i passatelli su un foglio di carta da forno (5). Una volta terminato l’impasto tagliare con un coltello l’estremità dei passatelli per staccarli dallo schiaccia passatelli (6).

Passatelli in brodo ricetta emiliana il chicco di mais 2Con lo schiacciapassatelli è più facile ottenere passatelli piuttosto lunghi (7), che comunque inevitabilmente in cottura tenderanno a rompersi, ma non è un problema. Portate il brodo a ebollizione (8) e versatevi dentro i passatelli, facendoli ricadere con un unico gesto direttamente dalla carta da forno alla pentola. Quando vengono a galla (9) contate un minuto o due e spegnete il fuoco. Servite i passatelli in brodo subito, spolverizzati se volete con del parmigiano grattugiato.

Passatelli in brodo ricetta emiliana il chicco di mais 3Nota: i passatelli in brodo un tempo si preparavano con midollo di bue. Se volete provare, potete sostituirlo al burro nell’impasto, dopo averlo lavorato a crema per qualche minuto. I passatelli più tempo cuociono più tendono a indurirsi: quelli in brodo, in particolare, essendo immersi in un liquido bollente proseguiranno la loro cottura anche una volta serviti nei piatti. Non fateli quindi cuocere più di due minuti.

Se ti è piaciuta la ricetta dei passatelli in brodo segui il Chicco di Mais anche su Facebook e Twitter e Google+!

Precedente Tartufini alla nocciola (ricetta senza uovo e senza cottura) Successivo Tortini di carciofi con salsa al gorgonzola (ricetta raffinata)

2 commenti su “Passatelli in brodo (ricetta romagnola)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.